Le fragilità del cuore di Susan Elizabeth Phillips – Segnalazione

Buonasera!

Con il presente post torna l’appuntamento Segnalazioni e vi parlo di un romanzo che so già tante di voi stanno aspettando: si tratta di Le fragilità del cuore della famosa SEP.
Curiose di saperne di più?
Scorrete l’articolo, buona lettura.


cover-phillips (1).png
Titolo: 
Le fragilità del cuore
Autore: Susan Elizabeth Phillips

Data d’uscita: 16 Novembre 2017 (Ebook) – 30 Novembre 2017 (Cartaceo)

Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 16,00 (Cartaceo)

Editore: LeggerEditore

Trama: Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore…

Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.

Autore: Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale, l’unica ad aver vinto ben cinque volte il prestigioso rita Award. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche americane e hanno raggiunto i primi posti anche nel Regno Unito e in Germania. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco d’ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Di questa autrice, Leggereditore ha già pubblicato i romanzi Odio quindi amo, Volare fino alle stelle, Le promesse di una vita, Una scelta impossibile, La grande fuga, La prima stella della notte e Cosa ho fatto per amore, e la serie completa Chicago Stars, composta dai romanzi Il gioco della seduzione, Heaven, Texas. Un posto nel tuo cuore, E se fosse lui quello giusto?, Un piccolo sogno, Il lago dei desideri, Lady Cupido e Seduttore dalla nascita.

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

Il segno della tempesta di Francesca Noto – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi è con piacere che vi parlo di un romanzo fantasy tutto made in Italy: edito da Astro Edizioni, è uscito ormai qualche mese fa Il segno della tempesta, romanzo d’esordio di Francesca Noto.

Qui di seguito trovate tutte le informazioni, complete di copertina, trama e link d’acquisto.
Buona lettura!


Il segno della tempesta.jpg

Titolo: Il segno della tempesta

Autore: Francesca Noto

Data d’uscita: 18 Aprile 2016

Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 12,67 (Cartaceo)

Editore: Astro Edizioni

Trama: Lea Schneider ha un dono, o forse una maledizione. Riesce a percepire con impressionante chiarezza le emozioni altrui. È sempre stato un fardello complicato da gestire, in grado di trasformare la sua adolescenza in un inferno. Anni dopo, le sue capacità tornano a manifestarsi con forza. In preda a strani sogni premonitori, Lea decide di fuggire verso la regione più selvaggia della Florida, dove è stata concepita vent’anni prima. Ciò che non sa è che quel viaggio – come il suo dono – fa parte di un disegno più grande. Chi è Sven, il ragazzo senza un passato e dotato di capacità ben più potenti delle sue? Nuove forze scoprono le carte di una partita antica, di cui i due giovani sono il fulcro.

“Chi legge questo romanzo viene catapultato altrove, in un mondo fantastico che nessuno ha mai osato avvicinare alla nostra realtà. Leggendolo mi sono ritrovata a vivere le emozioni dei miei 20 anni.”
(Sale & Pepe, letture da gustare)

Infos sull’autore: Francesca Noto vive a Roma, dove è nata nel 1977, con il marito e due figlie. Laureata in lettere antiche con indirizzo archeologico, ha poi scelto di seguire il suo sogno di lavorare nella scrittura creativa ed è diventata una giornalista, editor e traduttrice professionista di narrativa. Appassionata fin da bambina di heroic fantasy, scherma medievale, equitazione, giochi di ruolo e videogiochi, ha iniziato a scrivere il suo romanzo d’esordio, Il segno della tempesta, nel periodo dell’università, per concluderlo e pubblicarlo nel 2016 con Astro Edizioni. Al momento sta scrivendo il suo secondo romanzo, un sequel stand-alone dal titolo I figli della tempesta, che uscirà per Astro Edizioni a ottobre 2017.


Cosa ne pensate? Lo leggerete? Vi piacciono i fantasy? Conoscevate già il romanzo?

Rachel

© Rachel Sandman

Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale – Recensione

Buongiorno!

Oggi torna l’appuntamento Recensione e, per l’occasione, vi parlo di un romanzo che mi ha davvero colpito: edito da LeggerEditore, uscito in digitale il 31 Agosto 2017, venite a scoprire con me qualche infos in più su Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale, il seguito di Ogni cosa a cui teniamo.

Qui di seguito trovate tutti i dati, la trama e la mia opinione. Un’avvertenza: in questo caso in particolare, invito (anche a mio discapito, si intende) vivamente coloro che non hanno ancora letto il primo romanzo a NON PROSEGUIRE con la lettura in quanto … Uno spoiler, anche solo leggendo la trama, è inevitabile e vi rovinerebbe in parte la lettura della prima storia.
Se invece siete temerari, procedete pure ma IO vi avevo avvisati!

Buon proseguimento!


6tag_030917-144621 (1)

Titolo: Le cose da dimenticare
Autore: Kerry Lonsdale
Serie: Ogni cosa a cui teniamo #2
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 15,30 (Cartaceo – In uscita prossimamente)
Editore: LeggerEditore

Trama: Due mesi prima il suo matrimonio, il consulente finanziario James Donato insegue suo fratello Phil in Messico, ma si perde in mare e viene dato per morto. Sei anni più tardi, si risveglia da uno stato dissociativo e scopre che ora si trova a Oxaca sotto il nome di Carlos Dominguez, vedovo e padre di due figli, che con l’aiuto della sorellastra Natalya cerca di dare un senso alla propria vita. Fino a quando non scopre che la sua fidanzata, Aimee Tierney, si è sposata e ha un figlio. Devastato, James e la sua famiglia tornano in California ma presto scopriranno che suo fratello Phil è uscito di galera vuole vendicarsi. James dovrà capire presto cosa successe quella notte in Messico e perché non si fida più di nessuno tanto che ognuno sembra raccontargli la propria verità.


Recensione: Torno a ripetere … Se non avete ancora letto Ogni cosa a cui teniamo, NON proseguite la lettura.
Detto e ripetuto ciò … Ragazzi, quando ho letto l’epilogo del primo romanzo di questa serie non vedevo l’ora di avere questo romanzo tra le mani e di immergermi nella storia di Carlos per scoprire tutto, ogni cosa.
Le mie aspettative erano alte, altissime e … Devo dire che la lettura non le ha rispettate ma surclassate, e di tanto, tantissimo.

Quando ho letto il primo romanzo, la figura di James mi intrigava ma non più di tanto, voglio dire: lui è il classico ostacolo per la serenità della coppia che si sta formando quindi … Era umanamente impossibile parteggiare per lui.

Tuttavia in questo romanzo è altrettanto inevitabile stare dalla sua parte, comprenderlo, supportarlo e questo, per me, è il tratto distintivo che delinea e conferma la grandezza di Kerry Lonsdale.

Se, infatti, avevo apprezzato Ogni cosa a cui teniamo, ho letteralmente amato Le cose da dimenticare.
In questo romanzo c’è vita, desiderio, mistero, incomprensione e dolore, un sacco di dolore.

La vicenda è narrata seguendo due punti di vista, sfasati anche a livello temporale, che, sin da subito, fanno capire l’originalità della storia che avete tra le mani: si tratta infatti di due punti di vista, è vero, ma appartenenti ad una sola persona. James da un lato, Carlos dall’altro: un solo uomo spezzato in due ma che resta uno, stesso corpo, stesso cuore, stessa anima.

Il conflitto interiore che questo personaggio è costretto a vivere è una delle storyline più strazianti che io abbia letto nell’ultimo periodo ed è resa magistralmente grazie allo stile impeccabile della Lonsdale e alla scelta narrativa di staccare e far scoprire pezzi di un passato diverso ma comune a poco a poco, piano piano.

Rivedremo Aimee, ovviamente, ma questa volta non sarà lei la protagonista, non sarà lei ad essere quella giusta, la compagna perfetta. Al suo posto una delle donne di carta più forti in cui io mi sia mai imbattuta: Natalya è davvero magnificamente immensa. Lei ha amato, ama e amerà Carlos ma, nonostante tutto, è pronta a mettere da parte il suo sentimento ed è pronta ad aiutare James, un uomo che non la vede con gli occhi che l’hanno sempre guardata, non la sente allo stesso modo, non la ama.

Accanto a loro, i piccoli di casa: un rapporto che, anche qui, sa di realtà misto a devastazione. Il legame tra Carlos e i suoi figli è meraviglioso ma per James è un qualcosa che non esiste, da ricostruire del tutto: vi immaginate, a questo punto, come dev’essere per un bambino di 5 anni svegliarsi un giorno e scoprire che il proprio padre si è completamente dimenticato di te, della tua esistenza?
La ricostruzione di questo nucleo famigliare sarà straziante, vi avviso, ma è un percorso che fa male per quanto è ben dosato e curato. Mai stucchevole, mai affrettato … Perfetto.

In conclusione, io vi invito, seriamente, a leggere questo romanzo che personalmente ho avuto il piacere di leggere grazie alla LeggerEditore e che rientra in un genere tutto suo, fatto di romance ma anche di mistero, di intrigo, di formazione. Un libro dai mille volti, un po’ come il protagonista, che si farà amare inevitabilmente, senza filtri, senza maschere, con un epilogo che sarà una conclusione forse un po’ affrettata (non volevo che finisse, ne volevo ancora, ne volevo di più!) ma che si unisce ad un ennesimo quesito che l’autrice lascia lì, come una piuma che volteggia libera nell’aria, in attesa, forse, di una nuova storia.

N.B. Ancora una volta, l’edizione italiana mantiene la cover originale: una donna dai capelli rossi di spalle … Scelta azzeccatissima!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Sacred Heart di Liz Suburbia – Segnalazione

Buonasera!

Esce oggi, grazie alla Eris Edizioni, un nuovissimo fumetto firmato da una delle nuove e più promettenti voci del fumetto indipendente degli States, Liz Suburbia. Si tratta di Sacred Heart, una delle nuove pietre miliari del coming of age a fumetti.

Scorrete questo post se volete scoprire qualche infos in più ed immergervi in un mondo davvero unico e particolarissimo, targato Eris Edizioni.
Buona lettura!


Cover Sacred Heart_low.jpg

Titolo: Sacred Heart
Autore: Liz Suburbia
Traduttore:  Fay R. Ledvinka
Prezzo: € 13,66 (Ebook) – € 17,94 (Cartaceo)
Data d’uscita: 11 Settembre 2017
Editore: Eris Edizioni

Il nuovo coming of age secondo Liz Suburbia: punk, atmosfere inquietanti e il realismo magico dei fratelli Hernandez

Ad Alexandria non ci sono adulti. Se ne sono andati e non sono ancora tornati. Così Ben, sua sorella Empathy e i loro amici si trascinano giorno dopo giorno nella più totale assenza di autorità. Ma se le loro notti esplodono al ritmo dei concerti punk rock della band locale, l’atmosfera in cui vivono si fa sempre più pesante: degli studenti della loro scuola vengono trovati misteriosamente uccisi uno alla volta, senza che nessuno possa farci niente. Quella di Liz Suburbia non è un semplice graphic novel sull’adolescenza, nella sua narrazione c’è molto di più: Sacred Heart affronta le demarcazione tra fede e religione, tra sesso e amore, tra infanzia ed età adulta. L’autrice esplora l’alienazione, le questioni di genere, la sessualità, gli eventi traumatici, la voglia di rivincita e la rabbia di chi non può che vivere la situazione assurda in cui si trova in solitudine, con una colonna sonora punk e il realismo magico dei fratelli Hernandez di Love and Rockets a cui la critica statunitense l’ha subito paragonata.

Infos sull’autore: Liz suburbia vive in Virginia con i suoi due cani e il suo affascinante ragazzo. La maggior parte dei suoi fumetti parla di cani e di punk. I suoi progetti e il suo lavoro si possono seguire sul suo sito lizsuburbia. com. Apparso inizialmente a puntate sul suo sito, Sacred heart è il suo primo graphic novel ed è stato pubblicato nel 2015 da Fantagraphics Books Inc. Sacred heart nel 2016 ha ricevuto l’importante riconoscimento dell’Alex Award ed è stato inserito nella lista dei dieci graphic novel “di grande interesse per gli adolescenti” stilata dalla Young Adult Library Services Association.

Infos sull’editore: Eris nasce a Torino dal bisogno di un gruppo di amici di essere motore e ricettacolo di una cultura condivisa, slegata dal concetto industriale di libro solo come prodotto e mai come opera. Una cultura condivisa libera di circolare: non ci accontentiamo degli slogan sui liberi saperi, vogliamo una cultura che viene da tutti e viene restituita a tutti tramite la voce di chi si sceglie autore e crea minuscoli tasselli che ci raccontano il mondo, appartenendo a questo. Vogliamo dare corpo e distribuire opere, non probabili successi economici, senza basare le nostre scelte sull’importanza di un autore ma solo sulla bontà della sua opera, con un occhio di riguardo a chi è esordiente e che ha diritto di essere scelto per quello che fa e non per quanto in libreria potrebbe fruttare.


Che ne pensate di questo fumetto? E, cosa ancora più importante: siete lettori di fumetti? Qual è l’ultimo che avete letto? Conoscevate già questa autrice?
Fatemi sapere e commentate!

#GoodLuckEris! #GoodLuckLiz!

Rachel

© Rachel Sandman

La guerra dei lupi di Alessio Del Debbio – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi, torna l’appuntamento con le segnalazioni di autori rigorosamente made in Italy. In questo post, vi parlo di La guerra dei lupi, romanzo di Alessio Del Debbio, edito dalla casa editrice Il ciliegio.
Primo romanzo della serie Ulfhednar War, è una storia che rientra nel genere del fantasy contemporaneo.

Qui di seguito trovate tutte le infos relative a questo libro, la trama, un breve estratto, qualche teasers e … Il link d’acquisto! Usatelo! Se conoscete amanti del genere, questo è il momento per essere buoni e fare un bel regalo.
Buona lettura!


guerra dei lupi def_fiamme.jpg

Titolo libro: LA GUERRA DEI LUPI
Autore: Alessio Del Debbio
Saga: ULFHEDNAR WAR
Editore: Edizioni Il Ciliegio

Prezzo: € 19,50 (Cartaceo)
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama: Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.

«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»

Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

GUERRALUPI.jpg

Estratto
«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)

Infos sull’autore: Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.


Quindi? Cosa ne pensate di questa storia? E dell’ambientazione?
Siete incuriositi dai miti nordici? Dall’atmosfera celtica?
Commentate qui sotto, come sempre. Ci conto!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Review Party – Wonder Woman di Leigh Bardugo

WARBRINGER

Buongiorno!

Oggi, insieme ad un gruppo di angoli digitali elencati in fondo a questo post (diversamente detti BLOG e che, ovviamente, vi invito a visitare), ho il piacere di festeggiare l’uscita del primo capitolo autoconclusivo di una serie edita dalla casa editrice Fabbri. Si tratta di Wonder Woman – Warbringer di Leigh Bardugo, primo romanzo della DC Icons Series disponibile da OGGI.
Qui di seguito, come sempre, trovate tutti i dati, la trama e la mia personalissima opinione. Ringrazio, su tutti, Silvia del blog Hook a Book, per avermi coinvolto in questa iniziativa.

Buona lettura!


6tag_310817-153300

Titolo: Wonder Woman – Warbringer
Autore: Leigh Bardugo
Serie: DC Icons #1
Data d’uscita: 31 Agosto 2017
Prezzo: € 19,00
Editore: Fabbri Editore

Trama: Diana è una giovane principessa amazzone e vive su un’isola sperduta, protetta da quanto accade lontano da Themyscira, la sua casa. Alia è una ricca ragazza newyorkese, orfana di due famosi biologi. Due mondi agli antipodi, due vite completamente diverse… almeno fino a quando la nave di Alia naufraga proprio sulle coste amazzoni, e Diana la salva. Presto sull’isola iniziano a scatenarsi tempeste e terremoti e una strana febbre si diffonde tra le sue abitanti, spingendo Diana a consultare l’Oracolo. La sua rivelazione è sconcertante: Alia non è una giovane qualunque, bensì una Warbringer, ovvero l’erede della stirpe di Elena di Troia destinata a portare guerra e distruzione. Ucciderla o purificarla, queste sono le uniche alternative per salvare il pianeta. Prima come improbabili alleate e poi come amiche, le due ragazze si troveranno costrette loro malgrado a unire le forze e ad affrontare insieme nemici potenti e persino divinità antiche, nel tentativo di liberare Alia da questo terribile destino. E con lei il mondo intero.

Infos sull’autore: Leigh Bardugo è una scrittrice YA e fantasy di origini palestinesi, autrice best seller del «New York Times». Da piccola ritagliava e indossava coroncine e braccialetti di carta, sognando di essere Wonder Woman. Oggi vive a Los Angeles, dove potrebbe capitarvi di sentirla cantare con la sua band. In Italia, è già uscito Tenebre e ghiaccio edito da Piemme.

Recensione: Avete presente quei libri che inizi a leggere senza sapere bene cosa aspettarti, senza un entusiasmo eccessivo e che, quasi, ti capitano per caso tra le mani? Bene, Wonder Woman – Warbringer di Leigh Bardugo per me è stato inizialmente questo: un romanzo da leggere, alla scoperta di una figura nota ai più ma che io, personalmente, non conoscevo per nulla (ebbene sì, lo ammetto, non ho mai visto la serie tv, non ho mai letto i fumetti né ho visto l’ultimo film, interpretato da Gal Gadot e Chris Pine).

Capite bene, quindi, che l’ansia e il desiderio di divorare questa storia, di bruciare le pagine e di SAPERE ASSOLUTAMENTE cosa sarebbe successo di lì a qualche capitolo erano sentimenti NON previsti ma che mi hanno invaso, completamente e letteralmente.
Sì, perché la prosa di Leigh Bardugo è una delle più meravigliose che io abbia letto nell’ultimo periodo. Oltre a delineare perfettamente i personaggi (e, non solo, come ci si potrebbe aspettare, la famosa Diana – futura Wonder Woman – ma anche personaggi all’apparenza secondari che nascono, si sviluppano, evolvono grazie alla trama e alla narrazione gestita in modo egregio), la Bardugo gioca con le ambientazioni e spazia senza mai lasciarsi sfuggire nulla.

Partiamo infatti con una storia che sa di antico, ricca e pregna degli odori e dei sapori dei moti antichi, quelli della tradizione greca, con oracoli che si celano e appaiono; con Amazzoni che si organizzano, combattono, vivono; con una giovane donna Figlia della Terra che cerca il suo posto nella società in cui è cresciuta, sotto l’occhio vigile di una madre Regina e contornata da sorelle, legate a lei da una doppia corda fatta di dolore e affetto. Themyscira appare come un mondo selvaggio e naturale ma dai contorni perfettamente civilizzati e accoglie il lettore che si trova quasi coccolato dall’atmosfera semidivina del luogo e delle sue abitanti.

Tuttavia un evento inatteso fa sì che la narrazione proceda e si sposti: prima a New York, con i suoi grattacieli e i suoi viottoli trasandati e malfamati, poi in Grecia, tra uliveti e vegetazione mediterranea, tra tornanti e polvere, tra terra e fiume.
Ad avermi convinto, in prima battuta, è stato proprio il modo di descrivere tutti questi ambienti differenti: nel dettaglio, senza mai eccedere ma dando al lettore tutti gli elementi che gli servono, la Bardugo crea il giusto sfondo ad una storia che necessita di basi solide e concretezze.

Risultati immagini per leigh bardugo wonder woman

N.B. Ho scoperto questa foto in cui vengono ritratti i vari personaggi grazie al blog We found wonderland in books e, a mio parere, è la perfezione!

In secondo piano, ovviamente, non posso tralasciare loro, i personaggi.
Su tutti, Diana spicca non solo per altezza, bellezza e fascino soprannaturale ma anche (e soprattutto) perché oltre a tutto questo, lei appare fragile e insicura come una qualsiasi adolescente dei nostri giorni. Ho adorato il modo in cui l’autrice è riuscita a rendere mitica ma umana, contemporanea e impalpabile insieme la figura di questa giovane amazzone destinata a vestire i panni dell’eroina per eccellenza, destinata ad essere Wonder Woman.
Accanto a lei, per una volta, NON un ragazzo ma un’altra giovanissima: Alia. Su questa giovane donna grava un peso importante, un destino apparentemente già scritto, una sorta di maledizione ma … Non posso né voglio anticiparvi nulla, vi dico solo questo: il rapporto tra le due nasce non propriamente in modo idilliaco ma cresce, così come i due personaggi, e si consolida, pagina dopo pagina.

In conclusione, devo assolutamente parlarvi di loro: Nim, Theo e Jason sono il gruppo perfetto per fare da contorno, da collante e profondità alla storia. In loro c’è mistero, c’è ironia pungente, c’è stima ma anche lotta interiore, dolore e silenzi che parlano più di un discorso recitato a mezzo stampa. Insomma, loro, insieme alle due protagoniste, creano il clan perfetto per una storia fatta di azione, psicologia, crescita e amicizia.

Quindi, anche se, come me, inizialmente vi ritrovate un po’ titubanti e incerti, leggete questo libro che, ripeto, non ha nulla a che vedere con la classica immagine di Wonder Woman ma che crea, comunque, una nuova storia con spunti di riflessione unici e dai sapori moderni e classici insieme.
Buona lettura!

N.B. I prossimi capitoli? Volete sapere di chi parleranno? Bene … Grazie a Fabbri Editore, preparatevi a leggere nuove storie su Batman (scritto da Marie Lu), Superman (Matt De La Pena) e Catwoman (Sarah J. Mass). Io non me li perderò di certo, e voi?

WonderWoman_REVIEW PARTY.jpg

Rachel

© Rachel Sandman

L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero – Recensione

Buonasera!

Allora, oggi devo ringraziare immensamente un’autrice che, nonostante io non avessi mai letto o recensito nulla di suo, si è premurata di inviarmi una copia cartacea del suo ultimo romanzo e ha atteso, sino ad ora, pazientemente, un mio riscontro: sto parlando di Bianca Marconero che, con Newton Compton, ha pubblicato L’ultima notte al mondo (libro inserito all’interno della collana Gli Insuperabili e che include, oltre al romanzo, anche la novella che fa da prequel alla storia, ovvero Ed ero contentissimo).

Qui di seguito, quindi, troverete tutte le infos su questo volume, i link d’acquisto, la trama e la MIA personale opinione sulla storia.
Buona lettura!


6tag_170717-111800

Titolo: L’ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Data d’uscita: 29 Giugno 2017
Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 4,43 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editore
Collana: Gli Insuperabili

Trama: Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che cosi potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano… E non finisce qui: tra le pagine del prequel, “Ed ero contentissimo”, in coda a questo volume, scoprirete un Marco adolescente sui banchi di scuola.


Recensione: L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero è uno di quei libri che ti fanno sorridere dall’inizio alla fine e non, attenzione, perché superficiali o banali, ma perché semplici e ironici al punto giusto. L’ultima notte al mondo racconta una storia in cui la realtà ben si mescola con i caratteri buffi dei protagonisti e con la linea narrativa assolutamente di livello.

Il romanzo si basa su una coppia di protagonisti davvero un po’ sgangherata e fuori asse. Da un lato c’è lui, Marco Bertani, un uomo dal carattere forte che è dovuto crescere in fretta, che ha dovuto affrontare la vita a muso duro, senza orpelli o fronzoli superflui.
Dall’altro abbiamo invece lei, Marianna Visconti, una donna che nasce in un contesto sociale ed economico opposto rispetto a quello di Marco, con un’aura da prima donna e con quell’atteggiamento da puzza sotto il naso che, almeno per i primi capitoli, fatica a togliersi di dosso.

Due mondi che si scontrano prima tra i banchi del liceo e poi, più tardi, sulle corsie della vita, quella vera, dando origine a quello che, oserei definire, un gran bel film.

Il personaggio che evolve maggiormente è, senza dubbio, quello della protagonista femminile che, a seguito di vicende più o meno volute, si trasforma da ragazza prevedibile, scontata, noiosa e incapace di follie, a donna, prima fragile e traballante sui tacchi eleganti e nel tailleur da lavoro, poi matura e decisa, che lotta per quello che sente e vuole.
Non va, tuttavia, sottovalutato anche il mutamento di Marco che, da ragazzo tranquillo come una mucca indù, si scioglie, capitolo dopo capitolo, e si lascia andare, fidandosi (cosa per lui davvero difficile e complessa).

Il tratto che ho preferito in questo romanzo è stato proprio il modo in cui la Marconero ha scelto e ha diretto le varie tappe della conoscenza, dell’avvicinamento e della storia vera e propria tra i due protagonisti.
Una serie di tasselli minimali e delicati che, uniti l’uno con l’altro, hanno creato una tela meravigliosa, impreziosita da chicche quali:

«… ora ho una gran fame. Facciamoci un panino».
«Dove?»
«Sul sagrato».
«Come i turisti, gli studenti e i tossici?»
«No. Come me e te» …

Ho inoltre adorato il modo e le pennellate di colore che l’autrice ha lasciato intravedere nelle descrizioni di Bologna: sono piccoli e brevi paragrafi, spesso inseriti ad inizio capitolo, che offrono una panoramica unica e per nulla banale, che danno il sapore vero dell’atmosfera in cui si svolgono i vari fatti e che delineano uno sfondo che diventa, di colpo, tridimensionale e, a tratti, davvero palpabile. La nota e la descrizione di quello che è un po’ il meltin pot bolognese, con il gruppo dell’Armata Russa con tanto di sosia di Ivan Drago (di cui, giusto per dire, io aspetterei anche un libro, una novella, qualsiasi cosa) al seguito, con i Pakistani, i Magrebini e i Bolognesi cresciuti in quartieri di dubbia fama, è uno dei tratti che voglio, qui, segnalarvi e che confermano come questa autrice non sia solo brava nei dialoghi e nella gestione del lato romance del libro, ma riesca anche a riempire lo spazio e a caratterizzare personaggi secondari e comparse.

In conclusione, oltre al realismo e all’ironia, ai battibecchi, ai malintesi e alle note romantiche presenti, L’ultima notte al mondo si caratterizza anche per piccoli stralci di poesia, lasciati qua e là, come perle incastonate in un gioiello antico.

Stasera, mentre i portoni di Bologna si aprono come bocche sorprese, vedendoci passare, e le finestre abbassate ammiccano verso di noi, la risposta è sì. Io posso essere felice per questo niente che ho.

Che dire, dunque? Chapeau a questa penna tutta italiana che NON conoscevo e che ho apprezzato, moltissimo, grazie a questo suo ultimo lavoro che, se ancora non avete letto, vi invito a recuperare, subito, ora, adesso!
Vi lascio, qui di seguito, il video della colonna sonora, della canzone che, non per niente, dà il nome al libro … L’ultima notte al mondo di Tiziano Ferro.

Rachel

© Rachel Sandman

Nuove Uscite LeggerEditore – Segnalazione

Buongiorno!
Oggi, con Settempre che si avvicina sempre di più, ecco che torna l’appuntamento di segnalazione legato alla casa editrice LeggerEditore.
Due sono i titoli di punta che usciranno, entrambi, il 31 Agosto 2017.

Curiosi di scoprire di quali romanzi sto parlando?
Scorrete il post e … Buona lettura!


cover-phillips

Titolo: Cosa ho fatto per amore
Autore: Susan Elizabeth Phillips

Data d’uscita: 31 Agosto 2017
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 12,67 (Cartaceo)

Editore: LeggerEditore

Due esistenze coincidono in una sola vita. Due passati ritornano in un solo presente.

Trama: Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata… Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato. Dalla penna di una delle grandi maestre del romance internazionale, intrighi amorosi, vanità, ripicche e gelosie, per una commedia romantica indimenticabile, raccontata con la giusta dose di ironia e sensualità, sullo sfondo della città più pazza e trasgressiva d’America.


cover-Lonsdale

Titolo: Le cose da dimenticare
Autore: Kerry Lonsdale
Serie: Everything we keep #2

Data d’uscita: 31 Agosto 2017 (in Ebook) – Settembre (Cartaceo)
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 15,30 (Cartaceo)

Editore: LeggerEditore

Trama: Due mesi prima di sposarsi, James Donato scompare in mare, in Messico, impegnato nelle ricerche di suo fratello Phil, invischiato in traffici illeciti. Sei anni più tardi, lo stesso uomo dato per disperso riemerge dal suo stato di fuga dissociativa in cui era piombato quel maledetto giorno, per ritrovarsi protagonista di un’altra vita, con un nuovo lavoro e un nuovo nome. Vedovo e padre di due figli, vive a Oaxaca insieme a sua cognata Natalya, un’ex surfista professionista, con cui ha condiviso gli anni più bui. Di colpo le due esistenze parallele collidono e torna vivido il ricordo di Aimee, il suo grande amore, e con esso l’esigenza di ritrovarla. Ma anche Aimee si è rifatta una vita, si è sposata e ha avuto un bambino. A James rimangono i suoi due figli e Natalya, l’unica persona su cui può contare, soprattutto ora che suo fratello Phil, appena uscito di prigione, è disposto a tutto pur di impedire che James riveli quello che ha visto in Messico, quel lontano giorno di sei anni prima… Una storia emozionante, che racconta la perdita più dolorosa e il coraggio di un uomo che con ogni mezzo cerca di ricostruire la propria vita.

Recensione e dati Ogni cosa a cui teniamoqui


Allora … Cosa ne pensate di questi nuovi libri targati LeggerEditore? Vi ispirano? Li leggerete? Cosa ne pensate delle cover? Vi piace il fatto che per Kerry Lonsdale la scelta sia stata mantenere la copertina originale?
Commentate qui o su FB e … Fatevi sentire! Lasciate il segno!

Rachel

© Rachel Sandman

Non lasciarmi andare via di Carmen Bruni – Recensione

Buongiorno a tutti!

Oggi è con immenso piacere che vi parlo di un libro uscito qualche giorno fa: un romanzo self che ho avuto la possibilità di leggere proprio grazie all’autrice, Carmen Bruni …
Una storia che, lo devo ammettere, aspettavo da quando, un po’ di tempo fa ormai, mi ero ritrovata a leggere Il mio imprevisto più bello e avevo, sin da subito, amato un personaggio di sfondo, uno di quelli che, nei romanzi, spesso ha la funzione di aiutante e/o amico dei protagonisti.

Ma … È presto per parlarvi di lui.
Prima, vi lascio qui di seguito il mio scatto, i dati e la trama.
Siete pronti a conoscere uno dei personaggi di carta più introspettivi e unici di sempre?
Venite a scoprire Non lasciarmi andare via e leggete la mia personalissima opinione sul romanzo.

Buona lettura!
Ricordatevi di lasciare sempre un segno del vostro passaggio sul blog con un commento o un like agli articoli.


6tag_220817-160339

Titolo: Non lasciarmi andare via
Autore: Carmen Bruni
Serie: Spin Off di Il mio imprevisto più bello

Data d’uscita: 24 Agosto 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook)
Editore: Self Publishing

Trama: È una sera come tante quando Federico entra in una stanza buia.
Con i vestiti sgualciti, già passati fra decine di mani bramose, si prepara a spogliarsi per l’ultima volta, prima di tornare a casa con il suo meritato guadagno.
Ma non sa che la sua apparente tranquillità sta per essere sconvolta per sempre.
La ragazza di cui deve accontentare i capricci non è una semplice sconosciuta. E non è lì per caso.
Lei è tormento, fuoco, dolore. Colei che ama e odia in egual misura. Lei che all’improvviso era svanita nel nulla.
Mantenere le distanze sarebbe la scelta più giusta, ma Veronica non ha intenzione di demordere, è ritornata a Roma per chiudere i conti con il passato una volta per tutte, quel passato che Federico ha distrutto quando l’ha lasciata con un misero e brutale sms.
Una passione che non si è mai spenta divamperà all’istante fra di loro. Sofferenza e desiderio prevaricheranno, spingendoli in una situazione d’insostenibile confusione, dove i segreti esploderanno come bombe.
Spinti lontani da un destino avverso e da troppi sbagli, si crederanno perduti per sempre.
Ma certe storie non finiscono mai, proprio come accade ai grandi amori.
E spesso lasciarsi andare è l’unico modo per potersi ritrovare.


Recensione: Allora … Come saprete … Ho amato Il mio imprevisto più bello in tutto: lo stile, la scrittura, la storia, i protagonisti (Arianna resta, ancora adesso, anche a distanza di tempo, una delle donne di carta meglio delineate, più indipendenti e più a fuoco del panorama della letteratura contemporanea).
Leggendo la storia tra lei e Cristian, mi ero tuttavia soffermata inevitabilmente su di lui, Federico, il migliore amico e coinquilino dell’impertinente bionda.

Quindi, capite bene che, appena ho saputo che Carmen Bruni avrebbe davvero scritto la SUA storia, non stavo più nella pelle: dovevo e volevo leggerla.
Non lasciarmi andare via è quindi arrivato come un regalo la mattina di Natale, carico di attese e di quella atmosfera ricca di aspettative mal celate che, talvolta, inevitabilmente, rischia di infrangersi al suolo, una volta scartato il pacco.

Ma NON è questo il caso!
Ragazze mie (ma anche ragazzi che state leggendo e siete all’ascolto): come posso descrivervi la meraviglia del personaggio di Federico? Come posso parlarvi in modo sensato di questa storia senza anticiparvi nulla, senza rovinarvi l’attesa e la trepidazione che la Bruni ha disseminato, capitolo dopo capitolo, in una trama ricca di colpi di scena e che necessita, più volte, di una buona dose di Maalox per la gastrite che alcuni personaggi vi porteranno, inevitabilmente, a provare?

Con calma … Un bel respiro … Partiamo … (O almeno, proviamoci).

Federico è, a mio parere, il protagonista indiscusso del romanzo: è vero, i capitoli sono scritti seguendo un punto di vista alternato che ben aiuta il lettore ad immergersi passo passo nella storia e ad entrare, piano piano, nella mente di questo uomo e di Veronica ma, permettetemi di essere di parte qui e dire che Federico surclassa tutto e tutti.
Non lasciarmi andare viaIl suo personaggio è complesso: ricco di pieghe e sfaccettature rese in modo sfumato, appena percepibili e lasciate andare in modo dosato e curatissimo.
Con realismo, calma e un briciolo di impazienza, Non lasciarmi andare via sarà una lettura che vi accompagnerà in tutte le tappe che Federico deve affrontare, senza saltare nulla, senza accelerare nulla, portando il lettore a comprendere le sue scelte di vita, a capirle, a sostenerle.

Dall’altro lato abbiamo invece lei, Veronica. Inizialmente, lo devo ammettere, ho avuto difficoltà a entrare in sintonia con questo personaggio: a tratti piatto, a tratti forse preda degli eventi e ricco di rancore e rimpianti. Ma poi, grazie come sempre allo stile di un’autrice che merita, ogni volta, di essere letta e a fondo, ho iniziato ad avvicinarmi al modo di pensare di Veronica, alle sue scelte, al suo pensiero. Finché all’ultimo capitolo, quello proprio prima dell’epilogo, quando ormai quindi tutto è svelato, tutto è chiarito (forse), tutto è limpido … Mi è apparsa in tutto il suo carattere, in tutto il suo essere donna forte ma tendente ad arrossire, sempre e comunque. Meravigliosamente fragile e candida, Veronica è stupenda e perfetta in ogni cicatrice invisibile a tutti, tranne che a Federico.

Inutile dirvi, poi, che ho semplicemente adorato i piccoli inserti in cui riappaiono Cristian e soprattutto Arianna alla quale la Bruni affida un ruolo non da poco, importante per lo svolgimento della trama di Non lasciarmi andare via ma non eccessivamente preponderante. Perfettamente dosato insomma è il ruolo di colei che anche qui si dimostra un’amica con i fiocchi e con un fidanzato … Davvero irriverente e speciale.

Una nota a piè di pagina qui la devo e voglio fare: ho amato alla follia un personaggio (tanto quanto ne ho odiato un altro, ma questa è un’altra storia e di costei NON ho proprio intenzione di parlare), una sorta di protagonista in seconda che interagisce con la coppia regina della storia, con Veronica e Federico, e lascia trasparire lati del carattere di entrambi che, altrimenti, sarebbero passati sotto silenzio. Soprattutto il rapporto tra lei e Federico svetta per dolcezza, simpatia e unicità: Carmen Bruni ha trattato questo legame con delicatezza estrema e con un tocco di realismo che è, a parer mio, quasi tangibile nello scorrere delle pagine e nell’evolversi della narrazione.

Non vi dirò di più. Forse avrete capito a chi mi riferisco, forse lo avrete già letto in altre recensioni o in alcuni post che ormai girano sui social, forse no. In tutti i casi, non sarò io, qui, ad anticiparvi un elemento così importante per il romanzo.
Una cosa ancora, tuttavia, voglio dirvela: leggete i romanzi di Carmen Bruni. Se non la conoscete, recuperate i precedenti; se invece siete al passo con le sue uscite, abbandonate qualsiasi cosa si trovi ora nel vostro kindle o sul vostro comodino e immergetevi in Non lasciarmi andare via.
Una storia di una normalità unica, una trama dolorosamente ricca di speranza, una coppia, quella di Federico e Veronica, che vi farà battere il cuore e rivedere tutte le situazioni compromettenti e negative della vita sotto una luce nuova, diversa ma non per questo meno luminosa e speciale.

#GoodLuckCarmen! #GoodLuckVeronica&Federico!

Rachel

© Rachel Sandman

Spencer Cohen 2 di N.R. Walker – Recensione in Anteprima

Buongiorno!

Da oggi potete finalmente trovare, in tutti gli store online, il secondo capitolo di una delle serie m/m più potenti e delicate dell’anno: sto parlando di Spencer Cohen 2 di N.R. Walker, edito da Triskell Edizioni, all’interno della ormai nota collana Rainbow.

Qui di seguito trovate tutte le infos (compresi i link d’acquisto), la trama, il mio scatto e, ovviamente, la mia opinione sul libro.
Come sarà continuata la storia di Spencer e Andrew? O, meglio ancora, sarà continuata?

#BuonaLettura!


6tag_240717-160916

TITOLO: Spencer Cohen 2
AUTORE: N.R. Walker
TRADUTTORE: G. Di Salvo
SERIE: The Spencer Cohen Series #2

USCITA: 28 Luglio 2017

PREZZO: € 4,99 (eBook)
Link d’acquisto: Spencer Cohen 2

EDITORE: Triskell Edizioni
Collana: Rainbow

Trama: Dopo il passaggio da finti fidanzati a una relazione vera e propria, Spencer Cohen e Andrew Landon cercano di non affrettare le cose. Sanno che tra loro potrebbe nascere qualcosa di speciale e non vogliono rovinare tutto, nonostante la terribile tensione sessuale nell’aria.
Spencer sta imparando ad aprirsi, condividendo il suo passato con Andrew, e ha paura di esporsi troppo, anche se non riesce a trattenersi dal farlo. Allo stesso tempo, è ben consapevole che si sta innamorando di Andrew. Quest’ultimo, d’altra parte, non vuole gettarsi di nuovo a capofitto in una relazione, ma andarci piano non fa altro che accrescere fin troppo rapidamente l’affetto reciproco che li lega.
Mentre vivono questa nuova relazione, Spencer teme che Andrew darà di matto nell’apprendere che ha accettato un nuovo incarico. Ben presto, però, scopre non solo che si tratta di un lavoro insolito, ma che le cose non sono nemmeno come sembrano. Quando tutto prende una piega inaspettata, Spencer e Andrew uniscono le forze per aiutare il nuovo cliente e dovranno anche decidere se sono pronti a fare un ulteriore passo avanti.


Recensione in Anteprima: 

16830304_1282588828490443_665215861_n4b4f7b011bfba2617d2fcdb8d1421d49

Ve li ricordate? Sì, sono sempre loro … Spencer e Andrew, i protagonisti di una serie di romanzi targata Triskell e firmati dalla mente geniale di N.R. Walker.
Vi ho già parlato, in precedenza, del primo romanzo della serie ma in questo secondo capitolo, signori e signore, si entra finalmente nel vivo! In TUTTI i sensi (sì, avete capito bene!).

L’ambientazione è quella che già conosciamo: una Los Angeles che vede un’alternanza costante e mai snervante tra appartamenti, locali e residenze più o meno già note.

In questo secondo romanzo, tuttavia, la relazione tra i due protagonisti entra nel vivo e, devo ammettere, nonostante io mi aspettassi uno sviluppo in quel senso, l’autrice, ancora una volta, si caratterizza per realismo ed eleganza e dona ai lettori ciò che avrebbero sempre desiderato e qualcosa in più.
Perché se, indubbiamente, la componente sensuale qui entra in gioco, e alla grande, vi è anche un approfondimento psicologico non indifferente che dona alla nostra coppia protagonista uno spessore e un affiatamento assolutamente meraviglioso.

Ad avermi convinto, sempre più, è il personaggio di Andrew (sì, sono assolutamente innamorata di questo ragazzo di carta! Lo adoro!): un uomo dall’aspetto nerd, dai toni pacati e riservati, dalla gestualità misurata che però nasconde un carattere forte, per nulla timido e assolutamente deciso e fermo nel suo modo di agire e parlare. Un insieme di contrasti che però non stridono tra loro ma, anzi, danno spessore e realismo ad un personaggio davvero stratosferico.

Dall’altro lato, Spencer fa un enorme passo avanti e cresce, ma non ancora del tutto. In questo secondo romanzo, è lui, nuovamente, la sola voce narrante ed è lui a portare il fardello di un passato per nulla facile che, ancora porta inevitabilmente strascichi sul presente. Ho ammirato però come l’autrice abbia dosato il suo aprirsi con Andrew senza accelerare il processo ma centellinandolo, come giusto che sia, lasciando che Spencer faccia un passo avanti ma non del tutto.

In questo senso, un aiuto lo si ha attraverso l’andamento e il ritmo pressoché quotidiano del filo narrativo: ci sono davvero pochi salti temporali e, quando si presentano, sono minimi quindi il lettore è spettatore di una pellicola, oserei dire, continua, di un film che si srotola davanti ai suoi occhi passo dopo passo, senza stacchi o brusche frenate.
Attorno alla coppia protagonista, i personaggi secondari prendono piano piano possesso di qualche angolo narrativo, rimanendo tuttavia sempre sullo sfondo. Sono presenze che però si sentono: offrono il loro supporto e sia gli amici di Spencer quanto la famiglia di Andrew danno quel tocco in più di completezza ad una storia davvero bellissima, dolce e delicata.

Ma, in conclusione, parliamo di quello che so, voi tutti volete sapere: ci siamo lasciati nel primo romanzo con Spencer e Andrew che, se vogliamo ben contare, arrivano a darsi un bacio e mezzo. Cosa accadrà in questo secondo capitolo? Beh … Non sta di certo a me dirvelo ma vi avviso:

Risultati immagini per OMG gif

Risultati immagini per OMG gif

Risultati immagini per so sexy gif

E dopo questo mio discorso, molto costruttivo, serio, edificante e prolisso … Vi saluto e vi dico: leggete Spencer Cohen 2, leggete la serie della Walker curata nel dettaglio in una veste fantastica (grazie Grace Di Salvo!) che rende giustizia anche al dialetto australiano che parla il nostro Cohen e che, nonostante la traduzione, non perde la sua particolarità e quel piccolo di stranezza.
Ora, vi avverto, sono già in attesa del terzo! Non vedo l’ora!

#GoodLuckWalker! #GoodLuckTriskell!

Rachel

© Rachel Sandman