Il mio nemico mortale di Willa Cather – Recensione in Anteprima

‘Buonasera!
Pensavate che per oggi fosse finita? E invece no! Ecco un’ultima esclusiva per voi …

In questo post vi parlo, in anteprima, di un romanzo che, a partire da oggi, potete trovare in tutte le librerie e store online, edito da Fazi: si tratta di Il mio nemico mortale, di Willa Cather.


Fazi

Titolo: Il mio nemico mortale
Autore: Willa Cather
Prezzo: € 9,00 (Cartaceo) – € 4,99 (Ebook)
Link d’acquisto:
Data d’uscita: 22 Giugno 2017
Editore: Fazi
Collana: Le Strade

Trama: Una notte, la giovane Myra Driscoll scappa di casa portando con sé solamente un manicotto e un portamonete. A passo svelto e testa alta, se ne va per sempre. Raggiunge Oswald Henshawe, giovane spiantato di cui è innamorata, e lo sposa in gran segreto, rinunciando così alla cospicua eredità che le spetterebbe. Un gesto audacemente romantico, che in famiglia diventa una leggenda. Quando, molti anni dopo, una giovane amica le chiede se lei e Oswald sono stati felici, la risposta è glaciale: «Felici? Oh, sì! Come la maggior parte della gente». E allora a che cosa è servito quel sacrificio? Che senso ha avuto barattare grandi fortune per una vita banalmente normale? Quelle che emergono, in questo romanzo breve ma stratificato, sono le mille sfumature di una figura ambigua e tormentata, una donna tanto risoluta nelle sue clamorose rinunce, quanto incapace di godere di una felicità che di clamoroso non ha nulla. Uno spirito libero che si trova a combattere contro i limiti della quotidianità e la crescente, esasperante consapevolezza di essere una donna totalmente diversa da quella che pensava di essere in giovane età.


Parliamo del romanzo …

Dunque, per Il mio nemico mortale di Willa Cather ho scelto, volutamente, di non usare il termine ‘recensione’ perché, quando si parla di prosa e romanzi di stampo classico, non mi sento mai a mio agio nell’esprimere opinioni, diciamo pure, frivole, in quanto gli autori o autrici sono pietre miliari della letteratura e mi incutono, chi più chi meno, una sorta di soggezione. E lo so, non è corretto: inoltre, a ben pensarci, sono più gli autori contemporanei che, in casi fortuiti, potrebbero davvero leggere ciò che scrivo e non loro, autori di secoli fa, ovviamente defunti e ormai cenere da … Secoli?

Però, insomma … Io la vivo male e, da buona letterata quale sono, oggi voglio provare a fare un discorso lievemente più analitico e meno della serie ‘mi sei arrivato’ (chi seguiva X Factor ai tempi della Ventura su Rai2 mi avrà certamente compreso).

Quindi … Il romanzo di Willa Cather, devo dire breve (si tratta di un centinaio di pagine) e senza dubbio scorrevole, ha per protagonista Myra Driscoll, una donna che rinuncia all’eredità che le spetterebbe di diritto per una fuga d’amore, con conseguente matrimonio, con tale Oswald Henshawe, un giovane liberale.

La narrazione è affidata alla voce esclusiva di Nelly, personaggio che il lettore incontra adolescente e poi ritrova donna, nella seconda parte, ambientata a dieci anni di distanza.

Nelly e Myra, le due figure femminili, la voce e l’immagine della storia insomma, non potrebbero essere più diverse: la prima è priva di tratti affascinanti, quasi anonima nel suo tentativo di omologarsi e nascondersi negli ambienti; Myra, al contrario, è egocentrica, piena di spirito, materialista, decisamente eccentrica.

Il romanzo, come già accennato in precedenza, si snoda in due parti. La prima, in cui Nelly è appena adolescente, si apre e si svolge nella società newyorchese, nell’appartamento di Myra, in un tripudio di sfarzo e superfluo. New York è il palcoscenico scintillante in cui Nelly si perde ma dove ritrova e ricerca sempre la figura di Myra, magnetica e, a tratti, scostante prima attrice di uno spettacolo dagli ingranaggi già scricchiolanti che, molto spesso, traballa sotto il peso di accuse più o meno velate, di gelosia e di tradimenti.

In questa prima parte lo sfondo è la società dell’epoca, in cui la Cather è in grado di descrivere, di delineare e di far rivivere i profumi, i suoni, le caratteristiche del periodo in modo sintetico e asciutto.
L’atmosfera della società nascente, in parallelo con la dimensione più familiare e domestica, con un accento particolare nella figura di Nelly, mi ha ricordato, in alcuni episodi in particolare, tratti e meccanismi del mio adorato Gli Indifferenti di Alberto Moravia, in cui la ragazza che sta crescendo ha a che fare con personalità più forti di lei, che la opprimono e la soffocano ma di cui lei non sembra risentire. 

La seconda parte, invece, è ambientata in un paesino anonimo della costa californiana in cui la ricchezza di un tempo è ormai un lontano ricordo: gli oggetti, le stoffe, le luci sono, in quei dieci anni, spariti, soppiantati da una camera in una casa albergo modesta e chiassosa. È questo il periodo in cui Myra cerca la solitudine, il silenzio, in cui ha come solo desiderio il guardare l’oceano, la sola fonte di sollievo che le sia rimasta, il solo mezzo che le dona un senso di infinito. 

La voce dell’autrice, potente e chiara, pervade l’intero romanzo e crea una prosa ipnotica che, capitolo dopo capitolo, non permette al lettore di prendersi delle pause ma, anzi, lo esorta e lo coinvolge in una fiumana di spunti e ritratti che vengono presentati ma mai scagliati sulla pagina.

Il quesito fondamentale, arrivati a questo punto, resta uno solo: il mortale nemico del titolo chi è? Beh, ogni lettore può farsi la propria idea. C’è chi afferma sia il tempo che, semplicemente, scorre troppo veloce e non permette alla protagonista del romanzo di stare al passo. C’è chi, invece, ha pensato potesse essere la malattia; altri che invece vedono nella gelosia morbosa il sentimento che più turba e che è nemico del viver sano e lieto.
Io, personalmente, come altri sia chiaro, penso che sia il marito, che sfuggiva, sempre, al controllo di Myra, per il quale lei ha rinunciato a tutto e che le ricorda, giorno dopo giorno, i limiti. Il marito è, in un certo senso, lo specchio che riflette a Myra la sua stessa immagine, quella reale, che e per la quale soffre.
Un’altra nemica di Myra potrebbe, tuttavia, essere lei stessa, perennemente vittima di un desiderio incessante: di cosa? Forse nemmeno lei lo sa, ma di sicuro è consapevole di questa morsa che la afferra e non la lascia andare, sino alla fine.

In conclusione, vi esorto, se ancora non lo conoscete, a recuperare questo piccolo gioiellino di letteratura americana: un classico senza tempo dai toni che ricordano Moravia ma, a tratti, anche l’America brulicante di eccessi ed eleganza descritta ne Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald: tre romanzi in cui c’è la borghesia che prende piede, a passo di danza ma con discrezione apparente; in cui gli anni Venti la fanno da padroni e nell’immaginario collettivo portano con sé gli elementi luccicanti del charleston e della musica jazz; in cui figure di donna attraggono lo sguardo (Myra qui, Daisy e Carla, rispettivamente, in Fitzgerald e Moravia) ma, allo stesso tempo, lo rifuggono, vittime e carnefici a loro insaputa (o forse no?).

Buona lettura dunque! Buon viaggio nel passato!

Rachel

© Rachel Sandman

La ragazza tedesca di Armando Lucas Correa – Segnalazione

Eccomi di nuovo qui.
Oggi, oltre alla tappa del BT relativa al nuovo romanzo i Sabrynex, edito da Rizzoli, che trovate qui, vi segnalo un romanzo edito dalla casa editrice NORD.

Si tratta di La ragazza tedesca, di Amando Lucas Correa. Trovate tutte le infos qui di seguito.


la ragazza tedesca Titolo: La ragazza tedesca
Autore: Armando Lucas Correa
Traduttore: G. Maugeri

Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Prezzo: € 16,90 (Cartaceo) – € 9,99 (Ebook)

Casa Editrice: NORD

Trama: Maggio 1939. Sono 937 gli ebrei a bordo del transatlantico St. Louis, 937 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo due ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi: quando la St. Louis arriva in porto, Hannah è tra i pochissimi fortunati a ottenere il permesso di sbarcare. Tutti gli altri passeggeri sono costretti a tornare indietro, in Germania. Compreso Leo …

New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: la lettera di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un’occasione da cogliere al volo: Hannah è l’unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d’incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare sino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.

Prendendo spunto da una delle pagine più oscure e dimenticate dell’Olocausto, Armando Lucas Correa ci conduce dalle strade cupe della Berlino di Hitler ai balli sontuosi a bordo della St. Louis, dal sole di Cuba prima della rivoluzione alla New York dei nostri giorni, seguendo le storie di due donne accomunate dal coraggio e dal desiderio di trovare il proprio posto del mondo. Due donne lontane nel tempo, eppure legate dal filo invisibile del destino.

Infos sull’autore: Armando Lucas Correa è il caporedattore di People en Español, la rivista di lingua spagnola più venduta in America. Nel corso della sua lunga carriera di giornalista, ha ricevuto numerosi premi sia dalla National Association of Hispanic Publications sia dalla Society of Professional Journalism. Attualmente vive a Manhattan con la famiglia.


Che dire … Sembra davvero una lettura IMPERDIBILE! Se ancora non foste convinti, vi lascio qui il link relativo ad alcuni contenuti extra proprio sulla tragedia del St. Louis che, personalmente, conoscevo ma solo supeficialmente!

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex – Recensione in anteprima

BT TBT.png

Buongiorno!

Oggi è con immenso piacere che il mio blog partecipa al BlogTour che ruota attorno ad un nuovo romanzo, edito da Rizzoli: #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex.
Se avete seguito le precedenti tappe (lo avete fatto, vero?), avrete già avuto modo di entrare nel nuovo mondo firmato da questa autrice che, dopo i due romanzi Over: un’overdose d’amore Over 2: camminiamo nel vento, torna finalmente in libreria con una storia del tutto nuova e modernissima.

Vi lascio subito il calendario, in cui trovate i vari appuntamenti preparati per voi e che, vi invito, a leggere e visitare.

BT TBT calendario.jpg

Ora però … Veniamo al manzoniano sugo della storia e arriviamo al punto, ovvero, nel mio caso, la recensione in anteprima (visto e considerato che il romanzo sarà disponibile proprio da OGGI, 22 Giugno 2017, in formato digitale e cartaceo).
Allora, come mio solito, vi lascio qui di seguito la cover, le infos e la trama e, in successione, la mia personalissima opinione su #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex.

Buona lettura!

N.B. Non dimenticatevi di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog: un like o un commento sono un piccolo sforzo per voi lettori ma producono un’immensa euforia alla sottoscrita quindi … Voliatemi bene e piacciate o commentate 🙂


TBT

Titolo: #TBT. Indietro non si torna
Autore: Sabrynex
Data d’uscita: 22 Giugno 2017
Prezzo: € 9,99 (Ebook) – € 17,00 (Cartaceo)
Link d’acquisto: Amazon
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli Narrativa

Trama: La vita di Beck è sempre stata perfetta, nonostante il vuoto per l’abbandono del padre quando era piccola: migliori amici incredibili, una mamma premurosa e un fratellino che la adora. Quando però, l’estate prima di entrare a Princeton, trova ad aspettarla una lettera della madre, che è scappata di casa, Beck decide di chiudersi in se stessa: non vuole più essere ferita da nessuno. Al college incontra Dimitri, che gioca a football per coronare il sogno del fratello Isaac, morto in un incidente. Entrambi vorrebbero tornare indietro nel tempo, cambiare il corso degli eventi, ed è un attimo accendersi di passione, perché insieme troveranno il coraggio di affrontare la verità sul proprio passato.


Recensione: Sono dell’idea che non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina, soprattutto in Italia dove, molto spesso, i soggetti delle cover non corrispondono, quasi mai, ai protagonisti delle storie narrate. Ebbene, #TBT. Indietro non si torna di Sabrynex non fa eccezioni e, nonostante io abbia davvero amato l’immagine, i colori e la grafica scelta, non l’ho trovata coerente con la storia che poi ho abbracciato e scoperto all’interno.
Voglio dire: due prodotti buoni che però, tra di loro, non hanno una grande affinità.

Detto ciò, partiamo e immergiamoci nel mondo di Beck e Dimitri.
Ho veramente adorato e apprezzato la veridicità e il tono spensierato che l’autrice ha saputo cogliere e gettare su carta, soprattutto nei dialoghi tra i vari personaggi.

Beck è una forza, sul serio. Sovente nei romance dobbiamo sopportare protagoniste femminili con poco carattere e spina dorsale del tutto assente: qui, invece, signori e signore, posso veramente affermare che abbiamo una ragazza che, nel bene e nel male, si ama, inevitabilmente. Beck è reale, in modo assoluto: parla, ha la battuta pronta, è sarcastica a livelli che farebbero uscire di testa Sheldon Cooper di The big bang theory ma, allo stesso tempo, è introversa, profonda, sensibile.

Al suo fianco, Dimitri è un personaggio che parrebbe essere uscito da una serie infinita di clichés e stereotipi: è alto, è bello, è un giocatore di football (anzi, è addirittura il capitano della squadra), è preceduto dalla fama che aleggia nel campus e che lo vede osannato al pari di una divinità dell’Antica Grecia. Insomma, sembra il tipico belloccio da romanzo.
Sbagliato!
Anche con il protagonista maschile, Sabrynex fa un lavoro egregio perché lima e scolpisce Dimitri a suon di carattere e introspezione, stagliandolo dallo sfondo e dandogli personalità.

Il doppio punto di vista permette, inoltre, di apprezzare le figure di Beck e Dimitri a 360°: i due protagonisti si svelano, piano piano, ma mai del tutto (o meglio, finché non lo decidono loro).

Queste due personalità uniche e ben delineate sono poi contornate da una serie di caratteri messi a fuoco e che altri non sono se non gli amici di lei o di lui, che garantiscono lo sviluppo di una struttura narrativa solida, con linee di trama ben gestite e dosate.

Sono arrivata all’80% della versione ebook del romanzo e non riuscivo a staccarmi dalla storia che, oltre ad avere la nota romantica (ma non diabetica) preponderante, fa convivere una sottotraccia dalle note drammatiche e dai toni del giallo.
Proprio l’accelerazione e l’incalzare di tanti, troppi forse, elementi nelle battute finali mi hanno lasciato un po’ l’amaro in bocca perché: non ero pronta a tutto ciò! Per nulla! E … Avrei voluto sapere altro, e altro, e altro ancora!
Un dettaglio in particolare, legato a Beck e alla madre, mi ha lasciata un po’ perplessa, soprattutto perché non ho trovato le giuste risposte e spiegazioni nel finale (cosa che, al contrario, attendevo sin dai primi capitoli, per comprendere meglio alcuni gesti e scelte).

In conclusione, vi invito, davvero, a leggere questo romanzo che ha la caratteristica di creare dipendenza, seriamente. Inoltre, dati i numerosi interrogativi che restano senza vere conclusioni e la presenza palpabile di varie personalità interessanti e forti che ruotano attorno ai protagonisti, mi viene quasi automatico sperare in storie future che analizzino e approfondiscano loro: Tyler, Josh e Beth, ma anche Avril e Louis.

Buona lettura!

#GoodLuckSabrynex! #GoodLuckRizzoli!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Prova ad amarmi di Sylvia Kant – Frammenti di parole #7

Buongiorno!

Oggi … Torna la rubrica Frammenti di parole con un nuovo appuntamento: vi parlo, infatti, di una lettura di un po’ di tempo fa che mi ha decisamente entusiasmato.
Una premessa: questo frammento è stato riesumato dalla mia raccolta di opinioni che scrivo qua e là quando finisco i libri e che poi, sistematicamente, perdo nel mio disordine caotico e ingombrante pertanto … Parla di Prova ad amarmi, romanzo di Sylvia Kant edito da Newton Compton Editori, quando era ancora un romanzo self dal titolo Antony.

Lo conoscete? Siete curiosi di sapere la mia opinione e scoprire alcune tappe della storia editoriale di questo libro?
Scorrete questo post e ne saprete, certamente, di più.


prova ad amarmi

Titolo: Prova ad amarmi

Autore: Sylvia Kant

Serie: Prova ad amarmi #1

Prezzo: € 1,99 (Ebook) – € 4,90 (Cartaceo)

Editore: Newton Compton Editore

Data d’uscita: 2 Luglio 2015

Trama: Antony Barker è un gigolò dalla bellezza statuaria. È l’amante ufficiale di Rachel Norton, donna algida e senza scrupoli a capo della più grande industria farmaceutica degli Stati Uniti.
Ma Antony ha anche molti altri clienti che richiedono i suoi servizi ormai leggendari nel jet set e negli ambienti più facoltosi della Grande Mela. Ha rapporti con uomini e donne, e anche di gruppo, ma non si lega e non si innamora di nessuno. È freddo, professionale e la sua sensualità è seconda soltanto alla sua determinazione. Angela Palmieri, giovane ragazza italiana appena sbarcata a New York per lavorare nell’ufficio marketing di Rachel, diventa subito la favorita del capo e viene introdotta suo malgrado in un mondo di lusso, eccessi e dissolutezza.


Frammento: La mia idea iniziale, appena sono venuta a conoscenza di questo romanzo di Sylvia Kant, è stata: “Ok, bene. Oggi lo inizi ma procedi con calma e raziocinio perché deve essere un libro TOP e … ne va della tua sanità mentale”.
Ovviamente, tutti i miei buoni propositi sono andati letteralmente a farsi benedire e ho bruciato questo libro in poco meno di una settimana.

Antony

Cover self del libro di Sylvia Kant

La storia di Antony è una delle più intense e ben scritte tra quelle che mi sono trovata a leggere negli ultimi anni (e, modestamente, ne ho letti parecchi), sia tra le autrici italiane che tra quelle straniere.
E’ il classico libro che NON devi giudicare dalla copertina. E’ la storia di un uomo che vende il suo corpo? Sì. E’ ambientato in una società corrotta? Sì. E’ intriso di scene estreme a livello di violenza e rapporti sessuali? Sì. Ma nulla, niente, può preparare il lettore all’ondata di emozioni che lo travolgono pagina dopo pagina.
Perché se è vero che il rapporto tra la protagonista femminile e il suo capo è abbastanza palese sin dalla prima parte … Tutto lo svolgimento è un continuo percorso che ti lascia col fiato sospeso, con continui cambi di ruolo e voltafaccia degni di un vero romanzo dai tratti thriller.
Del personaggio di Antony non si può dire assolutamente nulla se non … Giù il cappello all’autrice che ha saputo entrare perfettamente nei panni del gigolò e delineare senza sbavature i vari spigoli del suo carattere e della sua mente.
I personaggi secondari sono … La setta dei dannati unita a nozze luciferine. All’inizio, seriamente, non se ne salva uno! Rachel è una pazza (per farle un complimento); Glenn … Meglio che mi astengo perché deve solo ringraziare che è un personaggio fittizio altrimenti sarebbe da prendere a testate se non peggio; Andrew … Subdolo sin dalle prime battute. Si salvano ovviamente i membri del clan Thomas (ho adorato quei capitoli ambientati in quella villa); Susan (che, nonostante sia un po’ eccentrica, è un’amica vera); Alfred (anche se, la sua rivelazione finale sul suo amore di una vita … Mi ha lasciata un po’ a bocca aperta).
Ho lasciato volutamente per ultima Angela, la protagonista … Non so. Mi spiace davvero, ma lei non mi ha convinto fino in fondo: voglio dire, capisco che è in un momento della vita in cui è fragile, non ha certezze, e tutto il suo mondo viene preso, scosso, messo sottosopra e poi rivoltato però … Santo cielo, un po’ di coraggio, donna! Spero davvero di ricredermi con il sequel, visto il barlume di speranza del finale (perché di speranza si tratta, vero?).
Insomma Kant … Good Job! Immensa storia! Immenso protagonista maschile! Immensi intrighi!

E voi: lo avete letto? Io personalmente … Non ho ancora avuto il coraggio di prendere in mano il seguito, Prova ad amarmi ancora: non credo di essere pronta!
Quali sono state le vostre impressioni?
Se invece non lo conoscete, pensate di leggerlo? Vi intriga?

Commentate qui!

Rachel

© Rachel Sandman

Il tuo sorriso controvento di Elle Eloise – Cover Reveal Party

19113799_1679853418989007_2251257597883074731_n

Buongiorno!

Oggi, il blog partecipa ad un Cover Reveal Party attesissimo!
Il soggetto? La copertina del nuovo romanzo firmato Elle Eloise ed edito dalla Delrai Edizioni, ovvero Il tuo sorriso controvento.

Allora, in questo post programmato in simultanea con alcune colleghe blogger, troverete tutte le infos relative a questa nuovissima storia, la trama, qualche notizia su Eloise e, ovviamente, la cover.
In più, grazie alla casa editrice, possiamo anticiparvi alcuni estratti in assoluta anteprima!

Buona lettura!


TITOLO: Il tuo sorriso controvento
AUTORE: Elle Eloise
SERIE: How to Disappear Completely #3
EDITORE: Delrai Edizioni
Data d’uscita: 4 luglio 2017 (ebook su Amazon) – 25 luglio 2017 (cartaceo in tutti gli store online)
GENERE: Contemporary Romance
PAGINE: ebook 450 pagine; 550 pagine cartaceo
PREZZO: € 2,99 (ebook) – € 16,50 (cartaceo)

Elle Eloise

Mi guarda come se non capisse cosa sta guardando, come se si chiedesse chi sono e cosa faccio qui, e questo mi fa ritrarre immediatamente. Ma la sua mano scatta sul mio braccio per trattenermi e riportarmi verso di lui. Senza alcun preavviso mi bacia stringendosi al mio corpo come se fosse l’ultimo appiglio che gli permette di non cadere nel vuoto. Cancella ogni mia volontà di ribellarmi, ogni residuo della forza che credevo di avere viene disintegrata da questo contatto che non ha nulla di tenero. Volevo questo bacio, lo agognavo da questa mattina quando mi sono svegliata da sola in una stanza che non era la mia. Ma in questo bacio non c’è spazio per l’amore: non c’è amore nel suo tocco, nell’egoismo della sua presa, nella tensione del suo viso.

Trama: Francesco Marras è affascinante, irresistibile e arrogante, il tipico ragazzo da cui una come Olivia Rocca dovrebbe stare lontana, ma è impossibile per lei evitare di incontrarlo: è il suo vicino di casa, dirimpettaio fastdioso e ingombrante. Lei non ha mai avuto una relazione, a malapena riesce a sostenerne lo sguardo di un uomo perché la mette a disagio, ma gli occhi di Francesco le parlano di malizia e desiderio, la fanno sentire donna quando non ha mai provato sensazioni simili, troppo timida per poter rispondere all’interesse maschile. Il sorriso e la confidenza di Francesco fanno breccia nel cuore di Olivia, già colpito da esperienze difficili, e la convincono a iniziare un viaggio incredibile alla scoperta dell’amore e di legami indelebili che segnano la vita passata e presente. Un On The Road per gli USA che la sconvolgerà e le farà capire che anche un ragazzo perfetto come Francesco può nascondere segreti e bugie.

Accarezzo il suo corpo come se fosse qualcosa di sacro da difendere. “Mio” dice il mio cuore, sperando che lui non lo ascolti. Lui però raccoglie i miei polsi e me li porta di nuovo sopra la testa, facendomi capire di voler avere il controllo di ciò che stiamo facendo. Decido di assecondarlo, mentre altre lacrime si ribellano alla mia volontà, spalanco la bocca per liberare ossigeno e lasciarmi morire tra le sue braccia. […]
Ora mi ritrovo in questa nuova forma, un mucchietto di ossa e di muscoli contratti, il rimasuglio di una pianta arida che sopravvive in mezzo a un deserto e che agogna un po’ d’acqua per vivere ancora, alba dopo alba, tramonto dopo tramonto. Con un altro bacio, Francesco mi rende di nuovo la vita, il suo respiro caldo mi dona ossigeno, mi nutre, mentre le sue mani plasmano il mio corpo come lui lo vuole. Stringe la mia pelle tesa quando mi divincolo, i suoi occhi fagocitano il mio essere nel loro abisso, forgiano un’anima liquida, più libera e fluida, che non può fare altro se non fondersi con la sua in una danza dissacrante. Dovrei essere atterrita, dovrei sentirmi spaventata da questa bramosia che mi coglie completamente impreparata, invece mi ritrovo ad ansimare come se respirassi dopo il primo vagito.

“Dalla penna best seller di Elle Eloise, il terzo romanzo della serie How to Disappear Completely, che ha conquistato migliaia di le[ori in Italia. Il tuo sorriso controvento è una storia di emozioni e sensazioni tangibili, dove l’amore conquista e supera qualsiasi limite e orizzonte definito”.

«Dimmi che provi le stesse cose, dimmi di sì.»
«Sì, certo che le provo, per questo sono terrorizzata» risponde in un soffio.
Le nostre labbra si incontrano a metà strada, la lingua scivola nella sua bocca, muovendosi piano e con discrezione, come se la stessi baciando per la prima volta. Un po’ è così, è la prima volta che ci baciamo da “non amici.” Anche la sua mano vola sulla mia testa, afferrandomi i capelli per attrarmi di più a sé. Il bacio si fa più profondo, più intenso, le mani si muovono con urgenza per toglierci i vestiti. Lo vogliamo tutti e due, e ora non c’è alcuna disparità tra di noi: per la prima volta da quando ci siamo rincontrati, mettiamo a nudo i nostri sentimenti. Non ci stiamo più mentendo a vicenda, ora siamo davvero noi e possiamo lasciarci andare come avremmo sempre voluto. Ora so che, contrariamente alla sua prima volta, possiamo essere pronti l’uno per l’altra. Ora siamo consapevoli che, oltre al corpo e alla testa, ci si è messo di mezzo anche il cuore, e il mio batte all’impazzata.
Mentre continuiamo a baciarci, con mano ferma, le sgancio il reggiseno, facendolo scivolare sulle sue braccia. La faccio sdraiare sotto di me e le stringo un capezzolo fra i denti. Infilo una mano fra le sue cosce snelle, toccando la stoffa umida dei suoi slip. Non resisto quando le sue mani si agganciano all’elastico dei miei boxer, non riesco neanche ad aspettare che lo faccia lei: con un movimento rapido, mi libero della biancheria una volta per tutte, ritrovandomi completamente nudo su di lei.
«Toccami» mi implora, facendomi perdere la testa.

Infos sull’autore: Elle Eloise è una grande sognatrice. Si circonda di semplicità e tranquillità, è un po’ il suo modo di vivere, e la caratterizza. È nata a Cuneo nel 1981 e vive in un paesino vicino a Torino; di giorno si occupa di formazione aziendale, la sera, invece, veste i panni della scrittrice e appassionata lettrice. Chi la conosce, dice di lei che il sorriso sempre pronto e il modo in cui affronta ogni cosa la rendono una persona davvero speciale. Il tuo sorriso controvento è il suo terzo romanzo per la Delrai Edizioni, il terzo autoconclusivo della serie How to Disappear Completely.

Mi appoggio alle sue spalle baciandogli la nuca. Lo stringo a me, fino a che non si risolleva per guardarmi con gli occhi lucidi. I suoi incredibili occhi del colore dell’oceano più profondo. Mi guarda come se non capisse cosa sta guardando, come se si chiedesse chi sono e cosa faccio qui, e questo mi fa ritrarre immediatamente. Ma la sua mano scatta sul mio braccio per trattenermi e riportarmi verso di lui. Senza alcun preavviso mi bacia stringendosi al mio corpo come se fosse l’ultimo appiglio che gli permette di non cadere nel vuoto. Cancella ogni mia volontà di ribellarmi, ogni residuo della forza che credevo di avere viene disintegrata da questo contatto che non ha nulla di tenero. Volevo questo bacio, lo agognavo da questa mattina quando mi sono svegliata da sola in una stanza che non era la mia. Ma in questo bacio non c’è spazio per l’amore: non c’è amore nel suo tocco, nell’egoismo della sua presa, nella tensione del suo viso. Le sue mani che toccano ogni centimetro del mio corpo come se stesse lottando contro di esso, trasmettono solo rabbia e frustrazione, sofferenza e bisogno. E, come al solito, io cado nella rete dei miei sentimento, ne sono prigioniera ormai, stregata da emozioni che non ho mai conosciuto e che non mi sono mai concessa.
Chiudo gli occhi per non guardarlo. Fingo che quel che mi sta dando mi basti, fingo che mi vada bene, perché in fondo mi basta, mi va bene. Preferisco avere questo piuttosto che il nulla. Preferisco dissetarmi con acqua sporca che morire disidratata. Perciò eccomi qui, ad agognarne anche solo una goccia, a prendermi ciò che lui mi concede. Sono una patetica nullità.
Stringe la spallina della mia canottiera, l’altra mano s’intrufola sotto le frange dei miei shorts. Trasalisco, il mio corpo si irrigidisce all’istante, ma poi si rilassa appena le sue dita superano il bordo degli slip ed entrano in me con prepotenza. Mi scopre un seno e lo morde, la mia schiena aderisce al materasso, il mio corpo schiacciato dal suo peso. Non riesco a ragionare, chiudo gli occhi per non guardare la sua faccia contratta.
Metto da parte ogni resistenza ma, appena decido di abbandonarmi a quel che deve accadere, tutto finisce all’improvviso. La sua bocca e le sue mani mi lasciano, costringendomi ad aprire le palpebre e a ritornare nel mondo dei vivi. Lo guardo confusa, lui ricambia il mio sguardo. E ai suoi occhi sono di nuovo la ragazza che non dovrebbe essere lì, il corpo che non dovrebbe toccare, le labbra che non dovrebbe baciare. Senza neanche rivolgermi la parola, si alza con uno scatto, si trascina fuori dalla stanza sbattendo la porta e lasciando la scia fresca della sua saliva sulle mie labbra ancora calde … 

#GoodLuckEloise! #GoodLuckDelraiEdizioni!

Se volete saperne di più e vi siete persi le mie riflessioni sui due romanzi che precedono Il tuo sorriso controvento, vi lascio qui i link: Apri gli occhi e comincia ad amare e Tu che colori la mia ombra.

Rachel

© Rachel Sandman

 

The Gift di Rebecca Daniels – Segnalazione

Buonasera!

Oggi vi presento la novità del mese di giugno targata Dunwich Edizioni. Si tratta di un thriller sovrannaturale firmato Rebecca Daniels e dal titolo The gift.

Qui di seguito trovate la cover, le infos e la trama.

Buona lettura!


unnamed (1)

TITOLO: The Gift (Katie Corfield – Libro I)
AUTORE: Rebecca Daniels
PAGINE: 240
PREZZO: € 3,99 (ebook) – € 12,90 (cartaceo)
DATA DI USCITA: 19 giugno 2017
LINK DI ACQUISTO: Ebook – Cartaceo

Trama: Katie Corfield ha un dono: riesce a entrare nella mente delle persone in coma, a guidarle in sogno e infine a riportarle in vita. Con l’aiuto di Matt O’Brien, suo amico e assistente, è riuscita a salvare molte persone. La fama è però un’arma a doppio taglio e Katie lo scopre sulla sua pelle quando viene rapita dal boss Alexander Mancini. L’uomo, incurante delle guerre tra clan che stanno dividendo Boston, ha il solo obiettivo di salvare il figlio Daniel, caduto in coma dopo un tentato omicidio. Mentre Katie è costretta a intervenire da sola in una situazione in cui fallire equivale a morire, Matt cercherà in tutti i modi di raggiungerla nel disperato tentativo di salvarle la vita. Rischiando di perdere se stessa nei violenti ricordi di Daniel Mancini, Katie scoprirà che l’aggressore del giovane è molto più vicino di quanto creda.

Info sull’autore: Rebecca Daniels nasce e vive a Boston, dove lavora in un’azienda farmaceutica. The Gift è il suo primo romanzo.


#GoodLuckRebecca!
#GoodLuckDunwich!

Rachel

© Rachel Sandman

Diario di un fantasma di Nicolas de Crécy – Segnalazione

Buonasera!

Oggi vi segnalo per la prima volta un’opera edita da Eris Edizioni, una casa editrice davvero unica, con cui ho il piacere di collaborare a partire da #SalTo2017.

Si tratta di Diario di un fantasma, una delle più intense riflessioni a fumetti sul disegno e sul processo creativo.
Pubblicato nel 2007 in Francia da Futurpolis (e ovviamente nella selezione ufficiale di Angouleme 2008), al centro della narrazione di Diario di un fantasma c’è il disegno, il rapporto con la rappresentazione del reale, lo statuto e il ruolo dell’immagine nella nostra società e il lavoro dell’artista, in un mix di elementi e di culture diverse che tanto hanno toccato l’autore, Nicolas de Crécy: dalla Francia alla sua esperienza con il Giappone, al rapporto che si può avere con il disegno in paesi così diversi come il Brasile.

Qui di seguito trovate la copertina, la trama e tutte le infos relative a questa graphic novel.


Diario di un fantasma

Titolo: Diario di un fantasma
Autore: Nicolas de Crécy
Prezzo: € 18,00 (Cartaceo)
Editore: Eris Edizioni
Collana: Kina – Fumetto

Trama: È difficile essere un bozzetto in divenire di un disegno pubblicitario e passeggiare per le strade di un paese straniero, il Giappone, in un viaggio per scoprire i propri Dei del marketing e della pubblicità in grado di fidelizzare a vita un cliente. È semplicemente questo lo strano essere di cui il lettore segue le avventure, una massa informe alla ricerca della grafica più adatta al suo scopo, accompagnato da un manager cafone, severo e senza cuore, tra sogni metafisici e fantasmi sconosciuti. Ma il suo viaggio prenderà una piega inaspettata: incontrerà Nicolas de Crécy stesso. E allora un cambio di scenario: il Brasile per poi inoltrarsi in una dimensione sempre meno fisica, quella della creazione artistica, con le difficoltà di un lavoro su commissione e la voglia di esplorare e portare la propria arte sempre un po’ più in là, in un universo visionario dove non ci sono regole, l’universo stesso da cui prendono vita tutti i lavori di questo grande maestro.

Dopo Il celestiale bibendum (vincitore del premio Attilio Micheluzzi al Comicon 2016 come Miglior Fumetto Straniero) e La Repubblica del catch (tra i titoli della selezione ufficiale di Angoulême 2016), Eris edizioni è lieta di presentare al pubblico italiano un’altra straordinaria creazione di questo grande maestro del fumetto francese che segna una nuova tappa nel viaggio alla scoperta del suo genio visionario.

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

Prossime Uscite Newton Compton – Segnalazione

Buongiorno e buon sabato a tutti!

Allora, in questo post vi lascio tre dei titoli che, la prossima settimana, usciranno per Newton Compton Editori e che, se ancora non l’avete fatto, vi invito a segnarvi e ad appuntarvi nel vostro personale taccuino di libri da leggere.


Data d’uscita: 19 Giugno 2017il-silenzio-della-pioggia-destate_9077_

Titolo: Il silenzio della pioggia d’estate
Autore: Dinah Jefferies
Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 9,90 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editori
Trama: 1930, Rajputana, India.
Dopo la morte del marito, Eliza, una giovane fotoreporter, si sente persa. A tenerle compagnia c’è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico decide infatti di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale. È l’occasione della sua vita e deve sfruttarla a ogni costo. Ma, al suo arrivo, una sorpresa l’attende: giunta al palazzo, conosce il fratello del principe, Jay, un ragazzo giovane, affascinante e dai modi gentili. Uniti dal desiderio di migliorare le condizioni della popolazione locale, che vive in estrema povertà, Jay ed Eliza scopriranno di avere più cose in comune di quanto potessero mai immaginare. Eppure la società indiana, molto tradizionalista, e le loro famiglie la pensano diversamente. E questo li costringerà a una scelta: fare ciò che tutti si aspettano da loro oppure seguire ciò che dice il cuore…


amore-reale_9108_Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Titolo: Amore Reale
Autore: Emma Chase
Serie: Royals Series #1
Prezzo: € 5,99 (Ebook) – € 10,00 (Cartaceo
Editore: Newton Compton Editori
Trama: Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza”, è un uomo affascinante e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una gelida notte a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Nicholas dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…


lultima-perla_8970_Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Titolo: L’ultima perla
Autore: Leah Fleming
Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 10,00 (Cartaceo
Editore: Newton Compton Editori
Trama: 1879, York. Greta Costello, in cerca di un lavoro per riuscire a sopravvivere, approfitta dell’occasione che le offre il vecchio gioielliere Saul Abrahams: lo aiuterà in laboratorio il sabato. Ben presto, però, il suo occhio per i dettagli, le lunghe dita e una rara capacità di riconoscere la bellezza convincono il vecchio Saul a insegnarle a infilare le perle. Greta svilupperà rapidamente una vera e propria abilità in quest’arte, che la condurrà, non senza dolori e difficoltà, verso una nuova esistenza.
1879, Scozia. Jem Baillie conosce l’immenso potere di una perla perfetta. Suo padre pescava perle sul fiume Tay e insieme a lui ne aveva trovata una fra le più stupefacenti e rare: per le dimensioni e la brillantezza l’aveva battezzata “Regina”. Ma uno sfortunato giorno la preziosa perla gli è stata rubata e da quel momento la vendetta è l’unica cosa che lega Jem al resto del mondo. Sarà proprio quella perla a unire, dalla Scozia all’America, i destini di tre vite che ignoravano di avere qualcosa in comune…


E voi … Cosa ne pensate di questi tre romanzi? Vi intrigano? Saranno tra le vostre prossime letture? Laciate un commento e fatemi sapere la vostra opinione!

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale – Recensione

Buongiorno!

Oggi vi saluto con una recensione: grazie a LeggerEditore ho avuto la possibilità di leggere il romanzo di Kerry Lonsdale, Ogni cosa a cui teniamo.

Qui di seguito trovate tutte le infos, il mio scatto, la trama e ovviamente la mia opinione.
Vi ricordo, inoltre, di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog commentando l’articolo o cliccando su ‘like’. Grazie!


Ogni cosa a cui teniamo

TITOLO: Ogni cosa a cui teniamo (Everything we keep)

AUTORE: Kerry Lonsdale

USCITA: 18 Maggio 2017

PREZZO: € 4,99 (Ebook) – € 14,90 (Cartaceo)

Link d’acquisto: Amazon

EDITORE: LeggerEditore

TRAMA: L’aiuto cuoco Aimee Tierney ha trovato la ricetta per la vita perfetta: sposare il ragazzo che ama fin da quando è una bambina, creare una famiglia e poi chissà, un giorno rilevare il ristorante dei genitori. Il futuro che aveva sognato le passa però davanti in un lampo, come strappato dal vento, quando il suo fidanzato James perde la vita in un incidente in barca. Dal giorno in cui la chiesa che avrebbe dovuto ospitare il loro matrimonio è diventata il triste scenario per il funerale di James, Aimee non ha pace. Sa che per rimettere assieme i pezzi della sua vita deve scendere a patti con il dramma che l’ha colpita e far piena luce sulle circostanze della morte di James. Cos’è realmente accaduto quel giorno maledetto, su quella barca? Aimee scoprirà così un abisso di segreti che metteranno in discussione quanto credeva di aver costruito nella sua vita, perché sotto la superficie della sua esistenza forse si nasconde una verità inattesa, che potrebbe liberarla dalle catene del passato o imprigionarla per sempre.


RECENSIONE:

Che dire? Ragazzi, Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale è una lettura stranissima.

Dunque, partiamo dalla prima impressione e dalle mie personali aspettative. Come posso spiegarlo? Beh, in poche parole … Ero pronta e preparata (forse) al peggio! Voglio dire, la trama è devastante!

Io, davvero, mi aspettavo uno di quei romanzi che ti attorcigliano le viscere, che ti fanno star male, che ti fanno piangere e poi ridere e poi di nuovo piangere.

Invece … Nulla di tutto questo!

Ogni cosa a cui teniamo è una storia particolare in cui il lutto, la perdita e il senso di impotenza di fronte ad un destino triste ed infelice vengono messi in secondo piano.

Non c’è dramma, l’autrice non si sofferma sulle sofferenze e sul dolore. Anzi.

Innanzitutto, un plauso, permettetemi di farlo qui, va alla LeggerEditore che non solo mi ha permesso di leggere questa storia ma ha scelto di mantenere la copertina originale che io trovo, nella maggior parte dei casi, la scelta più giusta ed azzeccata.

Se devo poi immergermi in un’analisi del romanzo … Mi trovo davvero in difficoltà perché, qualsiasi cosa, oltretutto, potrebbe essere uno spoiler non indifferente quindi, vi indicherò solo alcune cose.

1) La protagonista è una donna a 360° che sono sicura amerete come ho fatto io. È forte, inizialmente dipendente dagli altri, nel momento peggiore della sua vita riesce a maturare: il suo percorso è magnificamente gestito in una parabola che va, capitolo dopo capitolo, a migliorare inesorabilmente.

2) Il dramma e la storyline in stile detective è preponderante su tutto il resto: non aspettatevi dunque un libro in cui le sdolcinatezze, i baci e le effusioni la fanno da padroni. Non avrete nulla su quel piano, tranne alcuni accenni. Il giallo, l’enigma, l’incertezza sono i punti forti su cui la Lonsdale marca e pone l’accento per tutta la durata del romanzo.

3) La narrazione è ben gestita, scorre in modo più o meno lineare con alcuni picchi che capovolgono le certezze precedentemente espresse ma … Ebbene sì, c’è un ma. Arrivate ad un certo punto della storia, infatti, mi aspettavo molto più intrigo e mistero! Invece tutto è quasi giustificato e scorre come una semplice omissione o bugia detta a fin di bene. Sono rimasta un po’ perplessa.

Detto ciò, concludo consigliandovi assolutamente questo libro che, come avrete capito, si distingue moltissimo dagli altri. Un punto in più a suo favore sta nella nota finale, in un epilogo che lascia spazio e che aggancia il lettore, il quale si ritrova a chiudere il kindle e a dire: «Carissima Kerry Lonsdale, a quando il prossimo libro?»

Rachel

© Rachel Sandman

Edward Mani di Forbice … Qualche anno dopo – Recensione in Anteprima

Buongiorno!

E’ proprio il caso di dirlo … Oggi esploriamo nuovi mondi letterari.
Grazie, infatti, alla mia recentissima collaborazione con Edizioni NPE, ho avuto il piacere e l’onore di immergermi nuovamente nel mondo cinematograficamente realizzato da Tim Barton ormai qualche anno fa e di scoprire una nuova storia con un protagonista noto, penso, all maggior parte di voi: Edward.

Sì, si tratta proprio di lui: Edward Mani di Forbice, il personaggio principale dell’omonimo film, magistralmente interpretato da Johnny Depp, affiancato da una giovanissima Winona Ryder.

Se anche voi, all’epoca, avete subito il fascino inquietante e solitario di questo film cult, vi invito, davvero, a leggere e immergervi in questo libro che, a differenza del solito, NON è un romanzo bensì un FUMETTO!

Qui di seguito, trovate tutte le infos, la cover, qualche tavola colorata gentilmente offerta dalla casa editrice e la mia opinione!

Ricordatevi, questa volta più delle altre volte direi, di lasciare un commento, un segno del vostro passaggio nel blog.


Edward

Titolo: Edward Mani di Forbice
Sottotitolo: Qualche anno dopo
Collana: Clouds
Autore: Tim Burton, Leth, Rausch
Prezzo: € 19,90 (Cartaceo)
Editore: Edizioni NPE
Data d’uscita in librerie e fumetteria: 15 Giugno 2017

Infos: Dal genio di Tim Burton torna l’immortale personaggio dalle mani di forbice in COVER EdwardManiDiForbice CMYK high-resun’avventura inedita, seguito di quanto accaduto nella pellicola del grande regista.
Fin da quando fu proiettato per la prima volta nei cinema, nel lontano 1990, Edward Mani di Forbice divenne un film di culto, lanciando un giovane e smunto Johnny Depp come attore di primo piano di Hollywood.


Recensione: Che dire? Ho semplicemente adorato questo volume. Sul serio!
NPE Edizioni ha realizzato, a parer mio, un prodotto originale senza tuttavia allontanarsi troppo da quello che è, ormai, uno dei personaggi intoccabili della cinematografia e del panorama burtoniano per eccellenza.

In Edward Mani di Forbice … Alcuni anni dopo ho ritrovato, davvero immutate, tutte le atmosfere un po’ gotiche, un po’ cupe, un po’ naif anche, che ben emergevano, a mio parere, dalla pellicola del 1990.
In più, devo però segnalarvi che questa è una storia del tutto nuova che se, da un lato, resta legata al suo più noto predecessore, attraverso citazioni e parallelismi, dall’altro si discosta affrontando una nuova linea narrativa che vede come protagonista Meg.

Chi è Meg, vi chiederete giustamente voi? Beh, altri non è se non la nipote di Kim Edward_Mani_di_Forbice-IMG01(Winona Ryder) che, come la nonna, non esiterà un attimo a intraprendere un’avventura a perdifiato accanto a Edward che, come le sue sculture di ghiaccio, è rimasto immutato ed è passato indenne attraverso il corso degli anni.

Devo dire che, le linee dei disegni sono spettacolari, degne delle migliori graphic novel e creano un insieme lineare e semplice da leggere anche per uno che, come la sottoscritta, è digiuno di fumetti da parecchi anni.
Le varie scene, opera di Drew Rausch, creano personaggi allungati, striminziti ma mai banali, mai piatti: le scelte di usare dei toni di colore scuri ma, allo stesso tempo, vivi è, a mio parere, una mossa davvero azzeccata e in linea sia con i testi scritti da Kate Leth sia con la natura dei personaggi.

Proprio questi ultimi meritano una nota finale. Se, infatti, essi si amalgamano perfettamente con la tipica tendenza di Tim Burton a inquietare e a dare quella nota paurosa, dall’altro lasciano emergere sempre la nota umana che li contraddistingue: Edward, su tutti, è colui che meglio personifica questo ossimoro. Lui, mostro o vittima, uomo o macchina, vive separato dal resto del mondo, chiuso in una prigione di mattoni, siepi e ghiaccio, in cerca di un amico, di una compagnia, del vero se stesso anche.

Edward_Mani_di_Forbice-IMG04Ho sempre amato il film perché fa paura, fa ridere, ma fa soprattutto riflettere: Edward è l’outsider, colui che viene scartato, allontanato, rifiutato. Kim prima, Meg ora, sono invece le eroine, coloro che vedono oltre l’armatura, che non si soffermano alle apparenze e alle dicerie di paese ma si spingono e esigono di farsi una loro propria opinione.
Tutto questo è in questo volume. Tutto. NPE Edizioni ha, devo davvero sottolinearlo, fatto un lavoro egregio e ha portato in libreria un libro che, sotto forma di immagini, racchiude un mondo molto attuale ma, allo stesso tempo, perennemente ancorato nel passato e, forse, anche nel futuro.

Leggete Edward Mani di Forbice … Qualche anno dopo e poi fatemi sapere se anche voi, come me, ne siete rimasti affascinati!

Rachel

© Rachel Sandman