Review Party – Insieme siamo perfetti di Penelope Douglas

Banner Douglas.jpg

Buongiorno!

Oggi è il grande giorno! Finalmente è disponibile in tutti gli store online Insieme siamo perfetti di Penelope Douglas, edito da Newton Compton Editori. Si tratta del famosissimo Punk 57, un romanzo molto chiacchierato all’estero che da OGGI potete leggere anche qui in Italia.

Grazie ad un’iniziativa di Dipendente dai libri un nutrito gruppo di blogger vi ha accompagnato nei giorni scorsi e OGGI tocca anche al mio piccolo angolino digitale.

Curiose di conoscere i dati, la trama e la mia opinione su questa ultima fatica della Douglas?
Scorrete in basso e … Buona lettura!


6tag_210917-112625

Titolo: Insieme siamo perfetti
Autore: Penelope Douglas
Data d’uscita: 21 Settembre 2017
Prezzo: € 5,99 (Ebook) – € 8,42 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editori

Trama: In quinta elementare a ciascuno di noi venne assegnato un amico di penna tra i ragazzini di un’altra scuola. Mi chiamo Misha, e pensando che fossi una femmina, l’altro insegnante mi mise in coppia con una sua allieva, Ryen; la mia maestra, credendo che Ryen fosse un maschio come me, non obiettò. Dal primo momento in cui io e Ryen abbiamo iniziato a scriverci, abbiamo litigato su tutto. E le cose non sono cambiate in questi sette anni. Le sue lettere sono sempre scritte in inchiostro argento su carta nera. A volte ne arriva una alla settimana, altre volte tre nello stesso giorno, ma sento che ormai sono diventate una necessità per me. Lei è l’unica che mi aiuta a tenere la rotta, l’unica che mi accetta per come sono. Abbiamo solo tre regole fra di noi. Niente social media, niente numeri di telefono, niente foto. Fino a quando in rete, sono incappato nella foto di una ragazza di nome Ryen, che ama la pizza di Gallo, e adora suo iPhone. Quante possibile c’erano che fosse lei? Accidenti! Dovevo incontrarla. Certo non potevo immaginare che avrei detestato ciò che stavo per scoprire.

Recensione: Lo sapete, non è un segreto (penso) per nessuno … Gli ultimi due romanzi che avevo letto, firmati da Penelope Douglas, non mi erano piaciuti moltissimo (questo è l’eufemismo del secolo!): Non riesco a dimenticarti e Il mio sbaglio più grande sono stati, per me, una delusione megagalattica.

Tuttavia, il mio amore per Mai per amore era stato talmente grande e immenso (e no, se ve lo state chiedendo, ancora NON ho avuto il coraggio di leggere Odiami come io ti amo) che ho voluto partecipare a questo Review Party, memore delle sensazioni e delle emozioni che avevo provato leggendo la storia di Jared e Tate.

E … Vi dirò … Ho fatto davvero bene!
Cavolo, ragazzi, che romanzo ha tirato fuori questa volta Penelope Douglas! Insieme siamo perfetti è un mix unico, una fusione di Mai per amore con alcuni elementi (non quelli discutibili, grazie al cielo) di Il mio sbaglio più grande. Semplicemente stupefacente.
Sono rimasta davvero colpita perché … La storia è meravigliosa, gestita in modo perfetto: in essa ogni cosa è dosata al millimetro, in essa ogni dettaglio, al momento giusto, ottiene una svolta, un senso, una risposta ad un quesito posto più o meno esplicitamente. Inoltre, segue un filo che si allaccia, in un frangente, ad un’altra storia della Douglas, creando un nodo tra i personaggi da lei firmati che lega tutto e tutti. Geniale.

Misha e Ryen sono una delle coppie di carta che più mi ha convinto in questo periodo: due personaggi anticonformisti, che vanno oltre i limiti e i cliché dei tipici ragazzo e ragazza dei romanzi new adult, in cui ogni regola precedentemente imposta si infrange in una realtà descritta in modo palpabile e reale.

Misha è assolutamente straordinario. In lui il lettore trova un insieme di passione, fragilità e durezza che creano un personaggio di spessore e mai visto sino ad ora. Misha è un ragazzo inserito nella società in cui vive, nel mondo adolescenziale che frequenta ma, allo stesso tempo, riesce a rimanere ai margini delle dinamiche e delle situazioni.
Il suo atteggiamento è duplice, scontroso a tratti, dolce in altri, ma è reale, dannatamente reale, ve lo assicuro.

Ryen è uno di quei personaggi femminili che a me piacciono tanto perché parte, inizialmente, facendosi quasi odiare: lei, la protagonista, è dalla parte del torto, è il capo branco, è colei che si volta dall’altra parte quando accadono ingiustizie o atti di bullismo. La Douglas è stata pazzesca nel riuscire a rendere tutte le sfumature del carattere di Ryen, svelandola piano piano, in modo che la si comprende con calma, capitolo dopo capitolo, sino all’esplosione del finale.

Alcuni aspetti e tratti del percorso narrativo li ho trovati un po’ affrettati e, proprio perché ho amato immensamente il romanzo, avrei voluto fossero più approfonditi, maggiormente sviscerati. Tuttavia la storia di Insieme siamo perfetti è come un regalo la mattina di Natale che non solo è impacchettato alla perfezione, con tanto di nastro di raso e carta da pacco acquistata per l’occasione, ma contiene inoltre tutto ciò che volevi, desideravi e, forse, anche qualcosa in più.

In conclusione, vi invito davvero a leggere questo nuovo romanzo di Penelope Douglas perché finalmente torna ad immergersi nel mondo dell’adolescenza in modo originale, con personaggi unicamente imperfetti ma veri, con un mondo che ruota loro attorno duro, difficile da digerire ma assolutamente concreto.
Leggete Insieme siamo perfetti e arrivate sino in fondo per scoprire il senso di quel Punk 57  che è il titolo della versione originale e che, io personalmente, visto il significato immenso che ha nella trama e nel suo svolgimento, nella sua maturazione, avrei preferito fosse mantenuto anche nell’edizione italiana.
Spero, seriamente, che la Douglas non si fermi qui e che continui a scrivere, anche e soprattutto dei personaggi secondari apparsi in questa storia, che hanno un gran bel potenziale.

Quindi, leggete e poi fatemi sapere la vostra opinione!
Qui di seguito, vi lascio con il calendario in cui trovate tutti i blog che hanno partecipato e che hanno scritto (o registrato) la loro idea e le loro impressioni su questa nuova uscita Newton Compton Editori.

Calendario Douglas.jpgRachel

© Rachel Sandman
Annunci

L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero – Recensione

Buonasera!

Allora, oggi devo ringraziare immensamente un’autrice che, nonostante io non avessi mai letto o recensito nulla di suo, si è premurata di inviarmi una copia cartacea del suo ultimo romanzo e ha atteso, sino ad ora, pazientemente, un mio riscontro: sto parlando di Bianca Marconero che, con Newton Compton, ha pubblicato L’ultima notte al mondo (libro inserito all’interno della collana Gli Insuperabili e che include, oltre al romanzo, anche la novella che fa da prequel alla storia, ovvero Ed ero contentissimo).

Qui di seguito, quindi, troverete tutte le infos su questo volume, i link d’acquisto, la trama e la MIA personale opinione sulla storia.
Buona lettura!


6tag_170717-111800

Titolo: L’ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Data d’uscita: 29 Giugno 2017
Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 4,43 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editore
Collana: Gli Insuperabili

Trama: Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che cosi potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano… E non finisce qui: tra le pagine del prequel, “Ed ero contentissimo”, in coda a questo volume, scoprirete un Marco adolescente sui banchi di scuola.


Recensione: L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero è uno di quei libri che ti fanno sorridere dall’inizio alla fine e non, attenzione, perché superficiali o banali, ma perché semplici e ironici al punto giusto. L’ultima notte al mondo racconta una storia in cui la realtà ben si mescola con i caratteri buffi dei protagonisti e con la linea narrativa assolutamente di livello.

Il romanzo si basa su una coppia di protagonisti davvero un po’ sgangherata e fuori asse. Da un lato c’è lui, Marco Bertani, un uomo dal carattere forte che è dovuto crescere in fretta, che ha dovuto affrontare la vita a muso duro, senza orpelli o fronzoli superflui.
Dall’altro abbiamo invece lei, Marianna Visconti, una donna che nasce in un contesto sociale ed economico opposto rispetto a quello di Marco, con un’aura da prima donna e con quell’atteggiamento da puzza sotto il naso che, almeno per i primi capitoli, fatica a togliersi di dosso.

Due mondi che si scontrano prima tra i banchi del liceo e poi, più tardi, sulle corsie della vita, quella vera, dando origine a quello che, oserei definire, un gran bel film.

Il personaggio che evolve maggiormente è, senza dubbio, quello della protagonista femminile che, a seguito di vicende più o meno volute, si trasforma da ragazza prevedibile, scontata, noiosa e incapace di follie, a donna, prima fragile e traballante sui tacchi eleganti e nel tailleur da lavoro, poi matura e decisa, che lotta per quello che sente e vuole.
Non va, tuttavia, sottovalutato anche il mutamento di Marco che, da ragazzo tranquillo come una mucca indù, si scioglie, capitolo dopo capitolo, e si lascia andare, fidandosi (cosa per lui davvero difficile e complessa).

Il tratto che ho preferito in questo romanzo è stato proprio il modo in cui la Marconero ha scelto e ha diretto le varie tappe della conoscenza, dell’avvicinamento e della storia vera e propria tra i due protagonisti.
Una serie di tasselli minimali e delicati che, uniti l’uno con l’altro, hanno creato una tela meravigliosa, impreziosita da chicche quali:

«… ora ho una gran fame. Facciamoci un panino».
«Dove?»
«Sul sagrato».
«Come i turisti, gli studenti e i tossici?»
«No. Come me e te» …

Ho inoltre adorato il modo e le pennellate di colore che l’autrice ha lasciato intravedere nelle descrizioni di Bologna: sono piccoli e brevi paragrafi, spesso inseriti ad inizio capitolo, che offrono una panoramica unica e per nulla banale, che danno il sapore vero dell’atmosfera in cui si svolgono i vari fatti e che delineano uno sfondo che diventa, di colpo, tridimensionale e, a tratti, davvero palpabile. La nota e la descrizione di quello che è un po’ il meltin pot bolognese, con il gruppo dell’Armata Russa con tanto di sosia di Ivan Drago (di cui, giusto per dire, io aspetterei anche un libro, una novella, qualsiasi cosa) al seguito, con i Pakistani, i Magrebini e i Bolognesi cresciuti in quartieri di dubbia fama, è uno dei tratti che voglio, qui, segnalarvi e che confermano come questa autrice non sia solo brava nei dialoghi e nella gestione del lato romance del libro, ma riesca anche a riempire lo spazio e a caratterizzare personaggi secondari e comparse.

In conclusione, oltre al realismo e all’ironia, ai battibecchi, ai malintesi e alle note romantiche presenti, L’ultima notte al mondo si caratterizza anche per piccoli stralci di poesia, lasciati qua e là, come perle incastonate in un gioiello antico.

Stasera, mentre i portoni di Bologna si aprono come bocche sorprese, vedendoci passare, e le finestre abbassate ammiccano verso di noi, la risposta è sì. Io posso essere felice per questo niente che ho.

Che dire, dunque? Chapeau a questa penna tutta italiana che NON conoscevo e che ho apprezzato, moltissimo, grazie a questo suo ultimo lavoro che, se ancora non avete letto, vi invito a recuperare, subito, ora, adesso!
Vi lascio, qui di seguito, il video della colonna sonora, della canzone che, non per niente, dà il nome al libro … L’ultima notte al mondo di Tiziano Ferro.

Rachel

© Rachel Sandman

Big Love di Jay Crownover – Recensione in Anteprima

Buongiorno a tutti!

Esce oggi, 24 Agosto 2017, in formato digitale e cartaceo, il secondo capitolo della Welcome Series (del primo libro, Bad Love, vi ho parlato un po’ di tempo fa qui), Big Love di Jay Crownover, edito da Newton Compton Editori.

Grazie alla casa editrice che mi ha fornito una copia digitale in anteprima del romanzo, sono qui, oggi, pronta a parlarvi della storia di Race e Brysen. Siete pronti?

Qui di seguito troverete il mio scatto, qualche dettaglio sul libro, la trama e, ovviamente, la mia personalissima opinione.
Buona lettura!
Ricordatevi, sempre, di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog con un like o un commento veloce: grazie.


6tag_010817-180016

Titolo: Big Love (Better when he’s bold)
Autore: Jay Crownover
Serie: Welcome Series #2
Data d’uscita: 24 Agosto 2017
Prezzo: € 5,99 (Ebook) – € 10,20 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Che differenza c’è tra un cattivo ragazzo e un ragazzo che fa il cattivo? Quando ti muovi in un mondo oscuro e corrotto, per dominare la situazione non devi mai mostrare di aver paura. Solo così potrai controllare strade e persone senza scrupoli. Race Hartman è sufficientemente coraggioso, intelligente e sbandato per riuscire a diventare il capo di un posto come il Point. Dove ci saranno sempre cose brutte e cattivi da mettere in riga, ma in cui un uomo forte può ridurre i danni al minimo. Race ha un piano… riuscirà a impedire l’annientamento totale di quel luogo senza distruggere se stesso? Brysen Carter ha sempre visto Race per quello che è davvero: un ragazzo bello, dolce, ma troppo pericoloso. La tentazione di crogiolarsi nel suo bagliore dorato è forte, ma Brysen sa che finirebbe per scottarsi. Ha già tanti problemi, non ha certo bisogno di crearsene altri a causa di Race. Ma quando Brysen deve affrontare una minaccia che potrebbe essere la cosa più pericolosa che il Point abbia mai prodotto, è costretta a prendere una decisone: perché l’unica persona che potrebbe aiutarla a salvarsi è proprio l’uomo che lei non può permettersi di avere.

Infos sull’autore: Jay Crownover vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la Tattoo Series (Oltre le regole, Oltre noi l’infinitoOltre l’amoreOltre i segreti, Oltre il destino e Oltre le leggi dell’attrazione). Big Love è il secondo di una nuova serie di cui è stato già pubblicato Bad Love.


Recensione: Ragazzi, lettori, amici tutti: preparatevi, perché la Crownover dei tempi migliori, l’autrice di storie tatuate con protagonisti personaggi come RuleRowdyAsa è tornata!

Come saprete se avete letto la mia recensione di Bad Love, il primo capitolo di questa serie mi aveva convinto, ma solo fino ad un certo punto.
In questo secondo romanzo, tuttavia, Jay Crownover porta a termine, a mio parere, ciò che era nei suoi piani sin dall’inizio, ovvero creare un vero bad boy dalla vita intrisa nella melma e nel fango, nelle strade losche e cupe di cui è fatta The Point.

Chiarisco subito il concetto: Bax è stato, nel suo libro, un personaggio fuori dagli schemi e dalla legge, pieno di ombre che trasparivano da quei due occhi scuri incastonati in un volto da far girar la testa. Quando però aveva preso la decisione di cedere ai sentimenti e di avere al suo fianco Dovie, la sua armatura era in parte crollata, in una sorta di copia di altri personaggi di carta creati dalla Crownover che aveva, in questo modo, a mio parere, demolito il suo tentativo di creare il vero cattivo della situazione.
RaceIn Big Love non c’è, invece, nulla di tutto questo: ho amato Race, il protagonista, l’oscuro, il capo di The Point (o, meglio, colui che cerca di diventarlo), perché non si nasconde e non cede a nulla. Nessun compromesso, nessun tentennamento: in questo romanzo non c’è nulla se non lui che va avanti, come un carrarmato dritto e minaccioso, verso il suo obiettivo, verso la meta che si è da tempo prefissata, senza curarsi troppo dell’opinione e dei tentennamenti della gente che lo circonda.

Ho adorato, davvero moltissimo, il modo in cui la Crownover ha saputo descrivere la lotta interiore di questo ragazzo, nato in una famiglia più che rispettabile e piombato in un mondo dove vizi e fuorilegge la fanno da padroni. Le due anime di Race prendono il sopravvento senza mai cedere il passo: lui non si piega, non perde nulla, non si abbassa  a nulla ed è questa, secondo me, la carta vincente del romanzo.
BrysenQuesta e, ovviamente, anche la protagonista femminile che, mi perdoneranno le fans della rossa, ma batte Dovie su più fronti.

Era come la parte fresca del cuscino, come la brina gelata sul vetro della finestra, un balsamo calmante per tutti i graffi e le contusioni.

Brysen, a differenza della sorellina del suo amato dio dorato, non scende a compromessi, non nasconde la testa sotto un cuscino né, tanto meno, spinge la polvere sotto un divano affinché non si veda ad occhio esterno: lei sceglie Race e, con questo, tutto ciò che lui è e che lo circonda.

C’era qualcosa in quella freddezza bionda, in quella quantità infinita di candida pelle di seta, che le donava un non so che di surreale, una qualità onirica che non molte tipe possedevano.

La forza di questa giovane donna che deve, in questo romanzo, subire le peggio cose sia a livello fisico che psicologico, lascia il segno e crea, in unione con la doppia personalità del bad boy di turno, una delle coppie meglio amalgamate della schiera Crownover.

«Questa cosa», indicò con un dito prima me e poi lui, mentre apriva la portiera, «succederà. Forse non ora perché non è un bel periodo per te, forse nemmeno troppo in là nel tempo perché potrei non restare in giro così a lungo, ma a un certo punto, prima o poi, succederà. Tieniti pronta, Brysen»

Inoltre, l’ambientazione, come già nel primo romanzo, è presenza fissa e palpabile, un’energia pulsante che si annida ad ogni angolo di strada e che è, quasi, come una seconda pelle per i protagonisti che la vivono e la abitano.

In conclusione, lo stile di Jay Crownover si conferma, con questo libro (se ancora ce ne fosse stato bisogno) uno dei migliori nel panorama contemporaneo: ricco di realismo, sensualità, violenza, psicologia e, in questo specifico caso, con una punta di suspense e di mistero che incollano il lettore dalla prima all’ultima pagina.

In parole povere: preparatevi a salire sul treno di Big Love che, nella sua rotta, vi farà incontrare una coppia di opposti, ma forse poi nemmeno così tanto diversi; vi farà immergere nei vicoli sporchi e nella criminalità di The Point; non vi permetterà di scendere sino al capolinea, sino al tanto sospirato e meraviglioso epilogo.

Una piccola e breve nota a piè di pagina: questa serie chiude con il prossimo capitolo, che vedrà come protagonista il fratello poliziotto di Bax.
Ora, cara Crownover, sei sadica o cosa? Cioè, quando avrete letto questo romanzo, vi ritroverete a shippare come se non ci fosse un domani una coppia che si preannuncia assolutamente DA NON PERDERE (quella tra la sorellina sedicenne di Brysen e … Non ve lo dico! Lo dovete scoprire da soli!). Peccato però che questa storia ci sarà, ma sarà il terzo capitolo di un’altra serie (prolungamento di questa che, spero, la Newton porterà in Italia). Vi rendete conto? Cioè, oltretutto, capite che questa determinata storia non è nemmeno stata pubblicata in lingua originale? Diventeremo vecchi, già lo so, ma NON potremo non leggere la storia di Karsen e … Scopritelo!

Buona lettura gente!

Rachel

© Rachel Sandman

Review Party – I disastri del cuore di Kylie Scott

Banner SCOTT.jpg

Buongiorno!
Oggi è con immenso piacere che, nonostante il clima ancora vacanziero e nonostante la calura estiva che sembra non volersene andare più, il blog partecipa al Review Party della nuova novella di Kylie Scott edita da Newton Compton EditoriI disastri del cuore.

Insieme ad altri blog (che trovate scritti nel banner e che vi invito a visitare), l’intera giornata sarà dedicata a questa breve novella di cui potrete sapere tutto, tutte le infos, la trama e le opinioni personali di noi lettrici in anteprima.

Pronti? Cominciamo allora!


6tag_110817-124219

Titolo: I disastri del cuore (Heart’s a Mess)
Autore: Kylie Scott
Data d’uscita: 21 Agosto 2017
Prezzo: € 0,99 (Ebook)
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Violet ha una missione: rimettere in sesto la sua vita. O almeno quello era il piano. Andare a letto con il suo nuovo capo super sexy però è decisamente un errore. E non ha intenzione di ripeterlo. Alex ha un bar e dopo un divorzio tremendo ha finalmente ripreso in mano le redini della sua libido. Non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare l’oggetto dei suoi desideri. Possono avere una relazione senza che influisca sul loro lavoro. Certo che possono. Perché sicuramente non le metterà le mani addosso nell’ufficio sul retro, e decisamente non si metteranno a folleggiare in magazzino…
Violet non vuole ripetere il passato, ma non è l’unica ad avere una missione.

Infos sull’autore: Autrice bestseller del «New York Times» e «USA Today», è da sempre appassionata di storie d’amore, rock’n’roll e film horror di serie B. Vive nel Queensland, in Australia, legge, scrive e non perde troppo tempo su internet. La Newton Compton ha pubblicato Tutto in una sola notteÈ stato solo un gioco, Nessun pentimento e Doppio gioco.


Recensione: I disastri del cuore di Kylie Scott è una lettura veloce, molto veloce. Innanzitutto, è una novella che spicca, a prima vista, per brevità. Lo so, ho ripetuto per ben due righe lo stesso concetto ma sul serio, va bene non avere la lunghezza di un romanzo vero e proprio ma qui si esagera un po’!

La storia c’è, le basi anche, le premesse pure ma … Poi, per ragioni di spazio ristretto e pochi capitoli, le tematiche restano allo stato di abbozzo lasciato lì, grezzo e in parte informe, senza la minima spiegazione o il minimo approfondimento. Peccato.

La protagonista femminile, Violet, è colei che resta più nell’ombra: di lei sappiamo poco, niente flahsback per scoprire parte del suo passato appena accennato, niente cenni su famigliari o amici. Attraverso le parole della Scott, tuttavia, emerge il ritratto di una donna forte, giovane (soprattutto se la paragoniamo all’età del protagonista maschile – differenza che, tra le altre cose, resta una tematica non trattata e dal potenziale perso nel nulla), con un carattere deciso ma che nasconde fragilità e debolezze.

Alex, al contrario, emerge dalla superficie grazie al fatto di giocare in casa e dall’essere circondato da membri (molto promettenti) della sua famiglia: la Scott, con il suo stile dal sapore sensuale e irriverente, delinea ogni centimetro di questo uomo dagli occhi azzurri, con un passato che lo ha segnato alle spalle e con due fratelli, diversi l’uno dall’altro ma tutti estremamente legati tra loro.

A farla da padrone è, ovviamente, la componente sensuale ed erotica dell’evolversi della storia tra i due protagonisti. Se avete letto la The Lick Series … Beh, sapete benissimo di cosa sto parlando: scene calde, a tratti bollenti; elementi di lingerie elegante che vanno e vengono; posti insoliti ma anche no. Insomma, anche in questi pochi capitoli la Scott firma e dà il suo personale tocco, creando una narrazione magari non tra le più complete ed originali della storia ma, senza dubbio, fluente e di facile lettura.

In conclusione, mi spiace sul serio ma … Devo ripetermi. Nonostante la brevità, nonostante la sintesi … La forma e la traduzione non sono, a mio parere, adeguati: insomma, stiamo parlando di una cinquantina di pagine! Possibile che una casa editrice tra le migliori del panorama italiano non riesca a darla ai lettori in una forma pulita?
Ma …
Detto questo, se cercate un’evasione rapida ma piacevole, leggete I disastri del cuore di Kylie Scott. Leggete la storia di Alex e Violet e, come me, iniziate a farvi i film mentali su un certo cuoco del locale ed una direttrice di sala … Kylie Scott, ho bisogno della LORO storia!

Rachel

© Rachel Sandman

Review Party – Ritorno alla casa dei ricordi di Helen Pollard

party 27 luglio.PNG

Buonasera!
Oggi … La giornata e super ricca e, dopo la tappa del BlogTour di Strange Love di Paola Garbarino e le segnalazioni di casa LeggerEditore, si arricchisce con un Review Party firmato Newton Compton Editori.

In questo ultimo post di giornata, vi parlo con piacere di un romanzo davvero ricco, pieno di storie, di ambienti, di tradizione: oggi facciamo un salto o, per meglio dire, torniamo a La Cour des Roses (vi ricordate, si tratta della graziosa pensione di La piccola casa dei ricordi perduti) e andiamo a scoprire che ne è stato di Emmy, Rupert, Alain e gli altri con una recensione di Ritorno alla casa dei ricordi di Helen Pollard, edito da Newton Compton Editori (che ringrazio per la copia digitale del romanzo).

Buona lettura!


Risultati immagini per ritorno alla casa dei ricordi amazon

Titolo: Ritorno alla casa dei ricordi
Autore: Helen Pollard
Serie: Ricordi Perduti #2
Data d’uscita: 27 Luglio 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 10,00 (Cartaceo)
Link d’acquisto: Amazon
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Cielo azzurro, un nuovo amore e un bicchiere di Bordeaux… Cosa si può chiedere di più? Emmy Jamieson ha deciso di lasciarsi la vecchia vita alle spalle e di trasferirsi a La Cour des Roses, una splendida pensione in mezzo a vigneti francesi, che sarà lei a gestire. La prima prova alla quale far fronte è l’arrivo dell’eccentrica famiglia Thomson, che ha prenotato una vacanza per festeggiare le nozze d’oro. Emmy si sente all’altezza della sfida, soprattutto perché può contare su Alain, il bel ragazzo dell’amministrazione, dagli occhi color caramello. Non ha però fatto i conti con l’ingombrante presenza di un blogger davvero insopportabile, che si aggira nudo per la pensione, né con il ritorno di Gloria, la moglie fedifraga del proprietario, che ha qualcosa da ridire sul nuovo ruolo di Emmy. Ma anche la situazione finanziaria e l’insospettabile Alain si rivelano ben presto diversi da quanto aveva immaginato… Possibile che il futuro da sogno che Emmy immaginava stia per crollare?


Recensione in anteprima: Allora, io detesto ripetermi ma se mi seguite, come spero, e avete già letto la mia recensione del primo romanzo della serie di Helen Pollard, vi avviso: inizialmente, mi devo ripetere.
Perché, vedete, come già in La casa dei ricordi perduti, anche in questo secondo capitolo, Ritorno alla casa dei ricordi, ho trovato un atteggiamento ambivalente nella trama: di nuovo, infatti, la prima parte della storia è estremamente lenta e, vuoi per scelte narrative, vuoi per un’eccessiva presenza di persone rinchiuse in pochi capitoli, ho seriamente faticato a procedere nella lettura che, al contrario, risulta scorrevole, accattivante e piacevolissima, grazie anche a note musicali e di colore, dalla metà in poi.

Non so spiegarmi, sinceramente, il motivo: la Pollard scrive bene, in modo davvero descrittivo e ricco, rendendo la materia che tratta presenza viva e il profumo della tradizione una costante dei suoi libri ma, forse, l’eccessiva necessità di creare tempeste in un mare altrimenti calmo e pacifico mi ha fatto, nei primi capitoli, storcere un po’ il naso e sospirare, più volte.

Chi ha letto il primo romanzo conoscerà già i personaggi che popolano questo piccolo paesino francese e, come me, si sarà ormai affezionato alle loro storie e alle loro personalità strampalate.
Devo dire che l’autrice è stata brava nello sviluppo dei caratteri: la protagonista resta Emmy, il cui punto di vista è la lente attraverso qui il lettore vede e si immerge nella storia. A differenza del libro precedente però, troviamo ora una donna meno docile, più consapevole di se stessa ma ancora piena di crepe che rischiano, ad ogni spiffero di vento, di aprire voragini e insicurezze. La Pollard guida il suo personaggio in modo egregio e reale, non trasformandola dunque in un’eroina senza macchia e senza paura ma gestendo con cura il suo processo di crescita iniziato sul finire di La piccola casa dei ricordi perduti e proseguito in questo romanzo.

Al suo fianco, spiccano le due figure maschili per eccellenza: Rupert e Alain.
Se il primo mi ha, ad un certo punto, deluso (almeno parzialmente) e, durante lo svolgimento narrativo, ha perso un po’ della solidità granitica e quasi ineccepibile di cui era stato circondato nel primo capitolo, Alain, dal canto suo, mantiene tutto lo charme, la grazia, la delicatezza e la forza che aveva solo lasciato percepire in precedenza.
Non capisco, davvero, la scelta dell’autrice di abbandonarlo sullo sfondo nella parte iniziale perché il personaggio del commercialista dagli occhi color caramello è uno dei più accattivanti, ricchi, attraenti, con un bagaglio emotivo e personale interessante. Bah … Non ho sinceramente compreso a pieno questa mossa, così come non ho condiviso il ritorno della antagonista per eccellenza, quella Gloria che già si detesta nel primo libro e, di certo, non si fa perdonare in questo: la cara signora torna per un paio di capitoli in questo libro con un solo scopo: creare scompiglio e fare danni. Bravissima qui la Pollard a rendere detestabile questo suo personaggio: una caratterizzazione quasi all’estremo ma, di certo, realistica e ben omologata al contesto e allo sviluppo narrativo.

In conclusione, due appunti. In primis, la scrittura di questa autrice è davvero di livello: le parti descrittive riescono davvero a farti fare un viaggio nelle atmosfere e nei paesaggi descritti tanto che, ad un certo punto, sembra quasi di sentire il profumo delle ortensie e quello delle rose mischiarsi e uscire dal kindle.
Inoltre, un ulteriore plauso va alla sua scelta di approfondire due caratteri che, nel primo romanzo, erano rimasti un po’ in disparte, in attesa del loro momento: le storie di Ellie e, soprattutto, quella del vecchio Jonathan. Una chicca davvero unica e, allo stesso tempo, delicata e d’impatto.

Speriamo che, come è successo tra il primo e il secondo, verrà pubblicato presto in Italia anche il terzo romanzo di questa serie: ormai voglio vedere come andrà a finire e … Gli accenni a due possibili coppie che sembrano crearsi sul finire di Ritorno alla casa dei ricordi fanno ben sperare per una trama scoppiettante.

Rachel

© Rachel Sandman

Cambio Cover … Una moda pericolosa? #SfogliandoIlMondo #7

sfogliando-il-mondo

Buongiorno!
Oggi torna finalmente la rubrica Sfogliando il mondo, in cui raccolgo le mie personalissime riflessioni sui temi più disparati: negli appuntamenti passati, ho trattato discorsi di leader famosiscoperte librose; vi ho parlato delle piccole realtà di paese, come il Circolo dei Lettori di Moretta (Cn); ho sfruttato la Giornata Internazionale della Donna per un dialogo dall’ampio respiro con le scrittrici di casa nostra e d’oltreoceano; infine, ho presentato la seconda stagione di Sense8 e vi ho descritto le sensazioni provate in una mia particolare esperienza, ovvero il concerto di Patti Smith a Torino lo scorso 6 Maggio.

Oggi però … Mi spingo su nuovi lidi e vorrei parlarvi di editoria. Non, sia chiaro, nel senso noioso del termine: nessun termine tecnico, niente di particolarmente astruso o lontano dal sapere comune.
A seguito di alcune nuove uscite del panorama romance, una riflessione mi è sorta spontanea: cosa spinge una casa editrice a utilizzare una cover piuttosto che un’altra? E, domanda ulteriore, cosa spinge una casa editrice o un editore in genere a cambiare la cover di un romanzo dalla sua versione digitale a quella cartacea disponibile nelle librerie?

Premetto che il mio è un discorso NON accusatorio, né tanto meno vuole sollevare polveroni di sorta ma … Parliamoci chiaro: il tutto nasce perché io sono andata in cortocircuito e, nei prossimamente, ho scovato un romanzo NUOVO che invece credevo uscito da mesi, proprio perché presenta una cover già usata per un’altra storia.

Parliamo per immagini, così ci capiamo meglio …

Il 3 Agosto 2017 la Newton Compton Editori uscirà con un nuovo libro in formato cartaceo: si tratta di un romanzo di Addison Moore, primo della Someone to love Series, dal titolo Qualcuno di speciale, che era uscito precedentemente in formato ebook (link d’acquisto).

Come vedete, due differenti cover per uno stesso romanzo; una copertina per la versione digitale (quella a sinistra) e una nuova cover per il romanzo che troverete il libreria (a destra) … Anzi … Forse proprio nuova, no!

Perché, se andiamo a vedere i romanzi in uscita, sempre in data 3 Agosto 2017, troviamo il libro di Sharla Lovelace, Non andare via. Questo libro, uscito in digitale quasi un anno fa (link d’acquisto), ha subito la stessa sorte del precedente e ha mutato pelle. In libreria lo troverete con la cover qui sotto a destra (link di preorder) ma, la copertina dell’ebook vi ricorda qualcosa?

Esatto … Stessa immagine ma due storie diverse, due libri diversi e due formati differenti!
Un po’ confusionario credo …

Ma non è finita qui …

Sempre il 3 Agosto uscirà in libreria Il mio segreto più dolce, il secondo volume della The Lovers&Ink Series di Adelia Marino. Anche qui, l’ebook uscito il 25 Gennaio scorso (link d’acquisto) presenta un’immagine completamente diversa rispetto a ciò che i lettori si troveranno in libreria (la versione cartacea è in già preorder).

Stesso giorno (3 Agosto … Sì, avrete capito insomma che quel giorno potete accamparvi fuori dalla vostra libreria di fiducia e, all’apertura, svaligiarla di tutti questi bei titoli dall’aspetto camaleontico), altra storia. Uscirà anche Grazie per avermi spezzato il cuore di Lauren Layne, il secondo capitolo della Redemption Series (link preorder): il romanzo è uscito in versione ebook il 4 Aprile di quest’anno (link d’acquisto).

Ora … Premesso che, come vi ho scritto, sono tutti romanzi da leggere, titolo più titolo meno, non trovate che il tutto renda noi lettori un po’ confusi?

Voglio dire, una persona che entra in libreria e cerca semplicemente un nuovo libro in cui immergersi e di cui appassionarsi non noterà nulla ma NOI che li vediamo nella veste digitale, che li amiamo e apprezziamo (io, personalmente, non ho ancora avuto il piacere di leggere Non andare via ma tutti ne hanno parlato un gran bene), fino ad attenderli in formato cartaceo, NOI lettori fedeli, fedelissimi, non veniamo un po’ frullati in queste scelte editoriali?

Oggi più che mai … Ho bisogno del VOSTRO parere: mi interesserebbe sul serio avere un dibattito (civile, si intende) per comprendere se anche voi rimanete perplessi, se anche voi rimanete scombussolati, se anche voi trovate questo atteggiamento strano o se, al contrario, il caos mentale è solo mio e voi, dal canto vostro, non lo vivete come problema, anzi.
Fatemi sapere la vostra, vi prego!

Oggi NON vi parlo da blogger, ma da lettrice!
Commentate e fatemi sapere!

#UseYourVoice

Una lettrice confusa

© Rachel Sandman

 

 

Il mio sbaglio più grande di Penelope Douglas – Recensione

Buongiorno.

Allora, oggi voglio parlarvi di una lettura che risale ormai a qualche settimana fa, Il mio sbaglio più grande, ovvero l’ultimo romanzo di Penelope Douglas che ho potuto leggere grazie alla Newton Compton Editori.

Chiarisco subito: ho dovuto attendere un po’ per scrivere il qui presente post perché questo romanzo mi ha completamente destabilizzato, seriamente.
Ma, vi assicuro, ora sono calma (più o meno) e posso garantirvi (forse) un minimo di coerenza per quanto riguarda la mia opinione sulla suddetta storia.

Come sempre, qui di seguito trovate il mio scatto, le infos con trama e link d’acquisto e la mia recensione o, per meglio dire, il mio personalissimo pensiero (si salvi chi può!).


Douglas

Titolo: Il mio sbaglio più grande (Corrupt)
Autore: Penelope Douglas
Serie: Devil’s Night Series #1
Prezzo: € 5,99 (Ebook)€ 8,42 (Cartaceo)
Data d’uscita: 10 Aprile 2017
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell’orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. Non mi vede neppure. Ma io l’ho notato. L’ho visto, l’ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha nascosto. E non so quanto ancora riuscirò a tenere segrete le cose che gli ho visto fare.
Si chiama Erika Fane, ma tutti la chiamano Rika. È la ragazza di mio fratello ed è sempre in giro per casa nostra, sempre a cena con noi. Riesco sempre a percepire la sua paura, e anche se non possiedo il suo corpo, so di avere la sua mente. È l’unica cosa che voglio. Almeno finché non andrà da sola al college. Nella mia città. Indifesa. L’occasione è incredibilmente allettante. Perché tre anni fa per colpa sua alcuni miei amici sono finiti in prigione, e ora sono usciti. Abbiamo aspettato. Siamo stati pazienti. E ora tutti i suoi incubi stanno per avverarsi.


Recensione: Attenzione, attenzione. Urge subito un chiarimento: per tutti coloro che hanno amato questo libro, davvero, vi chiedo scusa, ma qui troverete la mia personalissima opinione quindi, tranquillizzatevi, vogliamoci bene comunque e permettetemi di dire che, di nuovo, io NON riesco a capire le scelte narrative di Penelope Douglas.

Allora, non siamo ai livelli di sconcerto della storia di Jax e KC della Fall Away Series (di cui vi ho parlato qui) ma … Dannazione, perché, Douglas mi fai questo?
Respiro profondo …

Avete presente quando un libro vi prende sin dalle prime pagine e, nonostante alcuni dettagli che vanno un po’ interpretati e determinate scene leggermente fuori asse e fuoco, vi sentite coinvolti e non vedete l’ora di scoprire come finisce? Bene … A me è successo questo, leggendo Il mio più grande sbaglio, fino ad un certo punto.

Ho apprezzato, lo ammetto, il protagonista maschile perché, al pari di Bax di Bad Love della Crownover, Michael non si mostra mai per quello che non è, va dritto come un carro armato in discesa e non si preoccupa dell’opinione della gente, della sua famiglia, di nessuno. Semplicemente è se stesso e la Douglas, in questo, lo caratterizza perfettamente, in un’aura cupa e nera che non si dirada nemmeno nel finale, mai.

Ma la caratterizzazione della protagonista fa acqua da tutte le parti, accidenti!
Oltretutto, come si fa ad accettare una determinata scena (qui, chi ha letto, alla parola sauna mi capirà immediatamente) se questa è incastrata all’altezza del capitolo 25, ciò significa quasi alla fine, all’80% della lettura del libro in formato digitale? No, voi che avete amato questa storia, me lo dovete spiegare.

Perché tutta la coerenza e la potenza del sentimento che, indissolubilmente, lega i due protagonisti, in quel contesto decade, così come la personalità della protagonista che, da ragazza forte, deraglia, inevitabilmente, e appare come una crocerossina di dubbio gusto le cui scelte non avranno, assolutamente, conseguenze: basti pensare che, nel capitolo successivo a questa sciagura, lei è tutta serena e non si pone nemmeno il problema che possano esserci ripercussioni nei rapporti interpersonali dei protagonisti.

Sul serio? Ma dove siamo?

Douglas … Perché? Ma, volevi così male a Rika, alla tua protagonista, che l’hai completamente disintegrata, riducendo la sua spina dorsale al pari di una sogliola lessa? Ma … Veramente?
Pensare che hai delineato personaggi tosti e coerenti con il loro percorso quali Tate, Madoc, Jared e Fallon (detto tra noi, ragazzi, io devo ancora leggere Aflame, ovvero Odiami come io ti amo, ma ora sono terrorizzata! Non affossarmi Jared e Tate, Douglas, te ne prego!). Cosa ti è passato nella testa quando hai creato Rika? O meglio, perché diavolo l’hai dovuta abbassare al livello di una povera missionaria in cerca di una buona azione a cui sottomettersi?

Aiuto! Ragazzi, io ho sinceramente fatto fatica a terminare questo romanzo che, nonostante avesse tutte le premesse di portare alla ribalta una nuova coppia di protagonisti di carta di primo livello, crolla, inesorabilmente, nella parte finale che, sebbene suggellata da un epilogo dai tratti che, oserei dire, sono addirittura teneri rispetto a tutto il resto che lo circonda, non riesce a risollevare le sorti di una narrazione che ha subìto un blackout enorme a un metro dal traguardo.

Un vero peccato, secondo me. Un’occasione persa per un dark romance di entrare tra i miei libri preferiti e un ennesimo punto di domanda sulla Douglas che, ora, ho seriamente paura a leggere ancora!

Rassicuratemi sul finale della Fall Away Series se potete, vi prego!

Rachel

© Rachel Sandman

Qualcosa di più di Ella Gai – Segnalazione

Buonasera!

Pochi giorni fa, è uscito un nuovo romanzo self firmato Ella Gai: si tratta di Qualcosa di più, libro che si aggiunge alla già ricca scuderia dell’autrice che racchiude i seguenti titoli:

Ma ora, veniamo alla storia più recente e scopriamo qualcosa in più su questo libro.
Buona lettura!


Ella Gai.jpg

Titolo: Qualcosa di più
Autore: Ella Gai

Data d’uscita: 3 Luglio 2017
Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 15,59 (Cartaceo)

Editore: Self Publishing

Trama: 
Tre regole:
non MORIRE
non UCCIDERE
non INNAMORARTI

Le ho infrante tutte e tre, e tutte e tre con lei.
Le mi ha regalato il suo cuore in cambio di qualcosa…
Qualcosa di più.
Mi chiamo Franz Schifz e sono un pilota di formula uno.

Lui mi aveva avvisata, me l’aveva detto che:
I cuori si spezzeranno, la fiducia morirà… e le parole saranno solo qualcosa di più.
Mi chiamo Nicoletta Benni, e fino a stamattina avevo un cuore che batteva.
Tutti mi chiamano Niki e stamattina avevo un motivo in più per perdonare.
Io ero la causa delle sue regole e non sono stata capace di salvarlo, prima che infrangesse l’ultima.

Infos sull’autore: È lo pseudonimo di una giovane regista e documentarista che vive a Roma. Per contatti http://www.ellagai.com


Per chi se lo stesse chiedendo (sì, Raffaella, sto pensando principalmente a te) il libro NON fa parte di una serie ed è uno standalone ovviamente autoconclusivo.

#GoodLuckElla!

Rachel

© Rachel Sandman

12 Ebook per l’estate a € 0,99

Buongiorno!
Come state? Pronti a partire per le vacanze? State organizzando i bagagli? O semplicemente vi godete un po’ di relax a casa vostra? O, magari, siete ancora in preda allo stress da lavoro o studio?
Cercate storie belle che vi aiutino a superare la calura estiva?
Newton Compton Editori ha deciso di viziarci con ben 12 titoli (tra cui alcune uscite RECENTISSIME) in formato ebook che saranno disponibili dal 7 al 9 Luglio a soli € 0,99.
Che ne dite? Approfittiamo?
Qui di seguito trovate tutti i titoli in promozione e i link d’acquisto.
Buona lettura!

La sorella segreta
di Tracy Buchanan

E se il tuo passato fosse una bugia?

Quanti segreti e bugie possono annidarsi in ogni famiglia?
Ti ha mentito per tutta la vita… ora è il momento della verità
Willow è rimasta orfana a soli sette anni e da allora ha sempre vissuto con sua zia Hope, una donna molto riservata. I ricordi della sua infanzia, prima della tragica scomparsa dei genitori, sono solari e pieni di gioia. Non sa però cosa sia veramente successo a sua madre tanti anni prima, perché la zia non ne ha mai voluto parlare. Questa cortina di mistero crolla quando Willow riceve un misterioso invito per una mostra fotografica: quello che vede la mette di fronte a un segreto rimasto sepolto per molto tempo e la costringe a dubitare di tutto quello che pensava di sapere su sua madre e anche su sua zia. In che modo quell’enigmatico fotografo è collegato ai genitori di Willow? E perché Hope non le ha mai raccontato tutta la verità? La vita di Willow non può andare avanti senza risposte. Ma di chi si può veramente fidare?

La tela dell’assassino
di T.R. Ragan

Un bestseller internazionale
Un grande thriller

Lizzy Gardner è felice. Ha appena trascorso una serata romantica con Jared, il suo ragazzo. Ma poco dopo averlo salutato per tornare a casa, il suo sorriso si spegne e per la diciassettenne inizia l’incubo. Lizzy viene rapita e la mattina successiva si risveglia incatenata e imbavagliata, in balia delle perversioni di un serial killer soprannominato l’Uomo Ragno, che terrorizza le sue prede prima di ucciderle. Lizzy però riesce a sfuggire alla morte, unica tra le vittime designate, anche se la polizia non troverà mai quell’assassino spietato. Quattordici anni dopo, Lizzy è un’investigatrice privata che nel tempo libero insegna tecniche di autodifesa a ragazze giovani. Ha tentato di lasciarsi alle spalle il suo ingombrante passato, di dimenticare di essere “l’unica che è riuscita a scappare”. Ma una telefonata di Jared, diventato nel frattempo un agente speciale dell’FBI, sconvolge di nuovo la sua vita. L’Uomo Ragno è tornato in azione, e ha un unico obiettivo: ritrovare Lizzy e chiudere i conti di un gioco mortale iniziato molto tempo prima.


Un imprevisto chiamato amore
di Anna Premoli

Il nuovo emozionante bestseller dall’autrice di Ti prego lasciati odiare

Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo.


La donna di ghiaccio
di Robert Bryndza

Un grande thriller

Le indagini del detective Erika Foster

Il corpo congelato. Occhi spalancati e labbra socchiuse. Come se fosse morta mentre era sul punto di parlare…
Quando un ragazzo scopre il cadavere di una donna sotto una spessa lastra di ghiaccio in un parco di Londra, la detective Erika Foster viene subito incaricata dell’indagine sull’omicidio. La vittima, giovane, ricca e molto conosciuta negli ambienti della Londra bene, sembrava condurre una vita perfetta. Ma quando Erika comincia a scavare più a fondo tra le pieghe nascoste della sua esistenza, trova degli strani punti di collegamento tra quell’omicidio e l’uccisione di tre prostitute, assassinate secondo un macabro e preciso rituale. Ma chi era veramente la ragazza nel ghiaccio? Quali segreti nascondeva? Il ritratto che ne dà la famiglia corrisponde alla verità? Erika ha l’impressione che tutti gli elementi a cui si aggrappa nel corso delle ricerche le scivolino via dalle dita, ma è cocciuta, determinata e disposta a qualunque cosa pur di arrivare a capire che cosa si cela dietro quella morte violenta…


I 444 scalini
di Mario Mazzanti

Dall’autore del bestseller Un giorno perfetto per uccidere

Il Cerro de Santa Ana è uno dei più affascinanti luoghi di Guayaquil, in Ecuador. Dal faro posto alla sua sommità, si può ammirare un panorama mozzafiato sulla città e il fiume che la attraversa. Ma per arrivarci bisogna salire ben 444 scalini, tutti numerati. È in corrispondenza dello scalino 382 che Sheila Ross, una giovane turista americana in viaggio con un’amica, sparisce senza lasciare alcuna traccia. Unico indizio: un italiano con cui Sheila avrebbe parlato la mattina. Sono pochissimi e fragili gli elementi a disposizione degli inquirenti, ma sufficienti a convincere Claps, rinomato profiler, ad attraversare l’oceano. Perché c’è qualcosa di strano in quel caso, qualcosa che lo riporta al suo incubo: Giacomo Riondino, uno spietato omicida sfuggito all’arresto in Italia due anni prima, dopo aver lasciato una lunga scia di sangue dietro di sé. Da allora Claps è ossessionato dall’idea di catturarlo. Una volta in Ecuador, scoprirà che la Ross non è l’unica ragazza scomparsa e che la presenza di Riondino in quel Paese è sempre più probabile. Trovarlo sarà come cercare un ago nel pagliaio. E Riondino è un ago con cui si rischia di morire…


«Inquietante!»
«Indimenticabile!»
«Intelligente!»

Vicino a una villa isolata c’è un bellissimo giardino dove è possibile trovare fiori lussureggianti, alberi che regalano un’ombra gentile e… una collezione di preziose “farfalle”: giovani donne rapite e tatuate in modo da farle assomigliare a dei veri lepidotteri. A guardia di questo posto da brividi c’è il Giardiniere, un uomo contorto, ossessionato dalla cattura e dalla conservazione dei suoi esemplari unici. Quando il giardino viene scoperto dalla polizia, una delle sopravvissute viene portata via per essere interrogata. Gli agenti dell’FBI Victor Hanoverian e Brandon hanno il compito di mettere insieme i pezzi di uno dei più complicati rompicapo della loro carriera. La ragazza, che si fa chiamare Maya, è ancora sotto shock e la sua testimonianza è ricca di episodi sconvolgenti al limite del credibile. Torture, ogni forma di crudeltà e privazione sembravano essere all’ordine del giorno in quella serra degli orrori, ma nella deposizione della giovane donna, che ha delle ali di farfalla tatuate sulla schiena, non mancano buchi e reticenze… Più Maya va avanti con il suo terrificante racconto, più Victor e Brandon si chiedono chi o cosa la ragazza stia cercando di nascondere…


Il mistero di Abbacuada
di Gavino Zucca

Tempi duri per il tenente dei carabinieri Giorgio Roversi: trasferito in Sardegna per motivi disciplinari, il giovane ufficiale si trova proiettato in una terra che niente ha in comune con la sua amata Bologna. E a breve dovrà pure dire addio al suo segreto peccato di gola: la scorza di cioccolato per cui va matto è introvabile a Sassari… Sono passati solo pochi giorni dal suo arrivo, quando Roversi deve fare i conti con un omicidio. Luigi Gualandi, proprietario di Villa Flora, ha scoperto un cadavere con un orecchio mozzato nella grotta di Abbacuada, un luogo pericoloso ai confini della sua tenuta. Tutto lascia pensare a  una vendetta consumatasi secondo i canoni del codice barbaricino. Un codice d’onore non scritto, quasi una giustizia parallela, che Roversi ignora del tutto e lo mette di fronte alla Sardegna più arcaica e misteriosa. Per fortuna, ad affrontare il caso non è solo: Gualandi, ex ufficiale veterinario dell’Arma, sarà un prezioso alleato per il tenente, a cui lo unisce una viscerale passione per Tex Willer. L’incontro tra i due è determinante: alle proprie capacità deduttive, Roversi può affiancare le efficaci e preziose intuizioni di Gualandi. Ma un delitto che sembrava semplice si rivela molto più complicato del previsto…


Amore reale
di Emma Chase

«Poche scrittrici sanno rendere realistici i personaggi maschili come Emma Chase.»
The Washington Post

Dall’autrice del bestseller Non cercarmi mai più

Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza”, è un uomo affascinante e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una gelida notte a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Nicholas dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…


L’imprevisto
di Elle Kennedy

Dall’autrice del bestseller Il contratto
Ai primi posti delle classifiche negli Stati Uniti
Tradotto in 12 Paesi

Sabrina sta per laurearsi e il suo futuro è accuratamente pianificato: dopo il college, andrà dritta alla scuola di legge, e poi troverà un impiego profumatamente pagato in qualche studio di squali. Il piano per sfuggire una volte per tutte al suo imbarazzante passato di sicuro non comprende un fantastico giocatore di hockey che crede nell’amore a prima vista. Una notte di fuoco incandescente e di inaspettata tenerezza è tutto ciò che è disposta a concedere a John Tucker, ma a volte basta una notte perché tutta la tua vita cambi. Il gioco si è fatto molto più complicato… Tucker crede nell’importanza del gioco di squadra. Sul ghiaccio sta benissimo lontano dai riflettori, ma quando si tratta di diventare padre a ventidue anni, l’idea di restarsene in panchina è assolutamente fuori discussione. Per fortuna la futura madre di suo figlio è bellissima, intelligente e sa come prenderlo. Il problema è che il suo cuore è blindato, e, con il caratterino che si ritrova, Sabrina è troppo testarda per accettare il suo aiuto. Se vuole una vita con la donna dei suoi sogni, John dovrà convincerla che alcuni gol possono essere realizzati soltanto con il giusto assist.


Il silenzio della pioggia d’estate
di Dinah Jefferies

1930, Rajputana, India.
Dopo la morte del marito, Eliza, una giovane fotoreporter, si sente persa. A tenerle compagnia c’è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico decide infatti di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale. È l’occasione della sua vita e deve sfruttarla a ogni costo. Ma, al suo arrivo, una sorpresa l’attende: giunta al palazzo, conosce il fratello del principe, Jay, un ragazzo giovane, affascinante e dai modi gentili. Uniti dal desiderio di migliorare le condizioni della popolazione locale, che vive in estrema povertà, Jay ed Eliza scopriranno di di avere più cose in comune di quanto potessero mai immaginare. Eppure la società indiana, molto tradizionalista, e le loro famiglie la pensano diversamente. E questo li costringerà a una scelta: fare ciò che tutti si aspettano da loro oppure seguire ciò che dice il cuore…


La piccola casa dei ricordi perduti
di Helen Pollard

«Leggere questo libro è stato come fare un viaggio in un posto nel quale avevo sempre desiderato andare.»

Emmy Jamieson arriva a La Cour des Roses, una bella pensione nella campagna francese, con l’intenzione di trascorrere due settimane di relax in compagnia di Nathan, il suo fidanzato. Tra loro c’è qualche problema, ma Emmy è certa che questa vacanza risolverà tutto. Si sbaglia… Neanche il tempo di disfare le valigie e Nathan se l’è già svignata con Gloria, la moglie di Rupert, il proprietario della pensione. L’uomo è scioccato ed Emmy, sentendosi in parte responsabile dell’accaduto, si offre di aiutarlo a gestire la pensione. Emmy ha il cuore a pezzi, ma si trova all’improvviso in una dimensione nuova, circondata da tanti amici. E anche da qualche uomo interessante: Ryan, il provocante giardiniere, e Alain, il ragazzo che si occupa dell’amministrazione, irritante ma bellissimo. Mentre Emmy si riappropria del proprio tempo e del contatto con la natura comincia a sentirsi a casa. Ma sarebbe una follia lasciare amici, famiglia e tutto ciò per cui ha sempre lavorato… O no?


Il segreto di Parigi
di Karen Swan

Da qualche parte, lungo le strade di Parigi, c’è un appartamento sommerso da strati di polvere e segreti: è stracolmo di opere d’arte d’inestimabile valore che sono rimaste lì, nascoste per decenni. L’incarico di valutare quei tesori è affidato a Flora, giovane e ambiziosa esperta d’arte, una donna in grado di mantenere il controllo durante un’asta da milioni di sterline, ma con serie difficoltà ad accettare un invito a cena a lume di candela. Flora ha il compito di ricostruire la storia di ogni dipinto presente nell’appartamento, per cercare di scoprire chi abbia tenuto nascoste quelle opere d’arte. Si ritrova così catapultata negli affari dei Vermeil, una famiglia del jet set internazionale che si muove tra Parigi e Antibes, e si rende ben presto conto di avere a che fare con qualcosa di poco chiaro. Xavier Vermeil sembra infatti intenzionato a porre un freno all’interesse di Flora per la sua famiglia. Che cosa nasconde? Ambientato in luoghi dalla bellezza mozzafiato e narrato con uno stile capace di avvincere il lettore, Il segreto di Parigi è un racconto intenso e impossibile da dimenticare.


Che ne dite? Favolosi, no? Di questi ultimi due titoli in particolare, vi ricordo che vi ho già raccontato qualcosa grazie a un Review Party e un BlogTour (che, se vi siete persi, vi invito a leggere).

Buone spese!

Rachel

© Rachel Sandman

Segnalazione Newton Compton Editori

Buonasera!

La prossima settimana sarà ricca di nuovi titoli e romanzi editi dalla casa editrice Newton Compton Editori.
Qui di seguito trovate l’elenco di libri con i link d’acquisto.


Dream 4.jpg

Titolo: Dream. Bugie d’amore
Autore: Karina Halle
Serie: #Dream #4 [ultimo capitolo della serie!]

Data d’uscita: 12 Luglio 2017
Prezzo: € 5,99 (Ebook)

Trama: Brigs McGregor sta risorgendo dalle ceneri. Ha perso sua moglie e suo figlio in un incidente d’auto, e in preda allo sconforto ha perso anche il suo lavoro, ma finalmente sta voltando pagina. Gli viene assegnata una prestigiosa cattedra all’Università di Londra e lo aspetta una nuova vita in città. Lentamente, ma inesorabilmente, sta sconfiggendo il senso di colpa e si sta lasciando alle spalle il suo tragico passato.
Finché non incontra lei.
Natasha Trudeau amava un uomo così tanto che pensava di morire senza di lui. Ma il loro amore era sbagliato, destinato a finire già dall’inizio, e quando il loro mondo va in frantumi, Natasha rimane quasi sepolta sotto le macerie. Ci sono voluti anni per dimenticare, e ora che è a Londra è pronta a ricominciare.
Finché non incontra lui.


Nina Lupi

Titolo: Cominciò tutto per caso
Autore: Nina Lupi

Data d’uscita: 13 Luglio 2017
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 10,00 (Cartaceo)

Trama: Quando Elena, il giorno del suo compleanno, scopre per caso che suo marito l’ha tradita, fa le valigie e parte con il figlio alla volta della Puglia, verso i luoghi nei quali ha trascorso la propria infanzia. Arrivata a Lecce, si stabilisce nel palazzo in cui vive suo zio Gigi. È proprio qui che incontra Michele, un giovane pittore romano trasferitosi da poco in Puglia, per il quale comincia ben presto a nutrire una tenera simpatia. Durante una passeggiata notturna, sotto il cielo stellato di Lecce, Michele ed Elena fanno però una scoperta che rischia di complicare non poco la vita dell’intera città e che li coinvolge più di quanto loro possano immaginare. Si tratta di un segreto di famiglia, che qualcuno ha voluto tenere nascosto per molto tempo…


Bastardo fino in fondo

Titolo: Bastardo fino in fondo
Autore: Penelope Ward – Vi Keeland
Serie: #CockyBastard #1

Data d’uscita: 13 Luglio 2017
Prezzo: € 5,99 (Ebook)€ 8,42 (Cartaceo in PROMO!)

Trama: Un australiano sexy e arrogante di nome Chance. Era davvero l’ultima persona in cui mi aspettavo di imbattermi nel mio viaggio attraverso il Paese. Quando la mia macchina si è rotta, abbiamo fatto un accordo: niente programmi, saremmo andati avanti per miglia e miglia passando notti sfrenate in motel sconosciuti senza limiti e senza una meta precisa. E così quello che doveva essere un normale viaggio si è trasformato nell’avventura della vita. Ed è stato tutto davvero incredibile finché le cose non sono diventate serie. Lo desideravo, ma Chance non si esponeva. Pensavo che mi volesse anche lui, invece qualcosa sembrava trattenerlo. Non avevo intenzione di perdere la testa per quel bastardo arrogante, soprattutto da quando avevo saputo che le nostre strade stavano per dividersi. D’altra parte si dice che tutte le cose belle prima o poi finiscono, o no? Forse è così, o forse ero io che non volevo vedere la fine della nostra storia…


Senza nessun segreto

Titolo: Senza nessun segreto
Autore: Leylah Attar

Data d’uscita: 13 Luglio 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook)€ 8,50 (Cartaceo in PROMO!)

Trama: Un normale giorno di shopping sta per trasformarsi in un incubo per Skye Sedgewick. A un passo dalla sua macchina nel parcheggio viene rapita e narcotizzata. Poco dopo sembra arrivata la sua fine: lo sconosciuto la costringe a inginocchiarsi e le tiene puntata una pistola alla tempia. Skye aspetta che parta il colpo mentre recita la preghiera che l’aiutava a dormire da bambina, ma riceve solo un fortissimo colpo alla testa che la tramortisce. Al suo risveglio, l’incubo è ancora al suo fianco, ha i lineamenti scolpiti e uno sguardo impenetrabile. Chi è quest’uomo e perché le è così familiare? Questo è solo l’inizio di una storia sconvolgente, una tempesta di emozioni violente e di sentimenti che travolgono il lettore sin dalle prime pagine. Un romanzo d’amore epico, oscuro e indimenticabile.


Daniela Volonté

Nonostante i tentennamenti … Ecco che, come vi avevo preannunciato ai tempi di #SalTo, Daniela Volonté torna con una nuova storia!

Titolo: La dolcezza può far male
Autore: Daniela Volontè

Data d’uscita: 14 Luglio 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook)

Trama: Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.
Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.
Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…


Allora ditemi … Quali libri andranno a rifornire la vostra personale libreria? Mi raccomando, ricordatevi di utilizzare i link d’acquisto qui presenti per dare una mano al mio piccolo angolo digitale. Grazie!

Buona lettura!
Aspetto i vostri commenti!

Rachel

© Rachel Sandman