Teaser Reveal – In pieces by Danielle Pearl

Good Morning World!

Here we are, once again, for an international post: a Teaser Reveal about the last novel written by Danielle Pearl (do you know her? She is the author of In Ruins – Ruin me in the Italian version edit by DeA).

Her new novel, In Pieces, will be out on October 10th but TODAY I have the opportunity to share, with and for you, a special teaser about this new story.

In Pieces will be a standalone book, already available in English for a PreOrder (Amazon US – Amazon UK).

Here, in this post, you will find the cover, the plot and … A fantastic TEASER that will make you wonder this new novel NOW.
Here we go!


30364191.jpg

Plot: 
Three years ago she was left in pieces . . . Most college freshmen love the newfound freedom of living on campus, but none of them craves it like Beth Caplan. One ill-fated night when she was fifteen left her locked in a posh prison of private tutors. It’s for the best, everyone said, and maybe it was. But after years of hard work and healing, the one person who never thought of her as broken could be the one to break her all over again. And Beth can’t seem to stay away now any more than she could all those years ago.
As soon as David March learned his best friend’s little sister was enrolling at his school, he promised to look after her, and promised himself he’d keep a safe distance. But the sweet little girl he’d grown up with has transformed into a gorgeous young woman, and she’s attracting attention from people she shouldn’t-like the ex who nearly destroyed her and a strange new student with a disturbing habit of showing up wherever Beth goes. But for David, the most troubling discovery is realizing that he doesn’t just want Beth to be safe. He wants her to be his. 

september 21st teaser .jpg


So … What do you think of it? Will you read this novel? Have you already read something written by Danielle Pearl?
Tell me!

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

La valigia di Adou di Zita Dazzi – Segnalazione

Buonasera!

Oggi, come già ieri, torno a parlarvi della casa editrice Il Castoro e vi segnalo un nuovo titolo che DEVE far parte delle vostre personalissime librerie: si tratta di La valigia di Adou di Zita Dazzi, disponibile da OGGI.

E’ un romanzo davvero importante, sostenuto anche da Amnesty International Italia che lo promuove nelle scuole italiane:
Questo libro è prezioso per gli spunti di riflessione sulle origini e le conseguenze delle disparità tra Nord e Sud del mondo sot­tolineando come, proprio queste disparità, siano tra le cause alla base dei movimenti migratori e stimolando nei giovani lettori la curiosità alla “diversità” culturale e sociale e a cogliere i tratti che accomunano tutte le persone, al di là delle loro differenze culturali”.

Qui di seguito trovate tutti i dati relativi a questa storia, il link d’acquisto e la cover.
Buona lettura!


La valigia di adou

Titolo: La valigia di Adou
Autore: Zita Dazzi

Data d’uscita: 21 Settembre 2017

Prezzo: € 12,00 (Cartaceo)

Età di lettura: dagli 8 ai 99 anni

Editore: Il Castoro

Trama: Adou e Oreste hanno molte cose in comune: hanno tutti e due dieci anni, amano il calcio, non capiscono il mondo dei grandi. E poi, tutti e due aspettano qualcosa: Adou non vede l’ora di arrivare in Italia, Oreste aspetta la nascita della sorellina. Ma il sogno dell’Italia per Adou comincia nel modo più drammatico: da solo, dentro una valigia – una valigia che sarà proprio Oreste ad aprire, riservandogli la più grande sorpresa della sua vita. A voci alternate, Adou e Oreste ci raccontano la storia che li ha portati a incontrarsi, partendo ognuno da un punto diverso e in barba a qualunque ostacolo. Perché i legami più forti, a volte, nascono nei modi più inaspettati.

Infos sull’autore: Zita Dazzi, giornalista per «La Repubblica», segue principalmente la cronaca e i temi sociali: molto apprezzati i suoi reportage, che le sono valsi diversi premi. Con Il Castoro ha pubblicato anche La banda dei GelsominiBella e Gustavo (Premio Leggimi Forte 2015), Il mondo di Teo e un racconto della raccolta La prima volta che.

IL FATTO DI CRONACA – Dalla nota dell’autrice |  Un giorno, nel maggio 2015…
“Sembra una favola, la storia di questo libro. Ma come tante favo­le, tutto ha inizio da una storia vera, una di quelle che si leggono sui giornali, i giornali come quelli dove lavoro io. Era una mat­tina del maggio del 2015, quando sulla prima pagina di molti quotidiani apparve la foto – che sembrava manipolata ma era tragicamente vera – di un bambino rannicchiato, chiuso dentro a un trolley. Era una foto ai raggi X, scattata alla frontiera dell’en­clave spagnola di Ceuta. Il bambino si chiamava Adou Ouattara, veniva dalla Costa D’Avorio e aveva otto anni. Quell’immagine fece il giro del mondo perché spiegava meglio di mille articoli il dramma dell’emigrazione dall’Africa. E anche a me rimase im­pressa nella memoria a lungo. Di più. Colpita della storia malinconica del bambino nella valigia, cominciai a tenere via le pagine dei giornali che parlavano del piccolo migrante, Adou. E pensai che quello era il tipo di storia che andava raccontato anche ai bambini italiani, quelli che di solito non viaggiano nelle valigie per andare in un altro Paese.”
Oggi più che mai questo libro e il messaggio che vuole trasmettere è IMPORTANTE. Non lasciatevelo scappare!
Rachel
© Rachel Sandman

Review Party – Insieme siamo perfetti di Penelope Douglas

Banner Douglas.jpg

Buongiorno!

Oggi è il grande giorno! Finalmente è disponibile in tutti gli store online Insieme siamo perfetti di Penelope Douglas, edito da Newton Compton Editori. Si tratta del famosissimo Punk 57, un romanzo molto chiacchierato all’estero che da OGGI potete leggere anche qui in Italia.

Grazie ad un’iniziativa di Dipendente dai libri un nutrito gruppo di blogger vi ha accompagnato nei giorni scorsi e OGGI tocca anche al mio piccolo angolino digitale.

Curiose di conoscere i dati, la trama e la mia opinione su questa ultima fatica della Douglas?
Scorrete in basso e … Buona lettura!


6tag_210917-112625

Titolo: Insieme siamo perfetti
Autore: Penelope Douglas
Data d’uscita: 21 Settembre 2017
Prezzo: € 5,99 (Ebook) – € 8,42 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editori

Trama: In quinta elementare a ciascuno di noi venne assegnato un amico di penna tra i ragazzini di un’altra scuola. Mi chiamo Misha, e pensando che fossi una femmina, l’altro insegnante mi mise in coppia con una sua allieva, Ryen; la mia maestra, credendo che Ryen fosse un maschio come me, non obiettò. Dal primo momento in cui io e Ryen abbiamo iniziato a scriverci, abbiamo litigato su tutto. E le cose non sono cambiate in questi sette anni. Le sue lettere sono sempre scritte in inchiostro argento su carta nera. A volte ne arriva una alla settimana, altre volte tre nello stesso giorno, ma sento che ormai sono diventate una necessità per me. Lei è l’unica che mi aiuta a tenere la rotta, l’unica che mi accetta per come sono. Abbiamo solo tre regole fra di noi. Niente social media, niente numeri di telefono, niente foto. Fino a quando in rete, sono incappato nella foto di una ragazza di nome Ryen, che ama la pizza di Gallo, e adora suo iPhone. Quante possibile c’erano che fosse lei? Accidenti! Dovevo incontrarla. Certo non potevo immaginare che avrei detestato ciò che stavo per scoprire.

Recensione: Lo sapete, non è un segreto (penso) per nessuno … Gli ultimi due romanzi che avevo letto, firmati da Penelope Douglas, non mi erano piaciuti moltissimo (questo è l’eufemismo del secolo!): Non riesco a dimenticarti e Il mio sbaglio più grande sono stati, per me, una delusione megagalattica.

Tuttavia, il mio amore per Mai per amore era stato talmente grande e immenso (e no, se ve lo state chiedendo, ancora NON ho avuto il coraggio di leggere Odiami come io ti amo) che ho voluto partecipare a questo Review Party, memore delle sensazioni e delle emozioni che avevo provato leggendo la storia di Jared e Tate.

E … Vi dirò … Ho fatto davvero bene!
Cavolo, ragazzi, che romanzo ha tirato fuori questa volta Penelope Douglas! Insieme siamo perfetti è un mix unico, una fusione di Mai per amore con alcuni elementi (non quelli discutibili, grazie al cielo) di Il mio sbaglio più grande. Semplicemente stupefacente.
Sono rimasta davvero colpita perché … La storia è meravigliosa, gestita in modo perfetto: in essa ogni cosa è dosata al millimetro, in essa ogni dettaglio, al momento giusto, ottiene una svolta, un senso, una risposta ad un quesito posto più o meno esplicitamente. Inoltre, segue un filo che si allaccia, in un frangente, ad un’altra storia della Douglas, creando un nodo tra i personaggi da lei firmati che lega tutto e tutti. Geniale.

Misha e Ryen sono una delle coppie di carta che più mi ha convinto in questo periodo: due personaggi anticonformisti, che vanno oltre i limiti e i cliché dei tipici ragazzo e ragazza dei romanzi new adult, in cui ogni regola precedentemente imposta si infrange in una realtà descritta in modo palpabile e reale.

Misha è assolutamente straordinario. In lui il lettore trova un insieme di passione, fragilità e durezza che creano un personaggio di spessore e mai visto sino ad ora. Misha è un ragazzo inserito nella società in cui vive, nel mondo adolescenziale che frequenta ma, allo stesso tempo, riesce a rimanere ai margini delle dinamiche e delle situazioni.
Il suo atteggiamento è duplice, scontroso a tratti, dolce in altri, ma è reale, dannatamente reale, ve lo assicuro.

Ryen è uno di quei personaggi femminili che a me piacciono tanto perché parte, inizialmente, facendosi quasi odiare: lei, la protagonista, è dalla parte del torto, è il capo branco, è colei che si volta dall’altra parte quando accadono ingiustizie o atti di bullismo. La Douglas è stata pazzesca nel riuscire a rendere tutte le sfumature del carattere di Ryen, svelandola piano piano, in modo che la si comprende con calma, capitolo dopo capitolo, sino all’esplosione del finale.

Alcuni aspetti e tratti del percorso narrativo li ho trovati un po’ affrettati e, proprio perché ho amato immensamente il romanzo, avrei voluto fossero più approfonditi, maggiormente sviscerati. Tuttavia la storia di Insieme siamo perfetti è come un regalo la mattina di Natale che non solo è impacchettato alla perfezione, con tanto di nastro di raso e carta da pacco acquistata per l’occasione, ma contiene inoltre tutto ciò che volevi, desideravi e, forse, anche qualcosa in più.

In conclusione, vi invito davvero a leggere questo nuovo romanzo di Penelope Douglas perché finalmente torna ad immergersi nel mondo dell’adolescenza in modo originale, con personaggi unicamente imperfetti ma veri, con un mondo che ruota loro attorno duro, difficile da digerire ma assolutamente concreto.
Leggete Insieme siamo perfetti e arrivate sino in fondo per scoprire il senso di quel Punk 57  che è il titolo della versione originale e che, io personalmente, visto il significato immenso che ha nella trama e nel suo svolgimento, nella sua maturazione, avrei preferito fosse mantenuto anche nell’edizione italiana.
Spero, seriamente, che la Douglas non si fermi qui e che continui a scrivere, anche e soprattutto dei personaggi secondari apparsi in questa storia, che hanno un gran bel potenziale.

Quindi, leggete e poi fatemi sapere la vostra opinione!
Qui di seguito, vi lascio con il calendario in cui trovate tutti i blog che hanno partecipato e che hanno scritto (o registrato) la loro idea e le loro impressioni su questa nuova uscita Newton Compton Editori.

Calendario Douglas.jpgRachel

© Rachel Sandman

Tutta colpa delle meduse di Ali Benjamin – Segnalazione

Buonasera!

Oggi, vi invito davvero a leggere con attenzione questo post, non tanto per l’articolo in sé ma per il libro oggetto della segnalazione: si tratta di Tutta colpa delle meduse di Ali Benjamin, un romanzo edito dalla casa editrice Il Castoro.

La critica lo ha celebrato con recensioni a cinque stelle e non ha esitato a definirlo “un capolavoro”. È un romanzo best seller del New York Timesfinalista al National Book Award“Miglior libro dell’anno per Publishers’ WeeklyTime MagazineAmazon e Booklist, tradotto in 20 lingue e diventerà presto un film. Cuore del romanzo, il tema della perdita e del lutto affrontato attraverso uno straordinario racconto umano di resilienza e di ostinazione a vivere. Voce narrante la piccola Suzy Swanson, protagonista indimenticabile di una storia che lascia il segno.
Qui di seguito trovate tutte le infos e i dati relativi (compresa la data d’uscita che vi invito a segnarvi sul calendario) a Tutta colpa delle meduse, insieme alla trama e alla cover.
Buona lettura!

Tutta colpa delle meduse.png

Titolo: Tutta colpa delle meduse
Autore: Ali Benjamin
Traduttore: Alessandra Orcese

Data d’uscita: 21 Settembre 2017

Prezzo: € 13,50 (Cartaceo)

Editore: Il Castoro

Età di lettura: dai 12 anni

Trama: Suzy Swanson sa un sacco di cose che gli altri non sanno. Sa che ogni anno sulla Terra 150 milioni di persone vengono punte da una medusa. Sa quanto dormono le formiche ogni giorno. Ma, soprattutto, sa di avere fatto una cattiveria tremenda alla sua ex migliore amica, Franny Jackson. E vorrebbe tanto poter rimediare. Però sa anche che è impossibile, perché la vita di Franny è stata spezzata all’improvviso mentre nuotava nello splendido mare d’estate. Suzy non si dà pace e si convince che la causa sia stata la puntura di una rara medusa. Mentre decide di non parlare più fino a quando avrà dimostrato la sua teoria, Suzy comincia a guardarsi attorno con occhi diversi che le rivelano piccole sorprese e piccoli gesti, oltre all’amore e alla speranza di cui ha disperatamente bisogno per riuscire a perdonarsi.

Una storia commovente, poetica e ironica insieme, capace di parlare ai ragazzi come agli adulti, toccando delicatamente corde profonde. Una storia che resta scolpita dentro i cuori dei lettori.
Infos autore: ALI BENJAMIN è scrittrice e giornalista. È co-autrice di Positive, un libro che racconta la storia di Paige Rawl, adolescente sieropositiva, e di The Keeper, best seller del «New York Times» di Tim Howards. È membro della New England Science Writers. Vive nella campagna del Massachusetts con il marito, due figlie e un pastore australiano di nome Mollie. Tutta colpa delle meduse è nato dalla sua passione per il mondo della natura e per la scienza.

Allora … Che ne pensate? Lo leggerete? Lo comprerete ai vostri figli? Lasciate un commento qui, se vi va.

Rachel

© Rachel Sandman

Deception di Barbara Bolzan – Cover Reveal

Banner Rya

Buongiorno!

Oggi è con immenso piacere che il blog partecipa al Cover Reveal relativo ad una nuova uscita targata Delrai Edizioni: si tratta di Deception, terzo capitolo della Rya Series, di Barbara Bolzan.
Curiosi di scoprire copertina e trama e, perché no, anche qualche infos in più sull’autrice?

Non vi resta che scorrere il post!
Buona lettura!
Ah … Mi raccomando, ricordatevi di commentare i post: lasciate un segno del vostro passaggio! Anche solo un piccolo commento ha una grande importanza, davvero!


Deception.jpg

Titolo: Deception
Autore: Barbara Bolzan
Serie: Rya Series #3
Editore: Delrai Edizioni

Trama: 

Possiamo perdonare. Dimenticare, no. Quello, mai. Rya torna al proprio passato e guarda al futuro con occhi diversi. In lei si mescolano dubbi e incertezze: gli equilibri di potere in Idrethia sono cambiati e nessuno può più garantirle protezione. La principessa di Temarin deve sopravvivere e lottare ancora per difendere se stessa e la propria dignità. L’amore è una scelta, non un sentimento; l’amore non rende liberi, ma appaga desideri altrui a cui lei non può sottrarsi, se lo scopo è il ritorno a corte.
Il prezzo da pagare, però, è alto quando si soffocano le vere emozioni. Il ritorno dell’uomo che Rya ama le sconvolgerà la vita, già difficile, e farà riaffiorare difficoltà prima sopite, sensazioni di un viaggio lontano, mai sbiadite, che con violenza tornano allo scoperto.

Il terzo romanzo della Rya Series, dove verità inaspettate si mescolano a intrighi e vendette, e la sincerità di ognuno è messa in discussione. Di chi puoi fidarti quando in gioco c’è la tua stessa vita? Per quanto tempo si può vivere nella menzogna?

Infos sull’autrice: Barbara Bolzan nasce nel 1980 a Desio (MB).
Pur non abbandonando mai il suo primo amore per la recitazione, durante l’adolescenza si avvicina al mondo della scrittura e comincia a partecipare con successo a premi letterari nazionali e internazionali.
A ventitré anni pubblica il primo volume di narrativa, con la prefazione del Professor Ezio Raimondi (Accademico dei Lincei e docente di Italianistica all’Università di Bologna). Il testo, Sulle scale (AICE, Bologna, 2004), è un excursus medico-narrativo sulle problematiche adolescenziali associate all’epilessia e viene presentato all’Università Statale di Milano nel corso di un Convegno Internazionale di epilettologia (settembre 2004).
Nel 2006, in seguito alla vittoria del Premio Internazionale Interrete, pubblica Il sasso nello stagno, un romanzo sul difficile rapporto padre-figlia, nel quale la narrativa procede parallelamente agli studi linguistici e filologici.
Del 2011 è il giallo Requiem in re minore, finalista al prestigioso premio Alabarda d’oro – Città di Trieste 2010 e presentato nel 2012 nel corso della serata conclusiva del Festival di Sanremo, all’interno della rassegna Casa Sanremo Writers, presso il Palafiori di Sanremo.
Rya – La figlia di Temarin esce nel 2014, pubblicato da Butterfly Edizioni. Sempre con Butterfly Edizioni, nel 2014 pubblica anche L’età più bella. Il romanzo partecipa alla 53° edizione del Premio Campiello. Citato spesso da giornali e riviste (D-La Repubblica, Io e il mio Bambino, Tu Style, Più sani Più belli, IsoRadio –programma radiofonico RAI Radio1), il romanzo è un grido aperto contro l’ostracismo e i pregiudizi che, ancora oggi, avvolgono l’epilessia.
Il furto dei Munch, un giallo ambientato nel mondo dell’arte e del mercato nero, esce nel 2015, pubblicato da La Corte Editore e distribuito da Messaggerie Libri. Il romanzo ha conquistato in breve tempo la vetta della classifica IBS ed è stato presentato da Andrea G. Pinketts nel luglio dello stesso anno. Quotidiano.net ha annoverato Il furto dei Munch tra i cinque migliori gialli del panorama italiano (novembre 2016).
Fracture, acquistato dalla casa editrice Delrai Edizioni, esce nel 2017. Figlio della sua passione per la storia e per la manipolazione della realtà, questo romanzo storico-fantastico (distopia) è un’edizione rivista e corretta del precedente Rya la figlia di Temarin e costituisce il primo volume della saga che prende il nome dalla sua protagonista (Rya Series). È stato presentato nel corso della trasmissione televisiva Conosciamoci.

Gli altri volumi della Rya Series:

  • Fracture, disponibile;
  • Sacrifice, disponibile;
  • Deception, 28 settembre 2017;
  • Awaken, 15 gennaio 2018.

Attualmente, Barbara Bolzan tiene corsi di scrittura creativa e collabora come editor, ghostwriter e illustratrice con diverse realtà editoriali.

Vi aspetto, sempre qui sul blog, per una nuovissima tappa di questo ricco BlogTour in cui torneremo ad immergerci nel mondo di Rya, con la riproposizione della tappa relativa ai personaggi della serie e con qualche estratto in anteprima assoluta!
Segnatevi sull’agenda … Sabato 23 Settembre 2017: tutti qui, tutti pronti per un nuovo articolo in occasione della prossima uscita di Deception.

Rachel

© Rachel Sandman

OUTLANDER – QUATTRO CHIACCHIERE SULLA SEASON 3 … #3×02

Outlander Banner

Buonasera a tutti!

Eccomi qui, per il secondo appuntamento di questa rubrica Quattro chiacchiere sulla Season 3 che va, in parallelo, con la programmazione e l’uscita degli episodi americani.
Se non avete ancora visto il secondo episodio (di cui parlerò in questo post) della terza stagione di Outlander, vi invito caldamente a interrompere la lettura e a tornare in seguito, onde evitare anticipazioni non desiderate e spoiler vari.

Se invece siete temerari o avete, come me, già ammirato Surrender (questo il titolo dell’episodio), scorrete in basso e … Buona lettura!

Partiamo dunque dall’apertura di questo nuovo episodio: semplicemente grandiosa. L’ambientazione in Scozia, a Lallybroch per giunta, non ha per me ancora trovato eguali. In più, il ritorno di Fergus, interpretato da Romann Berrux, mi ha impresso un sorriso sulle labbra che si è ampliato a dismisura al solo sentir nominare il famoso nome, l’epiteto del fuorilegge che tutti attendevamo … Berretto Bigio.
Quindi … Ero pronta, prontissima per questo episodio …

Risultati immagini per outlander gif

Poi, vogliamo parlare di Jamie che vede Claire, sempre e comunque? Che non la dimentica? Che soffre e … Sam Heughan è stato superlativo in questo episodio, soprattutto se contiamo che per il primo quarto d’ora, quando appare, non spiccica nemmeno una parola a pagarla bene! La sua è stata un’interpretazione di sguardi, gesti e postura che ho trovato davvero ben resa: è Red Jamie ma non è più quel Jamie Fraser che tutti conoscono, che la sorella conosceva, che Claire amava. Ed io, vedendolo così incurvato, muto e quasi indurito dal tempo e dagli anni di solitudine, ero tipo in queste condizioni …

Risultati immagini per outlander gif so depressed

Come già nel primo episodio, abbiamo nuovamente il doppio binario: passiamo infatti dalla Scozia del Settecento alla Boston del Novecento, grazie ad un meccanismo vai e vieni che si apre, nella vita di Claire, con una scena ricca di sensualità, pathos ma intrisa di dolore, ricca di immaginazione, ricordi, sogni.
Una mossa superlativa a livello di sceneggiatura è, a mio parere, far leggere il Globe e la notizia della nascita della Repubblica d’Irlanda proprio a Caitriona Balfe, irlandese doc. Quando la realtà si unisce alla fiction: adoro sempre questo tipo di dettagli.

Risultati immagini per caitriona balfe irish dancing

Procedendo nella puntata, abbiamo un evento che IO aspettavo da tempo immemore: finalmente, è arrivato lui … Ian! E in questo episodio è ancora innocente e con un casting adatto al suo personaggio (scusate, so che sarò impopolare, ma io John Bell ancora non l’ho digerito).
La scena che segue alla sua nascita l’ho trovata così fedele e identica ai libri che quasi mi sembrava di leggere le parole della Gabaldon, invece di guardare la serie tv. Situazione analoga per la storyline di Fergus e per la scena che, conoscendo in precedenza ciò che sarebbe accaduto, temevo e attendevo al contempo. Quella giubba rossa, quello sporco traditore scozzese, quel …

Risultati immagini per outlander gif bastard

Quanto lo avete odiato voi? No perché io lo avrei preso, volentieri, a randellate!

Sentire poi Jamie che supporta il figlio (sì, per me Fergus era, è e sarà sempre SUO figlio), lo conforta e lo rassicura, nominando immediatamente LEI, milady … Quanto è stata straziante e perfetta quella scena? Così come l’abbraccio con Janet e il discorso alla luce del fuoco del camino con Ian? La meraviglia assoluta.

Purtroppo, non ho trovato lo stesso impatto nella linea narrativa di Boston: continuo a non comprendere questo tentativo di santificare la figura di Frank perché se, da un lato, il suo comportamento e i suoi discorsi possono essere condivisi (fino ad un certo punto, sia chiaro), dall’altro non c’è la minima traccia di quello che è il Frank Randall dei libri e, a mio parere, dovrebbe in parte già venir fuori qui. Senza quel lato, si sta rischiando davvero di creare un nutrito gruppo di fans a favore del gentiluomo inglese, a discapito non tanto di Jamie Fraser ma di Claire che passa, da eroina e donna forte, che tenta di andare avanti, che ama e che soffre, a femme fatale senza scrupoli che semplicemente usa il povero maritino che l’ha accolta e ripresa per un po’ di sana ginnastica coniugale: Ron Moore, sta attento perché, in questo caso, si sta rischiando non poco!

Risultati immagini per outlander just saying gif

In conclusione, parliamo di lei, Mary MacNab.
Quanto può far male vedere l’inizio di una scena in cui due personaggi condividono dolore, affetto e perdita, e sapere, fin dentro al midollo, che tu quella tizia dovresti odiarla ma davvero non ci riesci? Mi era successo nei libri e, lo ammetto, un sentimento analogo mi ha attraversato lo stomaco vedendolo: Mary è una donna forte e fragile, sola, invaghita probabilmente di Jamie ma ben consapevole di ciò che lui non potrà mai darle, ben conscia che lui ama e amerà sempre un’altra. Lei, a differenza di qualcun altro (Frank caro, sto parlando di te), sa che nulla potrà mai sostituire o anche solo avvicinare il sentimento che traspare da Jamie e Claire, uniti, insieme. Forse perché li ha visti di persona, forse perché, seppur legata a lui, non lo ama, non con l’intensità del sentimento che invece è vivo a due secoli di distanza, non lo so.
Quel che è certo, è che io vorrei tanto odiare questa donna, davvero, urlare a questa Mary che non sarà mai Claire, che anche se le assomiglia, che anche se la scena sembra la brutta copia dell’inquadratura della 1×07 (The Wedding) … Non ci riesco e, come anche leggendo i libri, questo episodio in particolare mi ha lasciato un groppo in gola ma non sdegno, non rabbia: solo tanta pena.

Una breve nota storica, sul finale. La scena in cui Claire e Joe si ritrovano, entrambi, denigrati in una classe di anatomia, entrambi emarginati, perché donna e uomo di colore. Quanto è stata potente? Quanto è stato messo a fuoco come il mondo, solo poche decine di anni fa, fosse diverso? Quante cose diamo ora per scontate? E, davvero, siamo così convinti di averle superate? L’odio? Il razzismo? La misoginia? Siamo convinti che siano cose appartenenti al secolo scorso? Oppure, se apriamo un po’ di più i nostri occhi, possiamo vederli, anche oggi, anche ora?

Per ultima, vi assicuro che è davvero l’ultima mia riflessione.
Quanto è stata geniale l’ultima scena? Il rapporto conflittuale di Jamie e Janet che passa, attraverso uno scambio di sguardi in cui lui, realmente, comprende quanto la sorella lo stia facendo contro la sua volontà? E Claire, che cammina, e si ferma rapita da un suono così dolce e crudele da far male, ma che non può non sentire nel profondo?

Poesia pura in questa seconda puntata!
Non vedo l’ora di immergermi in quella della prossima settimana!
Se anche voi l’avete vista e siete fans della serie, commentate qui sotto. Fatemi sapere cosa ne pensate, se siete d’accordo con le mie annotazioni oppure no.
Lasciate un segno!

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Il tuo pericoloso sorriso di Arianna Mechelli

banner.jpg

Buongiorno a tutti!

Oggi è con immenso piacere che il blog ospita la prima tappa di un nuovissimo BlogTour organizzato da Bookheart e approvato dalla casa editrice Garzanti.
Si tratta di una serie di articoli e tappe che ruotano attorno a Il tuo pericoloso sorriso, giovane autrice italiana, che vanta milioni di fans su Wattpad.

In questo primo articolo è mio compito presentarvi il libro, con tanto di trama e infos e … Darvi un po’ un’idea della nostra coppia protagonista.
Curiosi?
Non vi resta che scorrere il post e leggere tutto.
Mi raccomando! Non perdetevi questo BT e le sue tappe, seguitelo e commentatele perché … Beh, alla fine ci sarà una super sorpresa!


Mechelli Cover

Titolo: Il tuo pericoloso sorriso
Autore: Arianna Mechelli
Data d’uscita: 21 Settembre 2017
Prezzo: € 6,99 (Ebook) – € 16,40 (Cartaceo)
Editore: Garzanti

Trama: È appena suonata la campanella. Lajyla attraversa timidamente i corridoi della scuola cercando di confondersi tra gli altri studenti che sembrano voler studiare la nuova arrivata. Ma è impossibile non incrociare lo sguardo di Logan Harris, il ragazzo più popolare e desiderato. Per quanto ne sia affascinata, Lajyla sa bene che deve lasciarlo perdere. Sono troppo diversi: lei, timida e studiosa; lui, sfacciato e pieno di sé. Tentare di avvicinarlo porterebbe solo guai. E di guai Lajyla non ne ha proprio bisogno. Non adesso, dopo che i suoi genitori si sono separati e lei ha dovuto trasferirsi negli Stati Uniti.
Eppure, si ritrovano vicini di casa, costretti a inciampare l’uno nell’altra quotidianamente. A poco a poco Lajyla, con la dolcezza come unica arma, riesce ad abbattere la corazza dietro cui Logan fa di tutto per trincerarsi. Scopre che quei profondi occhi grigi raccontano di un passato difficile, segnato da una madre assente e da un segreto che gli impedisce di amare sinceramente. Ma fidarsi davvero di quegli occhi non è facile. Lajyla ha paura di illudersi. Ha paura che Logan torni a essere il ragazzo che ha conosciuto il primo giorno di scuola. Però qualcosa le suggerisce di mettersi in gioco e colmare quella distanza che ancora li separa e che le sembra un ostacolo insuperabile. Perché a volte è meglio non prendere la strada più facile, ma trovare il coraggio di affrontare e sconfiggere le proprie paure per raggiungere una felicità più grande.

Siamo troppo diversi per stare insieme
Ma non posso fare a meno di cercarti
Perché in amore non ci sono regole

Infos sull’autore: A soli sedici anni, Arianna Mechelli ha già incantato oltre quattro milioni di fan, che la seguono con assiduità su Wattpad e le chiedono a gran voce di continuare a scrivere. Perché le sue storie sono anche le loro. Ora sono stati accontentati: le vicende di Lajyla e Logan sono diventate un libro. Il tuo pericoloso sorriso è un romanzo in cui l’amore diventa una forza incontenibile da cui è difficile non lasciarsi trascinare. Soprattutto se arrendersi al cuore significa ascoltare davvero i propri desideri.

I personaggi

In questa prima tappa del blog, abbiamo previsto anche una piccola presentazione legata ai personaggi di questo romanzo o, per meglio dire, legata a loro, i protagonisti, la coppia che vi farà battere il cuore e sognare: Lajyla e Logan.

Loro due sono … Una bomba a orologeria in fase di esplosione imminente.
Allora, Lajyla è una ragazza che, a causa del divorzio tra i suoi genitori, è costretta a lasciare la Russia e a trasferirsi negli Stati Uniti con il padre. Lei è una giovane donna dai lunghi capelli biondi e gli occhi blu che attira immediatamente l’attenzione dei ragazzi del suo liceo tra cui, ovviamente, c’è anche lui, Logan.
Logan, al contrario di Lajyla che è la ragazza nuova, un po’ strana e da cui stare molti stanno alla larga, è il classico tipo popolare: capitano della squadra di basket della scuola, alto, capelli scuri, occhi grigi, una tendenza particolare a collezionare conquiste e a scaricarle … Poco dopo.

Insomma … Avete capito … Due personaggi agli opposti che, tuttavia, in questo romanzo interagiranno tra loro creando un rapporto … Beh … Non posso anticiparvi nulla! D’altronde, siamo solo alla prima tappa del BT!

Ma … Se il mio post vi ha in qualche modo attirato, non perdetevi i prossimi appuntamenti, segnati qui sotto.

Calendario.jpg

Mi raccomando! Seguite questo BlogTour e commentate le tappe perché … Ed ecco la sorpresa per chi è stato bravo e ha letto sin qui … A questo BlogTour, grazie alla casa editrice Garzanti, è legato un GIVEAWAY!
Per partecipare dovrete cliccare qui e rispettare le seguenti regole:

  • commentare tutte le tappe;
  • condividere tutte le tappe su Facebook pubblicamente;
  • diventare lettori fissi di tutti i blog;
  • mettere mi piace alla pagina FB di Garzanti;
  • lasciare indirizzo email per essere contattati in caso di vittoria.

Non mi resta che augurarvi #GoodLuck e … Mi raccomando! Partecipate in tanti! Come vedete ci sono ben tre copie cartacee che cercano casa! Attenzione però, due copie saranno per i fortunati estratti scelti a random … Un vincitore invece verrà deciso da noi blogger tra coloro che parteciperanno più attivamente e condivideranno con noi l’entusiasmo per questa nuova uscita targata Garzanti!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Il segno della tempesta di Francesca Noto – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi è con piacere che vi parlo di un romanzo fantasy tutto made in Italy: edito da Astro Edizioni, è uscito ormai qualche mese fa Il segno della tempesta, romanzo d’esordio di Francesca Noto.

Qui di seguito trovate tutte le informazioni, complete di copertina, trama e link d’acquisto.
Buona lettura!


Il segno della tempesta.jpg

Titolo: Il segno della tempesta

Autore: Francesca Noto

Data d’uscita: 18 Aprile 2016

Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 12,67 (Cartaceo)

Editore: Astro Edizioni

Trama: Lea Schneider ha un dono, o forse una maledizione. Riesce a percepire con impressionante chiarezza le emozioni altrui. È sempre stato un fardello complicato da gestire, in grado di trasformare la sua adolescenza in un inferno. Anni dopo, le sue capacità tornano a manifestarsi con forza. In preda a strani sogni premonitori, Lea decide di fuggire verso la regione più selvaggia della Florida, dove è stata concepita vent’anni prima. Ciò che non sa è che quel viaggio – come il suo dono – fa parte di un disegno più grande. Chi è Sven, il ragazzo senza un passato e dotato di capacità ben più potenti delle sue? Nuove forze scoprono le carte di una partita antica, di cui i due giovani sono il fulcro.

“Chi legge questo romanzo viene catapultato altrove, in un mondo fantastico che nessuno ha mai osato avvicinare alla nostra realtà. Leggendolo mi sono ritrovata a vivere le emozioni dei miei 20 anni.”
(Sale & Pepe, letture da gustare)

Infos sull’autore: Francesca Noto vive a Roma, dove è nata nel 1977, con il marito e due figlie. Laureata in lettere antiche con indirizzo archeologico, ha poi scelto di seguire il suo sogno di lavorare nella scrittura creativa ed è diventata una giornalista, editor e traduttrice professionista di narrativa. Appassionata fin da bambina di heroic fantasy, scherma medievale, equitazione, giochi di ruolo e videogiochi, ha iniziato a scrivere il suo romanzo d’esordio, Il segno della tempesta, nel periodo dell’università, per concluderlo e pubblicarlo nel 2016 con Astro Edizioni. Al momento sta scrivendo il suo secondo romanzo, un sequel stand-alone dal titolo I figli della tempesta, che uscirà per Astro Edizioni a ottobre 2017.


Cosa ne pensate? Lo leggerete? Vi piacciono i fantasy? Conoscevate già il romanzo?

Rachel

© Rachel Sandman

Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale – Recensione

Buongiorno!

Oggi torna l’appuntamento Recensione e, per l’occasione, vi parlo di un romanzo che mi ha davvero colpito: edito da LeggerEditore, uscito in digitale il 31 Agosto 2017, venite a scoprire con me qualche infos in più su Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale, il seguito di Ogni cosa a cui teniamo.

Qui di seguito trovate tutti i dati, la trama e la mia opinione. Un’avvertenza: in questo caso in particolare, invito (anche a mio discapito, si intende) vivamente coloro che non hanno ancora letto il primo romanzo a NON PROSEGUIRE con la lettura in quanto … Uno spoiler, anche solo leggendo la trama, è inevitabile e vi rovinerebbe in parte la lettura della prima storia.
Se invece siete temerari, procedete pure ma IO vi avevo avvisati!

Buon proseguimento!


6tag_030917-144621 (1)

Titolo: Le cose da dimenticare
Autore: Kerry Lonsdale
Serie: Ogni cosa a cui teniamo #2
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 15,30 (Cartaceo – In uscita prossimamente)
Editore: LeggerEditore

Trama: Due mesi prima il suo matrimonio, il consulente finanziario James Donato insegue suo fratello Phil in Messico, ma si perde in mare e viene dato per morto. Sei anni più tardi, si risveglia da uno stato dissociativo e scopre che ora si trova a Oxaca sotto il nome di Carlos Dominguez, vedovo e padre di due figli, che con l’aiuto della sorellastra Natalya cerca di dare un senso alla propria vita. Fino a quando non scopre che la sua fidanzata, Aimee Tierney, si è sposata e ha un figlio. Devastato, James e la sua famiglia tornano in California ma presto scopriranno che suo fratello Phil è uscito di galera vuole vendicarsi. James dovrà capire presto cosa successe quella notte in Messico e perché non si fida più di nessuno tanto che ognuno sembra raccontargli la propria verità.


Recensione: Torno a ripetere … Se non avete ancora letto Ogni cosa a cui teniamo, NON proseguite la lettura.
Detto e ripetuto ciò … Ragazzi, quando ho letto l’epilogo del primo romanzo di questa serie non vedevo l’ora di avere questo romanzo tra le mani e di immergermi nella storia di Carlos per scoprire tutto, ogni cosa.
Le mie aspettative erano alte, altissime e … Devo dire che la lettura non le ha rispettate ma surclassate, e di tanto, tantissimo.

Quando ho letto il primo romanzo, la figura di James mi intrigava ma non più di tanto, voglio dire: lui è il classico ostacolo per la serenità della coppia che si sta formando quindi … Era umanamente impossibile parteggiare per lui.

Tuttavia in questo romanzo è altrettanto inevitabile stare dalla sua parte, comprenderlo, supportarlo e questo, per me, è il tratto distintivo che delinea e conferma la grandezza di Kerry Lonsdale.

Se, infatti, avevo apprezzato Ogni cosa a cui teniamo, ho letteralmente amato Le cose da dimenticare.
In questo romanzo c’è vita, desiderio, mistero, incomprensione e dolore, un sacco di dolore.

La vicenda è narrata seguendo due punti di vista, sfasati anche a livello temporale, che, sin da subito, fanno capire l’originalità della storia che avete tra le mani: si tratta infatti di due punti di vista, è vero, ma appartenenti ad una sola persona. James da un lato, Carlos dall’altro: un solo uomo spezzato in due ma che resta uno, stesso corpo, stesso cuore, stessa anima.

Il conflitto interiore che questo personaggio è costretto a vivere è una delle storyline più strazianti che io abbia letto nell’ultimo periodo ed è resa magistralmente grazie allo stile impeccabile della Lonsdale e alla scelta narrativa di staccare e far scoprire pezzi di un passato diverso ma comune a poco a poco, piano piano.

Rivedremo Aimee, ovviamente, ma questa volta non sarà lei la protagonista, non sarà lei ad essere quella giusta, la compagna perfetta. Al suo posto una delle donne di carta più forti in cui io mi sia mai imbattuta: Natalya è davvero magnificamente immensa. Lei ha amato, ama e amerà Carlos ma, nonostante tutto, è pronta a mettere da parte il suo sentimento ed è pronta ad aiutare James, un uomo che non la vede con gli occhi che l’hanno sempre guardata, non la sente allo stesso modo, non la ama.

Accanto a loro, i piccoli di casa: un rapporto che, anche qui, sa di realtà misto a devastazione. Il legame tra Carlos e i suoi figli è meraviglioso ma per James è un qualcosa che non esiste, da ricostruire del tutto: vi immaginate, a questo punto, come dev’essere per un bambino di 5 anni svegliarsi un giorno e scoprire che il proprio padre si è completamente dimenticato di te, della tua esistenza?
La ricostruzione di questo nucleo famigliare sarà straziante, vi avviso, ma è un percorso che fa male per quanto è ben dosato e curato. Mai stucchevole, mai affrettato … Perfetto.

In conclusione, io vi invito, seriamente, a leggere questo romanzo che personalmente ho avuto il piacere di leggere grazie alla LeggerEditore e che rientra in un genere tutto suo, fatto di romance ma anche di mistero, di intrigo, di formazione. Un libro dai mille volti, un po’ come il protagonista, che si farà amare inevitabilmente, senza filtri, senza maschere, con un epilogo che sarà una conclusione forse un po’ affrettata (non volevo che finisse, ne volevo ancora, ne volevo di più!) ma che si unisce ad un ennesimo quesito che l’autrice lascia lì, come una piuma che volteggia libera nell’aria, in attesa, forse, di una nuova storia.

N.B. Ancora una volta, l’edizione italiana mantiene la cover originale: una donna dai capelli rossi di spalle … Scelta azzeccatissima!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Sacred Heart di Liz Suburbia – Segnalazione

Buonasera!

Esce oggi, grazie alla Eris Edizioni, un nuovissimo fumetto firmato da una delle nuove e più promettenti voci del fumetto indipendente degli States, Liz Suburbia. Si tratta di Sacred Heart, una delle nuove pietre miliari del coming of age a fumetti.

Scorrete questo post se volete scoprire qualche infos in più ed immergervi in un mondo davvero unico e particolarissimo, targato Eris Edizioni.
Buona lettura!


Cover Sacred Heart_low.jpg

Titolo: Sacred Heart
Autore: Liz Suburbia
Traduttore:  Fay R. Ledvinka
Prezzo: € 13,66 (Ebook) – € 17,94 (Cartaceo)
Data d’uscita: 11 Settembre 2017
Editore: Eris Edizioni

Il nuovo coming of age secondo Liz Suburbia: punk, atmosfere inquietanti e il realismo magico dei fratelli Hernandez

Ad Alexandria non ci sono adulti. Se ne sono andati e non sono ancora tornati. Così Ben, sua sorella Empathy e i loro amici si trascinano giorno dopo giorno nella più totale assenza di autorità. Ma se le loro notti esplodono al ritmo dei concerti punk rock della band locale, l’atmosfera in cui vivono si fa sempre più pesante: degli studenti della loro scuola vengono trovati misteriosamente uccisi uno alla volta, senza che nessuno possa farci niente. Quella di Liz Suburbia non è un semplice graphic novel sull’adolescenza, nella sua narrazione c’è molto di più: Sacred Heart affronta le demarcazione tra fede e religione, tra sesso e amore, tra infanzia ed età adulta. L’autrice esplora l’alienazione, le questioni di genere, la sessualità, gli eventi traumatici, la voglia di rivincita e la rabbia di chi non può che vivere la situazione assurda in cui si trova in solitudine, con una colonna sonora punk e il realismo magico dei fratelli Hernandez di Love and Rockets a cui la critica statunitense l’ha subito paragonata.

Infos sull’autore: Liz suburbia vive in Virginia con i suoi due cani e il suo affascinante ragazzo. La maggior parte dei suoi fumetti parla di cani e di punk. I suoi progetti e il suo lavoro si possono seguire sul suo sito lizsuburbia. com. Apparso inizialmente a puntate sul suo sito, Sacred heart è il suo primo graphic novel ed è stato pubblicato nel 2015 da Fantagraphics Books Inc. Sacred heart nel 2016 ha ricevuto l’importante riconoscimento dell’Alex Award ed è stato inserito nella lista dei dieci graphic novel “di grande interesse per gli adolescenti” stilata dalla Young Adult Library Services Association.

Infos sull’editore: Eris nasce a Torino dal bisogno di un gruppo di amici di essere motore e ricettacolo di una cultura condivisa, slegata dal concetto industriale di libro solo come prodotto e mai come opera. Una cultura condivisa libera di circolare: non ci accontentiamo degli slogan sui liberi saperi, vogliamo una cultura che viene da tutti e viene restituita a tutti tramite la voce di chi si sceglie autore e crea minuscoli tasselli che ci raccontano il mondo, appartenendo a questo. Vogliamo dare corpo e distribuire opere, non probabili successi economici, senza basare le nostre scelte sull’importanza di un autore ma solo sulla bontà della sua opera, con un occhio di riguardo a chi è esordiente e che ha diritto di essere scelto per quello che fa e non per quanto in libreria potrebbe fruttare.


Che ne pensate di questo fumetto? E, cosa ancora più importante: siete lettori di fumetti? Qual è l’ultimo che avete letto? Conoscevate già questa autrice?
Fatemi sapere e commentate!

#GoodLuckEris! #GoodLuckLiz!

Rachel

© Rachel Sandman