Il segno della tempesta di Francesca Noto – Segnalazione

Buongiorno!

Oggi è con piacere che vi parlo di un romanzo fantasy tutto made in Italy: edito da Astro Edizioni, è uscito ormai qualche mese fa Il segno della tempesta, romanzo d’esordio di Francesca Noto.

Qui di seguito trovate tutte le informazioni, complete di copertina, trama e link d’acquisto.
Buona lettura!


Il segno della tempesta.jpg

Titolo: Il segno della tempesta

Autore: Francesca Noto

Data d’uscita: 18 Aprile 2016

Prezzo: € 2,99 (Ebook) – € 12,67 (Cartaceo)

Editore: Astro Edizioni

Trama: Lea Schneider ha un dono, o forse una maledizione. Riesce a percepire con impressionante chiarezza le emozioni altrui. È sempre stato un fardello complicato da gestire, in grado di trasformare la sua adolescenza in un inferno. Anni dopo, le sue capacità tornano a manifestarsi con forza. In preda a strani sogni premonitori, Lea decide di fuggire verso la regione più selvaggia della Florida, dove è stata concepita vent’anni prima. Ciò che non sa è che quel viaggio – come il suo dono – fa parte di un disegno più grande. Chi è Sven, il ragazzo senza un passato e dotato di capacità ben più potenti delle sue? Nuove forze scoprono le carte di una partita antica, di cui i due giovani sono il fulcro.

“Chi legge questo romanzo viene catapultato altrove, in un mondo fantastico che nessuno ha mai osato avvicinare alla nostra realtà. Leggendolo mi sono ritrovata a vivere le emozioni dei miei 20 anni.”
(Sale & Pepe, letture da gustare)

Infos sull’autore: Francesca Noto vive a Roma, dove è nata nel 1977, con il marito e due figlie. Laureata in lettere antiche con indirizzo archeologico, ha poi scelto di seguire il suo sogno di lavorare nella scrittura creativa ed è diventata una giornalista, editor e traduttrice professionista di narrativa. Appassionata fin da bambina di heroic fantasy, scherma medievale, equitazione, giochi di ruolo e videogiochi, ha iniziato a scrivere il suo romanzo d’esordio, Il segno della tempesta, nel periodo dell’università, per concluderlo e pubblicarlo nel 2016 con Astro Edizioni. Al momento sta scrivendo il suo secondo romanzo, un sequel stand-alone dal titolo I figli della tempesta, che uscirà per Astro Edizioni a ottobre 2017.


Cosa ne pensate? Lo leggerete? Vi piacciono i fantasy? Conoscevate già il romanzo?

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

Maison Rouge di Pasquale Capraro – Recensione

Buongiorno!

Oggi, grazie a Saper Scrivere, ho il piacere di parlarvi di una mia recente lettura: si tratta di Maison Rouge, un romanzo scritto da Pasquale Capraro ed edito da Astro Edizioni.

Se il titolo vi incuriosisce, se siete interessati a sapere la mia opinione o se volete conoscere tutte le infos e i dettagli di questo libro … Scorrete il post e poi, come sempre, ricordatevi di lasciare un segno del vostro passaggio sul blog!

Buona lettura!


Maison Rouge

Titolo: Maison Rouge

Autore: Pasquale Capraro

Prezzo: € 1,99 (Ebook)

Link d’acquisto: Amazon

Data d’uscita: 10 Marzo 2017

Editore: Astro Edizioni

Trama: Nella Parigi di fine Ottocento, in pieno clima bohémien, Amélie, una ragazza di campagna, giunge in città dopo essere stata notata da Madame Claire, durante una permanenza in Provenza.
Colpita dalla sua avvenenza, la donna le propone di trasferirsi a Parigi come domestica. Lì, la giovane scopre che la signora è anche tenutaria della “Maison Rouge”, un bordello di lusso.
Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, la maîtresse Madame Claire, la introduce nella maison e la fanciulla conosce Gilbert, un affascinante borghese. Tra i due nasce l’amore, ma le convenzioni sociali del tempo e la differenza di ceto impediscono agli innamorati di vivere la loro storia. Il destino da cortigiana di Amélie l’attende …


RECENSIONE: Maison Rouge è, prima di essere un romanzo, un quadro, uno scorcio, una fotografia di un’epoca lontana, ma non così tanto forse, che prende vita attraverso i vari capitoli che scivolano davanti allo sguardo del lettore, come diapositive incastrate in un meccanismo cadenzato.

La descrizione e l’abilità dell’autore di trasformare le parole in pennellate dense e nette sono i punti forti della storia.

Ho trovato la prima parte, devo dire, poco empatica e, a tratti, eccessivamente statica: in essa spopolano le ambientazioni, i costumi, i profumi, a discapito degli stessi personaggi.

Ad un certo punto, lo devo ammettere, la mia attenzione era focalizzata sullo sfondo, sulle personalità degli artisti che appaiono qua e là, sui suoni del Moulin Rouge, piuttosto che sul reale filo conduttore del romanzo, sulla storia principale, sulle vicende legate ad Amélie.

Ad un tratto, tuttavia, grazie ad uno sviluppo di intrighi e pathos crescente, la narrazione prende vita e spiega le ali in una seconda metà di romanzo molto più veloce, accattivante, coinvolgente.

I vari piani narrativi che, inizialmente, si sovrappongono, scivolano ora uno sull’altro incastrandosi alla perfezione e creando una figura nuova che diventa davvero preponderante e che mette in ombra tutto il resto.

Lo stile dell’autore è limpido, chiaro e, nonostante ambienti molte scene in luoghi poco raccomandabili (la Maison Rouge, su tutti), non cade mai nel volgare né, devo dire, nel banale: non aspettatevi quindi scene oltremodo sensuali o dal tono spiccatamente succinto perché non troverete nulla di tutto ciò nel libro.

In conclusione devo ammettere che Maison Rouge è un romanzo dalla grande ricchezza di caratteri e spunti, in cui personalmente ho amato i riferimenti a Toulouse-Lautrec e al mondo delle danze e dello sfarzo del Moulin Rouge, ho adorato l’ammassarsi scomposto dei pittori più o meno affermati della belle époque e ho apprezzato, moltissimo, la svolta di mistero e suspense che ha saputo rendere accattivante una trama che avrebbe rischiato di accartocciarsi su se stessa e che invece si apre con svolte decisamente impensabili.

Chapeau!

Rachel

© Rachel Sandman