Review Party – La piccola casa dei ricordi perduti di Helen Pollard

L'immagine può contenere: sMS

Buonasera!

Oggi il blog partecipa al Review Party organizzato in collaborazione con alcune colleghe blogger e con la casa editrice Newton Compton: si tratta di un’intera giornata dedicata a recensioni sul romanzo La piccola casa dei ricordi perduti di Helen Pollard.
In questo post troverete, quindi, tutte le infos e il link d’acquisto del libro, seguito dalla mia personale opinione.

Buona lettura!


NC 1

Titolo: La piccola casa dei ricordi perduti
Autore: Helen Pollard
Serie: Ricordi Perduti #1
Data d’uscita: 29 Giugno 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 7,90 (Cartaceo)
Link d’acquisto: Amazon
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Emmy Jamieson arriva a La Cour des Roses, una bella pensione nella campagna francese, con l’intenzione di trascorrere due settimane di relax in compagnia di Nathan, il suo fidanzato. Tra loro c’è qualche problema, ma Emmy è certa che questa vacanza risolverà tutto. Si sbaglia… Neanche il tempo di disfare le valigie e Nathan se l’è già svignata con Gloria, la moglie di Rupert, il proprietario della pensione. L’uomo è scioccato ed Emmy, sentendosi in parte responsabile dell’accaduto, si offre di aiutarlo a gestire la pensione. Emmy ha il cuore a pezzi, ma si trova all’improvviso in una dimensione nuova, circondata da tanti amici. E anche da qualche uomo interessante: Ryan, il provocante giardiniere, e Alain, il ragazzo che si occupa dell’amministrazione, irritante ma bellissimo. Mentre Emmy si riappropria del proprio tempo e del contatto con la natura comincia a sentirsi a casa. Ma sarebbe una follia lasciare amici, famiglia e tutto ciò per cui ha sempre lavorato… O no?


Recensione: La piccola casa dei ricordi perduti di Helen Pollard è, a mio parere, un romanzo con una doppia anima.
La prima metà del romanzo, lo devo ammettere, ho davvero faticato a leggerla perché l’ho trovata terribilmente LENTA. Attenzione però: non perché scritta male o raffazzonata, ma perché estremamente ricca di personaggi che saltano fuori ad ogni riga e creano uno spazio quasi claustrofobico dove, tuttavia, la narrazione non scorre con un ritmo sostenuto, anzi …
Ad eccezione di un inizio che definire d’impatto sarebbe un eufemismo, il primo blocco di capitoli è, secondo me, davvero un po’ troppo statico: la protagonista va di qua, poi si sposta e va di là, poi inizia a fare qualche attività laggiù, poi stringe amicizia con la gente del posto qui.
Non so, la lettura di questa parte è stata un po’ un’agonia.

MA … E qui serve un MA grande quanto un’impresa edile, ad un certo punto la trama acquista brio, i personaggi si delineano, le relazioni si intensificano e il coinvolgimento del lettore acquista quella vibrante sensazione di attesa che si accende solo nei libri e nelle storie più meritevoli. Arrivata a quel punto della storia, ho alzato gli occhi dal kindle e ho potuto affermare, con certezza, che La piccola casa dei ricordi perduti è davvero un romanzo da leggere.

Perché se, inizialmente, la lentezza era un punto davvero a suo sfavore, con l’evolversi della trama, con la protagonista Emmy che prende sempre più piede e acquista sfumature, con i vari personaggi che si stagliano dallo sfondo e assumono colore e spessore, ho compreso che, in realtà, è il naturale procedere degli eventi che richiede un ritmo misurato.
Se gli episodi fossero stati più rapidi, infatti, la narrazione e lo stile avrebbero di certo perso quel realismo di cui invece è permeato il romanzo e che pone la Pollard tra le scrittrici da tenere d’occhio, assolutamente.

Emmy, come giusto che sia, è la naturale e assoluta protagonista del romanzo: una donna fragile e forte insieme, piena di dubbi ma, allo stesso tempo, determinata quando serve. L’ironia che la contraddistingue, soprattutto nei suoi continui battibecchi e discorsi con Rupert, le dona un’aura davvero unica ma mai artefatta, mai fittizia.

In conclusione, ho davvero apprezzato l’iperbole e l’evolversi della trama che, nonostante il ritmo non incalzante, tiene il lettore attaccato alle pagine del libro fino al finale che … Beh … Fa venir voglia di avere il secondo romanzo già tra le mani perché nonostante sia un romanzo autoconclusivo, capite bene anche voi che, con tutti quei personaggi in ballo, una seconda storia non potrà che essere nuovamente ricca di spunti, ironia, realtà, vita.
Grazie a Newton Compton posso inoltre già dirvi che non dovremo attendere molto: Ritorno alla casa dei ricordi è già tra i Prossimamente … Pronto per uscire il 27 Luglio 2017 (potete già prenotarlo qui).

#GoodLuckNewton! #GoodLuckHelen!

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

Non avrai segreti di Penelope Ward – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi, è con piacere che vi segnalo l’uscita di Non avrai segreti di Penelope Ward, un nuovo romanzo edito dalla casa editrice Tre60.

Qui di seguito potete trovare tutte le infos relative al libro, la cover, la trama e un breve estratto.

Buona lettura!


Non avrai segreti

Titolo: Non avrai segreti (Stepbrother Dearest)

Autore: Penelope Ward

Traduzione: Ilaria Katerinov

Prezzo: € 16,40 (Cartaceo) – € 7,99 (Ebook)
Link d’acquisto: Amazon

Data d’uscita: 29 Giugno 2017

Editore: Tre60

Trama: Sin dal loro primo incontro, l’attrazione tra Elec e Greta è irresistibile. Ma se lei è dolce e gentile, lui si comporta in modo stranamente scontroso e aggressivo. Greta però non riesce a smettere di cercarlo: è sicura che sotto quella corazza di tatuaggi e muscoli lui nasconda un cuore tenero e che, dietro il suo sguardo glaciale, ci sia un desiderio feroce, capace di portarla all’estasi. Quando finalmente Greta riesce a conquistarlo, provando sensazioni a lei sconosciute sino a quel momento, una questione famigliare costringe Elec a tornare in California… Dopo sette anni, Elec e Greta s’incontrano ancora. Lei si è ricostruita una vita, mettendo da parte i sentimenti che l’hanno tenuta a lungo legata a lui. Lui ha una nuova compagna di cui sembra essere sinceramente innamorato. Ma è davvero tutto cambiato? Quando un brivido le percorre la schiena, Greta ha un cattivo presentimento: il suo cuore sta per spezzarsi ancora …

Infos sull’autrice: Penelope Ward è nata e cresciuta a Boston. I suoi romanzi sono una presenza fissa ai primi posti delle classifiche del New York Times, di USA Today e del Wall Street Journal. Quando non scrive, ama dedicare il suo tempo alla lettura, alla famiglia, agli amici e al relax con una buona tazza di caffè. Attualmente vive nel Rhode Island, con il marito e i suoi due figli.


Estratto: 

Aspettavo nervosa alla finestra del salotto, appannata dal freddo. Da un momento all’altro la Volvo station wagon di Randy avrebbe imboccato il vialetto.
Era andato all’aeroporto di Boston Logan a prendere suo figlio Elec, che avrebbe abitato con noi per un anno mentre la madre era via per lavoro.
Randy e mia madre Sarah erano sposati soltanto da un paio d’anni. Andavo abbastanza d’accordo con il mio patrigno, ma non direi che fossimo molto uniti.
Ecco il poco che sapevo del passato di Randy: l’ex moglie, Pilar, era un’artista originaria dell’Ecuador che viveva dalle parti di San Francisco, e secondo Randy era troppo permissiva con il figlio, che era una specie di punk pieno di tatuaggi.
Non conoscevo il mio fratellastro: avevo visto solo una vecchia foto, scattata poco prima che Randy sposasse mia madre. A giudicare dalla foto, aveva ereditato i capelli scuri e la pelle abbronzata dalla madre sudamericana, ma aveva gli occhi chiari e i lineamenti delicati di Randy …

Ispira anche a voi, non è vero?

Beh … Non vi resta che tuffarvi in questa nuova lettura, disponibile da OGGI in tutte le librerie e in formato digitale!

Rachel

© Rachel Sandman

Cover Reveal – Sempre e solo lei di Claire Kingsley

Buongiorno!
Oggi il blog partecipa al Cover Reveal di una nuova uscita targata Quixote Edizioni. Si tratta di Sempre e solo lei, un nuovo romance firmato da Claire Kingsley.

In questo post trovate tutte le infos, la trama e, ovviamente, l’anteprima della copertina (una cover curata da Angelice Graphics)!
Buona lettura!


Titolo: Sempre e solo lei
Autore: Claire Kingsley
Serie: Always
Edizioni: Quixote Edizioni

Data d’uscita: 18 Luglio 2017

Visualizzazione di italian ebook cover - sempre e solo lei.jpg

Trama: Il migliore amico di Kylie, Braxton, è l’uomo più bello che abbia mai conosciuto, con un corpo tonico e un sorriso che fa cadere le mutandine di ogni donna che incontra. Tranne Kylie. Circa. Kylie non vede l’ora di smettere di uscire con le persone sbagliate e di trovare quella giusta. Sebbene Braxton le tolga il respiro, sa che con lui sarebbero solo problemi. È solo un altro playboy, e lei è stanca di giocare. Ma Braxton non è l’uomo che pensa che sia. La ragione per cui si comporta così male con le donne è semplice: nessuna di quelle con cui sta è realmente quella che vuole. Nessuna di loro è Kylie. Braxton vorrebbe amare Kylie in ogni modo possibile, ma c’è sempre un ostacolo. Quindi rimane suo amico, guardandola frequentare uomini troppo stupidi per apprezzare quanto lei sia speciale, sempre preoccupato che il prossimo non lo sarà. Il prossimo sarà l’uomo che gliela porterà via per sempre. Amare Kylie vorrebbe dire rischiare di rovinare per sempre loro amicizia, ma perderla potrebbe essere più di quanto Braxton sia in grado di sopportare.

Infos sull’autore: Claire Kingsley ama scrivere di intriganti uomini sexy. È innamorata dell’amore e adora raccontare storie di persone che hanno sofferto, che sono state spezzate dalla vita e che hanno trovato la loro guarigione grazie all’amore. Non può concepire la sua vita senza caffè, senza Kindle ma, soprattutto, senza tutti gli eroi sexy che popolano la sua fantasia. Vive felice nel Nordovest del Pacifico con il marito e tre figli.

#GoodLuckQuixote! #GoodLuckClaire!

Rachel

© Rachel Sandman

 

 

Review Party – Introspettiva di Serena Bilanceri

19059909_10208438073583435_4868346582110093896_nBuongiorno!
Oggi, il blog partecipa ad un’iniziativa UNICA nel suo genere … Si tratta, come potete vedere dal calendario qui sotto, di un Review Party che, oltre a coinvolgere molti, moltissimi blog, vi terrà compagnia per quasi un mese: tutto ruota attorno a Introspettiva, una raccolta di poesie self scritte da Serena Bilanceri. Se vi siete persi gli appuntamenti precedenti, recuperateli. In caso contrario, invece, se siete quindi dei fedelissimi dell’evento, ecco che arriva il mio turno di parlarvi di questo piccolo libricino molto minimal nello stile e nella grafica ma profondo e intenso a livello di contenuti.

Qui di seguito trovate il calendario, le infos sul volume, la mia opinione su Introspettiva e … Una chicca finale!
Buona lettura!

review

Recensione: Le recensioni sono sempre opinioni personali: sono il frutto prodotto dalle sensazioni nate, germogliate e poi sbocciate durante la lettura di un’opera di carta, che sia questa un fumetto, un romanzo, una novella.
Quando poi l’oggetto che deve essere analizzato è una raccolta di poesie, la componente soggettiva e la sfera personale entrano inevitabilmente in gioco e divampano, lasciando il raziocinio a riposare sullo sfondo.

Questo è un po’ ciò che mi è successo durante la lettura di Introspettiva. Per me è stato davvero inevitabile immergermi nel mondo descritto dalla Bilanceri e farmi scivolare sulla pelle i versi scritti, nero su bianco, per poi assorbirli, farli rimbombare e risentirli nel mio personale vissuto.

Componimenti come Ieri Lontani ho davvero avuto l’impressione parlassero di me e del mio percorso. Secondo me, questa è la grandezza della piccola raccolta che ho avuto il piacere di leggere: un gioiello di eleganza magistralmente descritto e confezionato, con poesie più o meno ermetiche dal sapore contemporaneo ma che strizzano l’occhio a topoi letterari quali la figura del naufragio, il senso di malinconia e la solitudine, soggetti ricorrenti in liriche più note quali, ad esempio, Allegria di naufragi e San Martino del Carso di Giuseppe Ungaretti.

L’originalità di Serena Bilanceri è inoltre quella di raccontare tutto con un trasporto mai eccessivo e deleterio. Mi spiego meglio: la penna di questa artista (perché di artista si tratta, basta sfogliare Introspettiva per incontrare quadri astratti dai tratti intensi che si amalgamano ai versi proposti) è, innanzitutto, elegante (un po’ come Simona Friio per quanto riguarda la prosa). La classe e lo stile che permeano queste poesie saltano fuori e accompagnano il lettore come un fil rouge che non si spezza, non crea scossoni ma unisce tutto.
Sublime.


BASE LIBRO COPERTINA - TRASPARENTE - Copia - Copia - Copia

Titolo: Introspettiva
Autore: Serena Bilanceri
Casa editrice: Self – published
Genere: Raccolta di poesie
Pagine: 63
Formato: Copertina flessibile
Prezzo: € 6,99
Data d’uscita: 28 giugno 2017
Link d’acquisto: Amazon

Trama: Introspettiva è la fotografia che l’autrice scatta a se stessa guardandosi allo specchio. Scatto dopo scatto si svela, spogliando l’anima da pesanti zavorre del suo vissuto e aprendosi al cambiamento e alle nuove sfumature dell’essere. Così, nello specchio, chiunque, osservandosi bene, potrà arrivare a vedersi. Introspettiva è quindi un’esortazione a leggere meglio dentro di sé e ad ascoltarsi di più per conoscersi, scoprirsi e accettarsi. Grazie all’accettazione, infatti, si può arrivare a quella consapevolezza che, nel tempo, ci porterà le giuste risposte.


Aspettate … Forse ho dimenticato qualcosa …
Sì! Decisamente!

Allora, a questo Review Party è associato un GIVEAWAY!

Per aggiudicarvi una copia di Introspettiva non dovete far altro che rispettare le seguenti regole:

– essere lettore fisso del blog;
– commentare tutte le recensioni del review;
piacciare la pagina dell’autrice;
– seguirla su twitter;
– condividere la tappa.

Ricordatevi inoltre di completare il form cliccando sul link -> https://www.rafflecopter.com/rafl/display/39ca52f511/!

Mi raccomando! Partecipate e condividete!

#GoodLuck!

Rachel

© Rachel Sandman

Release Party – La Callas di Amalia Mora

L'immagine può contenere: sMS

“Vivere è lottare senza scampo.
È così per tutti. Cambiano solo
le nostre armi e quelle usate a
nostro danno”.

Buongiorno!

Oggi, insieme ad altri blog, ho il piacere di raccontarvi e presentarvi La Callas, di Amalia Mora, edito dalla casa editrice Hop!.
In questo post troverete, oltre alle informazioni relative a questa uscita odierna, anche alcune curiosità, immagini e piccoli estratti.
Pronti?
Iniziamo …

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Titolo: La Callas
Autore: Amalia Mora
Prezzo: € 18,00 (Cartaceo)
Data d’uscita: 28 Giugno 2017
Link d’acquisto: Amazon
Editore: Hop!
Eta di lettura: +12

Il trionfo a Milano
L’interpretazione d’esordio della Callas a Milano è
definita da tutti i giornali “storica”. È solo la prima
di 181 esibizioni in 23 ruoli diversi che reciterà nel
teatro meneghino nei successivi anni.

Trama: Maria Callas è stata la più grande cantante lirica di tutti i tempi. Non cantava, interpretava, anzi creava, infondendo la vita nella musica e portando ogni spettatore a confrontarsi con le proprie emozioni. Ha coltivato, grazie al talento e a un lavoro indefesso, tutti i registri vocali da soprano, mezzo-soprano a contralto e ha potuto così esprimere la sua grandezza in tanti ruoli diversi. Grazie alla collaborazione con registi come Luchino Visconti e Franco Zeffirelli, ha rivoluzionato il modo di recitare nel melodramma. La sua splendida carriera è stata però punteggiata da momenti drammatici, spettacoli lasciati a metà, ritiri e ritorni. La sua vita privata è stata ugualmente favolosa e tragica, degna del vissuto delle eroine da lei impersonate.

L'immagine può contenere: 1 persona

Amalia Mora interpreta Maria Callas con immagini intense e vertiginose, realizzate con una tecnica mista che unisce sfondi digitali a figure umane realizzate con pennello brush e finiture a china. Gioca mescolando scorci prospettici e ritratti potenti che ammantano la Divina dell’alone romantico che ne accompagna la storia.

L'immagine può contenere: scarpe

Incantesimo
“Onassis ha rovinato la sua vita”, dichiara l’amica
Biki. “Per me la vita è iniziata a 40 anni o quasi”,
afferma invece Maria. Come vittima di un
incantesimo, stregata dal fascinoso nababbo,
rinnega la sua vocazione, il canto.

Infos sull’autrice: Amalia Mora. Illustratrice e grafica pubblicitaria, si è formata all’Accademia di Belle Arti di Bologna. La sua attività è stata inizialmente influenzata dal lavoro di Gabriella Giandelli, di cui è stata allieva. Atmosfere oniriche e silenti e inquadrature spiazzanti accompagnano spesso le sue immagini. Ha pubblicato con Hop! il racconto Giorno da ciechi all’interno del volume collettivo La fine dell’amore. Graphic short stories di Ilaria Bernardini + 13, finalista al Gran Guinigi 2015. Per la serie “I grandissimi” di EL ha illustrato Anne Frank di Elisa Puricelli Guerra e Malala Yousafzai di Igor De Amicis e Paola Luciani. Per Einaudi Ragazzi ha realizzato le illustrazioni di Ulisse racconta di Mino Milani, finalista al Premio Strega Ragazzi.
Per ELI Readers ha disegnato Fortunata y Jacinta. Ha collaborato con alcune riviste come “Il Mucchio”, “D di Repubblica”, “Rockit”, “Revista Periplo”.
Per le sue esposizioni personali si avvale della collaborazione di musicisti, lavorando a installazioni-video di cui cura regia e animazione.
Nel picture book dedicato a Maria Callas ha utilizzato una tecnica mista, a matita con accensioni di colore – per sfondi e dettagli – sovrapposte in digitale.

L'immagine può contenere: 1 persona

#GoodLuckAmalia! #GoodLuckHop!

Rachel

© Rachel Sandman

Release Party – I Demoni di Urbino di Pasquale Rimoli

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS

Buongiorno!

Oggi il blog, insieme ad altri angoli digitali che trovati elencati qui sopra, ospita la segnalazione di un romanzo edito dalla casa editrice La Ruota: si tratta de I demoni di Urbino – La figlia del Maresciallo di Pasquale Rimoli.

Qui di seguito trovate tutte le infos … #GoodLuckPasquale! #GoodLuckLaRuota!


19274940_1649032448464583_6898007659581807693_n

Titolo: I demoni di Urbino
Sottotitolo: La figlia del Maresciallo

Autore: Pasquale Rimoli

Prezzo: € 12,00 (Cartaceo)

Editore: La Ruota

Collana: Ombre

Genere: Noir

Data d’uscita: 26 Giugno 2017

Trama: Un avvincente noir che racconta, attraverso l’indagine del capitano Sesti, gli aspetti “oscuri” di una città di provincia e di Giulia, la figlia del maresciallo, una ragazza tutt’altro che “semplice”. Personaggi, vicende personali e corali trasportano il lettore nelle stradine ripide di Urbino, facendone gustare tutto il fascino di cui sono imbevute, in un mix fatto di arte, cultura, mistero e magia. Intrighi e devianze giovanili, amori puri e riti orgiastici, vite spezzate da un errore, oppure dalla tragica fatalità. Tutto prende il via da un efferato omicidio, nella buia notte di Halloween, che devierà il corso della vita degli abitanti del borgo. 

Estratto:
Facendosi coraggio si alzò, determinato a rimettere ordine nella sua abitazione. Dopo aver pulito la cucina e liberato il salotto da bicchieri, bottiglie di birra e cartoni per la pizza sparsi qua e là, si preoccupò del bagno.
Così, impegnato in quelle pulizie, si chiese come avesse potuto trascurare la sua casa, soprattutto il bagno: mentre scrostava il lavandino con una spugna, immaginò quasi di vedere il rubinetto sollevarsi in verticale e ondulare a destra e sinistra al suono dell’Inno alla gioia. Non poté evitare di sorridere, di fronte a quella buffa scena partorita dalla sua immaginazione.
Sistemata anche la sua camera (troppi erano gli indumenti lasciati in maniera disordinata sulle sedie, sul letto e sul pavimento), fu il momento di rimettere in sesto se stesso. Lavato e profumato, sbarbato, si contemplò soddisfatto il volto, che godeva ora di nuova luce: gli occhi azzurri risaltavano maggiormente, con la loro chiarezza.
Era un uomo nuovo e si apriva una nuova pagina per la sua esistenza.
«Bentornato, Matteo. Bentornato!» disse al suo doppio.
Con la sola biancheria intima addosso, si diresse verso la sua stanza. Quella volta, però, si fermò al comodino, per rivolgere più di uno sguardo alla donna della foto.
«Ci sono, Sara! Sono tornato!»
Di fronte al sorriso della donna sorrise teneramente anche lui. Per evitare di sporcare con le lacrime il volto, che aveva appena pulito e curato, ripose la cornice al suo posto e continuò la sua marcia verso la nuova fase.
Entrò in camera.
Dopo un paio di minuti, si ritrovò a fissarsi allo specchio di un grande armadio a parete mentre, emozionato, si abbottonava la giacca: provava eccitazione nell’inserire ognuno di quei quattro bottoni in metallo argentato nelle rispettive asole e nello strofinare il pollice sulle decorazioni dei bottoni.
Era rimasta una sola cosa: il berretto.
Andò a recuperarlo in salotto, ma lo adagiò sui suoi capelli castani, solo, di fronte al grande specchio della sua camera. A operazione terminata, inspirò profondamente: non indossava la divisa da settimane. Era orgoglioso di se stesso. Ammirò i nastrini colorati sulla parte sinistra del petto e le tre stelle argentate sulle controspalline; passò l’indice destro lungo gli alamari fregiati sul bavero della giubba; si focalizzò sul berretto esaminando i tre galloncini argentati e bordati di nero lungo il soggolo anch’esso argentato; infine, fissò lo sguardo sulla fiamma dorata a tredici punte.
Era pronto. Il capitano Matteo Sesti stava per tornare!

Infos sull’autore: PASQUALE RIMOLI, nato a Policoro, è un filologo classico, attualmente impegnato nell’insegnamento di Lingua e civiltà italiana agli immigrati nella città di Matera. Da sempre amante della lettura e della scrittura (scrive, infatti, dall’età di sedici anni), con questo suo primo romanzo corona il sogno di pubblicare un giallo. È attivo nel sociale e nel volontariato, a contatto in particolar modo con il mondo degli adolescenti. È ideatore del blog Se le poesie potessero parlare, collaboratore del blog Storia Romana e Bizantina e redattore del giornale diocesano Logos.

Estratto: La Mercedes del capitano Sesti si fermò nei pressi della stazione Garibaldi, nella parte alta della città, quella custodita dalle mura. Mancavano tre quarti d’ora all’inizio del suo turno e decise di passeggiare lungo le caratteristiche stradine interne in pietra. Procedeva lentamente, come se stesse facendo quel tragitto per la prima volta, varcando i portali e, come un turista, fermandosi ad ammirarli. Erano strade che conosceva ormai a memoria, ma non lo avrebbero mai stancato: per lui ogni elemento caratteristico che riconducesse al passato era l’occasione per fare un tuffo in un’epoca antica. Immaginava i cavalieri, i cortei di nobili e dame, i giocolieri, ma anche la gente semplice, vestita con abiti caratteristici.
Quella mattina era accaduto, appena alzatosi dal letto, quando aveva rivisto l’immagine di Sara da lungo tempo, eccessivamente ma non senza ragione, partorita dalla sua mente in tutte le salse.
La vita, intanto, riprendeva a Urbino.
Le strade erano inondate di odori: il pane appena sfornato, i cornetti, il caffè… quegli odori riportavano Matteo al presente, e lui li attraversava con la consapevolezza che, in fin dei conti, niente era cambiato in sei mesi.
In quel periodo gli era capitato, sporadicamente, di camminare lungo quelle stradine e di percepire gli stessi odori senza, però, saggiarne appieno l’essenza. E non poteva essere altrimenti.
Non solo odori ma anche suoni. La gente s’incontrava, si salutava e si augurava una buona giornata. C’era chi aveva già da raccontare qualcosa avvenuto la sera precedente, chi era già al telefono alle prese con qualche problema, chi andava in bicicletta e faceva risuonare il campanello per non urtare qualche passante.
Urbino, a differenza di Matteo, non aveva dormito.

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

Romance Author & Reader Events … 2018

L'immagine può contenere: sMS

Buonasera a tutti!
Allora, come penso ormai avrete letto qua e là sul web … Siamo tutti in fermento per il Rare ROMA 2018.
Ma … Di cosa si tratta? Quando si terrà? Dove?
Ecco che, per chiarire un po’ sia le mie che le vostre idee, ho pensato, come altri blog, di realizzare questo post in cui inserire tutti i detagli di cui sono a conoscenza …
Innanzitutto, il Rare è il Romance Author & Reader Events, grazie al quale noi (blogger e lettori) abbiamo l’opportunità di incontrare alcune (molte) delle nostre autrici romance preferite e di scontrarci con alcuni bei ragazzi che hanno prestato il loro volto (o corpo, in alcuni casi decisamente CORPO) per le copertine dei nostri amatissimi romanzi rosa.
Sono già stati annunciati alcuni nomi di autrici che parteciperanno al RARE18, evento attesissimo che viene organizzato ogni anno in una città diversa e che coinvolge autrici di tutto il mondo.
Quest’anno è arrivato il momento dell’Italia e la città scelta, come avrete ormai capito, è stata Roma!
L’evento si terrà Sabato 23 Giugno 2018 allo Sheraton Roma Hotel & Conference Center.

 

Infos sui biglietti:

  • I biglietti saranno in vendita in due date diverse, una il 1 Luglio alle 14 e poi il 5 Agosto 2017 sempre alle 14.
  • Il prezzo dei biglietti sarà: 35 per l’ingresso normale (General Admission) e 60per l’ingresso anticipato (Early Entry) di circa un’ora.
  • Chi comprerà il biglietto Early Entry avrà la possibilità di entrare all’evento con 1h/2h di anticipo, il che permette di evitare code e vedere prima le autrici.
  • Potrete acquistare i biglietti sul sito Eventbrite.com utilizzando la vostra PayPal [Si consiglia di  creare un account in anticipo sia su Eventbrite che su PayPal, perché il pagamento può avvenire solo tramite PayPal].
Vi lascio, qui di seguito, la LISTA DELLE AUTRICI annunciate fino ad ora, che parteciperanno all’evento, e a cui prenderanno parte, come vi ho anticipato, anche i modelli di alcuni libri, i MEN OF RARE (Jase Dean, Lynda Throsby, Stuart Reardon, Franggy):
A.D. Justice
AM Hargrove
A. Zavarelli
Abbi Glines
Adriane Leigh
Aria Cole
Alessandra Torre
Alexa Riley
Anne Eliot
Aurora Rose Reynolds
Ava Lohan
B.B. Easton
B.B. Reid
Beth Ehemann
Brittainy C Cherry
Catherine Bybee
Chelle Bliss
Cecile Bertod
Chiara Cilli
Corinne Michaels
Daisy Prescott
Emma Hart
Erin Watt (Elle Kennedy & Jen Frederick)
Felicia Lynn
Harper Sloan
JM Darhower
Jade West
Jane Harvey-Berrick
Jeannette Winters
Jennifer Blackwood
Jennifer Probst
Jenny Anastan
Jillian Dodd
Jo Raven
Julia Sykes
K.A. Linde
Kandi Steiner
Karina Halle
Kate McCarthy
Katie Ashley
Kendra Elliot
Kimberly Knight
Kristen Callihan
Laurelin Paige
LA Casey
L.J. Shen
LP Lovell
Lauren Layne
Lauren Rowe
Leisa Rayven
Lesley Jones
Lexi Ryan
LH Cosway
Liliana Hart
Lorelei James
M. Never
M. Robinson
Marina Adair
Melinda Leigh
Melody Anne
Marion Seals
Monica James
Natasha Madison
Penny Reid
Portia Moore
R.J. Prescott
Ruth Cardello
SM Lumetta
Samantha Towle
Staci Hart
Stacey Marie Brown
Stevie J. Cole
Suzanne Wright
T. Gephart
Terri E Laine
Tessa Bailey
Tillie Cole
Restate sintonizzati sul blog per ulteriori infos e aggiornamenti!
Chi ci sarà?
#StayTuned
Rachel
© Rachel Sandman

Prossime Uscite – Segnalazione

Buongiorno e buona Domenica!

Oggi, cambiamo un po’ i nostri schemi abituali: vi lascio infatti con una carrellata di cover sulle prossime uscite librose, senza dirvi nient’altro (avete capito bene: nessuna trama, nessuna infos autore … NIENTE) …

Quale titolo attira di più la vostra attenzione? Quale cover trovate più originale?
Commentate il post con la vostra scelta (o le vostre scelte) … I più gettonati avranno un post tutto per loro con le infos, la trama e, magari, qualche curiosità!

Martedì 27 Giugno:

   

Mercoledì 28 Giugno:

Giovedì 29 Giugno:
       
Fatevi sentire!
Proviamo a rendere un po’ più interattivo questo spazio digitale, rendiamolo più personale, rendiamolo più concretamente coerente con i vostri e i miei interessi!
Conto sulla vostra partecipazione!
N.B. Prossimamente sul blog troverete un BlogTour e un Review Party inerente a due dei titoli qui sopra … Curiosi? Volete provare a indovinare?
xoxo
Rachel
© Rachel Sandman

Il mio nemico mortale di Willa Cather – Recensione in Anteprima

‘Buonasera!
Pensavate che per oggi fosse finita? E invece no! Ecco un’ultima esclusiva per voi …

In questo post vi parlo, in anteprima, di un romanzo che, a partire da oggi, potete trovare in tutte le librerie e store online, edito da Fazi: si tratta di Il mio nemico mortale, di Willa Cather.


Fazi

Titolo: Il mio nemico mortale
Autore: Willa Cather
Prezzo: € 9,00 (Cartaceo) – € 4,99 (Ebook)
Link d’acquisto:
Data d’uscita: 22 Giugno 2017
Editore: Fazi
Collana: Le Strade

Trama: Una notte, la giovane Myra Driscoll scappa di casa portando con sé solamente un manicotto e un portamonete. A passo svelto e testa alta, se ne va per sempre. Raggiunge Oswald Henshawe, giovane spiantato di cui è innamorata, e lo sposa in gran segreto, rinunciando così alla cospicua eredità che le spetterebbe. Un gesto audacemente romantico, che in famiglia diventa una leggenda. Quando, molti anni dopo, una giovane amica le chiede se lei e Oswald sono stati felici, la risposta è glaciale: «Felici? Oh, sì! Come la maggior parte della gente». E allora a che cosa è servito quel sacrificio? Che senso ha avuto barattare grandi fortune per una vita banalmente normale? Quelle che emergono, in questo romanzo breve ma stratificato, sono le mille sfumature di una figura ambigua e tormentata, una donna tanto risoluta nelle sue clamorose rinunce, quanto incapace di godere di una felicità che di clamoroso non ha nulla. Uno spirito libero che si trova a combattere contro i limiti della quotidianità e la crescente, esasperante consapevolezza di essere una donna totalmente diversa da quella che pensava di essere in giovane età.


Parliamo del romanzo …

Dunque, per Il mio nemico mortale di Willa Cather ho scelto, volutamente, di non usare il termine ‘recensione’ perché, quando si parla di prosa e romanzi di stampo classico, non mi sento mai a mio agio nell’esprimere opinioni, diciamo pure, frivole, in quanto gli autori o autrici sono pietre miliari della letteratura e mi incutono, chi più chi meno, una sorta di soggezione. E lo so, non è corretto: inoltre, a ben pensarci, sono più gli autori contemporanei che, in casi fortuiti, potrebbero davvero leggere ciò che scrivo e non loro, autori di secoli fa, ovviamente defunti e ormai cenere da … Secoli?

Però, insomma … Io la vivo male e, da buona letterata quale sono, oggi voglio provare a fare un discorso lievemente più analitico e meno della serie ‘mi sei arrivato’ (chi seguiva X Factor ai tempi della Ventura su Rai2 mi avrà certamente compreso).

Quindi … Il romanzo di Willa Cather, devo dire breve (si tratta di un centinaio di pagine) e senza dubbio scorrevole, ha per protagonista Myra Driscoll, una donna che rinuncia all’eredità che le spetterebbe di diritto per una fuga d’amore, con conseguente matrimonio, con tale Oswald Henshawe, un giovane liberale.

La narrazione è affidata alla voce esclusiva di Nelly, personaggio che il lettore incontra adolescente e poi ritrova donna, nella seconda parte, ambientata a dieci anni di distanza.

Nelly e Myra, le due figure femminili, la voce e l’immagine della storia insomma, non potrebbero essere più diverse: la prima è priva di tratti affascinanti, quasi anonima nel suo tentativo di omologarsi e nascondersi negli ambienti; Myra, al contrario, è egocentrica, piena di spirito, materialista, decisamente eccentrica.

Il romanzo, come già accennato in precedenza, si snoda in due parti. La prima, in cui Nelly è appena adolescente, si apre e si svolge nella società newyorchese, nell’appartamento di Myra, in un tripudio di sfarzo e superfluo. New York è il palcoscenico scintillante in cui Nelly si perde ma dove ritrova e ricerca sempre la figura di Myra, magnetica e, a tratti, scostante prima attrice di uno spettacolo dagli ingranaggi già scricchiolanti che, molto spesso, traballa sotto il peso di accuse più o meno velate, di gelosia e di tradimenti.

In questa prima parte lo sfondo è la società dell’epoca, in cui la Cather è in grado di descrivere, di delineare e di far rivivere i profumi, i suoni, le caratteristiche del periodo in modo sintetico e asciutto.
L’atmosfera della società nascente, in parallelo con la dimensione più familiare e domestica, con un accento particolare nella figura di Nelly, mi ha ricordato, in alcuni episodi in particolare, tratti e meccanismi del mio adorato Gli Indifferenti di Alberto Moravia, in cui la ragazza che sta crescendo ha a che fare con personalità più forti di lei, che la opprimono e la soffocano ma di cui lei non sembra risentire. 

La seconda parte, invece, è ambientata in un paesino anonimo della costa californiana in cui la ricchezza di un tempo è ormai un lontano ricordo: gli oggetti, le stoffe, le luci sono, in quei dieci anni, spariti, soppiantati da una camera in una casa albergo modesta e chiassosa. È questo il periodo in cui Myra cerca la solitudine, il silenzio, in cui ha come solo desiderio il guardare l’oceano, la sola fonte di sollievo che le sia rimasta, il solo mezzo che le dona un senso di infinito. 

La voce dell’autrice, potente e chiara, pervade l’intero romanzo e crea una prosa ipnotica che, capitolo dopo capitolo, non permette al lettore di prendersi delle pause ma, anzi, lo esorta e lo coinvolge in una fiumana di spunti e ritratti che vengono presentati ma mai scagliati sulla pagina.

Il quesito fondamentale, arrivati a questo punto, resta uno solo: il mortale nemico del titolo chi è? Beh, ogni lettore può farsi la propria idea. C’è chi afferma sia il tempo che, semplicemente, scorre troppo veloce e non permette alla protagonista del romanzo di stare al passo. C’è chi, invece, ha pensato potesse essere la malattia; altri che invece vedono nella gelosia morbosa il sentimento che più turba e che è nemico del viver sano e lieto.
Io, personalmente, come altri sia chiaro, penso che sia il marito, che sfuggiva, sempre, al controllo di Myra, per il quale lei ha rinunciato a tutto e che le ricorda, giorno dopo giorno, i limiti. Il marito è, in un certo senso, lo specchio che riflette a Myra la sua stessa immagine, quella reale, che e per la quale soffre.
Un’altra nemica di Myra potrebbe, tuttavia, essere lei stessa, perennemente vittima di un desiderio incessante: di cosa? Forse nemmeno lei lo sa, ma di sicuro è consapevole di questa morsa che la afferra e non la lascia andare, sino alla fine.

In conclusione, vi esorto, se ancora non lo conoscete, a recuperare questo piccolo gioiellino di letteratura americana: un classico senza tempo dai toni che ricordano Moravia ma, a tratti, anche l’America brulicante di eccessi ed eleganza descritta ne Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald: tre romanzi in cui c’è la borghesia che prende piede, a passo di danza ma con discrezione apparente; in cui gli anni Venti la fanno da padroni e nell’immaginario collettivo portano con sé gli elementi luccicanti del charleston e della musica jazz; in cui figure di donna attraggono lo sguardo (Myra qui, Daisy e Carla, rispettivamente, in Fitzgerald e Moravia) ma, allo stesso tempo, lo rifuggono, vittime e carnefici a loro insaputa (o forse no?).

Buona lettura dunque! Buon viaggio nel passato!

Rachel

© Rachel Sandman

La ragazza tedesca di Armando Lucas Correa – Segnalazione

Eccomi di nuovo qui.
Oggi, oltre alla tappa del BT relativa al nuovo romanzo i Sabrynex, edito da Rizzoli, che trovate qui, vi segnalo un romanzo edito dalla casa editrice NORD.

Si tratta di La ragazza tedesca, di Amando Lucas Correa. Trovate tutte le infos qui di seguito.


la ragazza tedesca Titolo: La ragazza tedesca
Autore: Armando Lucas Correa
Traduttore: G. Maugeri

Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Prezzo: € 16,90 (Cartaceo) – € 9,99 (Ebook)

Casa Editrice: NORD

Trama: Maggio 1939. Sono 937 gli ebrei a bordo del transatlantico St. Louis, 937 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo due ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi: quando la St. Louis arriva in porto, Hannah è tra i pochissimi fortunati a ottenere il permesso di sbarcare. Tutti gli altri passeggeri sono costretti a tornare indietro, in Germania. Compreso Leo …

New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: la lettera di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un’occasione da cogliere al volo: Hannah è l’unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d’incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare sino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.

Prendendo spunto da una delle pagine più oscure e dimenticate dell’Olocausto, Armando Lucas Correa ci conduce dalle strade cupe della Berlino di Hitler ai balli sontuosi a bordo della St. Louis, dal sole di Cuba prima della rivoluzione alla New York dei nostri giorni, seguendo le storie di due donne accomunate dal coraggio e dal desiderio di trovare il proprio posto del mondo. Due donne lontane nel tempo, eppure legate dal filo invisibile del destino.

Infos sull’autore: Armando Lucas Correa è il caporedattore di People en Español, la rivista di lingua spagnola più venduta in America. Nel corso della sua lunga carriera di giornalista, ha ricevuto numerosi premi sia dalla National Association of Hispanic Publications sia dalla Society of Professional Journalism. Attualmente vive a Manhattan con la famiglia.


Che dire … Sembra davvero una lettura IMPERDIBILE! Se ancora non foste convinti, vi lascio qui il link relativo ad alcuni contenuti extra proprio sulla tragedia del St. Louis che, personalmente, conoscevo ma solo supeficialmente!

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman