BlogTour – Il tuo pericoloso sorriso di Arianna Mechelli

banner.jpg

Buongiorno a tutti!

Oggi è con immenso piacere che il blog ospita la prima tappa di un nuovissimo BlogTour organizzato da Bookheart e approvato dalla casa editrice Garzanti.
Si tratta di una serie di articoli e tappe che ruotano attorno a Il tuo pericoloso sorriso, giovane autrice italiana, che vanta milioni di fans su Wattpad.

In questo primo articolo è mio compito presentarvi il libro, con tanto di trama e infos e … Darvi un po’ un’idea della nostra coppia protagonista.
Curiosi?
Non vi resta che scorrere il post e leggere tutto.
Mi raccomando! Non perdetevi questo BT e le sue tappe, seguitelo e commentatele perché … Beh, alla fine ci sarà una super sorpresa!


Mechelli Cover

Titolo: Il tuo pericoloso sorriso
Autore: Arianna Mechelli
Data d’uscita: 21 Settembre 2017
Prezzo: € 6,99 (Ebook) – € 16,40 (Cartaceo)
Editore: Garzanti

Trama: È appena suonata la campanella. Lajyla attraversa timidamente i corridoi della scuola cercando di confondersi tra gli altri studenti che sembrano voler studiare la nuova arrivata. Ma è impossibile non incrociare lo sguardo di Logan Harris, il ragazzo più popolare e desiderato. Per quanto ne sia affascinata, Lajyla sa bene che deve lasciarlo perdere. Sono troppo diversi: lei, timida e studiosa; lui, sfacciato e pieno di sé. Tentare di avvicinarlo porterebbe solo guai. E di guai Lajyla non ne ha proprio bisogno. Non adesso, dopo che i suoi genitori si sono separati e lei ha dovuto trasferirsi negli Stati Uniti.
Eppure, si ritrovano vicini di casa, costretti a inciampare l’uno nell’altra quotidianamente. A poco a poco Lajyla, con la dolcezza come unica arma, riesce ad abbattere la corazza dietro cui Logan fa di tutto per trincerarsi. Scopre che quei profondi occhi grigi raccontano di un passato difficile, segnato da una madre assente e da un segreto che gli impedisce di amare sinceramente. Ma fidarsi davvero di quegli occhi non è facile. Lajyla ha paura di illudersi. Ha paura che Logan torni a essere il ragazzo che ha conosciuto il primo giorno di scuola. Però qualcosa le suggerisce di mettersi in gioco e colmare quella distanza che ancora li separa e che le sembra un ostacolo insuperabile. Perché a volte è meglio non prendere la strada più facile, ma trovare il coraggio di affrontare e sconfiggere le proprie paure per raggiungere una felicità più grande.

Siamo troppo diversi per stare insieme
Ma non posso fare a meno di cercarti
Perché in amore non ci sono regole

Infos sull’autore: A soli sedici anni, Arianna Mechelli ha già incantato oltre quattro milioni di fan, che la seguono con assiduità su Wattpad e le chiedono a gran voce di continuare a scrivere. Perché le sue storie sono anche le loro. Ora sono stati accontentati: le vicende di Lajyla e Logan sono diventate un libro. Il tuo pericoloso sorriso è un romanzo in cui l’amore diventa una forza incontenibile da cui è difficile non lasciarsi trascinare. Soprattutto se arrendersi al cuore significa ascoltare davvero i propri desideri.

I personaggi

In questa prima tappa del blog, abbiamo previsto anche una piccola presentazione legata ai personaggi di questo romanzo o, per meglio dire, legata a loro, i protagonisti, la coppia che vi farà battere il cuore e sognare: Lajyla e Logan.

Loro due sono … Una bomba a orologeria in fase di esplosione imminente.
Allora, Lajyla è una ragazza che, a causa del divorzio tra i suoi genitori, è costretta a lasciare la Russia e a trasferirsi negli Stati Uniti con il padre. Lei è una giovane donna dai lunghi capelli biondi e gli occhi blu che attira immediatamente l’attenzione dei ragazzi del suo liceo tra cui, ovviamente, c’è anche lui, Logan.
Logan, al contrario di Lajyla che è la ragazza nuova, un po’ strana e da cui stare molti stanno alla larga, è il classico tipo popolare: capitano della squadra di basket della scuola, alto, capelli scuri, occhi grigi, una tendenza particolare a collezionare conquiste e a scaricarle … Poco dopo.

Insomma … Avete capito … Due personaggi agli opposti che, tuttavia, in questo romanzo interagiranno tra loro creando un rapporto … Beh … Non posso anticiparvi nulla! D’altronde, siamo solo alla prima tappa del BT!

Ma … Se il mio post vi ha in qualche modo attirato, non perdetevi i prossimi appuntamenti, segnati qui sotto.

Calendario.jpg

Mi raccomando! Seguite questo BlogTour e commentate le tappe perché … Ed ecco la sorpresa per chi è stato bravo e ha letto sin qui … A questo BlogTour, grazie alla casa editrice Garzanti, è legato un GIVEAWAY!
Per partecipare dovrete cliccare qui e rispettare le seguenti regole:

  • commentare tutte le tappe;
  • condividere tutte le tappe su Facebook pubblicamente;
  • diventare lettori fissi di tutti i blog;
  • mettere mi piace alla pagina FB di Garzanti;
  • lasciare indirizzo email per essere contattati in caso di vittoria.

Non mi resta che augurarvi #GoodLuck e … Mi raccomando! Partecipate in tanti! Come vedete ci sono ben tre copie cartacee che cercano casa! Attenzione però, due copie saranno per i fortunati estratti scelti a random … Un vincitore invece verrà deciso da noi blogger tra coloro che parteciperanno più attivamente e condivideranno con noi l’entusiasmo per questa nuova uscita targata Garzanti!

Rachel

© Rachel Sandman

 

Annunci

#StephenKingChallenge – Duma Key

Banner KING.png

Buongiorno!
Oggi, è con immenso piacere che il mio piccolo angolo digitale ospita una challenge da brivido: un evento a cui tutti voi, lettori, siete invitati a partecipare!
La challenge, come credo sia chiaro dal banner qui sopra, ruota attorno ad uno degli scrittori contemporanei più controversi e immensi di sempre, Stephen King.

Questa sfida, questo tour attraverso i blog, questo calendario nasce da un’idea di Clarissa, blogger di Questione di libri, che si è lanciata e, coinvolgendo la sottoscritta insieme ad un nutrito gruppo di blogger più o meno fans del Re del terrore, ha dato forma e corpo a questa reading challenge di tutto rispetto, focalizzata sui nuovi titoli dei romanzi di Stephen King, oggetto di una nuova edizione Pickwick della casa editrice Sperling & Kupfer.

Quali sono le regole per partecipare? È semplice …

  1. Il lettore (ognuno di voi, ci conto!) deve scattare una fotografia di una qualsiasi edizione del libro che si va a trattare (nel mio caso, Duma Key), accettando la sfida proposta dal blog in questione.
  2. La foto va pubblicata sul social network FB oppure Instagram con l’hashtag #stephenkingchallenge unito a #dumakeySKC.
  3. Potete partecipare per tutto il mese di Settembre (la challenge termina il 30 Settembre: in questa giornata le 14 foto vincitrici – una per ogni titolo, insomma – accederanno alla super finalissima e potranno portarsi a casa un super premio a sorpresa).
  4. Dovete scattare una foto per ogni titolo coinvolto nella challenge (non basta, ad esempio, una fotografia inerente a Duma Key, dovete ingegnarvi anche sugli altri 13 titoli).
  5. Per partecipare dovete essere residenti in Italia.

Se avete qualche dubbio, vi rimando qui al post in cui sono spiegate ancor più nel dettaglio tutte le varie fasi e regole (credetemi, è molto più difficile scriverle che applicarle!).

Ma ora, veniamo a noi: come avrete capito, io vi racconterò una piccola curiosità legata a Duma Key. Conoscete questo romanzo? Se la risposta è negativa, qui sotto trovate qualche dato e la trama.


088978886836HIG_14_227X349_exactTitolo: Duma Key
Autore: Stephen King
Prezzo: € 7,99 (Ebook) – € 10,97 (Cartaceo)
Data d’uscita: 29 ottobre 2013
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pickwick

Trama: Dopo che una gru si abbatte sul suo pickup, Edgar Freemantle deve far fronte a una vita diversa. Devastato nel fisico, e non solo, dapprima cerca di accoltellare la moglie e poi di strangolarla con la mano sinistra (l’altra mano l’ha persa, con tutto il braccio destro, nell’incidente). Apparentemente ristabilito, lascia le sue proprietà alle due figlie e alla moglie, che ha deciso di divorziare da lui, e si stabilisce su una solitaria e paradisiaca costa della Florida, Duma Key, dove affitta una grande villa rosa sulla spiaggia. Proprietaria di tutta la zona è l’anziana Elizabeth Eastlake, una signora non del tutto lucida che allerta subito Edgar di un grande pericolo che lo minaccia. Intanto Edgar si scopre una dote inaspettata di pittore: i quadri che comincia a dipingere, specie quando il braccio amputato gli procura delle sensazioni fantasma, rivelano un talento eccezionale, non solo dal punto di vista artistico… Proprio quando la sua vita sembra ricomporsi, anche grazie alla comprensione della ex moglie e al costante affetto delle figlie, che lo sostengono a distanza nella sua nuova attività artistica, il passato di Elizabeth viene a interferire violentemente con il presente di Edgar.

Ma ora, veniamo ad un piccolo approfondimento su questo libro …


Duma Key … In real life

Accade sempre più spesso, è successo per Outlander – La Straniera di Diana Gabaldon, così come per Il signore degli anelli di Tolkien: alcuni romanzi più o meno noti, più o meno di successo diventano una sorta di mappa, un itinerario da ripercorrere, realmente, per immergersi ancora di più nelle storie raccontate e amate.
Una cosa analoga è accaduta proprio per Duma Key ed ecco che, scorrendo su internet alla ricerca di qualche curiosità, ho trovato un vero e proprio itinerario pronto e realizzabile legato a questa storia di Stephen King.

Le key della Florida sono isolette che formano un braccialetto di ciondoli al largo della costa occidentale. Se calzaste gli stivali delle sette leghe, potreste fare un passo da Longboat a Lido, uno da Lido a Siesta, uno da Siesta a Casey. Il passo successivo vi porta a Duma Key, lunga quindici chilometri e larga uno nel punto di maggior ampiezza, tra Casey Key e Don Pedro Island …

Duma Key in sé non è reale: King, residente per un discreto periodo nella contea di Sarasota, ha creato questa isoletta a suo piacimento, per le finalità della sua storia. Tuttavia, i negozi, gli scorci e le vie che descrive nel romanzo appartengono proprio a Sarasota o, in alternativa, alle altre isolette sparse lì accanto, note come le Keys della Florida.
Qualche esempio? Beh … La prima tappa potrebbe essere la Biblioteca Selby, che si trova proprio sulle spiagge di Sarasota: nelle sue vicinanze troverete anche la nota Palm Avenue, ricca di gallerie d’arte e boutiques.
Come seconda tappa, invece, si potrebbe fare un passo nella direzione di ristoranti e locali, ad esempio sulla Siesta Key.
Infine, il Casey Key Fish House che King menziona, esiste davvero! In questo luogo, le frittelle sono croccanti e l’atmosfera molto casual.


Detto questo, sperando di aver incuriosito anche coloro che ancora non hanno letto questo romanzo, veniamo alla sfida!
Cosa ho pensato per voi? È semplice … Siccome il protagonista di questo romanzo, Edgar Freemantle, ad un certo punto inizia a dipingere, ecco che mi è venuta l’idea: scattate una fotografia di Duma Key in un contesto artistico (un museo, il vostro tavolo coperto di tubetti acrilici …). Sbizzarritevi!

La fotografia vincitrice (scelta a insindacabile giudizio dei blogger coinvolti nella challenge) avrà diritto ad accedere alla finalissima di fine Settembre e a tentare di aggiudicarsi un fantastico premio a sorpresa. Cosa state aspettando? Correte a scattare una foto!

#GoodLuck!
E non dimenticatevi le prossime tappe con tanto di fotografie legate a delle sfide studiate appositamente per voi!

Calendario KING.png

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Dunkirk di Joshua Levine

Dunkirk banner 1.png

Buongiorno!

Oggi, il blog ha l’onore di ospitare la prima tappa di un BlogTour nuovissimo, che ruota attorno a Dunkirk, romanzo di Joshua Levine, edito da HarperCollins.

Il libro, dal titolo completo Dunkirk: la storia vera che ha ispirato il film, è uscito in Italia il 24 Agosto 2017, e racconta una storia particolare, basata su fatti realmente accaduti legati alla Seconda Guerra Mondiale.

Seguendo il BlogTour attraverso le varie tappe, avrete un quadro più ampio e ricco, tra approfondimenti e articoli realizzati per l’occasione: vi invito dunque a seguire questo piccolo grande evento e ad immergervi nel mondo di Dunkirk.


6tag_260817-133554

Titolo: Dunkirk: la vera storia che ha ispirato il film
Autore: Joshua Levine
Data d’uscita: 24 Agosto 2017
Prezzo: € 9,99 (Ebook) – € 15,30 (Cartaceo)
Editore: HarperCollins

LA SPERANZA È UN’ARMA.
SOPRAVVIVERE È GIÀ UNA VITTORIA.

Trama: Maggio 1940. La travolgente avanzata delle truppe tedesche in Belgio e nel nord della Francia costringe le armate anglo-francesi a ripiegare progressivamente verso le coste della Manica, intrappolando oltre 300.000 soldati nel campo trincerato di Dunkerque. L’unica speranza di salvarli è organizzare una massiccia evacuazione via mare utilizzando tutte le imbarcazioni disponibili, dalle enormi unità militari ai pescherecci alle piccole navi da diporto. Autorizzata da Winston Churchill e organizzata in tempi record dall’Ammiragliato britannico, l’Operazione “Dynamo” si svolse tra il 27 maggio e il 4 giugno, concludendosi con un successo inaspettato che fu salutato come “il miracolo di Dunkerque”.
Attraverso i racconti e le testimonianze dei veterani e dei sopravvissuti, Joshua Levine ricostruisce la storia dei soldati che rimasero per giorni sulla spiaggia, sotto i bombardamenti e il fuoco nemico, senza cibo né munizioni; dei civili che li portarono in salvo su imbarcazioni spesso piccolissime e sovraccariche; degli avieri che rischiarono la vita per far guadagnare del tempo prezioso ai compagni bloccati a terra; di coloro che su quelle spiagge morirono.


Il volume comprende inoltre un’intervista esclusiva al regista Christopher Nolan. Ebbene sì, se ancora non lo sapete (e se non avete prestato abbastanza attenzione al sottotitolo) questo libro è diventato un film, uscito nelle sale cinematografiche italiane il 31 Agosto 2017.
Con il titolo Dunkirk, la pellicola è diretta e co-prodotta da Nolan e vede, nel cast di attori, tra gli altri, Harry Styles (sì, avete capito bene, proprio uno degli One Direction), Cillian Murphy (noto per la sua interpretazione in Il vento che accarezza l’erba e in La ragazza con l’orecchino di perla e per essere, inoltre, il prestavolto ufficiale – a sua insaputa, si intende – del protagonista maschile del libro Il tuo sorriso controvento di Elle Eloise) e Tom Hardy (protagonista in LawlessWarrior e Locke).

Vi lascio, qui di seguito, un’ultima nota a piè di pagina: la colonna sonora è firmata da Hans Zimmer e segue l’illusione uditiva della scala Shepard. Il tutto ha avuto inizio dal ticchettio di un orologio che ha dato il via al ritmo seguito da Zimmer.

Ma ora, basta parlare … Seguite le tappe dei prossimi giorni per saperne di più! Il calendario sarà il seguente:

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Jessica Redmerski #3

Banner Redmerski - Copia

Buongiorno!

Penultimo appuntamento con questo mio personalissimo BlogTour che ruota attorno ad un’autrice che ha fatto colpo, in Italia, qualche anno fa con Il Confine di un Attimo e che ora è un po’ dimenticata dagli editori nostrani … Jessica Redmerski.

Oggi, come promesso, ecco la seconda parte dell’intervista (la prima la trovate qui, mentre il post introduttivo, a questo link). Gli argomenti?
Scorrete il post e … Buona lettura!

Come sempre, ricordatevi di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog: un solo commento o un like ad un articolo NON sono molto, per voi, ma per me, per i blogger in generale, sono davvero MOLTO.


Sul self publishing …

Retro 1.jpg

Quanto è importante conoscere le basi della pubblicazione prima di gettarsi effettivamente nel self publishing?
Gli scrittori devono capire che il self publishing non è semplice. Certo, puoi scrivere un libro, caricarlo e iniziare a venderlo, ma c’è molto più di questo nella pubblicazione self. Se uno scrittore sceglie di autopubblicarsi deve mettere in conto un po’ di promozione selvaggia e tenace e, inoltre, deve spendere un po’ di soldi (per editing professionale, giveaways, copie recensione, grafica per la copertina, pubblicità …). Saltare tutto questo e non curarsene fa sì che il suo libro resti sepolto tra i milioni di altri libri che lottano per la stessa esposizione e allo stesso modo.

Pensi che alcuni scrittori scelgano il self publishing a seguito della frustrazione causata dal tentare e non riuscire a pubblicare in modo tradizionale?
Quando Amazon ha dato il via al self publishing, pensavo che la maggior parte di coloro che utilizzavano il mezzo provenissero da questo tipo di frustrazione. Io ero una di quelli! Anche se ho autopubblicato il mio primo romanzo poco tempo dopo aver capito che questa era la cosa giusta da fare, l’ho fatto perché venivo da tre anni di tentativi in cui ho cercato, inutilmente, un’agente e una casa editrice. Ma ora, penso che sempre più scrittori lo facciano perché sentono che è la strada giusta per loro, e in questo modo oltrepassano il lacerante metodo invio manoscritto – attesa – scarto. Personalmente, amo entrambi: il self e la pubblicazione editoriale.

Sugli altri libri …

Retro 2.jpg

Girovagando su Goodreads ho notato che i fans della serie Company of Killers vorrebbero sapere perché ci vuole così tanto per la pubblicazione del settimo libro. Puoi dar loro qualche informazione a riguardo?
Sembra che ci sia qualcuno che mi chiede questa domanda ogni giorno, ma è davvero complicato rispondere a tutti. Allora … Cercherò di spiegare qui, meglio che posso, cosa sta accadendo con il settimo libro. Quindi … Partiamo!
Mi sono dedicata al 100% a questa serie, e lo so che è frustrante il fatto che dopo il sesto sia trascorso davvero un sacco di tempo prima della futura pubblicazione del settimo. Ma ho bisogno che tutti capiscano che non solo ho avuto a che fare con cose personali per l’ultimo anno e mezzo che mi hanno rallentato e non mi hanno permesso di scrivere molto, ma ho anche avuto bisogno di fare un passo indietro e di finire Everything Under the Sun prima di provare ad affrontare qualsiasi altro romanzo. Everything Under the Sun è stato un progetto work-in-progress da ormai, credo, tre anni. Non importa cos’altro io scrivessi o provassi a mettere su carta, EUtS rimaneva in sottofondo nella mia mente e stava, inevitabilmente, intaccando i miei attuali work-in-progress (tra cui, il famoso settimo libro). Sapevo che se non avessi messo tutto da parte e completato EUtS, tutti gli altri miei libri sarebbero, onestamente, stati uno schifo (N.B. shit nell’intervista originale 😛 ). Non tutti gli autori sono uguali, certo, ma io sono una di quelli che deve assolutamente lavorare sul libro che più di tutti prende piede e spazio nel mio cuore e nella mia testa, invece di scrivere quello che tutti attendono e vorrebbero leggere. Ma, prometto: mi metterò a lavorare sul settimo libro, Spiders in the Grove, presto! Siate pazienti con me, vi prego!

Hai dichiarato che hai intenzione di scrivere il libro di Lily (figlia di Andrew e Camryn, dalla serie Il Confine di un Attimo): è ancora una certezza?
Ho ancora l’intenzione di scrivere la storia di Lily, ma ora come ora non so dire quando lo farò.

Risultati immagini per omg gift

OMG *-*


Con questa ultima perla che, vi assicuro, mi ha fatto nuovamente venir voglia di rileggere Il Confine di un Attimo e mi ha, inevitabilmente, fatta entrare nel vortice #AspettoIlLibroDiLilyDisperatamente …
Vi do appuntamento a domani, con un doppio post: uno tutto #English #American #Style; l’altro italianissimo … In cui festeggeremo la pubblicazione di Everything Under the Sun
.

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Jessica Redmerski #2

Banner Redmerski - Copia

Buongiorno!

Eccoci arrivati al secondo appuntamento con questo mio personalissimo BT che ruota, essenzialmente, attorno a lei, una delle regine del romance contemporaneo e non solo, l’autrice del romanzo che più ho amato in assoluto …
Oggi parliamo ancora di Jessica Redmerski e, per l’occasione, vi propongo alcune domande a cui la scrittrice ha gentilmente risposto (ovviamente tradotte dalla sottoscritta per voi).

Buona lettura!


Sulla scrittura …

Macchina da scriver.jpg

Perché scrivi e abbracci più generi? Riesci a far funzionare la cosa?
Personalmente non riesco a trincerarmi in un solo genere. Adoro scrivere tutti i tipi di storia. Funziona? Beh … Sì e no. Sì, perché inizierei a sentirmi claustrofobica se dovessi scrivere all’interno di un unico genere per tutto il tempo. No, perché penso che confonda un po’ i miei lettori visto che scrivo tutto sotto lo stesso ‘nome autore‘. Oggi, rimpiango questa decisione. Il mio consiglio agli autori che pensano di toccare più generi è il seguente: NON fate questo errore!

Come gestisci la trama di un libro? Crei schemi, abbozzi, linee guida?
Non abbozzo né imbastisco mai perché mi piace lasciare che la storia e i personaggi mi portino dove vogliono essere portati. Alcuni autori abbozzano e per loro la cosa funziona, ma io non riuscirei proprio a farlo. Mi è sempre sembrato molto più naturale semplicemente seguire la corrente e vedere dove questa mi porta, un po’ come nella vita reale, suppongo. Alcune scene dei miei libri sono apparse prima della stesura, ma non sono state pianificate prima del tempo, e c’è una bella differenza. La sola eccezione a questo metodo è che conosco, sempre, la fine prima che io inizi la storia (ad esclusione del mio libro Dirty Eden).

C’è qualcosa che trovi particolarmente impegnativo nella tua scrittura?
Sono impaziente. MOLTO impaziente. Per me, focalizzarmi e scrivere i primi due o tre capitoli di ogni libro è davvero impegnativo perché ho la cattiva abitudine di guardare sempre il bicchiere mezzo vuoto e di focalizzarmi su tutto ciò che ancora manca e che ancora devo fare.

Qual è la parte che invece preferisci durante il processo di scrittura?
Senza dubbio … L’ultima frase. Non fraintendermi, io adoro immergermi all’interno di una storia, esporre la vita dei miei personaggi, ma non c’è niente di paragonabile ad un manoscritto teminato. È un’enorme realizzazione e soddisfazione: non credo che me ne stancherò mai.

Cosa vorresti che i lettori prendessero dalle tue storie?
Vorrei semplicemente che i lettori fossero capaci di connettersi, in qualsiasi livello, con i personaggi che creo, in modo che essi diventino non semplicemente una storia ma, piuttosto, un’esperienza.

Qual è la tua stranezza più interessante e particolare?
Non smetto mai di scrivere alla fine di una scena o frase ma, anzi, mi fermo a metà. Questo mi aiuta a prevenire il blocco dello scrittore e mantiene fresca e attenta la mia mente.

Quali sono i tuoi punti di forza nella scrittura? E quali sono, invece, le tue debolezze?
Adoro scrivere dialoghi. Vanno e vengono, scivolano in modo molto naturale per me. Penso, invece, di lottare un po’ di più con le descrizioni, perché sono impaziente e, talvolta, è come se esse mi rallentassero. Ma ho dovuto scendere a patti con me stessa: in caso contrario, i miei romanzi sarebbero formati da un’unica gigante conversazione.

Sulla vita personale …

Macchina fotografica.jpg

Qual è il tuo autore preferito e quali aspetti del suo lavoro hanno fatto maggiormente colpo su di te?
Personalmente, non ho un autore preferito – ne ho molti! Anne Rice e Neil Gaiman sono nomi che ho ammirato per molti, moltissimi anni. Amo la profondità della Rice, il suo stile descrittivo mentre adoro l’originalità delle idee di Gaiman. Ammiro anche Paullina Simons e Cormac McCarthy – ce ne sono talmente tanti! E, ovviamente, c’è J.K. Rowling, ma non devo nemmeno nominarla, no? Non è lei, ovviamente, la preferita di tutti?

Qual è il tuo cibo preferito?
Messicano.

Qual è il tuo ragazzo letterario ideale?
Shura.

C’è un libro che ha avuto un impatto particolare su di te, non solo sulla tua scrittura ma anche sulla tua personalità?
Armand il vampiro di Anne Rice. Questo è un libro che ho letto quattro o cinque volte ed è IL libro che mi ha ispirato e mi ha spinto a provare a diventare un’autrice vera e propria.

La tua massima? La tua frase preferita?
“Love is a trick that Nature plays on us to get us to reproduce.” – Callisto – Xena Warrior Princess.
[N.B. L’amore è un trucco che la Natura usa su di noi per farci riprodurre]
Non sono contro l’amore, sia chiaro, ma sono sempre stata, non so, intimorita quasi da questa frase. Inoltre, Callisto nel telefilm era strepitosa!


A domani, con la seconda parte di questa MERAVIGLIOSA intervista a Jessica Redmerski.
Sentitevi liberi di commentare l’articolo o il post di FB: fatemi sapere se avete apprezzato l’iniziativa, cosa ne pensate, se qualche risposta vi ha colpito.

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Jessica Redmerski #1

Banner Redmerski - Copia.png

Buongiorno!

Oggi sono davvero emozionata perché vi presento un progetto a cui tengo particolarmente e che ho tenuto, egoisticamente, tutto per me sino ad ora.
Non so, forse sarà capitato anche a voi, di trovare un libro, un romanzo che, sin dai primi capitoli, vi parla. Una storia che in qualche modo vi colpisce dritto allo stomaco e al cuore e che vi resta sottopelle anche a distanza di mesi, anni.
A me è successo.
Ovvio, tra i vari libri letti in questi anni, molti sono quelli che ho amato, adorato anche, apprezzandone il mondo, i personaggi, le sfumature.
Però nessuno ancora è riuscito a togliere un particolare romanzo dal mio personale piedistallo, nessuno ha superato Il confine di un attimo di J.A. Redmerski.

Ecco dunque che, in questi quattro giorni, vi parlerò NON di quella storia (non credo che riuscirò mai a trasferire in parole e su carta ciò che ho provato leggendo la storia di Cam e Drew) ma vi farò fare un viaggio (spero piacevole) alla scoperta di colei che ha creato questo libro, attraverso le sue pubblicazioni italiane, la segnalazione della sua nuova uscita oltreoceano, un’intervista a 360 gradi e, infine, un doppio post in italiano/inglese proprio in occasione del Release Party di Everything under the sun, il suo ultimo romanzo.

Oggi, quindi, andiamo a conoscere chi è Jessica (J.A.) Redmerski e quali sono i titoli sino ad ora pubblicati in Italia e nel mondo.

Buona lettura!


Chi è J.A. Redmerski …

Jessica Ann Redmerski è un’autrice bestseller di livello internazionale, vincitrice anche di jessica-redmerskisvariati premi, che si destreggia tra vari generi letterari.
Ha iniziato la sua carriera di autrice letteraria nel 2012 come self e, in seguito, grazie all’enorme successo di The edge of never (Il confine di un attimo) ha ottenuto il contratto con la Grand Central Publishing/Forever Romance. Da allora, i suoi lavori sono stati tradotti in oltre venti lingue.

Jessica è un’autrice che si può definire ibrida: oltre, infatti, a pubblicare con un editore tradizionale, continua a pubblicare anche con il self publishing. I diritti portoghesi per la sua serie di genere crime, molto popolare e ricca di suspenseIn the Company of Killers, sono stati acquistati da uno dei maggiori editori brasiliani, Suma de Letras. Questa serie è stata esportata anche in Estonia (grazie a Paikese Kirjastus), in Turchia (Ephesus), in Ungheria (Konyvmolykepzob). Le serie è stata opzionata per la televisione da William Levy.
Il suo ultimo romanzo, la sua nuova love story, è Everything under the sun, in uscita in America il 28 Agosto 2017.

Jessica ama i film, la televisione e i libri che si spingono oltre i confini; è un’amante delle storie d’amore epiche, assolute ed impetuose. Alcune delle cose presenti nella sua lista dei desideri sono: combattere la sua lunga e ridicola lista di paure, trovare una camicia che le piacca realmente e viaggiare intorno al mondo con solo uno zainetto sulle spalle e un partner-in-crime.


I Libri di J.A. Redmerski in Italia

Al momento, tradotti in italiano e disponibili, grazie alla casa editrice Fabbri, possiamo trovare soltanto i tre romanzi che compongono la The Edge of Never Series.

Il confine di un attimo (titolo originale: The Edge of Never)

Camryn Bennett, vent’anni, non è certo il tipo da restare ingabbiata in una vita ripetitiva sempre uguale a se stessa. Ma da quando il suo ragazzo è morto in un terribile incidente, niente sembra più importarle davvero…Dopo che anche la sua migliore amica le volta le spalle, Camryn salta su un autobus, con solo un telefono cellulare e una piccola borsa, decisa a fuggire da tutti coloro che la vogliono incasellare in una vita che non le appartiene. Nel viaggio incontra un ragazzo di nome Andrew Parrish, un tipo non molto diverso da lei, da cui si sente irresistibilmente attratta. Andrew vive la vita come se non ci fosse domani: la provoca, la diverte, la protegge, la seduce, le insegna ad assaporare ogni singolo momento e ad ascoltare le sue emozioni più profonde, i suoi desideri più veri e inconfessati. Ben presto diventa il centro della sua vita. Ma Camryn ha giurato di non lasciarsi andare mai più, di non innamorarsi mai più… E il segreto che Andrew nasconde li spingerà irrimediabilmente insieme o li distruggerà per sempre? Il confine di un attimo è un fenomeno mondiale: autopubblicato online, ha scatenato la reazione entusiasta di migliaia di fan che hanno realizzato video su YouTube ispirati alla storia, album fotografici, playlist e che ne hanno fatto un successo da oltre 200.000 copie. Dopo aver scalato le classifiche americane, è in corso di pubblicazione in 20 Paesi.”Siamo in viaggio insieme da quasi due settimane.Abbiamo dormito nello stesso letto e ci siamo sfiorati… eppure eccoci qui, ai lati opposti di una spessa parete di vetro. Posiamo le dita sulla superficie trasparente, ci guardiamo negli occhi e sappiamo cosa vogliamo, ma quel vetro resta lì. O è perfetto autocontrollo, o è una forma perfetta di tortura.”

Sei il mio buio, sei la mia luce (titolo originale: Song of the Fireflies)

Elias e Bray sono fatti l’uno per l’altra, da sempre. Il loro amore è sbocciato una calda sera d’estate, quando erano solo due bambini. Crescendo, però, la paura di soccombere a un rapporto così intenso da essere quasi insopportabile li ha allontanati. Finché Bray non si rende conto che Elias è l’unico legame vero della sua vita, l’unica persona che può salvarla dagli abissi in cui sta per sprofondare. Decide di tornare da lui, che non l’ha mai dimenticata. E la passione che hanno cercato di soffocare in tutti i modi può finalmente scorrere libera per la prima volta… Almeno fino a quando una notte fatale non cambia tutto. Il sogno d’amore di Bray ed Elias rischia di andare in frantumi, e i due ragazzi decidono di fuggire. Insieme. Inizia così un’avventura on the road in cui il rischio di perdersi – tra alcool, droghe e incontri sbagliati – è forse più grande del pericolo da cui stanno scappando. Il solo rifugio è il loro amore, quell’amore oscuro che li può salvare o perdere.

Il Confine dell’Eternità (titolo originale: The Edge of Always)

IL SEGUITO DI IL CONFINE DI UN ATTIMO. Si sono conosciuti in un viaggio fuori da ogni regola. E di certo Camryn e Andrew non sono tipi regolari. Si sono lasciati tutto alle spalle e sono partiti, insieme. Si sono amati sotto la pioggia, si sono rincorsi dentro i rispettivi dolori, hanno rivelato le loro fragilità più grandi e hanno imparato a proteggersi da tutto e da tutti. Ora, dopo mesi on the road, aspettano una bambina. Nonostante la preoccupazione per la gravidanza inaspettata, la precarietà e le prime tensioni con i genitori, il loro rapporto è più forte di ogni altra cosa. Ma in agguato c’è una tragedia che potrebbe dividerli per sempre, una catastrofe che nemmeno loro sono pronti ad affrontare. Quel che non ti uccide ti rende più forte: sapranno superare insieme questa prova? O il loro rapporto, cresciuto al di fuori delle regole, non è destinato a durare per sempre?


I libri di J.A. Redmerski nel mondo

Molti, moltissimi sono i titoli che mancano all’appello nel nostro paese: oltre alla citata serie In the Company of Killers, infatti, romanzi quali The moment of Letting GoDirty Eden (il preferito della stessa autrice) e il prossimo Everything Under the Sun non sono ancora stati tradotti in italiano. Speriamo che queste lacune vengano colmate al più presto! Intanto vi lascio qui sotto alcune delle cover originali dei libri di Jessica Redmerski e vi invito, domani, sempre qui sul blog, per scoprire qualche dettaglio in più della personalità di questa autrice poliedrica e senza dubbio originale, attraverso un’intervista unica.

A domani, con un nuovo appuntamento, una nuova tappa di questo BlogTour dal sapore internazionale che ruota attorno a Jessica Redmerski!

#StayTuned!

Rachel

© Rachel Sandman

Review Party – Grazie per avermi spezzato il cuore di Lauren Layne

Review Party.jpg

Buongiorno!

Oggi la giornata è ricchissima di nuove uscite librose e, tra le tante, vi è un ebook che acquista forma cartacea e irrompe nelle librerie: grazie a Newton Compton Editori infatti a partire dalla data odierna, 3 Agosto 2017, potete trovare Grazie per avermi spezzato il cuore di Lauren Layne, edito dalla casa editrice Newton Compton Editori.

Una premessa: è vero, il presente romanzo di cui mi appresto a parlare è il secondo capitolo di una serie, la Redemption Series, MA io, per prima, non ho letto (mea culpa) il primo romanzo, Un amore senza fine, e NON ne ho minimamente risentito quindi … State tutti sereni e, se vi trovate nella mia stessa situazione, procedete pure senza nessuna remora o titubanza.

Qui di seguito trovate, ovviamente, tutte le infos riguardanti Grazie per avermi spezzato il cuore con la mia personale opinione. Vi invito però a fare un salto anche nei blog delle mie colleghe che, come me, hanno letto questa storia e si sono fatte un’idea (trovate il nome delle blogger coinvolte sul banner in alto).


Grazie per avermi spezzato il cuore Cartaceo

La qui presente cover è quella che troverete in libreria Tuttavia, forse voi conoscete già questa storia … Con un’altra immagine … Per saperne di più > qui

Titolo: Grazie per avermi spezzato il cuore
Autore: Lauren Layne
Serie: Redemption Series #1
Data d’uscita: 3 Agosto 2017
Prezzo: € 4,99 (Ebook) – € 9,90 (Cartaceo)
Editore: Newton Compton Editori

Trama: Quando Olivia Middleton abbandona il glamour di Park Avenue per una remota città costiera del Maine, tutti danno per scontato che l’abbia fatto per seguire il suo istinto altruista. Ma Olivia nasconde un segreto: lavorare in un’associazione che si occupa del recupero di veterani di guerra non è esattamente un atto di generosità, ma una penitenza. Il problema è che la persona che le viene affidata non è l’anziano triste e riconoscente che si aspettava di incontrare, ma un ventiquattrenne scostante che non ha alcuna intenzione di diventare lo strumento per la redenzione di Olivia. E soprattutto ha uno sguardo che paralizza. Paul Langdon non ha bisogno che uno specchio gli riveli di non essere più il quarterback che era prima della guerra. Sa che è diventato brutto dentro e fuori e ha deciso che farà di tutto per mantenere la forma di esilio che si è auto-imposto, anche a costo di perdere la sua eredità. Ma Paul non aveva fatto i conti con la splendida ventiduenne a cui è stato affidato, e che gli ricorda fin troppo tutto quello che ha perso e che non potrà mai più avere indietro. Più lei cerca di convincerlo ad abbassare le difese che si è costruito intorno, più è difficile riuscire a tenerla a distanza… Ora Paul e Olivia devono decidere: saranno in grado di aiutarsi a vicenda o sono perduti per sempre?


Recensione: Grazie per avermi spezzato il cuore di Lauren Layne è un libro che VA LETTO, senza tentennamenti o dubbi.
Ovviamente, devo avvisarvi: nonostante una confezione molto romance e dall’impatto leggero e frivolo, questo libro NON va preso con superficialità.

La storia di Paul e Olivia, infatti, è una di quelle ad impatto crescente, una sorta di La Bella e la Bestia in chiave moderna, che racconta di cicatrici più o meno visibili, di passati più o meno gravosi, di giovani in cerca di se stessi e della persona giusta che arriva, inevitabilmente, al momento che sembra sbagliato ma che poi, infine, tanto sbagliato non è.

Partiamo da lui, da Paul. Se avete amato Troppo bello per dire di no di Jessica Clare (che trovate, in promozione, a € 1,99) o Sei il mio sole anche di notte di Amy Harmon (anche questo in super offerta a € 0,99), questo nuovo eroe di carta vi conquisterà sin dalla prima sfuriata, sin dalla prima porta sbattuta in faccia. Paul Langdon è questo: irruento, chiuso in se stesso, burbero, a tratti decisamente meschino, ma non solo. È anche un giovane uomo ferito, nel corpo e, soprattutto, nell’anima; è una persona orgogliosa ma bisognosa di quell’affetto che, vuoi per un suo atteggiamento freddo e scostante, vuoi per ragioni e motivi esterni, dice di non volere ma che brama, nell’ombra.

Olivia Middleton è … Beh … Lei va descritta innanzitutto con le parole di Paul:

… Un’esplosione di gomma americana …

Il suo personaggio è ricco di sfumature che appaiono e scompaiono come le ombre del giardino della casa sperduta nel Maine più vero e grezzo. Apparentemente, Olivia è la classica ragazza di buona famiglia: superficiale, a tratti frivola, con un look perennemente immerso nel mondo dei BigBabol rosa shocking. Tuttavia anche lei, come Paul, nasconde una natura diversa, più personale e privata, un carattere forte e fragile, un atteggiamento socievole ma precario, una serie insomma di elementi celati che la rendono una protagonista di assoluto spessore e molto accattivante.

Risultati immagini per dear john gif

Il punto di forza del romanzo, per me, è il modo in cui Lauren Layne è riuscita a far interagire i suoi due protagonisti, la sua coppia d’oro: molto naturale, molto ironico, a tratti scorbutico ma estremamente vero e coerente con le personalità di Paul e Olivia.

Un altro aspetto di rilievo in questo libro è, senza ombra di dubbio, lo svolgimento della trama. Ancora una volta, non fermatevi all’apparenza: Grazie per avermi spezzato il cuore è un romance, è vero, ma è seriamente imprevedibile. Ci sono picchi, brusche svolte, avvicinamenti, litigi, ricongiungimenti, pianti … Un mix di emozioni fantastico ma, allo stesso tempo, a tratti devastante che vi porterà, seriamente, a gironzolare per casa con il kindle o il romanzo cartaceo nella disperata necessità di sapere come va a finire (e sì, lo ammetto, ve lo dico per esperienza personale).
Preparatevi dunque a passare da momenti di esaltazione, con gli occhi a cuoricino e annessi, a capitoli di devastazione e mutismo.

In conclusione, una piccola nota negativa: premesso che io ho letto la versione ebook del romanzo, la prima, quella con ancora la vecchia cover quindi non so se quella cartacea abbia subito modifiche MA, davvero, la marea di errori che, ad una semplice lettura, saltano immediatamente all’occhio, andrebbe di gran lunga evitata. Seriamente.
Così come la copertina, per me, anche l’aspetto grafico e la cura dell’editing sono elementi imprescindibili in ogni romanzo o prodotto confezionato e venduto: pertanto, la storia di Olivia e Paul va letta, ovvio, perché l’autrice Lauren Layne ha avuto attenzione e cura nei dettagli, nella psicologia dei suoi personaggi, nei rimandi delicati alla celebre fiaba, in tutto ciò che ruota loro attorno (forse, un piccolo approfondimento sulla famiglia di Alex non sarebbe stato fuorviante, ma anche così non si risente particolarmente di vuoti o inesattezze). Tuttavia, purtroppo aggiungerei, la traduzione non è a livello della storia. Per nulla.

Rachel

© Rachel Sandman

 

BlogTour & Giveaway – Strange Love di Paola Garbarino

20227908_482017595489315_1203522582_o.jpg

Buongiorno a tutti!
Allora, oggi siamo arrivati all’ultima tappa di questo BlogTour che spero abbiate seguito e apprezzato (ci ritroveremo però ancora DOMANI per la proclamazione del vincitore del Giveaway). Questa volta tocca a me raccontarvi il nuovo romanzo di Paola Garbarino, Strange Love – Per una sola notte, attraverso una recensione in assoluta anteprima!

Grazie infatti all’autrice, ho avuto il piacere di leggere la storia di Tommy e Azzurra prima della sua pubblicazione che, tra l’altro, avviene OGGI!
Quindi, prima di fiondarvi su qualsiasi piattaforma che permetta l’acquisto di questo romanzo, vi invito a leggere questo post che è un viaggio … O, meglio, è il mio viaggio tra le pagine di questo che, sul serio, si preannuncia uno dei migliori romance dell’anno.

Quindi, se la presentazione di Veronica vi ha intrigato, se gli estratti di Paola vi hanno incuriosito, se il taglio giornalistico di Sara vi ha coinvolto, se i personaggi descritti da Chiara vi hanno fatto innamorare e se la musica descritta da Giorgia vi ha fatto sognare … Ora è il momento di immergerci nella storia vera e propria, augurare #GoodLuck a Paola Garbarino e … Beh, basta chiacchierare! Ecco a voi il mio scatto, la trama e la mia Recensione in Anteprima.


6tag_240717-160854

Titolo: Strange Love – Per una sola notte
Autore: Paola Garbarino
Data d’uscita: 27 Luglio 2017
Prezzo: € 2,99 (Ebook)€ 12,99 (Cartaceo)
Editore: Self Publishing

Trama: Può, una sola notte, cambiare la nostra esistenza, anche quando andiamo avanti senza sapere ciò che lasciamo indietro?
Tommy conosce Azzurra, a 17 anni, durante l’Heineken Jammin’ Festival, nel giorno della terribile tromba d’aria che provoca feriti e fa annullare il resto del concerto, compresa la
performance dei Pearl Jam, per la quale entrambi erano lì coi rispettivi amici. I due ragazzi trascorrono un’appassionata notte in un albergo ma, al mattino, lei se ne va senza svegliarlo.
Dieci anni dopo, appena arrivato all’Acquario di Genova per lavorarvi come biologo, Tommy incontra Azzurra, con un bambino che gli somiglia in modo impressionante.


Recensione: Avete presente quelle storie che, appena arrivate all’ultima pagina, già avete voglia di ricominciare da capo? Quelle che sembrano non lasciarti mai, quelle che, anche durante la lettura, hai bisogno di rileggere, ancora una volta?
Ecco … Strange love – Per una sola notte di Paola Garbarino racconta una storia avvolta in un’ atmosfera magica che avvolge, coinvolge, incanta e ammalia.

Io vi avviso: leggere questo romanzo vi renderà succubi dei suoi personaggi e non vi farà staccare da questa storia fino alla sua perfetta conclusione e, forse, neanche allora riuscirete ad abbandonarla e a lasciarla andare del tutto.

La forza principale di questo romanzo sono, come spesso accade con i libri di questa autrice, i personaggi: Tommy e Azzurra sono due figure imponenti che, sin da subito, anche attraverso le loro debolezze e immaturità, hanno spessore, coerenza, impatto.
L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piediLa loro è una storia che parte quando entrambi sono giovani, istintivi, irrequieti. Entrambi si incontrano quando non si aspettano nulla e si avvicinano l’un l’altro, in uno scontro che sa tanto di fuoco d’artificio, di fascio di luce che scocca in mezzo ad un cielo stellato, di un colpo di fulmine o, forse è il caso di dire, un colpo di tromba d’aria.

Si ritrovano a distanza di anni, quando ormai, entrambi, sono cambiati, maturati forse, i loro caratteri si sono evoluti e i loro occhi e le loro vite hanno assunto sfumature diverse, crepe profonde, brusche frenate e repentine accelerazioni.

Devo dire che, in questo particolare frangente, ho amato come Paola Garbarino abbia reso il personaggio di Azzurra, la più controversa della coppia, colei che accenna ad aprirsi e poi si ritrae, senza garbo, semplicemente correndo via e chiudendosi dentro la sua corazza spessa e dura.

Sapevo che la sua anima punk era ancora lì, sotto quei vestiti seri, dentro di lei. La mia Azzurra era lì e io riuscivo a vederla, l’avevo sempre vista.

TommyHo trovato anche una mossa geniale il fatto che l’intera vicenda, ad eccezione di un punto (che NON vi dirò perché è una di quelle perle che la Garbarino lascia e incastra perfettamente nel meccanismo delle sue storie), sia raccontata da Tommy (un personaggio che, lasciatemelo dire, è assolutamente SPETTACOLARE!): è lui la voce narrante, è lui il punto attraverso il quale noi, lettori, conosciamo e vediamo le scene, gli episodi. Grazie a lui e solo a lui riusciamo tuttavia a percepire le sensazioni di entrambi e non solo.

Normalmente, come lettrice e scrittrice dilettante, amo e adoro il doppio punto di vista, perché lo trovo più completo e totalizzante, ma, arrivata al termine di Strange love, non mi sono sentita privata di qualcosa, anzi.
La storia probabilmente non sarebbe la stessa, non avrebbe reso allo stesso modo se avessimo vissuto il tutto da più punti focali. Tommy dona al lettore, al suo personaggio, ad Azzurra, tutto se stesso e crea un album ricco di canzoni legate, una all’altra, sino allo spettacolo finale. Tommy crea coerenza in una trama ricca e che, vista da più occhi, avrebbe rischiato di sfilacciarsi.

Una nota di cui non posso non parlare è lui, Orlando. Già solo il nome di questo piccolo frugoletto dai capelli rossi e lentiggini è tutto un programma e preannuncia scintille. Anche qui, tuttavia, la grandezza della Garbarino sta nel descriverlo e nel delinearlo come un bambino della sua età, senza renderlo una macchietta. La spiegazione poi, nella parte finale, del vero motivo per cui la madre ha scelto, per lui, un nome tanto particolare è assolutamente una delle tante ciliegine sulla torta con le quali ormai l’autrice è abituata a viziarci.

«Sistemeremo tutto.»
«Io non posso sistemare niente, sono solo un bambino.» bofonchiò.

In conclusione, mi sento in dovere di parlarvi di Principessa. Allora, uso volutamente il vezzeggiativo con cui la troverete ad un certo punto del romanzo perché il suo nome prenderà piede, piano piano o immediatamente, nella mente dei lettori più scaltri e acuti ma solo da un certo capitolo in avanti nel libro. Il suo personaggio è odioso, negativo: sul serio, ad un certo punto mi sono ritrovata io, da sola, con la bocca spalancata, il kindle in mano e una rabbia nei confronti di questo personaggio di carta non indifferente. Tuttavia, come qualche volta accade, ci ho pensato su e … Davvero è così disprezzabile? Vorrei spiegarvi tante cose ma, senza anticiparvi nulla o spoilerarvi cose future, lei è ovviamente l’antagonista e la cattiva della situazione. Ciò nonostante, in un discorso più ampio e nella totalità della storia, è veramente carnefice o è vittima, talvolta, anche di se stessa?

Non so, mi sono ritrovata, a distanza di giorni dal termine della lettura, a pensarci su e a dedurre che, forse, alcune cose le avrei fatte anche io quindi … Non può essere poi così male, no?

Ecco, questo per dirvi che la grandezza della Garbarino sta in questo: come anche in altri suoi romanzi (Non ricordo ma ti amo, ad esempio), parla di vita reale, senza abbellimenti scenici o dolci diabetici serviti capitolo dopo capitolo. Gli stessi aspetti estremi quali il tradimento, in amicizia o in amore, il dramma, il destino, assumono, nei suoi libri, una sfumatura di chiaroscuro, con toni che vanno dal nero al bianco e restano lì, in un limbo non giudicabile ma spesso giudicato.
Quindi, leggete questo romanzo, fatevi travolgere dai suoi personaggi, dalla storia di Tommy e Azzurra, riflettete su di loro, approfondite i concetti e applaudite, ancora una volta, Paola Garbarino per averci regalato una nuova entusiasmante storia.

Tommy e Azzurra


Vi ricordo qui, in coda, che c’è un GIVEAWAY in cui, per un fortunato lettore, c’è in palio una copia ebook di questo romanzo. Per partecipare non dovete far altro che completare il modulo che trovate qui -> Modulo Giveaway (seguite tutte le regole, mi raccomando!).

#GoodLuck!

A domani per la proclamazione del vincitore/vincitrice!
Prima di chiudere, un GRAZIE immenso a Paola Garbarino per avermi permesso di realizzare questo BT per il suo romanzo, grazie a Veronica, Paola, Chiara, Sara e Giorgia che, anche con poco preavviso, si sono gettate in questa avventura e mi hanno aiutato tantissimo: siamo state un gruppo fantastico, ragazze, lasciatemelo dire! #GirlPower!

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour & Giveaway – Un cattivo ragazzo come te di Huntley Fitzpatrick

19875717_1668895133144981_1242666935_o.jpg

Buongiorno e benvenuti in questo BlogTour targato De Agostini Young Adult, a cui è collegato un Giveaway che mette in palio una copia cartacea del romanzo Un cattivo ragazzo come te di Huntley Fitzpatrick.
Oggi ho il piacere di ospitare la tappa relativa ai Personaggi che incontrerete in questo romanzo.

Siete pronti per un DreamCast fantastico?
Iniziamo …

Allora … Credo sia giusto partire dai due protagonisti, coloro attorno a cui ruotano le vicende narrate, la storia e la linea, per così dire, romantica del libro: sto parlando, ovviamente, di Timothy Mason e Alice Garrett.

Tim è un ragazzo di 17 anni (ok, 18 tra quattro mesi, per essere precisi). Ha capelli rossi, il volto pieno di lentiggini e occhi grigi. La sua vita non è stata facile, anzi: nonostante la giovane età, è costretto ad affrontare problemi quali dipendenza, indipendenza e ormoni adolescenziali (questi sì, tipici dell’età in cui si trova).
Alice Garrett è, al contrario, una ragazza di 19 anni con capelli castano scuro. Come Tim, si trova a dover fronteggiare una situazione più grande di lei: su tutto, la situazione famigliare non serena, sia su un piano economico che emotivo.

Cosa lega i due? Beh … Tim ha un migliore amico, Jase Garrett (protagonista del romanzo Quello che c’è tra noi), che altri non è se non uno dei fratelli di Alice.

Ma, ovviamente, il romanzo ospita altri personaggi.
Su tutti, devo dire spiccano le rispettive famiglie dei protagonisti. Da un lato abbiamo i Mason.

Come potete ben notare, i capelli rossi sono una caratteristica di famiglia, che coinvolge la Signora Mason e Nan, la sorella di Tim che, come lui, ha lentiggini e occhi grigi. Ad essere, almeno visivamente, discostato dal gruppo, è invece il padre o, per etichettarlo come fa Tim sin dal primo capitolo, Mr. Non Sono Qui: un uomo con capelli e occhi grigi, occhiali e la tendenza a mantenere tutto sotto il suo stretto controllo.

Dall’altro lato abbiamo invece i Garrett: una vera e propria tribù umana. Avete presente il film Una scatenata dozzina? Ecco, la situazione è più o meno quella: una famiglia terribilmente chiassosa e sempre sull’orlo della crisi ma i cui componenti si amano alla follia.
Ci sono il Signor e la Signora Garrett e poi ben sette figli (più uno in arrivo): cinque maschi e tre femmine. Abbiamo Joel, Alice, Jase, Andy, Duff, Harry, George e Patsy (che, con il suo Tesolo mi ha conquistato sin da subito).

Cosa state aspettando dunque? Se ancora non l’avete fatto … Immergetevi nel mondo creato dalla Fitzpatrick e preparatevi a farvi due risate grazie, soprattutto, ai piccoli di casa Garrett.

In conclusione, vi lascio qui il calendario per seguire tutte le tappe del BlogTour.

19883821_1668894413145053_1977733456_n.jpg

Vi ricordo, inoltre, che legato a questo BT c’è un GIVEAWAY  che mette in palio una copia cartacea di Un cattivo ragazzo come te: se volete partecipare non avete altro da fare se non seguire le regole e compilare il modulo qui -> GIVEAWAY.

#GoodLuck

Rachel

© Rachel Sandman

BlogTour – Il segreto di Parigi di Karen Swan

19403735_465911270433281_847952791_o.jpg

Buongiorno!
Oggi, come potete vedere dal banner qui sopra, il blog ospita un BlogTour di una recente uscita targata Newton Compton Editori. Si tratta de Il segreto di Parigi, romanzo di Karen Swan, già nota in Italia per libri come Quell’estate da Tiffany, Natale a Notting Hill e Natale sotto la neve.

Devo confessarvi una cosa, questo romanzo mi ha incuriosito sin da quando, nell’incontro per blogger organizzato durante il #SalTo dalla Newton, avevano presentato questo libro tra le prossime uscite, sottolineando come l’intera storia fosse basata su un fatto di cronaca recente e realmente avvenuto.

Inoltre … Una storia ambientata a Parigi, è sempre intrisa di una magia speciale quindi, proprio qui, proprio oggi, sono particolarmente felice di descrivervi come la ville lumière si apre e viene descritta da Karen Swan in questo suo nuovo romanzo (già disponibile sia in formato Ebook sia in formato Cartaceo).
Ma, nonostante ciò che si potrebbe pensare, non è solo la capitale francese a fare da sfondo a questo romanzo: ecco dunque che, sempre qui, sempre in questa tappa, troverete alcuni accenni al Wiltshire, una contea dell’Inghilterra sud occidentale, a Londra e a Vienna, luoghi a cui si accenna nel libro ma che, nel loro piccolo, danno un quadro completo della storia narrata.

Pronti dunque per questo viaggio? Iniziamo …

… tutte le luci, simbolo distintivo della città, erano spente, tranne quella sulla sommità della torre che da sempre, anche di notte, ne contraddistingueva il 

profilo … [Prologo]

Come potete vedere anche voi, sin da subito l’ambientazione è tradizionale ma originale:rue de rivoli

una Parigi notturna ma completamente al buio, cosa di certo strana per la capitale europea delle luci.

 

Ma è soprattutto l’arte a farla da padrone e a spopolare in quello che è il fondale di una pièce teatrale mirabilmente orchestrata e diretta.  Numerosi sono, infatti, gli autori di dipinti famosi che, a poco a poco, si fanno spazio e creano un ambiente raffinato e tipicamente parigino.

Renoir, Canaletto, Matisse, Dalì, Pissarro, sono solo alcuni degli artisti che vengono citati in questo romanzo che viaggia tra Rue de Rivoli e altre viuzze, con l’eleganza di film anni ’50 nonostante sia ambientato ai giorni nostri.

Parigi brillava sotto il sole, le statue dorate splendevano sui ponti, e sotto il fiume luccicava mentre le barche piene di turisti passavano su e giù lungo rotte molto battute che avrebbero già da tempo scavato delle fosse sulla terraferma.

Parigi.jpg

Ma, come anticipato, Il segreto di Parigi non è solo ambientato in Francia.

WiltshireAlte siepi di faggi delimitavano il giardino posteriore […] – otto acri nella campagna del Wiltshire disseminati di prati di camomilla …

Un ambiente rurale, agreste per certi versi, che ricorda un po’ per atmosfera e familiarità, i paesaggi che ben hanno descritto Jane Austen e la letteratura inglese dell’800.

Londra, invece, non appare se non attraverso uno spazio chiuso, ma quanto mai La-sala-di-Sotheby_s-fra-Bacon-e-Richteresaustivo per la narrazione di Karen Swan.

La sala dell’asta era gremita, non c’era nemmeno una sedia libera e una grande folla se ne stava ammassata in piedi in fondo alla stanza. Tutti parlavano e ridevano fragorosamente, con i cataloghi in mano e lo sguardo fisso a valutare chi era presente […] mentre lo staff di Sotheby presidiava le offerte via telefono e via Internet dagli ampi banchi.

Infine, Vienna, denominata la città dei sogni, che appare con i suoi edifici moderni e dall’architettura squadrata tipica di Lerchenfeld, il quartiere alla moda della capitale Viennaaustriaca, dove i condomini vantano muri di vetro retinato che salivano fino al tetto e lo ricoprivano, inondando di luce gli appartamenti sottostanti.

Vienna brillava come un circuito elettrico, gli imponenti palazzi imperiali e i musei barocchi ricoperti di migliaia di luci, i tetti verde-rame oscurati per il momento del buio, il Danubio che, come un nastro di seta, si snodava nel suo percorso verso il mare.

Ma pensate che sia tutto qui? Beh … Vi sbagliate di grosso perché la cara Flora Syles, protagonista de Il segreto di Parigi, è una giramondo da non sottovalutare: infatti, durante il romanzo, farà un salto anche a New York e ad Antibes, per un finale davvero inaspettato e ricco di brio e d’amore, ma anche di raffinatezza e sensibilità.

Beh … Io ho terminato. Se questa tappa vi è piaciuta, lasciate un commento qui. Se vi siete persi le tappe precedenti e volete recuperare o, se al contrario ci avete seguito e non volete perdervi i prossimi appuntamenti, ecco qui il calendario con tutte le tappe.

19549770_469012756789799_63811573_o.jpg

Buona lettura!

Rachel

© Rachel Sandman