Il Viandante di Jane Harvey – Berrick – Recensione in Anteprima

Review Party.jpg

Buongiorno!
Oggi è finalmente arrivato il grande giorno: Il Viandante di Jane Harvey – Berrick è online e approda, ufficialmente, in Italia grazie alla Delrai Edizioni.
In questo appuntamento troverete quindi la mia personalissima recensione in anteprima (grazie alla CE per avermi permesso di leggere questo romanzo, tra l’altro), tutte le infos e il calendario di un Review Tour che parte qui, oggi, e proseguirà nei vari blog che già hanno partecipato al BlogTour del romanzo e che, penso, come me si sono ormai appassionati alla storia di Kes e Aimee.

Ma, andiamo con ordine e … Scorrete il post se volete avere tutti i dati del caso, se volete sbirciare il mio scatto e se volete conoscere la mia opinione su Il Viandante di Jane Harvey – Berrick.
Buona lettura!


Il viandante 1

Titolo: Il Viandante (The Traveling Man)
Autore: Jane Harvey-Berrick
Serie: The Traveling Man #1
Data d’uscita: 25 Ottobre 2017
Prezzo: € 3,99 (Ebook) – € 14,03 (Cartaceo)
Editore: Delrai Edizioni

Era uno normale, carino a prima vista. In realtà era straordinario, anche se non sempre gentile, e bellissimo.
“Bello” era una parola troppo riduttiva per la sua pelle liscia e dorata; per il viso, descritto dagli zigomi decisi, e il mento volitivo. Aveva gli occhi del colore del mare prima di una tempesta, l’espressione dubbiosa e vulnerabile, labbra morbide e carnose, dello stesso colore della rosa rossa in sboccio; il suo corpo statuario, scolpito, pericoloso.
Poteva respirare fuoco, mangiare fiamme, e la parola “amore” bruciava insieme a quelle sulle sue labbra.
Ero già coinvolta da lui da prima che mi rendessi conto dell’inizio della nostra storia.
È stato divertente il modo in cui sono andate le cose.

Trama: Aimee ha dieci anni quando la sua strada incrocia quella di Kes, abile ragazzino circense, e scopre così la magia del circo. Lui è tutto ciò che lei non sarà mai: libero, felice e senza paura. Sono sufficienti due settimane all’anno per unire i due giovani, e la loro amicizia si trasforma pian piano in qualcosa di più profondo, intrinseco, ma anche molto pericoloso. Aimee infatti sa che Kes non potrà mai fermarsi in un solo luogo e che il suo cuore è destinato a seguirlo in capo al mondo pur di stare con lui.Il sentimento dei ragazzi spaventa entrambe le famiglie, perché motore di comportamenti impulsivi e illogici. Ma Aimee non vuole rinunciare all’amore per Kes, e lui sa che nessuna lo conosce quanto lei. Lottare, però, non è facile quando a volersi unire sono due mondi tanto distanti tra loro e per Aimee e Kes la vita sembra diventare impossibile nell’attesa dell’altro.

Il primo romanzo della Traveling Series dalla penna ipnotica della scrittrice Jane Harvey-Berrick, un successo internazionale che ha fatto innamorare migliaia di lettori.

Infos sull’autore: Jane Harvey Berrick è un’autrice di romance contemporanei e new adult originali ed emotivamente profondi. Trova la sua ispirazione camminando sulla spiaggia dell’Oceano, in compagnia del cagnolino Pip. Questo è il suo primo romanzo per la Delrai Edizioni, e fa parte della Traveling Series composta di tre romanzi.
L’autrice sarà presente al Rare di Roma di giugno 2018!


Recensione: Siete pronti? Siete curiosi? Siete carichi? Bene … Quindi sedetevi e ascoltate perché oggi vi parlo de Il Viandante, primo capitolo della The Traveling Series, di Jane Harvey – Berrick, edito dalla Delrai Edizioni.

Partiamo da una considerazione … Questo romanzo, questa storia, entra di diritto nella mia personale classifica dei BEST dell’anno.
Ragazzi miei, è MERAVIGLIOSO! Sul serio! O, per meglio dire, è STRAORDINARIO.

Ma, come sempre, andiamo con ordine.
La forza di questo romanzo è, innanzitutto, l’originalità intrinseca nell’ambientazione e nella collocazione a livello cronologico: si tratta di un libro che si snoda, prevalentemente, nel mondo del circo e degli spettacoli acrobatici legati alla dimensione itinerante. Ora … La novità è che tutto ciò non viene realizzato e gestito in un’epoca lontana ma ai giorni nostri e già questo, di per sé, è una genialata pazzesca. Vediamo quindi un insieme di persone che vivono una vita ai margini e che vengono, nonostante l’età moderna, etichettati e messi quasi al bando da una cittadina americana che potrebbe, tranquillamente, essere uno dei tanti paesini noti ai lettori.

Detto questo … La magia dello spettacolo e dell’ambiente permane e invade ogni singola pagina, ogni capitolo supportato, bisogna dirlo, da una grafica perfetta e impeccabile che avvolge e coinvolge. Lo stile poi della Berrick è uno dei più convincenti che io abbia mai letto: ironica quando serve, diretta, poetica nel descrivere e nello sviscerare su carta situazioni ed emozioni che coinvolgono personaggi secondari ma soprattutto loro, i nostri due protagonisti, Kes e Aimee.

Ora, avete presente i classici protagonisti belli e dannati? Quelli che tanto ci piacciono e che tanto ci fanno penare? Ecco … Kes è molto più di questo.
Il personaggio creato dalla Berrick va oltre ogni possibile classificazione di genere stabilita e realizzata sino ad ora. Kes è forte, è geloso, è possessivo ma è introverso, è a tratti irrispettoso, è istintivo, è passionale, è estremamente fragile. Ed è proprio quest’ultima caratteristica, insieme alla dolcezza che appare, solo sporadicamente ma che c’è, presente e palpabile, che dà a questo personaggio tutta la sua potenza e lo fa esplodere, in uno spettacolo meraviglioso.

Accanto a lui, Aimee. Una ragazza che, obiettivamente, ha meno impatto e fascino di Kes ma che sa tenergli testa, sa vedere oltre, sa comprenderlo e sa, d’altro canto, cosa vuole per se stessa, per la sua vita, per il suo percorso. Aimee non è un personaggio femminile classico: anche lei ha crepe nella sua armatura, più o meno visibili; anche lei ha momenti di tentennamento; anche lei ha attimi di insicurezza. Tuttavia, una costante nella sua vita non cambia MAI ed è l’amore per Kes, un legame che cresce, negli anni, piano piano, con dettagli insignificanti ad occhio esterno ma pazzeschi e totalizzanti per loro due.

In conclusione, LEGGETE questa storia, appassionatevi allo stile della Berrick che, se siete tra le fortunate che parteciperanno al Rare di Roma l’anno prossimo, potrete conoscere e vedere dal vivo. Amate Il Viandante. E poi, venite qui, non abbiate timore: il mio blog è sempre aperto per i gruppi di sostegno post lettura e, credetemi, alla fine di questo romanzo ne avrete bisogno!
Quindi, dicevo, venite qui. Io vi aspetto per urlare in coro, tutti insieme: mia cara Delrai Edizioni, dacci subito il seguito!

N.B. Essendo la prima recensione, pubblicata il giorno dell’uscita, non ho potuto e voluto fare riferimenti precisi a particolari situazioni o antagonisti ma, vi dico solo … Preparatevi a tutto. Il Viandante è arrivato e vi travolgerà!

#PiùKESPerTutte! #PiùViandanti!
#GoodLuckJane! #GoodLuckDelrai!

Seguite tutto il Reviw Tour!

Calendario Review.jpg

Rachel

© Rachel Sandman

 

Annunci

BlogTour – Il Viandante di Jane Harvey – Berrick

BT Berrick.jpg

Buongiorno!

Oggi è il mio turno di parlarvi di questa nuova uscita targata Delrai Edizioni. Nei giorni scorsi più blog hanno ospitato tappe del BlogTour relative a Il viandante, romanzo di Jane Harvey – Berrick, primo capitolo della The Traveling Series.

Come avrete forse capito, questa storia, originale e unica nel suo genere, ruota attorno al mondo del circo. In questo mio appuntamento, ho scelto quindi di approfondire Il tour del circo, quello che vi terrà compagnia da un certo punto in avanti della storia.

Pronti? Bene, allora … Scaldiamo i motori e partiamo!

USA.PNG

Il punto di partenza del tour vero e proprio è Saint Cloud, capoluogo della Contea di Stearns, in Minnesota. Fairmont che trovate, un po’ più a sud, indicato, non a caso, con una ruota panoramica sulla cartina qui sopra, è l’ambientazione statica, quella che dà il via alla storia. Tuttavia è da Saint Cloud che i nostri protagonisti vivono quello che potremmo definire il punto di svolta, indicato iconograficamente con la scimmietta che non parla, sconvolta dagli eventi che accadranno qui (siate pronti e preparati, dunque!).

Da Saint Cloud poi il tour di spettacoli legati al circo e al mondo degli acrobati si sposta, seguendo l’itinerario riproposto, in modo un po’ artigianale, dalla sottoscritta e che vede ogni tappa segnalata dalle scimmiette che non sentono.

Cedar Rapids, nell’Iowa, è il primo step. Capoluogo della Contea di Linn, è una cittadina che si trova su entrambe le rive del fiume Cedar. Fondata nel 1838 era, in precedenza, terriotorio delle tribù native dei Fox e dei Sac.

La carovana poi si sposta e arriva ad Olathe, nello Stato del Kansas. Questa cittadina è caratterizzata da una popolazione multietnica: oltre alla maggioranza di bianchi, infatti, risiedono nella zona afroamericani, nativi americani, asiatici, oceanici, latini e ispanici.

Dopo un passaggio in Colorado, ecco che si approda a Salt Lake City, nello Utah. La città, popolosa e multietnica come le precedenti, ha la caratteristica di avere ampi spazi, in cui è tuttavia difficile spostarsi a piedi da un luogo all’altro. A pochi chilometri di distanza si estende il Grande Lago Salato che, nella sua parte settentrionale, diventa un deserto di sale.

Reno è la tappa che segue. Terza città più grande del Nevada, dopo Las Vegas e Henderson, sorge in una zona quasi totalmente desertica. La città è nota soprattutto per i casinò, per i divertimenti e per la vita notturna.

Infine, il tour del circo si conclude sulla costa occidentale degli Stati Uniti, nella notissima California, il più popoloso stato statunitense.

Ovviamente, Il Viandante di Jane Harvey – Berrick è tutto questo ma anche molto di più quindi … Continuate a seguire questo BlogTour nelle sue varie tappe che si concludono domani e non perdetevi l’imminente Review Tour che avrà inizio proprio qui, sul mio piccolo blog, con una recensione in anteprima il giorno dell’uscita, ovvero il 25 Ottobre 2017.

A presto!

Vi lascio qui il calendario relativo al BT. Se vi siete persi qualche tappa, rimediate!
Un bacio.

Calendario Berrick.jpg

Rachel

© Rachel Sandman

Review Tour – Quello giusto per me di Natasha Madison

Banner Quello giusto per me.jpg

Buongiorno!

Oggi, una nuova recensione in occasione del Review Tour che ruota attorno a Quello giusto per me di Natasha Madison, edito dalla casa editrice Quixote Edizioni.
Nel banner trovate l’elenco di tutti i blog partecipanti: seguite e leggete le varie recensioni e poi commentate, dite la vostra, fatevi sentire.

Qui di seguito trovate tutte le infos, i dati, la trama e la mia personale opinione sul romanzo.
Buona lettura!


Quello Guisto Per Me Eboo (Something So Right in Italian)

Titolo: Quello giusto per me
Autore: Natasha Madison
Data d’uscita: 22 Settembre 2017
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 12,48 (Cartaceo)
Editore: Quixote Edizioni

Trama: Il momento in cui tutto è cambiato non è stato come un fuoco d’artificio, bensì un incubo. Ho beccato mio marito, il mio fidanzato del liceo, il padre dei miei figli, coinvolto in una sordida relazione. È stato in quel momento che ho deciso di rinunciare agli uomini e all’amore. Non ho però tenuto conto del ragazzo d’oro dell’NHL, il bellissimo e arrogante Cooper Stone, che ha sconvolto la mia vita e il mio lavoro da cima a fondo. I miei figli sono l’unica ragione per la quale mi sveglio al mattino. L’hockey è la ragione di vita di Cooper. Arriviamo da mondi e luoghi diversi, ma quando i nostri cuori si sono scontrati, qualcosa di totalmente sbagliato si è trasformato nella cosa giusta. Lui è quello giusto per me.

Recensione: Quello giusto per me di Natasha Madison è un romanzo che, sin da subito mi ha attirato ma, allo stesso tempo, mi incuteva timore. La trama è accattivante, non si può dire altro e poi, lo sapete, io adoro gli sport romance (i romanzi della Kennedy della Campus Series hanno dato il via alla mia passione per questo sottogenere del romance contemporaneo). Tuttavia trattava un tema, quello di lei più grande di lui, che io non sempre ho apprezzato per il modo in cui veniva gestito e dosato nei vari romanzi.

Quindi mi sono avvicinata a questo libro con delle emozioni e delle tensioni contrastanti e, devo ammettere, Quello giusto per me si è rivelato, allo stesso modo, duplice.
Mi spiego meglio.
La prima parte del romanzo è prettamente fisica, molto basata sull’attrazione che scatta sin da subito tra i due protagonisti, Parker e Cooper, e che mi ha fatto un po’ storcere il naso per l’eccessivo uso del dirty talking (che io supporto, sia chiaro, ma fino ad un certo punto) e la ripetizione quasi ossessiva nelle prime pagine del termine vagina.

Nella seconda parte del libro, tuttavia, la storia si apre e io sono rimasta non solo piacevolmente sorpresa ma ho davvero adorato sia il modo di gestire il, cosiddetto, fattore età, sia la progressiva maturazione e crescita della relazione tra i due protagonisti.

Sin da subito, Parker ci appare come una donna forte, segnata dalla vita ma che ha iniziato ad indossare una maschera di protezione per non far vedere al mondo le sue ferite, le sue cicatrici. A darle man forte due figli: Matthew e Allison, diversi ma entrambi uniti in un gioco di supporto e amore.
Il lato ironico che lascia andare soprattutto con l’amica di sempre mi ha davvero resa entusiasta e vicina a questo personaggio.
Dall’altro lato abbiamo lui, Cooper, che se, inizialmente, non riusciamo a capire e a comprendere sino in fondo (anche a causa di un punto di vista focalizzato interamente, nei primi capitoli, sulla figura di Parker), poi viene fuori con credibilità, solidità e tenerezza.

Personalmente, ho trovato che il punto forte del romanzo non sia tanto il legame di coppia ma il rapporto che Cooper instaura con tutto il nucleo famigliare, con Parker ovviamente ma anche e soprattutto con Matthew e Allison. Il fatto poi che il progressivo avvicinamento e affiatamento sia ponderato e dosato, non un fattore di un paio di pagine e via, ma un elemento determinante e ben costruito, mi ha davvero reso piacevole una seconda parte di romanzo che secondo me batte la prima sia per stile che profondità.

In conclusione, leggete questo romanzo e se, come me, vi ritrovate a non provare empatia sin da subito, non disperate: la meraviglia arriverà, eccome se arriverà. Un ulteriore punto a favore di Quello giusto per me è, infine, il romanzo che lo seguirà (e che spero che la Quixote Edizioni) porterà in Italia: si tratta di una nuovissima storia con protagonista … Matthew! Cioè, vi rendete conto di quanto la cosa sia geniale?
Io personalmente non vedo l’ora di leggerlo e di conoscere la SUA storia: un eprsonaggio così ricco di sfumature e rabbia già accennate in questo, non può che garantire un romanzo coi fiocchi.

Buona lettura!
A presto.

Rachel

© Rachel Sandman

Cover Reveal – Alla deriva di Chris Simms

immagine simms COVER REVEAL - WEB.jpg

Buongiorno!

Oggi è con immenso piacere che il blog partecipa, grazie alla casa editrice Leone Editore, al Cover Reveal di un nuovo entusiasmante thriller: si tratta del romanzo Alla deriva di Chris Simms.
In questo post troverete i dati relativi a questa agghiacciante storia, la trama e, ovviamente, la cover in assoluta anteprima.

Siete pronti?
Buona lettura!


alla-deriva_fronte.jpg

Titolo: Alla deriva
Autore: Chris Simms
Data d’uscita: 21 Settembre 2017
Prezzo: € 14,90 (Cartaceo)
Pagine: 448
Editore: Leone Editore

Trama: L’ispettore di Manchester Jon Spicer e il suo collega Rick vengono incaricati di indagare sul brutale assassinio di un richiedente asilo russo, ma si trovano in un vicolo cieco quando l’identità dell’uomo si rivela falsa. Gli unici indizi sono un gommone trovato alla deriva, delle misteriose lettere restituite dal mare e una flottiglia di paperelle di gomma che navigano in direzione della costa britannica. Intanto altri richiedenti asilo iniziano a morire, ognuno ucciso nello stesso orribile modo. Anche Spicer e la sua famiglia si trovano in mortale pericolo, perché la sua ex moglie Alice, un’assistente sociale, sta cercando di aiutare una giovane donna, che è il prossimo obiettivo del killer.

Stavano in fondo alla zattera e non sapevamo quale sarebbe stata la loro mossa successiva. La mia immaginazione creava dei mostri spaventosi. Il fulmine li ha illuminati mentre allentavano le corde legate alla nostra zattera, volevano ucciderci tutti quanti. Li abbiamo aggrediti. Delle dita tentavano di cavarmi gli occhi. Un’onda mi ha spinto giù dalla zattera, così ho afferrato una corda. Ho sentito qualcuno scivolare su di me, le sue urla farsi sempre più lontane.

Infos sull’autore: Chris Simms (1969, Horsham, West Sussex) è un autore britannico di più di venti romanzi polizieschi. Si è laureato presso l’Università di Newcastle e poi ha iniziato a viaggiare in tutto il mondo. L’idea per il suo primo romanzo gli è venuta sulla corsia di un’autostrada nelle prime ore del mattino, mentre era in attesa di un mezzo di soccorso per la sua automobile in panne. Gli spunti per i libri successivi sono nati da ogni genere di situazione: intravedendo una chiesa abbandonata dal finestrino di un treno in movimento; leggendo un articolo di giornale su un uomo che sosteneva di essere stato attaccato da una pantera; ascoltando un programma radiofonico su una flottiglia di paperelle di gomma gialle che, cadute da una nave da carico, fluttuavano lentamente attraverso l’Atlantico. Non può mai sapere quando l’ispirazione sta nascendo. Ma, per fortuna, le idee continuano ad affiorare nella sua testa.


Segnatevi dunque questa data … 21 Settembre 2017 … Chris Simms sta arrivando e vi porterà Alla deriva!

Rachel

© Rachel Sandman

La guerra dei lupi di Alessio Del Debbio – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi, torna l’appuntamento con le segnalazioni di autori rigorosamente made in Italy. In questo post, vi parlo di La guerra dei lupi, romanzo di Alessio Del Debbio, edito dalla casa editrice Il ciliegio.
Primo romanzo della serie Ulfhednar War, è una storia che rientra nel genere del fantasy contemporaneo.

Qui di seguito trovate tutte le infos relative a questo libro, la trama, un breve estratto, qualche teasers e … Il link d’acquisto! Usatelo! Se conoscete amanti del genere, questo è il momento per essere buoni e fare un bel regalo.
Buona lettura!


guerra dei lupi def_fiamme.jpg

Titolo libro: LA GUERRA DEI LUPI
Autore: Alessio Del Debbio
Saga: ULFHEDNAR WAR
Editore: Edizioni Il Ciliegio

Prezzo: € 19,50 (Cartaceo)
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama: Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.

«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»

Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

GUERRALUPI.jpg

Estratto
«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)

Infos sull’autore: Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.


Quindi? Cosa ne pensate di questa storia? E dell’ambientazione?
Siete incuriositi dai miti nordici? Dall’atmosfera celtica?
Commentate qui sotto, come sempre. Ci conto!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Release Party – I Demoni di Urbino di Pasquale Rimoli

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS

Buongiorno!

Oggi il blog, insieme ad altri angoli digitali che trovati elencati qui sopra, ospita la segnalazione di un romanzo edito dalla casa editrice La Ruota: si tratta de I demoni di Urbino – La figlia del Maresciallo di Pasquale Rimoli.

Qui di seguito trovate tutte le infos … #GoodLuckPasquale! #GoodLuckLaRuota!


19274940_1649032448464583_6898007659581807693_n

Titolo: I demoni di Urbino
Sottotitolo: La figlia del Maresciallo

Autore: Pasquale Rimoli

Prezzo: € 12,00 (Cartaceo)

Editore: La Ruota

Collana: Ombre

Genere: Noir

Data d’uscita: 26 Giugno 2017

Trama: Un avvincente noir che racconta, attraverso l’indagine del capitano Sesti, gli aspetti “oscuri” di una città di provincia e di Giulia, la figlia del maresciallo, una ragazza tutt’altro che “semplice”. Personaggi, vicende personali e corali trasportano il lettore nelle stradine ripide di Urbino, facendone gustare tutto il fascino di cui sono imbevute, in un mix fatto di arte, cultura, mistero e magia. Intrighi e devianze giovanili, amori puri e riti orgiastici, vite spezzate da un errore, oppure dalla tragica fatalità. Tutto prende il via da un efferato omicidio, nella buia notte di Halloween, che devierà il corso della vita degli abitanti del borgo. 

Estratto:
Facendosi coraggio si alzò, determinato a rimettere ordine nella sua abitazione. Dopo aver pulito la cucina e liberato il salotto da bicchieri, bottiglie di birra e cartoni per la pizza sparsi qua e là, si preoccupò del bagno.
Così, impegnato in quelle pulizie, si chiese come avesse potuto trascurare la sua casa, soprattutto il bagno: mentre scrostava il lavandino con una spugna, immaginò quasi di vedere il rubinetto sollevarsi in verticale e ondulare a destra e sinistra al suono dell’Inno alla gioia. Non poté evitare di sorridere, di fronte a quella buffa scena partorita dalla sua immaginazione.
Sistemata anche la sua camera (troppi erano gli indumenti lasciati in maniera disordinata sulle sedie, sul letto e sul pavimento), fu il momento di rimettere in sesto se stesso. Lavato e profumato, sbarbato, si contemplò soddisfatto il volto, che godeva ora di nuova luce: gli occhi azzurri risaltavano maggiormente, con la loro chiarezza.
Era un uomo nuovo e si apriva una nuova pagina per la sua esistenza.
«Bentornato, Matteo. Bentornato!» disse al suo doppio.
Con la sola biancheria intima addosso, si diresse verso la sua stanza. Quella volta, però, si fermò al comodino, per rivolgere più di uno sguardo alla donna della foto.
«Ci sono, Sara! Sono tornato!»
Di fronte al sorriso della donna sorrise teneramente anche lui. Per evitare di sporcare con le lacrime il volto, che aveva appena pulito e curato, ripose la cornice al suo posto e continuò la sua marcia verso la nuova fase.
Entrò in camera.
Dopo un paio di minuti, si ritrovò a fissarsi allo specchio di un grande armadio a parete mentre, emozionato, si abbottonava la giacca: provava eccitazione nell’inserire ognuno di quei quattro bottoni in metallo argentato nelle rispettive asole e nello strofinare il pollice sulle decorazioni dei bottoni.
Era rimasta una sola cosa: il berretto.
Andò a recuperarlo in salotto, ma lo adagiò sui suoi capelli castani, solo, di fronte al grande specchio della sua camera. A operazione terminata, inspirò profondamente: non indossava la divisa da settimane. Era orgoglioso di se stesso. Ammirò i nastrini colorati sulla parte sinistra del petto e le tre stelle argentate sulle controspalline; passò l’indice destro lungo gli alamari fregiati sul bavero della giubba; si focalizzò sul berretto esaminando i tre galloncini argentati e bordati di nero lungo il soggolo anch’esso argentato; infine, fissò lo sguardo sulla fiamma dorata a tredici punte.
Era pronto. Il capitano Matteo Sesti stava per tornare!

Infos sull’autore: PASQUALE RIMOLI, nato a Policoro, è un filologo classico, attualmente impegnato nell’insegnamento di Lingua e civiltà italiana agli immigrati nella città di Matera. Da sempre amante della lettura e della scrittura (scrive, infatti, dall’età di sedici anni), con questo suo primo romanzo corona il sogno di pubblicare un giallo. È attivo nel sociale e nel volontariato, a contatto in particolar modo con il mondo degli adolescenti. È ideatore del blog Se le poesie potessero parlare, collaboratore del blog Storia Romana e Bizantina e redattore del giornale diocesano Logos.

Estratto: La Mercedes del capitano Sesti si fermò nei pressi della stazione Garibaldi, nella parte alta della città, quella custodita dalle mura. Mancavano tre quarti d’ora all’inizio del suo turno e decise di passeggiare lungo le caratteristiche stradine interne in pietra. Procedeva lentamente, come se stesse facendo quel tragitto per la prima volta, varcando i portali e, come un turista, fermandosi ad ammirarli. Erano strade che conosceva ormai a memoria, ma non lo avrebbero mai stancato: per lui ogni elemento caratteristico che riconducesse al passato era l’occasione per fare un tuffo in un’epoca antica. Immaginava i cavalieri, i cortei di nobili e dame, i giocolieri, ma anche la gente semplice, vestita con abiti caratteristici.
Quella mattina era accaduto, appena alzatosi dal letto, quando aveva rivisto l’immagine di Sara da lungo tempo, eccessivamente ma non senza ragione, partorita dalla sua mente in tutte le salse.
La vita, intanto, riprendeva a Urbino.
Le strade erano inondate di odori: il pane appena sfornato, i cornetti, il caffè… quegli odori riportavano Matteo al presente, e lui li attraversava con la consapevolezza che, in fin dei conti, niente era cambiato in sei mesi.
In quel periodo gli era capitato, sporadicamente, di camminare lungo quelle stradine e di percepire gli stessi odori senza, però, saggiarne appieno l’essenza. E non poteva essere altrimenti.
Non solo odori ma anche suoni. La gente s’incontrava, si salutava e si augurava una buona giornata. C’era chi aveva già da raccontare qualcosa avvenuto la sera precedente, chi era già al telefono alle prese con qualche problema, chi andava in bicicletta e faceva risuonare il campanello per non urtare qualche passante.
Urbino, a differenza di Matteo, non aveva dormito.

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

La ragazza tedesca di Armando Lucas Correa – Segnalazione

Eccomi di nuovo qui.
Oggi, oltre alla tappa del BT relativa al nuovo romanzo i Sabrynex, edito da Rizzoli, che trovate qui, vi segnalo un romanzo edito dalla casa editrice NORD.

Si tratta di La ragazza tedesca, di Amando Lucas Correa. Trovate tutte le infos qui di seguito.


la ragazza tedesca Titolo: La ragazza tedesca
Autore: Armando Lucas Correa
Traduttore: G. Maugeri

Data d’uscita: 22 Giugno 2017

Prezzo: € 16,90 (Cartaceo) – € 9,99 (Ebook)

Casa Editrice: NORD

Trama: Maggio 1939. Sono 937 gli ebrei a bordo del transatlantico St. Louis, 937 innocenti in fuga dalla violenza della Germania nazista. Tra loro, ci sono Hannah Rosenthal e Leo Martin. Sebbene siano solo due ragazzini, durante la traversata Hannah e Leo decidono di voler passare il resto della vita insieme. Ma è un sogno destinato a non avverarsi: quando la St. Louis arriva in porto, Hannah è tra i pochissimi fortunati a ottenere il permesso di sbarcare. Tutti gli altri passeggeri sono costretti a tornare indietro, in Germania. Compreso Leo …

New York, 2014. Anna Rosen riceve uno strano regalo per il suo dodicesimo compleanno: la lettera di una certa Hannah Rosenthal, che sostiene di essere la sua prozia paterna. Per Anna è un’occasione da cogliere al volo: Hannah è l’unica che conosca la verità su suo padre, scomparso prima che lei nascesse. E quindi decide d’incontrarla, scoprendo così la storia di una donna che ha lottato per farsi strada in un Paese straniero, una donna che ha dovuto dire addio al suo amore, ma che non ha mai perso la speranza di poterlo riabbracciare. E, grazie ad Anna, Hannah riuscirà finalmente a riconciliarsi col proprio passato e a capire che per essere felici non basta sopravvivere, ma bisogna essere pronti ad affrontare sino in fondo tutte le sfide che il futuro ha da offrire.

Prendendo spunto da una delle pagine più oscure e dimenticate dell’Olocausto, Armando Lucas Correa ci conduce dalle strade cupe della Berlino di Hitler ai balli sontuosi a bordo della St. Louis, dal sole di Cuba prima della rivoluzione alla New York dei nostri giorni, seguendo le storie di due donne accomunate dal coraggio e dal desiderio di trovare il proprio posto del mondo. Due donne lontane nel tempo, eppure legate dal filo invisibile del destino.

Infos sull’autore: Armando Lucas Correa è il caporedattore di People en Español, la rivista di lingua spagnola più venduta in America. Nel corso della sua lunga carriera di giornalista, ha ricevuto numerosi premi sia dalla National Association of Hispanic Publications sia dalla Society of Professional Journalism. Attualmente vive a Manhattan con la famiglia.


Che dire … Sembra davvero una lettura IMPERDIBILE! Se ancora non foste convinti, vi lascio qui il link relativo ad alcuni contenuti extra proprio sulla tragedia del St. Louis che, personalmente, conoscevo ma solo supeficialmente!

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale – Recensione

Buongiorno!

Oggi vi saluto con una recensione: grazie a LeggerEditore ho avuto la possibilità di leggere il romanzo di Kerry Lonsdale, Ogni cosa a cui teniamo.

Qui di seguito trovate tutte le infos, il mio scatto, la trama e ovviamente la mia opinione.
Vi ricordo, inoltre, di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog commentando l’articolo o cliccando su ‘like’. Grazie!


Ogni cosa a cui teniamo

TITOLO: Ogni cosa a cui teniamo (Everything we keep)

AUTORE: Kerry Lonsdale

USCITA: 18 Maggio 2017

PREZZO: € 1,99 (Ebook)€ 12,67 (Cartaceo)

EDITORE: LeggerEditore

TRAMA: L’aiuto cuoco Aimee Tierney ha trovato la ricetta per la vita perfetta: sposare il ragazzo che ama fin da quando è una bambina, creare una famiglia e poi chissà, un giorno rilevare il ristorante dei genitori. Il futuro che aveva sognato le passa però davanti in un lampo, come strappato dal vento, quando il suo fidanzato James perde la vita in un incidente in barca. Dal giorno in cui la chiesa che avrebbe dovuto ospitare il loro matrimonio è diventata il triste scenario per il funerale di James, Aimee non ha pace. Sa che per rimettere assieme i pezzi della sua vita deve scendere a patti con il dramma che l’ha colpita e far piena luce sulle circostanze della morte di James. Cos’è realmente accaduto quel giorno maledetto, su quella barca? Aimee scoprirà così un abisso di segreti che metteranno in discussione quanto credeva di aver costruito nella sua vita, perché sotto la superficie della sua esistenza forse si nasconde una verità inattesa, che potrebbe liberarla dalle catene del passato o imprigionarla per sempre.


RECENSIONE:

Che dire? Ragazzi, Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale è una lettura stranissima.

Dunque, partiamo dalla prima impressione e dalle mie personali aspettative. Come posso spiegarlo? Beh, in poche parole … Ero pronta e preparata (forse) al peggio! Voglio dire, la trama è devastante!

Io, davvero, mi aspettavo uno di quei romanzi che ti attorcigliano le viscere, che ti fanno star male, che ti fanno piangere e poi ridere e poi di nuovo piangere.

Invece … Nulla di tutto questo!

Ogni cosa a cui teniamo è una storia particolare in cui il lutto, la perdita e il senso di impotenza di fronte ad un destino triste ed infelice vengono messi in secondo piano.

Non c’è dramma, l’autrice non si sofferma sulle sofferenze e sul dolore. Anzi.

Innanzitutto, un plauso, permettetemi di farlo qui, va alla LeggerEditore che non solo mi ha permesso di leggere questa storia ma ha scelto di mantenere la copertina originale che io trovo, nella maggior parte dei casi, la scelta più giusta ed azzeccata.

Se devo poi immergermi in un’analisi del romanzo … Mi trovo davvero in difficoltà perché, qualsiasi cosa, oltretutto, potrebbe essere uno spoiler non indifferente quindi, vi indicherò solo alcune cose.

1) La protagonista è una donna a 360° che sono sicura amerete come ho fatto io. È forte, inizialmente dipendente dagli altri, nel momento peggiore della sua vita riesce a maturare: il suo percorso è magnificamente gestito in una parabola che va, capitolo dopo capitolo, a migliorare inesorabilmente.

2) Il dramma e la storyline in stile detective è preponderante su tutto il resto: non aspettatevi dunque un libro in cui le sdolcinatezze, i baci e le effusioni la fanno da padroni. Non avrete nulla su quel piano, tranne alcuni accenni. Il giallo, l’enigma, l’incertezza sono i punti forti su cui la Lonsdale marca e pone l’accento per tutta la durata del romanzo.

3) La narrazione è ben gestita, scorre in modo più o meno lineare con alcuni picchi che capovolgono le certezze precedentemente espresse ma … Ebbene sì, c’è un ma. Arrivate ad un certo punto della storia, infatti, mi aspettavo molto più intrigo e mistero! Invece tutto è quasi giustificato e scorre come una semplice omissione o bugia detta a fin di bene. Sono rimasta un po’ perplessa.

Detto ciò, concludo consigliandovi assolutamente questo libro che, come avrete capito, si distingue moltissimo dagli altri. Un punto in più a suo favore sta nella nota finale, in un epilogo che lascia spazio e che aggancia il lettore, il quale si ritrova a chiudere il kindle e a dire: «Carissima Kerry Lonsdale, a quando il prossimo libro?»

Rachel

© Rachel Sandman

Segnalazione Libri

Buongiorno!

Oggi … L’appuntamento è dedicato alle segnalazioni di libri più o meno recenti, più o meno di prossima uscita.

Se siete curiosi, se siete interessati, se semplicemente non avete altro da fare, scorrete questo post e date un’occhiata.

Come sempre, mi raccomando, non dimenticatevi di commentare e di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog!

Buona lettura!


Grazie alla mia freschissima collaborazione con flower-ed, ho il piacere di segnalarvi:

Il sentiero alpino-500x500Titolo: Il sentiero alpino. La storia della mia carriera

Autore: Lucy Maud Montgomery

Traduttore: Riccardo Mainetti

Prezzo: € 7,99 (Ebook) – € 15,00 (Amazon)

Genere: Autobiografia

Editore: flower-ed

Collana: Windy Moors

Data d’uscita: 20 Marzo 2017

Trama: Nel 1917 Lucy Maud Montgomery era una scrittrice di successo: aveva pubblicato Anne of Green Gables, il suo primo romanzo, da circa dieci anni e nel frattempo aveva scritto molti altri libri, tra i quali The Story Girl, il suo preferito. In quell’anno l’editore della rivista Everywoman’s World le chiese di scrivere la storia del suo percorso letterario e il risultato fu la pubblicazione in sei puntate di questa autobiografia.
Il sentiero alpino. La storia della mia carriera è la più completa fonte di informazione per quanto riguarda l’infanzia e i primi cimenti di questa grande e amata scrittrice canadese, autrice di Anna dai capelli rossi. Oltre a descrivere il proprio apprendistato letterario, dalle prime storie fantasticate fino alla pubblicazione dei libri, Lucy Maud Montgomery racconta le proprie vicende personali e familiari, dall’infanzia nell’Isola del Principe Edoardo al meraviglioso viaggio di nozze in Gran Bretagna.
Il sentiero alpino percorso dalla scrittrice è stato duro, faticoso e costellato di rifiuti da parte degli editori, eppure ella non ha mai smesso di credere nel proprio talento. Ha scritto queste pagine «per infondere coraggio in quanti stanno faticando lungo l’estenuante sentiero che anch’io ho percorso per raggiungere il successo».
Questa rappresenta la prima traduzione in lingua italiana dell’opera.


Grazie a Saper Scrivereun’agenzia letteraria e service editoriale, con cui ho l’onore e il piacere di collaborare, ho scoperto il seguente titolo (una delle mie prossime letture):

TMaison Rougeitolo: Maison Rouge

Autore: Pasquale Capraro

Prezzo: € 1,99 (Ebook)

Link d’acquisto: Amazon

Casa Editrice: Astro Edizioni

Collana: E-sordisco

Data d’uscita: 10 Marzo 2017

Trama: Nella Parigi di fine Ottocento, in pieno clima bohémien, Amélie, una ragazza di campagna, giunge in città dopo essere stata notata da Madame Claire, durante una permanenza in Provenza.
Colpita dalla sua avvenenza, la donna le propone di trasferirsi a Parigi come domestica. Lì, la giovane scopre che la signora è anche tenutaria della “Maison Rouge”, un bordello di lusso.
Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, la maîtresse Madame Claire, la introduce nella maison e la fanciulla conosce Gilbert, un affascinante borghese. Tra i due nasce l’amore, ma le convenzioni sociali del tempo e la differenza di ceto impediscono agli innamorati di vivere la loro storia. Il destino da cortigiana di Amélie l’attende…


Grazie alla ormai notissima e affezionatissima Triskell Edizioni vi presento una prossima uscita:

una nuova vita

Titolo: Una nuova vita (A Clean Break)

Autore: Keira Andrews

Traduttore: Chiara Fazzi

Serie: Gay Amish #2

Prezzo: € 5,99 (Ebook)

Editore: Triskell Edizioni

Collana: Rainbow

Trama: Sono fuggiti nel mondo esterno, ma riusciranno a essere veramente liberi?
David e Isaac hanno trovato la felicità tra le braccia l’uno dell’altro. Nella lontana San Francisco, Aaron, il fratello di Isaac, li aiuta a esplorare la confusa vita “inglese” e a lasciarsi alle spalle l’opprimente ombra delle loro radici Amish. Per la prima volta, David e Isaac possono essere apertamente gay, eppure si sforzano di riconciliare la loro sessualità con la loro fede. Almeno non devono nascondere la loro relazione, il che dovrebbe rendere tutto più facile. Giusto?
Ma mentre Isaac frequenta la scuola con profitto e si fa nuovi amici, David deve combattere per scendere a patti con la realtà del mondo esterno. Perseguitato dal senso di colpa per aver abbandonato la madre e le sorelle a Zebulon, viene sopraffatto dalla frenesia della città mentre lavora per far crescere la propria impresa di carpenteria.
Anche se finalmente David e Isaac dormono fianco a fianco ogni notte, la paura e l’insicurezza potrebbero allontanarli moltissimo.

Data d’uscita: 10 Maggio 2017.


Della casa editrice Il Sirente invece vi segnalo il seguente titolo:

un uomo non piange mai

Titolo: Un uomo non piange mai (Un homme, ça ne pleure pas)

Autore: Faiza Guène

Traduttore: Federica Pistono

Prezzo: € 15,00 (Cartaceo)

Data d’uscita: Aprile 2017

Editore: Il Sirente

Collana: Altriarabi Migrante

Trama: Una cronaca sensibile e divertente, un sottile ritratto di un’epoca, in cui tutti i parametri di riferimento sono in frantumi. “Un uomo non piange mai” racconta con garbo e sensibilità la storia di una famiglia algerina emigrata in Francia. Nato a Nizza da genitori algerini, Mourad Chennoun vorrebbe costruirsi un destino. Il suo peggior incubo: diventare un vecchio ragazzo obeso con i capelli sale e pepe, nutrito da sua madre a base di olio di frittura. Per evitare questo, dovrà emanciparsi da una pesante storia familiare. Ma è veramente nella rottura che diventerà pienamente se stesso? Senza giudizio e senza durezza, Faïza Guène si interroga sulla tradizione familiare e sulla questione della libertà.


Cosa ne pensate di questi titoli? Alcuni vi attirano? Cosa state leggendo voi ultimamente?

Fatemi sapere!

Rachel

© Rachel Sandman

Segnalazione flower-ed

Buongiorno!

Da ieri, se mi seguite, sapete che è ufficiale la mia collaborazione con una delle case editrici emergenti del panorama italiano: si tratta di flower-ed, nata nel 2012 a Roma.

Oggi, vi segnalo due delle sue ultime e recenti uscite.

Qui di seguito trovate tutte le infos, i link d’acquisto e le cover.

Buona lettura!


anoukTitolo: Anouk

Autore: Federica Galetto

Prezzo: € 4,99 (Ebook)

Link d’acquisto: flower-ed

Editore: flower-ed

Collana: Il Vaso di Pandora

Trama: Anouk è una giovane scrittrice. Dopo la morte dei genitori e il fallimento di una storia d’amore importante, parte per la Scozia invitata da un editore interessato al suo lavoro. Fra Inghilterra, Francia e Scozia, vari episodi si aprono gli uni negli altri, per convergere in un’unica realtà esistenziale, quella di Anouk. L’incalzare di misteriosi avvenimenti e un amore impossibile conducono la protagonista alla ricerca di se stessa e dei propri limiti umani. Fra brume e scogliere perigliose, paesaggi incantati, ricordi e amori struggenti, questo romanzo parla di vita, amore, morte e della terra di mezzo che fra questi regna.

Infos sull’Autrice: Federica Galetto nasce a Torino. Poetessa, scrittrice, artista collagista, traduttrice, appassionata di lingua e letteratura inglese e americana.
Nel luglio 2010 pubblica la sua prima raccolta poetica Scorrono le cose controvento (Lietocolle Editore) e nel 2011 la sua prima raccolta di poesie in lingua inglese Ode from a nightingale (Masque Publishing), l’e-book Silent is the House (bilingue inglese-italiano, Errant Editions), nel 2012 l’e-book Nell’erba il punto (La Recherche), Stanze del nord (Onirica Edizioni), nel 2013 la raccolta di racconti Fuori nevicano rose gialle, scritta con Simonetta Sambiase (self-published), Improvvisa luce, plaquette di traduzioni di testi di Dante Gabriel Rossetti (L’Arca Felice), nel 2014 Traducendo Einsamkeit (Terra d’ulivi). Sue poesie, racconti e traduzioni sono stati pubblicati su diverse riviste, blog letterari e antologie edite da Perrone Editore, Mondadori, Puntoacapo Editrice fra gli altri. La sua Poesia è stata citata da Maurizio Cucchi su La Stampa e sulla rivista Poesia. Vincitrice del Premio La vita in Prosaedizione 2011 e finalista dello stesso nell’edizione 2009, vincitrice del Premio Verba Agrestia 2011, segnalata al Premio Ossi di Seppia 2012, terza classificata al Premio Poesia Ambrosia 2014 (con il Patrocinio di Expo 2015) promosso da La Vita Felice. Cura con Simonetta Sambiase la Collana di Poesia Exosphere Plaquettes, i blog personali La stanza di Nightingale Io sono Elizabeth.
È stata redattrice del blog Viadellebelledonne e CarteSensibili di Fernanda Ferraresso. Vice Presidente dell’Associazione culturale Exosphere PoesiArtEventi. Vive e lavora in Piemonte, in un piccolo villaggio del Monferrato.
Anouk è il suo primo romanzo.


jane austenTitolo: Jane Austen. Donna e scrittrice

Autore: Romina Angelici

Prezzo: € 7,99 (Ebook)

Link d’acquisto: flower-ed

[N.B. su Amazon e Lulu è possibile acquistare la copia cartacea del saggio]

Editore: flower-ed

Collana: Windy Moors

Trama: Il volume si compone di quattro sezioni con le quali si vuole ricostruire il mondo di Jane Austen come donna, nei suoi interessi, legami, affetti, e come scrittrice, esaminando le tematiche e lo stile con cui ha lasciato un segno indelebile nella letteratura inglese di primo Ottocento. Lo sguardo si allarga poi a considerare i rapporti con gli altri scrittori e le loro opere, cercando di stabilire influenze, collegamenti e commenti. Si offre, infine, una panoramica sui derivati e gli inspired usciti in italiano e una rassegna bibliografica di tutti i contributi critici esistenti, dalle monografie agli articoli, frutto di un lungo lavoro di ricerca bibliografica.
Jane Austen. Donna e scrittrice vuole essere un omaggio, maturato nel tempo attraverso le riletture e gli approfondimenti, a una scrittrice che si desidera far conoscere e amare con le sue emozioni, i suoi segreti taciuti, le sue battute, i momenti tristi e felici, come una donna qualsiasi e allo stesso tempo molto speciale.

Infos sull’Autrice: Romina Angelici è laureata in Giurisprudenza. Ha collaborato con la rivista Ottocento Letterario e ha pubblicato alcuni contributi su Jasit.it, sito della Jane Austen Society of Italy; gestisce il blog I piaceri della lettura e collabora con la rivista Pink Magazine Italia. Ha pubblicato la raccolta Poesie per un anno, il racconto Intrighi d’amore a Villa Roseburn(Compagnia Editoriale Aliberti) e il romanzo Equinozio d’autunno (edizioni Pink Books).


Che ne pensate di questi titoli? E delle cover? Io le trovo geniali, la prima molto astratta e moderna, mentre la seconda richiama fortemente il tema trattato dal volume.

Raccontatemi un po’ … Conoscevate questa casa editrice? Lasciate un commento qui.

Rachel

© Rachel Sandman