BlogTour & Giveaway – Un cattivo ragazzo come te di Huntley Fitzpatrick

19875717_1668895133144981_1242666935_o.jpg

Buongiorno e benvenuti in questo BlogTour targato De Agostini Young Adult, a cui è collegato un Giveaway che mette in palio una copia cartacea del romanzo Un cattivo ragazzo come te di Huntley Fitzpatrick.
Oggi ho il piacere di ospitare la tappa relativa ai Personaggi che incontrerete in questo romanzo.

Siete pronti per un DreamCast fantastico?
Iniziamo …

Allora … Credo sia giusto partire dai due protagonisti, coloro attorno a cui ruotano le vicende narrate, la storia e la linea, per così dire, romantica del libro: sto parlando, ovviamente, di Timothy Mason e Alice Garrett.

Tim è un ragazzo di 17 anni (ok, 18 tra quattro mesi, per essere precisi). Ha capelli rossi, il volto pieno di lentiggini e occhi grigi. La sua vita non è stata facile, anzi: nonostante la giovane età, è costretto ad affrontare problemi quali dipendenza, indipendenza e ormoni adolescenziali (questi sì, tipici dell’età in cui si trova).
Alice Garrett è, al contrario, una ragazza di 19 anni con capelli castano scuro. Come Tim, si trova a dover fronteggiare una situazione più grande di lei: su tutto, la situazione famigliare non serena, sia su un piano economico che emotivo.

Cosa lega i due? Beh … Tim ha un migliore amico, Jase Garrett (protagonista del romanzo Quello che c’è tra noi), che altri non è se non uno dei fratelli di Alice.

Ma, ovviamente, il romanzo ospita altri personaggi.
Su tutti, devo dire spiccano le rispettive famiglie dei protagonisti. Da un lato abbiamo i Mason.

Come potete ben notare, i capelli rossi sono una caratteristica di famiglia, che coinvolge la Signora Mason e Nan, la sorella di Tim che, come lui, ha lentiggini e occhi grigi. Ad essere, almeno visivamente, discostato dal gruppo, è invece il padre o, per etichettarlo come fa Tim sin dal primo capitolo, Mr. Non Sono Qui: un uomo con capelli e occhi grigi, occhiali e la tendenza a mantenere tutto sotto il suo stretto controllo.

Dall’altro lato abbiamo invece i Garrett: una vera e propria tribù umana. Avete presente il film Una scatenata dozzina? Ecco, la situazione è più o meno quella: una famiglia terribilmente chiassosa e sempre sull’orlo della crisi ma i cui componenti si amano alla follia.
Ci sono il Signor e la Signora Garrett e poi ben sette figli (più uno in arrivo): cinque maschi e tre femmine. Abbiamo Joel, Alice, Jase, Andy, Duff, Harry, George e Patsy (che, con il suo Tesolo mi ha conquistato sin da subito).

Cosa state aspettando dunque? Se ancora non l’avete fatto … Immergetevi nel mondo creato dalla Fitzpatrick e preparatevi a farvi due risate grazie, soprattutto, ai piccoli di casa Garrett.

In conclusione, vi lascio qui il calendario per seguire tutte le tappe del BlogTour.

19883821_1668894413145053_1977733456_n.jpg

Vi ricordo, inoltre, che legato a questo BT c’è un GIVEAWAY  che mette in palio una copia cartacea di Un cattivo ragazzo come te: se volete partecipare non avete altro da fare se non seguire le regole e compilare il modulo qui -> GIVEAWAY.

#GoodLuck

Rachel

© Rachel Sandman

Non ricordo ma ti amo di Paola Garbarino – Recensione

Buongiorno!

Oggi, è con piacere che vi parlo di un libro che è nel mio kindle da parecchio (grazie alla generosità dell’autrice) e che, finalmente, sono riuscita a leggere. Oggi vi racconto Non ricordo ma ti amo di Paola Garbarino, un libro self made in Italy.
Qui di seguito trovate tutte le infos, il link d’acquisto, la trama e la mia opinione.

Buona lettura!


Non ricordo ma ti amo.jpg

Titolo: Non ricordo ma ti amo

Autore: Paola Garbarino

Prezzo:  € 2,99 (Ebook) – € 12,99 (Cartaceo)

Editore: Self Publishing

Trama: Cosa potrebbe succedere se un artista playboy si scontrasse con una giovane wonderwoman travestita da insegnante delle scuole medie?
William è così abituato alle ragazze che gli cadono ai piedi, che non può credere di essere stato brutalmente liquidato con battute al vetriolo da Luna, la coinquilina della sua ultima conquista di cui non ricorda neanche il nome. Resta talmente affascinato da lei da farla diventare la sua prossima scommessa. Comincia a raccogliere notizie e a cercare d’incontrarla con ogni pretesto, mentre Luna è determinata a non lasciar entrare nella propria vita un tipo come lui… ma William ha dei segreti che solo lei riesce a intravedere oltre quella maschera di superficialità e strafottenza e, inevitabilmente, ne rimane attratta. Forse anche per lui la scommessa non andrà come aveva previsto.
Ed è così che i sentimenti emergono oltre la scorza, l’attrazione può sfociare nell’amore.
Ma il destino sembra non essere ancora pronto per loro. William riapre gli occhi in un letto d’ospedale: non ricorda più nulla degli ultimi tre anni, nemmeno la ragazza con cui sta da più di un anno. Un brutto incidente in moto ha spezzato a metà il filo della sua vita, la sua vita con Luna.
Vale la pena cercare di ricordare e rivangare il passato o è meglio ricominciare da zero e costruirsi un nuovo futuro? Se siamo ciò che viviamo, ciò che abbiamo vissuto, chi diventiamo senza i nostri ricordi?

Una storia travolgente e divertente, commovente e romantica. Un amore che corre in bilico tra il passato e il presente, un dialogo aperto tra i due protagonisti William e Luna, che lentamente dovranno imparare di nuovo a conoscersi e ad amarsi.

Mi stringe fortissimo, affondando la faccia nel mio collo.
Restiamo così per un lungo momento, estemporaneo, mentre il temporale ricomincia, forte, i tuoni squassano il nostro silenzio ma fanno meno rumore del mio cuore.
Riprendo possesso del suo volto, lo ricopro di baci e lui resta lì a goderseli, con gli occhi socchiusi, bellissimo.
“Hai sempre detto che non ti piacevo.” sussurra, ancora con gli occhi serrati.
“E tu hai sempre detto che ero una bugiarda.”


Recensione: Non ricordo ma ti amo è un libro MERAVIGLIOSO. Penso, sul serio, che in questo romanzo Paola Garbarino si sia superata, creando una storia formata da una serie di tasselli emotivi comunemente conosciuti, incastrati a formare un puzzle dalle linee originali e uniche.

Ma, andiamo con ordine e partiamo dal principio.
Ho amato, sin da subito, le citazioni più o meno brevi che introducono ogni capitolo. Sono delle piccole tracce che, inizialmente, appaiono sfuocate ma che, leggendo le pagine a cui sono collegate, acquistano spessore e vita (al termine del libro, mi è venuto davvero voglia di conoscere questa graphic novel di Neil Gaiman dal titolo – ditemi voi se non è destino questo! – Sandman!).Kit Harington

In secondo luogo, la coppia protagonista è assolutamente reale e genuinamente tormentata. William, con il suo essere ombroso e playboy, pare essere uscito da un classico new adult pieno di cliché ma, leggete bene qui, il lato artistico e sensibile, che viene fuori nel suo lavoro, attraverso i suoi disegni, e il suo animo più autentico sono un tocco di eleganza che la Garbarino ha gestito con maestria mai stucchevole o eccessiva.Rose Leslie
Il personaggio di Luna, al contrario, parte con una descrizione dai tratti fragili e si irrobustisce piano piano, grazie sia allo sviluppo narrativo sia ad una maturazione che rende la protagonista di Non ricordo ma ti amo una delle ragazze di carta migliori dell’ultimo periodo.

In terzo piano, la scelta di narrare la storia con uno sfasamento temporale, con salti, ritorni e accelerazioni che mi hanno, da un lato, ricordato il mio amatissimo Emerald Gloom di Elle Caruso, ha reso la storia non solo originale ma tesa al punto giusto, in un costante bisogno di conoscere e sapere dettagli che si troncano, per poi tornare, più avanti, mai abbastanza presto ma sempre, a posteriori, al momento giusto.

Infine, la forma. Molti lettori e anche qualche blogger fuggono al solo sentir parlare di self perché li reputano prodotti non curati, o quanto meno non ai livelli dei romanzi editati da case editrici più o meno note. Io sono del parere, come sapete, che un romanzo è fatto dall’idea e dallo scrittore che pone le parole su carta e che poi, da solo o con aiuti (questo non è rilevante), riesce a limarlo sino alla (quasi) perfezione. Ecco, Paola Garbarino riesce in questa operazione difficilissima e lo fa con grazia ed eleganza, nonostante tratti tematiche forti come lutti, tradimenti e apparenti ossessioni. Non risparmia nulla, affonda il coltello in tutte le piaghe e ferite aperte dei suoi personaggi (e del lettore!) per farli riemergere poi, più forti di prima, un po’ come una fenice che risorge dalle proprie ceneri.

In conclusione, vi posso dire che leggere Paola Garbarino non è una passeggiata: non troverete mai la classica storiella che vi farà passare due orette in tranquillità, scordatevelo! Non ricordo ma ti amo è un sali scendi di vorticosi sentimenti che attorcigliano le viscere, fanno star male, vorrebbero portarti a urlare ma poi si fondono, a formare un finale degno di un film, in cui tutto viene spiegato, in cui tutto (anche ciò che meno avresti pensato di comprendere) acquista senso, in cui vorresti stringere la mano all’autrice per averti regalato una storia come quella di William e Luna.

N.B. Qui di seguito vi lascio un breve estratto, una riflessione che il protagonista, William, elabora nel corso del romanzo: Non ricordo ma ti amo non è solo un romance, è molto di più, e il pensiero sulla società in cui viviamo che vi propongo qui di seguito ne è la dimostrazione.
Buona lettura!

Siamo una generazione del cazzo, abituata alle cose veloci, da fast-food, convinta di essere forte, di saper volare, combattere mostri e trovare tesori, perché ci lobotomizzano coi videogame; illusi di poter comunicare in mille modi mentre invece ce ne restiamo al sicuro dietro lo schermo di un cellulare o di un pc; abbiamo perso il senso della realtà, dell’attesa, del mettersi in gioco, di rischiare il proprio cuore e metterci la faccia in prima persona. Odio i social network, tutti si fanno i cazzi di tutti ma in fondo non gliene frega niente di nessuno, si vive solo per facciata, si posta una foto solo perché sia piacizzabile, senza viverla, senza ricordare un benemerito nulla del posto o della persona. I Social sono delle arene peggiori di quelle dove i gladiatori si massacravano e sono vuote, false. Presto saremo recensibili con stellette da una a cinque e i nuovi reietti saranno gli impopolari, perderanno il diritto di voto, gli verrà negato l’accesso a determinate aree e non potranno ambire a certe cariche professionali. E io sarò uno di loro … 

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Il segreto di Parigi di Karen Swan

19403735_465911270433281_847952791_o.jpg

Buongiorno!
Oggi, come potete vedere dal banner qui sopra, il blog ospita un BlogTour di una recente uscita targata Newton Compton Editori. Si tratta de Il segreto di Parigi, romanzo di Karen Swan, già nota in Italia per libri come Quell’estate da Tiffany, Natale a Notting Hill e Natale sotto la neve.

Devo confessarvi una cosa, questo romanzo mi ha incuriosito sin da quando, nell’incontro per blogger organizzato durante il #SalTo dalla Newton, avevano presentato questo libro tra le prossime uscite, sottolineando come l’intera storia fosse basata su un fatto di cronaca recente e realmente avvenuto.

Inoltre … Una storia ambientata a Parigi, è sempre intrisa di una magia speciale quindi, proprio qui, proprio oggi, sono particolarmente felice di descrivervi come la ville lumière si apre e viene descritta da Karen Swan in questo suo nuovo romanzo (già disponibile sia in formato Ebook sia in formato Cartaceo).
Ma, nonostante ciò che si potrebbe pensare, non è solo la capitale francese a fare da sfondo a questo romanzo: ecco dunque che, sempre qui, sempre in questa tappa, troverete alcuni accenni al Wiltshire, una contea dell’Inghilterra sud occidentale, a Londra e a Vienna, luoghi a cui si accenna nel libro ma che, nel loro piccolo, danno un quadro completo della storia narrata.

Pronti dunque per questo viaggio? Iniziamo …

… tutte le luci, simbolo distintivo della città, erano spente, tranne quella sulla sommità della torre che da sempre, anche di notte, ne contraddistingueva il 

profilo … [Prologo]

Come potete vedere anche voi, sin da subito l’ambientazione è tradizionale ma originale:rue de rivoli

una Parigi notturna ma completamente al buio, cosa di certo strana per la capitale europea delle luci.

 

Ma è soprattutto l’arte a farla da padrone e a spopolare in quello che è il fondale di una pièce teatrale mirabilmente orchestrata e diretta.  Numerosi sono, infatti, gli autori di dipinti famosi che, a poco a poco, si fanno spazio e creano un ambiente raffinato e tipicamente parigino.

Renoir, Canaletto, Matisse, Dalì, Pissarro, sono solo alcuni degli artisti che vengono citati in questo romanzo che viaggia tra Rue de Rivoli e altre viuzze, con l’eleganza di film anni ’50 nonostante sia ambientato ai giorni nostri.

Parigi brillava sotto il sole, le statue dorate splendevano sui ponti, e sotto il fiume luccicava mentre le barche piene di turisti passavano su e giù lungo rotte molto battute che avrebbero già da tempo scavato delle fosse sulla terraferma.

Parigi.jpg

Ma, come anticipato, Il segreto di Parigi non è solo ambientato in Francia.

WiltshireAlte siepi di faggi delimitavano il giardino posteriore […] – otto acri nella campagna del Wiltshire disseminati di prati di camomilla …

Un ambiente rurale, agreste per certi versi, che ricorda un po’ per atmosfera e familiarità, i paesaggi che ben hanno descritto Jane Austen e la letteratura inglese dell’800.

Londra, invece, non appare se non attraverso uno spazio chiuso, ma quanto mai La-sala-di-Sotheby_s-fra-Bacon-e-Richteresaustivo per la narrazione di Karen Swan.

La sala dell’asta era gremita, non c’era nemmeno una sedia libera e una grande folla se ne stava ammassata in piedi in fondo alla stanza. Tutti parlavano e ridevano fragorosamente, con i cataloghi in mano e lo sguardo fisso a valutare chi era presente […] mentre lo staff di Sotheby presidiava le offerte via telefono e via Internet dagli ampi banchi.

Infine, Vienna, denominata la città dei sogni, che appare con i suoi edifici moderni e dall’architettura squadrata tipica di Lerchenfeld, il quartiere alla moda della capitale Viennaaustriaca, dove i condomini vantano muri di vetro retinato che salivano fino al tetto e lo ricoprivano, inondando di luce gli appartamenti sottostanti.

Vienna brillava come un circuito elettrico, gli imponenti palazzi imperiali e i musei barocchi ricoperti di migliaia di luci, i tetti verde-rame oscurati per il momento del buio, il Danubio che, come un nastro di seta, si snodava nel suo percorso verso il mare.

Ma pensate che sia tutto qui? Beh … Vi sbagliate di grosso perché la cara Flora Syles, protagonista de Il segreto di Parigi, è una giramondo da non sottovalutare: infatti, durante il romanzo, farà un salto anche a New York e ad Antibes, per un finale davvero inaspettato e ricco di brio e d’amore, ma anche di raffinatezza e sensibilità.

Beh … Io ho terminato. Se questa tappa vi è piaciuta, lasciate un commento qui. Se vi siete persi le tappe precedenti e volete recuperare o, se al contrario ci avete seguito e non volete perdervi i prossimi appuntamenti, ecco qui il calendario con tutte le tappe.

19549770_469012756789799_63811573_o.jpg

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

 

 

 

 

 

BlogTour & Giveaway – Sempre e solo lei di Claire Kingsley

banner.jpg

Buongiorno!

Oggi il blog apre la giornata con un BlogTour davvero scoppiettante, con annesso giveaway. Allora, questa è solo la prima di un vero e proprio viaggio alla scoperta di Sempre e solo lei di Claire Kingsley, romanzo edito da Quixote Edizioni di cui, qui, troverete un primo estratto.

Se vi siete persi il Cover Reveal con annesse tutte le infos, vi invito a cliccare sul link e a rimirare la copertina scelta dalla casa editrice (non male, vero?).

Ma ora, veniamo al sodo e, dopo la trama, troverete qui l’estratto che vi invita all’interno del mondo creato dalla Kingsley.
Buona lettura!

Trama: Il migliore amico di Kylie, Braxton, è l’uomo più bello che abbia mai conosciuto, con un corpo tonico e un sorriso che fa cadere le mutandine di ogni donna che incontra. Tranne Kylie. Circa. Kylie non vede l’ora di smettere di uscire con le persone sbagliate e di trovare quella giusta. Sebbene Braxton le tolga il respiro, sa che con lui sarebbero solo problemi. È solo un altro playboy, e lei è stanca di giocare. Ma Braxton non è l’uomo che pensa che sia. La ragione per cui si comporta così male con le donne è semplice: nessuna di quelle con cui sta è realmente quella che vuole. Nessuna di loro è Kylie. Braxton vorrebbe amare Kylie in ogni modo possibile, ma c’è sempre un ostacolo. Quindi rimane suo amico, guardandola frequentare uomini troppo stupidi per apprezzare quanto lei sia speciale, sempre preoccupato che il prossimo non lo sarà. Il prossimo sarà l’uomo che gliela porterà via per sempre. Amare Kylie vorrebbe dire rischiare di rovinare per sempre loro amicizia, ma perderla potrebbe essere più di quanto Braxton sia in grado di sopportare.

Estratto:

«Buongiorno, signore,» dice Braxton.
Come cazzo fa a essere così allegro di prima mattina? Non ha bevuto da far schifo anche lui, ieri sera?
«Ciao,» dico senza sforzarmi di fingere entusiasmo mattutino, più di quanto mi sia sforzata di fingere un orgasmo ieri sera.
Braxton viene in cucina, oltrepassando Dylan come se non esistesse, prende il mio caffè e ne beve un sorso.
«Sembri uno straccio.»
«Grazie,» dico calcando bene il sarcasmo.
«Dico solo quello che vedo.»
«Ha le palle blu al femminile,» dice Selene da sopra le spalle. Mi cade la mascella e Braxton inarca un sopracciglio.
«Che cazzo?» esclama Dylan.
Braxton ride e lo guarda. «Credo che fosse il tuo segnale d’uscita, omaccione.» Si volta velocemente verso di me, con una vaga ombra di dubbio sul viso. Con quella battuta è arrivato pericolosamente vicino a rompere il nostro patto, e lo sa.
Sollevo un angolo della bocca in un sorrisetto. Ha piegato la regola, ma non l’ha spezzata. Uno da una pessima botta e via non deve essere protetto da lui. Rivolgo lo sguardo verso Dylan e gli indico la porta con un cenno della testa.
«Ci vediamo,» dico.
Dylan assume un’espressione come se volesse provare a difendere la propria virilità, ma si limita a prendere il maglione e se ne va.
Quando la porta si chiude, grugnisco e mi porto una mano alla fronte. «Cosa c’è di sbagliato in me? Seriamente, quel tipo? Selene, perché mi hai fatto fare una cosa del genere? Avresti dovuto fermarmi.»
«Eri oltre il punto di non ritorno, ieri sera,» risponde. «Detto questo, penso che tu abbia ragione. Non avrei dovuto permetterti di farlo. Non è come se tu avessi ottenuto qualcosa di buono. Solo frustrazione.»
«Sei ancora… frustrata?» chiede Braxton inarcando un sopracciglio. Sento un fremito nello stomaco che finisce dritto tra le mie gambe e ricomincio a pulsare. «Sto bene.»
«Vai e pensaci tu,» dice Selene. «Accendo la TV così non ti sentiremo se fai rumore.»
«Dio, Selene, sei seria?» chiedo. «Non ho nessuna intenzione di pensarci con voi seduti qua fuori.»
Selene ride. «Oh, dai, siamo noi. Abbiamo tutti quanti sentito uno degli altri due far sesso, a un certo punto. Posso sopravvivere. E Braxton è mio fratello, quindi è veramente nauseante.»
«Non mi hai mai sentito fare sesso,» dice Braxton.
«Uhm, stai scherzando? Ma certo che ti ho sentito.»
«Quando?»
«Troppe volte per mettermi a contarle,» risponde. «Sin dal liceo. Portavi sempre a casa quella stessa ragazza.»
Braxton ride. «Le cose dell’adolescenza non contano. Gli adolescenti sono imbranati e idioti.» Mi sorride. «Beh, io non lo ero. Ma ero più rumoroso di quanto fosse necessario.»
Roteo gli occhi. «Sono sicura che sei stato fantastico dalla prima volta.»
Scrolla le spalle. «È così.»
Non so perché, ma non ne dubito.
«Capisco di aver iniziato io, ma possiamo smettere di parlare di Braxton e di sesso?» chiede Selene.
Braxton si siede su uno sgabello e beve un altro sorso del mio caffè, poi me lo porge nuovamente. «Perché? A me piace parlare di me e del sesso.»
«Se non la smetti, inizierò a parlare di me e del sesso,» rimarca lei.
La fissa. «Touché.» Poi rivolge il suo sguardo bollente verso di me. «E tu, Ky? Hai bisogno che ti aiuti ad alleviare la tensione? Scommetto che posso farcela in dieci secondi netti.» Si lecca le labbra e le sue dita hanno un breve spasmo.
Trattengo appena il fiato e bevo un po’ di caffè per nascondere l’improvviso brivido che mi percorre la schiena. «No, sto bene così.»
«Sicura?» dice con un sorrisetto.
I nostri sguardi rimangono incatenati per un lungo momento e mentirei se dicessi di non essere tentata. Un pochino. Ma solo perché sono così eccitata, e sono abbastanza sicura che potrebbe veramente metterci dieci secondi netti.
Poi vedo la faccia di Selene. Sta guardando il fratello nello stesso modo in cui l’ultima ragazza di Braxton guardava me. Sguardo omicida.

Troverete altri estratti, nel corso della giornata, sui blog M/M e dintorniLe Fiamme di PompeiNali’s Shelter e bookstoread.

Vi ricordo, inoltre, che il BlogTour non finisce qui, anzi:

  1. Estratto – 4 Luglio 2017
  2. Personaggi – 11 Luglio 2017
  3. Recensione – 18 Luglio 2017 [giorno dell’uscita]
  4. Citazione con Teaser – 25 Luglio 2017
  5. Intervista – 1 Agosto 2017

Ed infine … Vi lascio, qui di seguito, il link con il modulo da compilare per partecipare al GIVEAWAY organizzato grazie alla Quixote Edizioni: un fortunato vincitore si porterà a casa un pacco contenente una copia cartacea di Sempre e solo lei più un braccialetto con i charms (che potete vedere nella foto, lassù in alto).

Le regole sono le seguenti:
– Mettere mi piace alla pagina Quixote Edizioni;
– Mettere mi piace alla pagina dell’Autrice (QUI);
– Condividere il post del blog sul proprio profilo Facebook;
– Diventare Lettore Fisso del mio blog.
Il Giveaway sarà attivo da oggi 4 Luglio fino al 1 Agosto. Il vincitore verrà annunciato sulla pagina Facebook della Quixote Edizioni il 2 Agosto.

Seguite il link per completare la partecipazione al #Giveaway -> a Rafflecopter giveaway … E #GoodLuck!

Rachel

© Rachel Sandman

La ragazza tedesca di Armando Lucas Correa – Segnalazione

Eccomi di nuovo qui.
Oggi, oltre alla tappa del BT relativa al nuovo romanzo i Sabrynex, edito da Rizzoli, che trovate qui, vi segnalo un romanzo edito dalla casa editrice NORD.

Si tratta di La ragazza tedesca, di Amando Lucas Correa. Trovate tutte le infos qui di seguito.


la ragazza tedesca Titolo: La ragazza tedesca
Autore: Armando Lucas Correa
Traduttore: G. Maugeri

Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Prezzo: € 16,90 (Cartaceo) – € 9,99 (Ebook)

Casa Editrice: NORD

Trama: Maggio 1939. Sono 937 gli ebrei a bordo del transatlantico St. Louis, 937 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo due ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi: quando la St. Louis arriva in porto, Hannah è tra i pochissimi fortunati a ottenere il permesso di sbarcare. Tutti gli altri passeggeri sono costretti a tornare indietro, in Germania. Compreso Leo …

New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: la lettera di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un’occasione da cogliere al volo: Hannah è l’unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d’incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare sino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.

Prendendo spunto da una delle pagine più oscure e dimenticate dell’Olocausto, Armando Lucas Correa ci conduce dalle strade cupe della Berlino di Hitler ai balli sontuosi a bordo della St. Louis, dal sole di Cuba prima della rivoluzione alla New York dei nostri giorni, seguendo le storie di due donne accomunate dal coraggio e dal desiderio di trovare il proprio posto del mondo. Due donne lontane nel tempo, eppure legate dal filo invisibile del destino.

Infos sull’autore: Armando Lucas Correa è il caporedattore di People en Español, la rivista di lingua spagnola più venduta in America. Nel corso della sua lunga carriera di giornalista, ha ricevuto numerosi premi sia dalla National Association of Hispanic Publications sia dalla Society of Professional Journalism. Attualmente vive a Manhattan con la famiglia.


Che dire … Sembra davvero una lettura IMPERDIBILE! Se ancora non foste convinti, vi lascio qui il link relativo ad alcuni contenuti extra proprio sulla tragedia del St. Louis che, personalmente, conoscevo ma solo supeficialmente!

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex – Recensione in anteprima

BT TBT.png

Buongiorno!

Oggi è con immenso piacere che il mio blog partecipa al BlogTour che ruota attorno ad un nuovo romanzo, edito da Rizzoli: #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex.
Se avete seguito le precedenti tappe (lo avete fatto, vero?), avrete già avuto modo di entrare nel nuovo mondo firmato da questa autrice che, dopo i due romanzi Over: un’overdose d’amore Over 2: camminiamo nel vento, torna finalmente in libreria con una storia del tutto nuova e modernissima.

Vi lascio subito il calendario, in cui trovate i vari appuntamenti preparati per voi e che, vi invito, a leggere e visitare.

BT TBT calendario.jpg

Ora però … Veniamo al manzoniano sugo della storia e arriviamo al punto, ovvero, nel mio caso, la recensione in anteprima (visto e considerato che il romanzo sarà disponibile proprio da OGGI, 22 Giugno 2017, in formato digitale e cartaceo).
Allora, come mio solito, vi lascio qui di seguito la cover, le infos e la trama e, in successione, la mia personalissima opinione su #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex.

Buona lettura!

N.B. Non dimenticatevi di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog: un like o un commento sono un piccolo sforzo per voi lettori ma producono un’immensa euforia alla sottoscrita quindi … Voliatemi bene e piacciate o commentate 🙂


TBT

Titolo: #TBT. Indietro non si torna
Autore: Sabrynex
Data d’uscita: 22 Giugno 2017
Prezzo: € 9,99 (Ebook) – € 17,00 (Cartaceo)
Link d’acquisto -> TBT. Indietro non si torna
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli Narrativa

Trama: La vita di Beck è sempre stata perfetta, nonostante il vuoto per l’abbandono del padre quando era piccola: migliori amici incredibili, una mamma premurosa e un fratellino che la adora. Quando però, l’estate prima di entrare a Princeton, trova ad aspettarla una lettera della madre, che è scappata di casa, Beck decide di chiudersi in se stessa: non vuole più essere ferita da nessuno. Al college incontra Dimitri, che gioca a football per coronare il sogno del fratello Isaac, morto in un incidente. Entrambi vorrebbero tornare indietro nel tempo, cambiare il corso degli eventi, ed è un attimo accendersi di passione, perché insieme troveranno il coraggio di affrontare la verità sul proprio passato.


Recensione: Sono dell’idea che non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina, soprattutto in Italia dove, molto spesso, i soggetti delle cover non corrispondono, quasi mai, ai protagonisti delle storie narrate. Ebbene, #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex non fa eccezioni e, nonostante io abbia davvero amato l’immagine, i colori e la grafica scelta, non l’ho trovata coerente con la storia che poi ho abbracciato e scoperto all’interno.
Voglio dire: due prodotti buoni che però, tra di loro, non hanno una grande affinità.

Detto ciò, partiamo e immergiamoci nel mondo di Beck e Dimitri.
Ho veramente adorato e apprezzato la veridicità e il tono spensierato che l’autrice ha saputo cogliere e gettare su carta, soprattutto nei dialoghi tra i vari personaggi.

Beck è una forza, sul serio. Sovente nei romance dobbiamo sopportare protagoniste femminili con poco carattere e spina dorsale del tutto assente: qui, invece, signori e signore, posso veramente affermare che abbiamo una ragazza che, nel bene e nel male, si ama, inevitabilmente. Beck è reale, in modo assoluto: parla, ha la battuta pronta, è sarcastica a livelli che farebbero uscire di testa Sheldon Cooper di The big bang theory ma, allo stesso tempo, è introversa, profonda, sensibile.

Al suo fianco, Dimitri è un personaggio che parrebbe essere uscito da una serie infinita di clichés e stereotipi: è alto, è bello, è un giocatore di football (anzi, è addirittura il capitano della squadra), è preceduto dalla fama che aleggia nel campus e che lo vede osannato al pari di una divinità dell’Antica Grecia. Insomma, sembra il tipico belloccio da romanzo.
Sbagliato!
Anche con il protagonista maschile, Sabrynex fa un lavoro egregio perché lima e scolpisce Dimitri a suon di carattere e introspezione, stagliandolo dallo sfondo e dandogli personalità.

Il doppio punto di vista permette, inoltre, di apprezzare le figure di Beck e Dimitri a 360°: i due protagonisti si svelano, piano piano, ma mai del tutto (o meglio, finché non lo decidono loro).

Queste due personalità uniche e ben delineate sono poi contornate da una serie di caratteri messi a fuoco e che altri non sono se non gli amici di lei o di lui, che garantiscono lo sviluppo di una struttura narrativa solida, con linee di trama ben gestite e dosate.

Sono arrivata all’80% della versione ebook del romanzo e non riuscivo a staccarmi dalla storia che, oltre ad avere la nota romantica (ma non diabetica) preponderante, fa convivere una sottotraccia dalle note drammatiche e dai toni del giallo.
Proprio l’accelerazione e l’incalzare di tanti, troppi forse, elementi nelle battute finali mi hanno lasciato un po’ l’amaro in bocca perché: non ero pronta a tutto ciò! Per nulla! E … Avrei voluto sapere altro, e altro, e altro ancora!
Un dettaglio in particolare, legato a Beck e alla madre, mi ha lasciata un po’ perplessa, soprattutto perché non ho trovato le giuste risposte e spiegazioni nel finale (cosa che, al contrario, attendevo sin dai primi capitoli, per comprendere meglio alcuni gesti e scelte).

In conclusione, vi invito, davvero, a leggere questo romanzo che ha la caratteristica di creare dipendenza, seriamente. Inoltre, dati i numerosi interrogativi che restano senza vere conclusioni e la presenza palpabile di varie personalità interessanti e forti che ruotano attorno ai protagonisti, mi viene quasi automatico sperare in storie future che analizzino e approfondiscano loro: Tyler, Josh e Beth, ma anche Avril e Louis.

Buona lettura!

#GoodLuckSabrynex! #GoodLuckRizzoli!

Rachel

© Rachel Sandman

Prova ad amarmi di Sylvia Kant – Frammenti di parole #7

Buongiorno!

Oggi … Torna la rubrica Frammenti di parole con un nuovo appuntamento: vi parlo, infatti, di una lettura di un po’ di tempo fa che mi ha decisamente entusiasmato.
Una premessa: questo frammento è stato riesumato dalla mia raccolta di opinioni che scrivo qua e là quando finisco i libri e che poi, sistematicamente, perdo nel mio disordine caotico e ingombrante pertanto … Parla di Prova ad amarmi, romanzo di Sylvia Kant edito da Newton Compton Editori, quando era ancora un romanzo self dal titolo Antony.

Lo conoscete? Siete curiosi di sapere la mia opinione e scoprire alcune tappe della storia editoriale di questo libro?
Scorrete questo post e ne saprete, certamente, di più.


prova ad amarmi

Titolo: Prova ad amarmi

Autore: Sylvia Kant

Serie: Prova ad amarmi #1

Prezzo: € 1,99 (Ebook) – € 4,90 (Cartaceo)

Editore: Newton Compton Editore

Data d’uscita: 2 Luglio 2015

Trama: Antony Barker è un gigolò dalla bellezza statuaria. È l’amante ufficiale di Rachel Norton, donna algida e senza scrupoli a capo della più grande industria farmaceutica degli Stati Uniti.
Ma Antony ha anche molti altri clienti che richiedono i suoi servizi ormai leggendari nel jet set e negli ambienti più facoltosi della Grande Mela. Ha rapporti con uomini e donne, e anche di gruppo, ma non si lega e non si innamora di nessuno. È freddo, professionale e la sua sensualità è seconda soltanto alla sua determinazione. Angela Palmieri, giovane ragazza italiana appena sbarcata a New York per lavorare nell’ufficio marketing di Rachel, diventa subito la favorita del capo e viene introdotta suo malgrado in un mondo di lusso, eccessi e dissolutezza.


Frammento: La mia idea iniziale, appena sono venuta a conoscenza di questo romanzo di Sylvia Kant, è stata: “Ok, bene. Oggi lo inizi ma procedi con calma e raziocinio perché deve essere un libro TOP e … ne va della tua sanità mentale”.
Ovviamente, tutti i miei buoni propositi sono andati letteralmente a farsi benedire e ho bruciato questo libro in poco meno di una settimana.

Antony

Cover self del libro di Sylvia Kant

La storia di Antony è una delle più intense e ben scritte tra quelle che mi sono trovata a leggere negli ultimi anni (e, modestamente, ne ho letti parecchi), sia tra le autrici italiane che tra quelle straniere.
E’ il classico libro che NON devi giudicare dalla copertina. E’ la storia di un uomo che vende il suo corpo? Sì. E’ ambientato in una società corrotta? Sì. E’ intriso di scene estreme a livello di violenza e rapporti sessuali? Sì. Ma nulla, niente, può preparare il lettore all’ondata di emozioni che lo travolgono pagina dopo pagina.
Perché se è vero che il rapporto tra la protagonista femminile e il suo capo è abbastanza palese sin dalla prima parte … Tutto lo svolgimento è un continuo percorso che ti lascia col fiato sospeso, con continui cambi di ruolo e voltafaccia degni di un vero romanzo dai tratti thriller.
Del personaggio di Antony non si può dire assolutamente nulla se non … Giù il cappello all’autrice che ha saputo entrare perfettamente nei panni del gigolò e delineare senza sbavature i vari spigoli del suo carattere e della sua mente.
I personaggi secondari sono … La setta dei dannati unita a nozze luciferine. All’inizio, seriamente, non se ne salva uno! Rachel è una pazza (per farle un complimento); Glenn … Meglio che mi astengo perché deve solo ringraziare che è un personaggio fittizio altrimenti sarebbe da prendere a testate se non peggio; Andrew … Subdolo sin dalle prime battute. Si salvano ovviamente i membri del clan Thomas (ho adorato quei capitoli ambientati in quella villa); Susan (che, nonostante sia un po’ eccentrica, è un’amica vera); Alfred (anche se, la sua rivelazione finale sul suo amore di una vita … Mi ha lasciata un po’ a bocca aperta).
Ho lasciato volutamente per ultima Angela, la protagonista … Non so. Mi spiace davvero, ma lei non mi ha convinto fino in fondo: voglio dire, capisco che è in un momento della vita in cui è fragile, non ha certezze, e tutto il suo mondo viene preso, scosso, messo sottosopra e poi rivoltato però … Santo cielo, un po’ di coraggio, donna! Spero davvero di ricredermi con il sequel, visto il barlume di speranza del finale (perché di speranza si tratta, vero?).
Insomma Kant … Good Job! Immensa storia! Immenso protagonista maschile! Immensi intrighi!

E voi: lo avete letto? Io personalmente … Non ho ancora avuto il coraggio di prendere in mano il seguito, Prova ad amarmi ancora: non credo di essere pronta!
Quali sono state le vostre impressioni?
Se invece non lo conoscete, pensate di leggerlo? Vi intriga?

Commentate qui!

Rachel

© Rachel Sandman

E come un sogno la vita vola di Patrick Branwell Brontë – Segnalazione

Buonasera!

Eccomi di nuovo qui: siete pronti per una nuova segnalazione?

Allora, grazie a flower-ed il 29 Maggio 2017 vedremo la pubblicazione di un’opera unica e dal sapore antico. Mi riferisco a E come un sogno la vita vola che altro non è se non una raccolta di lettere (dal 1835 al 1848) che vengono tradotte ora, per la prima volta, proprio grazie a questa fantastica casa editrice e al lavoro della traduttrice Alessandranna D’Auria.

Ma di chi sono queste epistole?

Di Patrick Branwell Brontë, il fratello delle celebri sorelle Brontë. Egli è stato un giovane la cui vita era troppo vicino al tempo del piacere per pentirsi, e troppo vicino alla morte per sperare.

Fratello Bronte.jpg

Nel bicentenario della nascita di Patrick Branwell Brontë (26 giugno 1817-24 settembre 1848), la flower-ed porta dunque in Italia un volume davvero unico, ultimo tassello della sempre più emozionante collana Windy Moors.

E come un sogno la vita vola. Lettere 1835-1848 non sarà però la sola uscita legata alla figura dello sfortunato e fragile fratello, sempre in ombra rispetto allo sfolgorante successo letterario di Charlotte, Emily e Anne. Nel mese di giugno, infatti, verrà publicata la biografia di questo silenzioso personaggio, scritta da Alice Law e, sino ad ora, mai tradotta in italiano.

Siete dunque pronti? Che ne pensate di questa uscita? E della cover?

Io trovo tutto estremamente sublime e strepitoso. Devo dire che non conoscevo questa casa editrice ma, da quando ho scoperto la flower-ed non c’è stato un solo libro da loro edito che non mi abbia fatto venir voglia di prenderlo, sfogliarlo e leggerlo.

Vi ricordo, sempre, di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog (con un like o un commento), facendomi conoscere il vostro punto di vista.

Alla prossima!

Rachel

© Rachel Sandman

The Midnight Sun di Kat Ross – Release Party

Buon inizio settimana a tutti!

Con immenso piacere, oggi qui sul blog si festeggia una nuova uscita firmata Dunwich Edizioni. Siete curiosi? Scorrete il post e scoprite tutto su The Midnight Sun – Il Quarto Elemento di Kat Ross.

banner.png

Un fantasy avvincente con un peso morale e una narrazione sostanziosa che lascerà i lettori soddisfatti … La Ross evoca una storia epica con demoni e daeva, famiglia, dolore e il tumulto di un regno in pericolo. [Kirkus Review]


Cover.jpg

Titolo: The Midnight Sun – Il Quarto Elemento (Libro Primo)

Autore: Kat Ross

Genere: Fantasy

Pagine: 300

Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 14,90 (Cartaceo)

Editore: Dunwich Edizioni

Data d’uscita: 15 Maggio 2017

Link d’acquisto: Amazon

Trama: Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Segnalibro.pngMa quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella. Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare pericolosamente intimi. Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo …

Autore: Kat Ross ha lavorato come giornalista delle Nazioni Unite per dieci anni prima di ritirarsi felicemente a fare ciò che le piace di più: inventare cose. È l’autrice del thriller distopico Some Fine Day e della serie Il Quarto Elemento. Adora i miti, i mostri e scenari da apocalisse. Per altre informazioni sui libri di Kat, puoi trovarla alla pagina katrossbooks.com.

The Midnight Sea ha tutto ciò che mi piace in un fantasy e anche di più. Lo raccomando caldamente a tutti i lettori che amano la magia, eroine che spaccano e una storia travolgente. [Cover2Cover Reviews]

Kat Ross crea un ricco mondo fantasy, pieno di creature nuove e spaventose, molti poteri magici e una trama laboriosamente intricata che vi terrà con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. [Books Briefs]

#GoodLuckKat! #GoodLuckDunwich!

Rachel

© Rachel Sandman

BT – Sacrifice di Barbara Bolzan

18199183_10155196187957410_5913213005341173693_n.jpg

Buongiorno!

Oggi, come forse saprete, esce il secondo capitolo della Rya Series ovvero Sacrifice di Barbara Bolzan, edito da Delrai Edizioni.

Qui, proprio in questa giornata speciale, ho l’onore di ospitare la terza tappa di un blogtour spettacolare che ruota proprio attorno al mondo creato dalla Bolzan e che molti di voi avranno già avuto modo di conoscere in Fracture, il primo romanzo della serie.

Ora … È vero che molti di voi sapranno già tutto di tutti ma, onde evitare di creare una tappa spoilerosa, con dettagli che alcuni non conoscono ancora e con elementi che si scoprono in corso d’opera, ho deciso che vi presenterò, qui, i personaggi della serie ma nel modo più soft e enigmatico possibile, in modo da NON rovinare la lettura a nessuno.

Ma adesso … Finalmente è arrivato il momento di parlarvi di loro, i protagonisti di Fracture Sacrifice.


Per ovvie ragioni, ho scelto di partire da colei il cui nome dà il titolo all’intera serie … Rya RyaNiva, una giovane donna di carattere, con una personalità spiccata. Ha un notevole spirito di adattamento, un cuore sensibile e un’audacia che la portano a trovarsi pressoché a suo agio sia in abiti da principessa sia nei panni di una giovane ragazza agguerrita.  

Sono Rya Niva, principessa di Temarin, sorella della regina Alsisia: nata e cresciuta per rimanere nell’ombra, tipico destino delle figlie secondogenite… almeno, fino a quando Blodric Herrand, il potente sovrano di Idrethia, non mi ha chiesta in sposa. Fino a quel momento, non interessavo a nessuno, non contavo granché. Improvvisamente, poi, sono diventata un bene inestimabile, la pedina da muovere con oculatezza sulla scacchiera. Tutto poteva accadere, per me. Il futuro mi si presentava roseo. E roseo è stato veramente. Fino a una certa notte.

7Ma adesso, basta tergiversare … Perchè, sempre per citare la penna della Bolzan:

All’inizio di tutto, c’è un uomo. C’è sempre un uomo: Nemi.


tarabasNemi è un brigante, un ribelle costretto a fuggire e a vivere nell’ombra, divenendo così un brigante a capo di un villaggio, Mejixana.

Nemi era un bifolco volgare, rozzo e sgradevole, ma purtroppo non sembrava affatto uno sciocco …

Una coppia scoppiettante, dal destino incerto e travagliato. Due personalità forti, due caratteri a tratti estremi. Sono loro i protagonisti indiscussi della saga di Barbara Bolzan.

Ma chi altri? Beh … I romanzi della Rya Series sono pieni di caratteri e individualità. Su tutti ho scelto solamente alcuni.


sissAlsisia, ovviamente. Sorella di Rya è colei che ha commesso un solo errore. Ma è stato sufficiente. Rya parla di lei e afferma:

Alsisia era stata per me sorella, madre e amica. Sempre insieme, fianco a fianco. E adesso: le idee che avevo non erano mie. I gusti che avevo non erano miei. Non erano nemmeno di Alsisia. Erano nostri. Noi due. Una perfetta unità. Vivevamo l’una per l’altra, eravamo due farfalle chiuse nello stesso bozzolo – il suo – …


Tami, la figlia dell’oste, innamorata di Nemi il quale nutre per la giovane un sentimento di affetto. TamiUna ragazzina scarmigliata, dai lunghi capelli color ruggine, con un visetto da lucertola che, con l’età, diventa graziosa e che nutre, non proprio velatamente, un sentimento di gelosia nei confronti di Rya. Una giovane euforica, molto propensa a gridolini e saltelli di giubilo, talvolta un po’ striduli e eccessivi.


claire-mrs-fitz-outlander-starzMarita, l’anziana levatrice del Villaggio. Un vero punto di riferimento, una figura ricca di saggezza con mani chiazzate dalle macchie scure dell’età e il volto rugoso.

Marita era una donna alla buona, vitale e forte. Quando sorrideva, gli occhi diventavano due fessure e nuove rughe incidevano il suo volto tondo e simpatico. Per anzianità, saggezza e tempra, era la prima donna di Mejixana. Quasi una madre … Una nonna, sarebbe meglio dire, data l’età. Bassa e corpulenta, si muoveva a fatica, dondolando, talvolta con il respiro un po’ affannato … Una persona davvero in gamba, solida come una roccia. Sempre allegra, efficiente, energica come un toro.


Strevj, marito di Alsasia nonché cugino di Rya, uomo arguto e dai modi teatrali, è senza ombra di dubbio un personaggio piuttosto irritante. Annoiato o irritato,15f045f26e10d60c81a4fb384700559c ha la cattiva abitudine di masticarsi i capelli (sì, avete capito bene: mastica una ciocca dei suoi stessi capelli).

… alto, bruno, prestante, mondano, elegante, affabile con chi riteneva utile per sé … Senza alcun dubbio, l’uomo più attraente del regno di Temarin. E lui sarebbe stato il primo ad asserirlo. La modestia non è mai stata una delle sue qualità più spiccate … Guardava tutti dall’alto in basso, sempre, e non aveva chi gli stesse a pari in una gara di banalità.


Blodric Herrand, sovrano del regno di Idrethia. Per Mejixana rappresenta, bf53567ca9ad81da9596532bde3d54f6da sempre, l’unica vera fonte di pericolo e il suo nome incute timore e merita attenzione. Inoltre, nota non meno importante, è il marito di Rya …

… una persona briosa e gioviale. Dov’era lui, c’era allegria. E feste. E balli. E divertimenti … Come sovrano era risoluto ma giusto. Fermo nei propri propositi. Non era uno di quegli uomini che si nutrono di sogni. Lui aveva obiettivi. E tutte le capacità per portarle a compimento.


Niken, un personaggio enigmatico (no, la foto qui accanto non è un errore, ma una fantastica dritta che ho avuto direttamente dall’autrice), che si svela a poco a poco e che sembra avere in nikenmano i legami che uniscono tutti i vari personaggi. Un uomo rude, forte, con il braccio destro deturpato da un’antica cicatrice: dal gomito correva fin quasi al polso.

Niken era solo uno dei tanti infelici che avevano trovato nel Villaggio un luogo sicuro nel quale attendere di essere dimenticati. Niken: un uomo tormentato, in fuga da un passato incalzante e terribile. Un uomo costretto ad abbandonare la propria patria, l’Idrethia, pur di sopravvivere.


Bene … Questi sono soltanto alcuni dei numerosi personaggi che popolano il mondo creato magistralmente da Barbara Bolzan e che, dopo Fracture, torna a far parlar di sé con Sacrifice che, vi ricordo, è disponibile da oggi in formato digitale e dal 18 Maggio 2017 in cartaceo (sarà infatti la novità editoriale che la Delrai Edizioni porterà con sé al Salone del Libro di Torino – e io ci sarò! Contateci -).

Adesso, prima di lasciarvi andare, vi ricordo il calendario del blogtour e vi saluto con una chicca finale …

18118439_10155196187692410_6058325761601606820_n.jpg

Sono felicissima di informarvi che … A questo BT è collegato un giveaway! Seguite quindi tutte le tappe e commentatele.

8/5 presentazione FRACTURE #1 (Il salotto del gatto libraio)
9/5 recensione SACRIFICE in anteprima (Romance & Fantasy for Cosmopolitan Girls)
10/5 i personaggi della serie (Rachel Sandman)
11/5 i luoghi della serie (M/M e Dintorni, l’altro lato del romance)
12/5 intervista all’autrice (Pretty in Pink Blog Letterario)

PARTECIPARE è SEMPLICE! Basta seguire tutte le tappe e visitare (mettendo il “like”) la pagina autore di Barbara Bolzan, quella della Delrai Edizioni e di Catnip Design.
Trovate i link nel modulo rafflecopter.

Il giveaway comincia il giorno 8 maggio e si conclude alla fine del giorno 14/5. Il vincitore verrà annunciato dai blog partecipanti il giorno 15 maggio.
Partecipate numerosi e… stay tuned!”

CODICE RAFFLECOPTER: a Rafflecopter giveaway (cliccate sul link e compilate il modulo!)

Io vi saluto!

#GoodLuckBarbara! #GoodLuckDelrai!

Rachel

© Rachel Sandman