E come un sogno la vita vola di Patrick Branwell Brontë – Segnalazione

Buonasera!

Eccomi di nuovo qui: siete pronti per una nuova segnalazione?

Allora, grazie a flower-ed il 29 Maggio 2017 vedremo la pubblicazione di un’opera unica e dal sapore antico. Mi riferisco a E come un sogno la vita vola che altro non è se non una raccolta di lettere (dal 1835 al 1848) che vengono tradotte ora, per la prima volta, proprio grazie a questa fantastica casa editrice e al lavoro della traduttrice Alessandranna D’Auria.

Ma di chi sono queste epistole?

Di Patrick Branwell Brontë, il fratello delle celebri sorelle Brontë. Egli è stato un giovane la cui vita era troppo vicino al tempo del piacere per pentirsi, e troppo vicino alla morte per sperare.

Fratello Bronte.jpg

Nel bicentenario della nascita di Patrick Branwell Brontë (26 giugno 1817-24 settembre 1848), la flower-ed porta dunque in Italia un volume davvero unico, ultimo tassello della sempre più emozionante collana Windy Moors.

E come un sogno la vita vola. Lettere 1835-1848 non sarà però la sola uscita legata alla figura dello sfortunato e fragile fratello, sempre in ombra rispetto allo sfolgorante successo letterario di Charlotte, Emily e Anne. Nel mese di giugno, infatti, verrà publicata la biografia di questo silenzioso personaggio, scritta da Alice Law e, sino ad ora, mai tradotta in italiano.

Siete dunque pronti? Che ne pensate di questa uscita? E della cover?

Io trovo tutto estremamente sublime e strepitoso. Devo dire che non conoscevo questa casa editrice ma, da quando ho scoperto la flower-ed non c’è stato un solo libro da loro edito che non mi abbia fatto venir voglia di prenderlo, sfogliarlo e leggerlo.

Vi ricordo, sempre, di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog (con un like o un commento), facendomi conoscere il vostro punto di vista.

Alla prossima!

Rachel

© Rachel Sandman

The Midnight Sun di Kat Ross – Release Party

Buon inizio settimana a tutti!

Con immenso piacere, oggi qui sul blog si festeggia una nuova uscita firmata Dunwich Edizioni. Siete curiosi? Scorrete il post e scoprite tutto su The Midnight Sun – Il Quarto Elemento di Kat Ross.

banner.png

Un fantasy avvincente con un peso morale e una narrazione sostanziosa che lascerà i lettori soddisfatti … La Ross evoca una storia epica con demoni e daeva, famiglia, dolore e il tumulto di un regno in pericolo. [Kirkus Review]


Cover.jpg

Titolo: The Midnight Sun – Il Quarto Elemento (Libro Primo)

Autore: Kat Ross

Genere: Fantasy

Pagine: 300

Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 14,90 (Cartaceo)

Editore: Dunwich Edizioni

Data d’uscita: 15 Maggio 2017

Link d’acquisto: Amazon

Trama: Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Segnalibro.pngMa quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella. Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare pericolosamente intimi. Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo …

Autore: Kat Ross ha lavorato come giornalista delle Nazioni Unite per dieci anni prima di ritirarsi felicemente a fare ciò che le piace di più: inventare cose. È l’autrice del thriller distopico Some Fine Day e della serie Il Quarto Elemento. Adora i miti, i mostri e scenari da apocalisse. Per altre informazioni sui libri di Kat, puoi trovarla alla pagina katrossbooks.com.

The Midnight Sea ha tutto ciò che mi piace in un fantasy e anche di più. Lo raccomando caldamente a tutti i lettori che amano la magia, eroine che spaccano e una storia travolgente. [Cover2Cover Reviews]

Kat Ross crea un ricco mondo fantasy, pieno di creature nuove e spaventose, molti poteri magici e una trama laboriosamente intricata che vi terrà con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. [Books Briefs]

#GoodLuckKat! #GoodLuckDunwich!

Rachel

© Rachel Sandman

È un giorno bellissimo di Amabile Giusti – Recensione in Anteprima

Buonasera!

Oggi … Vi parlo finalmente di una lettura che ho potuto fare in anteprima grazie ad Amazon Publishing e che molte di voi attendono da un po’ …

È un giorno bellissimo di Amabile Giusti è, da oggi, disponibile, sia in formato ebook sia in formato cartaceo.

Se volete conoscere tutte le infos, il link d’acquisto e la mia personale opinione, leggete qui sotto.

Ricordatevi sempre di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog (un like o un commento sono una piccola cosa per voi ma un’impronta immensa, per me!).


34

TITOLO: È un giorno bellissimo

AUTORE: Amabile Giusti

USCITA: 9 Maggio 2017

PREZZO: € 4,99 (Ebook) – € 9,99 (Cartaceo)

Link d’acquisto: Amazon

EDITORE: Amazon Publishing


TRAMA:

Grace Gilmore, bionda diciottenne di buona famiglia, vive in un mosaico di cristallo in cui ogni tessera ha il suo posto preciso: i suoi genitori sono belli, ricchi e affettuosi, le porte dell’università di Yale si apriranno subito dopo l’estate, e un principe azzurro di nome Cedric è il fidanzato pronto a sposarla. Eppure bastano una sola notte e tre colpi bassi del destino a farle mettere in discussione tutto quel mondo. Con i cocci delle sue illusioni in uno zainetto e i frantumi della sua vecchia vita nel cuore, Grace si ribella al suo futuro perfetto, scelto da chiunque tranne che da lei. Si lancia così in un inatteso e spontaneo road trip in giro per gli States, decisa per una volta a seguire il suo istinto e i suoi sogni. A New York conosce il bellissimo Channing: metà latino e metà asiatico, capelli di seta e fisico mozzafiato, irriverente ma gentile. È lui il fulmine dagli occhi blu che squarcia il cielo grigio nel cuore di Grace. Dalla Pennsylvania all’Ohio, dal Kentucky all’Illinois, fino al tour sulla mitica Route 66, il destino sembra deciso a far intrecciare le strade dei due giovani. E mentre Grace imparerà a conoscere sentimenti nuovi ed emozioni autentiche – così lontane dalla sua vecchia vita –, Channing dovrà fare i conti con un tragico segreto che potrebbe spezzare il sogno di un giorno bellissimo.

Autore: Amabile Giusti è calabrese. Fa l’avvocato ma non si sente avvocato. La sua vita è scrivere romanzi e, anche quando lavora, pensa a come concludere o iniziare una storia. Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese, o una pianta grassa piena di spine. Spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo) ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco, ma quando scrive non si ferma più…

Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi molto amati dal pubblico: Non c’è niente che fa male cosìCuore nero, la serie di Odyssea (Oltre il varco incantatoOltre le catene dell’orgoglioOltre i confini del tempoOltre il coraggio del sacrificio), L’orgoglio dei RichmondSolo non si vedono i due liocorni, e con Mondadori Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta. Per AmazonPublishing ha scritto Tentare di non amarti (2015) e il sequel C’è qualcosa nei tuoi occhi (2016).


RECENSIONE:

Oggi è davvero un giorno bellissimo per parlarvi di questo nuovo romanzo, firmato da Amabile Giusti, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima grazie ad Amazon Publishing.

Devo fare una piccola premessa: ero un po’ scettica. Mi sono gettata su questo romanzo con la consapevolezza che sarebbe stato, al pari dei precedenti della scuderia Giusti, un libro da leggere tutto d’un fiato, intenso, fremente quasi, sorretto dalla scrittura solida e poetica a cui la nostra cara Amabile ci ha ormai abituato.

Invece, almeno all’inizio, non è stato così.

La causa è soprattutto da imputare alla sottoscritta che, leggendo la trama e i primi capitoli, ha iniziato a scuotere sonoramente la testa ritrovando in quel breve estratto assonanze ad uno dei romanzi che porta nel cuore, al miglior new adult che abbia mai letto e che resta, ancora, dopo anni, al primo posto assoluto della sua personale classifica, ovvero Il confine di un attimo di J.A. Redmerski.

Ma posso ora dire qui, pubblicamente, che mi sbagliavo. E parecchio anche.

Perché ho fatto l’errore io, per prima, di aspettarmi un ennesimo Tentare di non amarti o C’è qualcosa nei tuoi occhi quando, invece, È un giorno bellissimo è tutta un’altra storia.

È la storia di Grace e Channing.

Il colpo di fulmine non è altro che l’incontro fra due anime che si riconoscono dopo tantissimo tempo …

È una storia fatta di respiri, di vita, di viaggi su un autobus, di destino, di sofferenza, di realtà dura e concreta, di amore.

La prima parte necessita di una lettura lenta ma non perché astrusa, scritta male o noiosa, anzi. Ha bisogno di calma per essere assaporata con attenzione, ogni singolo tassello va incastrato in un puzzle più ampio che raffigura un quadro in cui sono presenti tutti, ma proprio tutti, i colori di una tavolozza: dall’arancione delle farfalle monarca della California, al grigio di una nube temporalesca in avvicinamento; dal rosso delle guance ricche di lentiggini della protagonista, all’azzurro a tratti viola degli occhi a mandorla dell’eroe misterioso; dal color carta da zucchero di una Chevrolet Corvette del 1958 al nero corvino di un vestito da gothic-lolita, un incrocio tra l’abito di una bambolina e un elegante completo vittoriano.

Devo proprio dirlo … Questo romanzo è di una profondità unica, perché scava solchi profondi nell’animo e ti fa riflettere senza quasi accorgertene. Riesce, con delicatezza, purezza e una buona dose di sensibilità non stucchevole né scontata, a farti immergere in una storia che è sì, d’amore, ma anche e soprattutto di speranza, di crescita personale, di vita.

Nessuno rimane uguale, ma ci evolviamo ogni giorno, per ragioni più o meno gravi: siamo nuvole a forma di orsi che poi diventano incantatori di serpenti …

Amabile Giusti ha compiuto una vera magia perché si è allontanata dai romanzi precedenti e ha spiccato il volo, tessendo le trame di una nuova storia meno sensuale e di impatto immediato ma, forse, più piena e concreta.

Ho adorato entrambi i protagonisti: Grace è una ragazza che diventa donna e il lettore la vede crescere, pagina dopo pagina, in un percorso che non è solo un viaggio concreto tra i vari stati degli Stati Uniti d’America ma è un percorso interiore fatto di prese di coscienza, di sbagli, di cadute e di dichiarazioni a fior di labbra.

Channing, dal canto suo, è il gigante d’argilla, colui che si mostra se stesso, ma solo fino ad un certo punto; colui che è sincero, ma solo fino ad un certo punto; colui che non si è mai innamorato, ma solo fino a quando non incontra Bambi sul suo cammino. Ho adorato i capitoli scritti dal suo punto di vista e in prima persona, perché, come solo la Giusti sa fare, riprendono episodi già noti ma che vengono sviscerati, analizzati e compresi, grazie proprio all’introspezione e al punto di vista interno.

In conclusione, un plauso, oltre ovviamente all’autrice che ha davvero creato una STORIA, va ad Amazon Publishing che svolge un lavoro egregio sia nella scelta delle copertine (questo libro è solo l’ultimo esempio di una serie, secondo me, mirabilmente resa – penso a Rosy Milicia con Accadde una notte d’estate o a Jenny Anastan con Se il nostro amore non basta) ma regala, al lettore, un prodotto di qualità e curato anche nella forma.

#GoodLuckAmabile! #GoodLuckAmazonPublishing!

Rachel

© Rachel Sandman

Segnalazione Libri

Buongiorno!

Oggi … L’appuntamento è dedicato alle segnalazioni di libri più o meno recenti, più o meno di prossima uscita.

Se siete curiosi, se siete interessati, se semplicemente non avete altro da fare, scorrete questo post e date un’occhiata.

Come sempre, mi raccomando, non dimenticatevi di commentare e di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog!

Buona lettura!


Grazie alla mia freschissima collaborazione con flower-ed, ho il piacere di segnalarvi:

Il sentiero alpino-500x500Titolo: Il sentiero alpino. La storia della mia carriera

Autore: Lucy Maud Montgomery

Traduttore: Riccardo Mainetti

Prezzo: € 7,99 (Ebook) – € 15,00 (Amazon)

Genere: Autobiografia

Editore: flower-ed

Collana: Windy Moors

Data d’uscita: 20 Marzo 2017

Trama: Nel 1917 Lucy Maud Montgomery era una scrittrice di successo: aveva pubblicato Anne of Green Gables, il suo primo romanzo, da circa dieci anni e nel frattempo aveva scritto molti altri libri, tra i quali The Story Girl, il suo preferito. In quell’anno l’editore della rivista Everywoman’s World le chiese di scrivere la storia del suo percorso letterario e il risultato fu la pubblicazione in sei puntate di questa autobiografia.
Il sentiero alpino. La storia della mia carriera è la più completa fonte di informazione per quanto riguarda l’infanzia e i primi cimenti di questa grande e amata scrittrice canadese, autrice di Anna dai capelli rossi. Oltre a descrivere il proprio apprendistato letterario, dalle prime storie fantasticate fino alla pubblicazione dei libri, Lucy Maud Montgomery racconta le proprie vicende personali e familiari, dall’infanzia nell’Isola del Principe Edoardo al meraviglioso viaggio di nozze in Gran Bretagna.
Il sentiero alpino percorso dalla scrittrice è stato duro, faticoso e costellato di rifiuti da parte degli editori, eppure ella non ha mai smesso di credere nel proprio talento. Ha scritto queste pagine «per infondere coraggio in quanti stanno faticando lungo l’estenuante sentiero che anch’io ho percorso per raggiungere il successo».
Questa rappresenta la prima traduzione in lingua italiana dell’opera.


Grazie a Saper Scrivereun’agenzia letteraria e service editoriale, con cui ho l’onore e il piacere di collaborare, ho scoperto il seguente titolo (una delle mie prossime letture):

TMaison Rougeitolo: Maison Rouge

Autore: Pasquale Capraro

Prezzo: € 1,99 (Ebook)

Link d’acquisto: Amazon

Casa Editrice: Astro Edizioni

Collana: E-sordisco

Data d’uscita: 10 Marzo 2017

Trama: Nella Parigi di fine Ottocento, in pieno clima bohémien, Amélie, una ragazza di campagna, giunge in città dopo essere stata notata da Madame Claire, durante una permanenza in Provenza.
Colpita dalla sua avvenenza, la donna le propone di trasferirsi a Parigi come domestica. Lì, la giovane scopre che la signora è anche tenutaria della “Maison Rouge”, un bordello di lusso.
Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, la maîtresse Madame Claire, la introduce nella maison e la fanciulla conosce Gilbert, un affascinante borghese. Tra i due nasce l’amore, ma le convenzioni sociali del tempo e la differenza di ceto impediscono agli innamorati di vivere la loro storia. Il destino da cortigiana di Amélie l’attende…


Grazie alla ormai notissima e affezionatissima Triskell Edizioni vi presento una prossima uscita:

una nuova vita

Titolo: Una nuova vita (A Clean Break)

Autore: Keira Andrews

Traduttore: Chiara Fazzi

Serie: Gay Amish #2

Prezzo: € 5,99 (Ebook)

Editore: Triskell Edizioni

Collana: Rainbow

Trama: Sono fuggiti nel mondo esterno, ma riusciranno a essere veramente liberi?
David e Isaac hanno trovato la felicità tra le braccia l’uno dell’altro. Nella lontana San Francisco, Aaron, il fratello di Isaac, li aiuta a esplorare la confusa vita “inglese” e a lasciarsi alle spalle l’opprimente ombra delle loro radici Amish. Per la prima volta, David e Isaac possono essere apertamente gay, eppure si sforzano di riconciliare la loro sessualità con la loro fede. Almeno non devono nascondere la loro relazione, il che dovrebbe rendere tutto più facile. Giusto?
Ma mentre Isaac frequenta la scuola con profitto e si fa nuovi amici, David deve combattere per scendere a patti con la realtà del mondo esterno. Perseguitato dal senso di colpa per aver abbandonato la madre e le sorelle a Zebulon, viene sopraffatto dalla frenesia della città mentre lavora per far crescere la propria impresa di carpenteria.
Anche se finalmente David e Isaac dormono fianco a fianco ogni notte, la paura e l’insicurezza potrebbero allontanarli moltissimo.

Data d’uscita: 10 Maggio 2017.


Della casa editrice Il Sirente invece vi segnalo il seguente titolo:

un uomo non piange mai

Titolo: Un uomo non piange mai (Un homme, ça ne pleure pas)

Autore: Faiza Guène

Traduttore: Federica Pistono

Prezzo: € 15,00 (Cartaceo)

Data d’uscita: Aprile 2017

Editore: Il Sirente

Collana: Altriarabi Migrante

Trama: Una cronaca sensibile e divertente, un sottile ritratto di un’epoca, in cui tutti i parametri di riferimento sono in frantumi. “Un uomo non piange mai” racconta con garbo e sensibilità la storia di una famiglia algerina emigrata in Francia. Nato a Nizza da genitori algerini, Mourad Chennoun vorrebbe costruirsi un destino. Il suo peggior incubo: diventare un vecchio ragazzo obeso con i capelli sale e pepe, nutrito da sua madre a base di olio di frittura. Per evitare questo, dovrà emanciparsi da una pesante storia familiare. Ma è veramente nella rottura che diventerà pienamente se stesso? Senza giudizio e senza durezza, Faïza Guène si interroga sulla tradizione familiare e sulla questione della libertà.


Cosa ne pensate di questi titoli? Alcuni vi attirano? Cosa state leggendo voi ultimamente?

Fatemi sapere!

Rachel

© Rachel Sandman

Because last night belongs to US … #SfogliandoIlMondo #6

Buonasera a tutti!

Ci siete? Lo so che è domenica, lo so che il tempo (almeno saltuariamente) è bello quindi sarete portati a gironzolare qua e là, a sfruttare la giornata di riposo per qualche gita fuori porta ma … Ormai è tardi, quindi potete risintonizzarvi tutti sui vostri pc, meglio ancora se siete su questo mio piccolo angolino digitale, perché devo ASSOLUTAMENTE raccontarvi un paio di cose.

sfogliando-il-mondo

Innanzitutto, come avrete capito, siamo all’interno della rubrica Sfogliando il mondo che è ormai giunta al suo sesto appuntamento.

posterMai rubrica è stata più adatta, a mio parere, per trattare il concerto che si è svolto ieri sera a Torino, in occasione di quello che è considerato (a ragione e a pienissimo titolo) l’evento di apertura del Salone Internazionale del libro che, come penso saprete, ha come sottotitolo Oltre il confine e aprirà le porte il 18 Maggio 2017.

Ieri sera dunque, 6 Maggio 2017, ha preso vita, presso l’Auditorium Rai di via Rossini (che, per chi non è pratico, è una struttura in pieno centro di Torino, nei pressi della Mole Antonelliana, fatta di curve, soffitto artisticamente perfetto e colonne dorate ai lati), uno dei concerti più vibranti e autentici.

IMG-20170507-WA0003Patti Smith, la sacerdotessa del rock, la poetessa del punk, l’artista, la donna, l’anticonformista, la madre, LEI, insomma, si è imposta come regina assoluta, insieme al suo bassista di sempre, Tony Shanahan, al batterista Jay Dee Daugherty e ai suoi due figli, Jackson e Jesse Smith (rispettivamente alla chitarra e al piano).

La sottoscritta era presente (sentite le urla di giubilo arrivare anche nelle vostre case? Tutta colpa mia insomma)!!!!!!!

Ragazzi … Uno spettacolo FANTASTICO!

Partito con qualche singhiozzo a causa di un malfunzionamento della chitarra proprio di Jackson (abilissimo a riparare l’intoppo e a intrattenere il pubblico), si è poi aperto come uno spartito dalle battute e dagli ingranaggi ben oliati, in un tripudio di forza, intensità, passione e suoni.

Il brano che la Smith scrive per la figlia Jesse, Wing, fa da apripista e poi, tra canzoni più o meno note, la magia è servita.

DSC_0017.JPGPatti Smith è una forza e un’artista immensa: tiene il palco come solo una vera anticonformista sa fare, saltellando qua e là, incitando la platea e la galleria, facendo cadere aste e microfoni (per la gioia del fonico di turno) … Una vera punk, una vera sovversiva che però cura, nel minimo dettaglio, la sua messa in scena.

Ogni brano è infatti il tassello perfetto per un messaggio più ampio che parte dal canto di una madre ad una figlia, passa ai successi di Horses (il celebre album che contiene, tra gli altri, Redondo Beach ) e giunge ai famosissimi Dancing Barefoot Because the night, cantati a squarcia gola non solo da lei, accompagnata magistralmente dal fedelissimo Tony, ma da tutto il pubblico in sala.

La magia che si respira in ambienti e spettacoli del genere è davvero difficile da descrivere perché per chi è lì, presente, è un qualcosa di palpabile: ti dà l’idea che sia un’emozione di grinta, rabbia, voglia di vivere e amore che aleggia tra te e le altre centinaia di persone e ti fa quasi venir voglia di alzare lo sguardo e tentare di toccarla, di afferrarla con mano.

Non so come dirlo diversamente, ma Patti Smith è davvero un’artista nel senso più completo del termine: non canta soltanto, non saltella soltanto, non si sbraccia soltanto ma emoziona, comunica, esprime. Lei chiacchiera, tra una canzone e l’altra, come se il suo pubblico fosse formato da persone che conosce da sempre, racconta aneddoti, fa battute, tenta un approccio in lingua italiana ma poi si perde, nasconde il viso tra le mani e chiede scusa.

DSC_0019.JPGE’ una comunicatrice eccezionale che invita i giovani a cross over, ad andare oltre; che esprime rabbia e forza in canzoni come Beneath the Southern Cross, resa magistralmente con uno stacco di pura chitarra suonata non solo con le corde ma con tutta la cassa, facendo sentire e risuonare la materia del legno, con un’alchimia tra lei e Shanahan pazzesca; che punta a far riflettere, affermando che le imperfezioni rendono la vita sorprendente, che l’undicesimo comandamento consiste nell’amarsi, l’un l’altro, che PEOPLE HAVE THE POWER (le persone hanno il potere) di usare la loro voce, sempre.

… USE YOUR VOICE!

E poi chiude, dopo più di un’ora e mezza di successi suoi, di Bob Dylan, di Prince, proprio con una canzone chiesta a gran voce, Gloria … Introdotta dall’ormai celebre verso: Jesus died for somobody’s sins but not mine.

Unica. Vera. Convincente. Meravigliosamente imperfetta. Lei … Patti Smith ha aperto il susseguirsi di eventi che ci porteranno al Salone Internazionale del Libro di Torino e ha animato una serata iniziata con la pioggia, concludendola con la luna nel cielo, la Mole dall’altro lato, e un grido comune di quanto, davvero, le persone possano fare se solo hanno la voglia e la passione per farlo.souvenirs

Grazie Patti Smith!

Grazie alla band!

Grazie Torino!

E grazie a my mum che mi ha accompagnato!

Qui, sul blog, ci rivediamo presto! A Torino, ci si ritrova al Salone! Fatevi poi riconoscere, mi raccomando!!

Ps. Scusate la scarsa qualità delle fotografie ma ero un attimo presa da altro! (Sorry not Sorry) …

Rachel

© Rachel Sandman

Love. Più forte dell’amore di L.A. Casey – Recensione

Buongiorno a tutti!

Oggi, vi parlo di una novella, uscita a fine marzo grazie a Newton Compton Editori. Si tratta di Love. Più forte dell’amore, il quarto racconto breve della serie Love di L.A. Casey.

Qui di seguito trovate tutte le infos, la trama e la mia personalissima opinione.

Buona lettura! Non dimenticate di farmi conoscere il vostro parere e di lasciare il segno del vostro passaggio con un like o un commento.


Love

TITOLO: Love. Più forte dell’amore (Branna)

AUTORE: L.A. Casey

SERIE: Love Series #4.5

USCITA: 27 Marzo 2017

PREZZO: € 0,99 (eBook)

Link d’acquisto: Amazon

EDITORE: Newton Compton Editori


TRAMA:

Branna Murphy è una sopravvissuta, una moglie, un’amica, una sorella, e fra poco una madre. Non ha tempo da perdere, specialmente su una stupida discussione su quanti bambini partorirà.

Ryder Slater è un duro, un marito, un amico, un fratello, e fra poco un padre. A differenza di sua moglie, ha tutto il tempo che vuole per discutere le sue ragioni su quanti bambini avranno…finché questo tempo rischia di essergli portato via.

Una luna di miele a sorpresa immersa in una bellissima foresta per una fuga isolata doveva essere divertente, romantica e pacifica– finché la tempesta del secolo colpisce e sia Branna sia Ryder devono affrontare un nuovo nemico che vuole far del male alla loro famiglia. Madre natura. Branna è consumata dal suo amore per Ryder, e combatterà fino alla fine per tenere al sicuro la sua famiglia. Branna ama Ryder, e ciò che Branna ama, Branna difende.

Autore: È nata a Dublino, dove risiede tuttora. Ha ventitré anni e vive con la madre e il suo cane di nome Storm. Con la serie LOVE ha scalato le classifiche di «New York Times» e «USA Today». La Newton Compton ha già pubblicato LOVE. Un nuovo destino, LOVE. Un incredibile incontro, LOVE. Un pensiero infinito e LOVE. Fidati di me, nonché, in e-book, le novelle Anime gemelle, Amori perduti e Come cuori lontani.


RECENSIONE:

Allora … Io a volte mi chiedo davvero … Perché? Io capisco tutto, capisco il mercato, capisco la voglia e la necessità di pubblicare quando si ha la garanzia di vendere, capisco anche il desiderio di mantenere i personaggi di carta vivi e presenti il più a lungo possibile ma, cara L.A. Casey, cosa cavolo avevi bevuto per scrivere una novella del genere?

Voglio dire, già in Love. Fidati di me, il libro che praticamente tutti attendono di leggere sin dal primo romanzo, quello che parla di loro, Branna e Ryder, i due capifamiglia, gli ‘adulti’, hai un po’ toppato lasciando per oltre la metà del libro i due separati e in conflitto. Perché quindi hai scelto questa linea per la loro novella? Voglio dire, NON è una novella corale, non so se mi spiego!

Doveva parlare di LORO, della loro luna di miele, dei primi mesi del loro matrimonio …

Invece NO. L.A. Casey, per motivi che ancora mi sfuggono e che scivolano da ogni umana comprensione, decide che la novella Love. Più forte dell’amore debba diventare una sorta di minestrone in cui tutti si prendono lo spazio che vogliono, ad eccezione degli effettivi protagonisti.

Avrei capito, devo ammettere, se L.A Casey avesse scelto di lasciare più spazio ai due personaggi che arriveranno a raccontare la loro storia nel prossimo romanzo e che, come Branna e Ryder, sono attesi dall’alba dei tempi, ma perdere capitoli e pagine su Bronagh (di nuovo? Ancora? Sul serio?) … Beh, questo non lo accetto.

Inoltre, inizio davvero a dubitare sull’utilità di queste novelle che sono sempre più inconsistenti e pregne di un no sense immenso.

In conclusione, L.A. Casey ha un pregio: quello di aver lasciato le due coppie più promettenti per ultime. Sto parlando dei qui presenti Branna e Ryder (che ha rovinato parzialmente ma non del tutto, per fortuna) e Damien e Alannah, gli attesissimi giovani che avranno il compito di concludere questa serie che è un enorme buco nell’acqua ma che, come ho accennato, ha il pregio di creare attesa e aspettativa verso i capitoli successivi e, a questo punto, finali.

Rachel

© Rachel Sandman

Ruin Me: Ogni volta che mi spezzi il cuore di Danielle Pearl – Recensione

Buonasera!

Vi lascio, qui di seguito, la mia personalissima opinione riguardo a Ruin Me: Ogni volta che mi spezzi il cuore, romanzo di Danielle Pearl edito da De Agostini.

Leggete qui sotto e non dimenticate di lasciare un segno del vostro passaggio commentando o cliccando un like.


33

TITOLO: Ruin Me. Ogni volta che mi spezzi il cuore (My Ruins)

AUTORE: Danielle Pearl

USCITA: 24 Aprile 2017

PREZZO: € 6,99 (Ebook) – € 14,90 (Cartaceo)

Link d’acquisto: Amazon

EDITORE: De Agostini

Collana: Le Gemme


TRAMA:

Il primo amore non si scorda mai. Eppure, la bellissima Carleigh Stanger combatte da tempo con se stessa per dimenticare i meravigliosi ricordi vissuti con Tucker Green, il suo ex fidanzato. Lui la detesta, e non vuole più saperne di lei dopo quello che è successo tra loro. Ma ora che il liceo è finito e una nuova vita al college sta per cominciare, Carl è sicura di potersi finalmente lasciare tutto alle spalle. Una volta al campus, però, le cose non vanno come si è immaginata e una sera, durante una festa, Carl si ritrova per caso faccia a faccia con Tucker. I ricordi riaffiorano potenti, e l’attrazione che ancora li lega li travolge più forte che mai. Tucker sa di avere davanti una manipolatrice, ma non riesce a controllare il suo desiderio. E così che il passato torna a perseguitare entrambi, costringendoli a prendere una decisione molto difficile, e a fare cose che non avrebbero mai voluto. Tra passioni esasperate e segreti inconfessabili, Carl e Tuck cercano di mettere un freno alla loro storia. Ma è davvero quello che vogliono?


RECENSIONE:

Eccomi qui, come promesso, per parlarvi di una lettura che ho intrapreso un po’ di tempo fa grazie a De Agostini e in occasione della mia partecipazione al BlogTour, realizzato in collaborazione con alcune amiche blogger, in cui ho curato la tappa del DreamCast di questo romanzo, ovvero Ruin Me: Ogni volta che mi spezzi il cuore.

La storia nasce dalla penna di Danielle Pearl, autrice ancora pressoché sconosciuta in Italia ma che promette di diventare una delle nuove punte di diamante del panorama del genere young adult.

Di cosa parla però questa storia? È l’ennesima storiella a lieto fine? La trama è scontata, un po’ banale, lanciata su binari già scritti e delineati? Beh … Devo proprio dire di NO!

Innanzitutto, voglio sottolineare che Ruin Me è uno di quei romanzi che leggi tutto d’un fiato, in maniera ininterrotta non solo perché ben scritto, curato nell’editing e nella traduzione, ma soprattutto grazie alla patina di mistero e di incognita che è palpabile e crea tensione, aspettativa, interrogativi e spunti per tutti i capitoli del libro.

Questo è possibile soprattutto grazie ad un inizio in media res: il lettore si immerge in una storia quando questa è già accaduta, è già a una sua fine (o forse no?) ed è già parzialmente avvenuta.

Ecco dunque la prima grande mossa della Pearl: creare una serie di flashbacks che appaiono e scompaiono, qua e là, senza un disegno apparente ma con un senso che si capisce, nella sua totalità, soltanto da un certo punto in avanti e che chiarisce, di volta in volta, aspetti più o meno accennati.

Come la narrazione, anche i personaggi si aprono al lettore pagina dopo pagina, passando da essere semplici nomi, stampati nero su bianco, a diventare vere entità di spessore, con un modo di agire e pensare consono al loro carattere che, come una goccia nel deserto, scivola in superficie soltanto poco alla volta.

Proprio la natura, per così dire, in apparire, sia di Carleigh sia di Tucker, crea una materia che definirei magmatica: è infatti un continuo ribollire, un muoversi costante. I sentimenti stessi provati verso questi due personaggi di carta sono incostanti e, leggendo questa storia, sarà facile, per qualsiasi lettore presumo, parteggiare per lei in un capitolo e per lui, circa venti pagine più avanti.

Personalmente, ho davvero avuto una sorta di rapporto odi et amo sia con Tucker ma soprattutto con Carl: una giovane nebulosa, almeno inizialmente, con luci ma soprattutto ombre e atteggiamenti che si spiegheranno solo col tempo. Ho però davvero amato questa dinamica perché ha reso il tutto più credibile: qui non siamo di fronte alla classica ragazza innamorata che deve essere salvata, né tanto meno abbiamo la storia d’amore lineare con il finale da vissero tutti felici e contenti. Qui c’è l’intenzione, devo dire rara per il genere young adult, di far entrare davvero la realtà nel mondo letterario descritto.

In conclusione, proprio riguardo a quest’ultima nota, vorrei lasciarvi con una mia personalissima riflessione: Ruin Me è davvero uno young adult? Non ne sono del tutto sicura. Voglio dire, ci sono temi forti, i protagonisti vanno al college, le scene sensuali non mancano: forse il salto ad una etichetta, almeno, new adult questo romanzo lo merita e, forse, lo identifica anche meglio.

Leggetevi dunque questo nuovo romanzo De Agostini e poi … Lasciatemi qui sotto la vostra opinione!

Rachel

© Rachel Sandman

L’ultima primavera di Kore di Aina Sensi – Recensione

Buona domenica!

Oggi, grazie all’autrice Aina Sensi, ho il piacere di parlarvi del suo racconto, L’ultima primavera di Kore, edito da Delos Digital nel Novembre 2016.

Qui di seguito trovate tutte le infos, la trama e la mia personale recensione.

Buona lettura!

16790732_726353574199188_43820681_n

TITOLO: L’ultima primavera di Kore

AUTORE: Aina Sensi

USCITA: 14 Novembre 2016

PREZZO: € 2,99 (eBook)

Link d’acquisto: https://goo.gl/0ifp72

EDITORE: Delos Digital


TRAMA:

Brunilde è la nuova giovane regina delle Amazzoni, il popolo di temibili guerriere che abita nella Scizia. Nihiri appartiene a un popolo sottomesso, quello dei Gargarensi e sa stare al suo posto, nel rispetto della volontà delle semidee. Ma da quando viene scelto da Brunilde per portare a termine il suo rito di iniziazione, l’unico posto in cui accetta di stare è accanto a lei.

Schiacciati tra due società monogenere, fra le quali sono ammessi solo incontri sessuali occasionali, Nihiri e Brunilde tentano di portare avanti quella che è la cosa più vicina a una relazione stabile. Due mesi l’anno è l’unico tempo che possono concedersi, a meno di stravolgere del tutto il loro mondo.

Autore: Aina Sensi è lo pseudonimo con cui una donna e una mamma scrive senza inibizioni. I suoi racconti spaziano su un arcobaleno di sensazioni, dal rosa, al porpora, al nero, con l’intento di esplorare e condividere quelle esperienze, desideri, traumi che le scatenano un brivido dentro; sensazioni che inesorabilmente la rappresentano, perché anche se ambientate in un genere fantasy, fantascientifico o mitologico, non si può scrivere di qualcosa che non si è mai provato. Aina non è altro che la sintesi di quelle briciole di amore, dolore, frustrazione, desiderio, disseminati in ogni storia; ogni racconto è autobiografico nelle emozioni che trasmette. Dell’autrice potete leggere anche Quel solo bacio e Copacabana sul blog La Mia Biblioteca Romantica.


RECENSIONE:

Odio le etichette. Odio le classificazioni di genere. Sempre e in qualsiasi contesto.

Capisco che, per correttezza editoriale, talvolta sia necessario affinché un’opera non vada nelle mani di un pubblico sbagliato ma mi sento, qui, di dire che L’ultima primavera di Kore NON è assolutamente un racconto erotico. O meglio, è molto più di questo.

Innanzitutto lo stile e il linguaggio che l’autrice, Aina Sensi, usa in questa breve opera è sublime, perfetto, a tratti storico, a tratti aulico.

Queste poche pagine sono pregne di storia e di quei tratti mitici e favolosi che si mescolano insieme, in una trama che è tanto bella quando scivolosa come i granelli di sabbia stretti in un pugno.

troypostercloseup1.jpg

Brunilde è il personaggio principale, la guerriera, la Regina, la Dea. La scelta della Sensi di ambientare il suo racconto all’interno della civiltà delle Amazzoni fa sì che, per una volta, ci sia un netto ribaltamento dei canoni a cui siamo abituati e così, grazie anche ad uno sviluppo e una padronanza della materia narrata non indifferente, il lettore si ritrova davanti un quadro in cui è la donna a regnare, a combattere, a decidere.

Nihiri è l’uomo solo apparentemente debole. È un lavoratore, un ragazzo che cresce e diventa uomo, un padre, un fratello. Forse è il solo a rendersi conto, prima del tempo, che il mondo così come lo conoscono va cambiato, che le regole stanno strette agli uomini come alle donne, che i sentimenti non possono essere strattonati e imbrigliati da frustate e lacci di cuoio.

La società in cui vivono sia Nihiri sia Brunilde li cristallizza in ruoli e canoni fermi e stabiliti, senza però spogliarli del tutto delle loro personalità e tipicità che, prima o dopo, vengono fuori, con slancio e vigore.

Capite dunque? Come si fa a ridurre tutto questo sotto l’etichetta erotico? Non sembra anche a voi fuorviante? Per me è un racconto di miti, storie, leggende.

Certo, la componente sensuale c’è ed è a tratti in primo, primissimo piano, ma il racconto di Aina Sensi va, a mio parere, molto oltre.

still-of-orlando-bloom-and-diane-kruger-in-troia-2004_jpg_485x0_crop_upscale_q85

L’ultima primavera di Kore è la storia di un popolo nel suo momento di declino, l’intera narrazione è intrisa di un sentimento di precarietà e incertezza che traspare, pagina dopo pagina, senza possibilità di ritorno.

In conclusione, ancora una volta mi sono ritrovata a leggere un racconto breve che, dannazione, era talmente bello da essere troppo breve! Aina Sensi, mi rivolgo a te, non è che per caso c’è qualche speranza, che ne so, di un seguito? Di qualsiasi forma e tipo ma, ti prego, scrivi ancora di loro, delle loro famiglie.

Ed ora voi, cari lettori, se siete completamente digiuni del mito delle Amazzoni o se, come me, lo conoscete solo per fama e per quelle puntate di Xena – Principessa Guerriera in cui apparivano queste donne guerriere, accostatevi a questo racconto e leggete, senza curarvi delle etichette. Immergetevi nel senso estremo di questa storia, non vi serviranno che un paio d’ore, e poi ditemi se, anche voi, come me, trovate che L’ultima primavera di Kore sia davvero un piccolo gioiello digitale e molto più di un racconto erotico.

N.B. Vi segnalo infine un’ultima chicca: al fondo del racconto troverete una playlist di tutto rispetto e azzeccatissima! Da ascoltare assolutamente, mi raccomando!

Rachel

© Rachel Sandman

Disconnect 1 di Ilaria Soragni – Segnalazione

Eccoci qui con l’ormai noto appuntamento con le segnalazioni e le prossime uscite.

Oggi vi parlo di Disconnect 1 di Ilaria Soragni, un romanzo edito da LeggerEditore. Qui di seguito trovate tutte le infos, la cover, la trama e qualche notizia in più sulla giovane autrice.

Buona lettura!


disconnect

Titolo: Disconnect 1

Autore: Ilaria Soragni

Prezzo: € 4,99 (Ebook)

Data d’uscita: 23 Febbraio 2017 (dal 2 Marzo 2017 anche in libreria)

Link d’acquisto: Amazon

Editore: LeggerEditore

Trama: Hayley frequenta il secondo anno dell’high school a Baltimora, è una ragazza chiusa e non si è mai ambientata del tutto. Luke ha diciotto anni; alto, biondo e sprezzante, si abbatte come un fulmine su ciò che lo attira. Quando per caso nota Hayley ne rimane affascinato, tanto da decidere di conquistarla: la vita è una gara e lei sarà il suo premio. È Luke a guidare il gioco, seguendo Hayley e facendole credere che si tratti ogni volta di incontri casuali, fino a quando non raggiunge il suo obiettivo. Hayley è irrimediabilmente attratta, anche se qualcosa le dice che sarebbe meglio stare lontano da quel ragazzo. Ma il piacere della trasgressione è forte, fare la cosa sbagliata la fa sentire viva. Non sa ancora, però, che è solo l’inizio. Luke si nutre di adrenalina, di emozioni forti, e vuole Hayley al suo fianco in una sfida pericolosa, una gara di moto illegale di cui è nota solo un’enigmatica regola: tutti vincono e uno solo perde, tutti perdono e uno solo vince. Fin dove si spingerà il loro legame? Saranno disposti a metterlo a rischio ora che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più forte?

Autore: Il suo nick su Wattpad è inashtonsarms, ma nella vita reale lei è Ilaria Soragni, diciassettenne della provincia di Asti che sogna di diventare, un giorno, una psicologa forense. Per il momento si accontenta di scavare nella psiche dei suoi personaggi, attività che le riesce molto bene. Grazie alla scrittura, Ilaria ha l’impressione di mettere ordine nei suoi pensieri, ed è per questo che a quindici anni ha iniziato a scrivere su Wattpad. Scoprire che altre ragazze si appassionavano alle sue storie l’ha riempita di gioia, ma di certo non si aspettava di raggiungere milioni di clic!


Che ne dite?

Avete già letto qualcosa di questa autrice?

Fatemi sapere!

Rachel

© Rachel Sandman