BlogTour – Le Vite dei Santi di Leigh Bardugo

Titolo: Le Vite dei Santi
Serie: Grishaverse
Autore: Leigh Bardugo
Data d’Uscita: 16 Novembre 2021
Prezzo: 17,96 (Cartaceo su Amazon)
Editore: Mondadori

Trama: Direttamente dalle mani di Alina Starkov alle vostre, la riproduzione fedele della Istorii Sankt’ya , per permettervi di entrare nelle pieghe più profonde dell’amatissimo universo creato da Leigh Bardugo. Una raccolta di storie che raccontano le vite, i martirii e i miracoli dei Santi a voi più familiari, come Sankta Lizabeta delle Rose o Sankt Ilya in Catene, ma anche le vicende più strane e meno conosciute, come quelle di Sankta Ursula, Sankta Maradi e del Santo senza Stelle. Una collezione resa ancora più preziosa dalle tavole a colori che accompagnano ogni storia.

Ilya Morozova e i suoi diari

Le Vite dei Santi di Leigh Bardugo, edito da Mondadori, è un volume per coloro che sono ormai Grishaverse Addicted: in altre parole, astenersi neofiti o non-lettori del favoloso mondo creato dalla Bardugo. Non per cattiveria, chiariamo subito: diciamo piuttosto che questo è un volume per veri affezionati, curato nel dettaglio, dove aspetti anche marginali della storia che si scopre nella trilogia iniziata con Tenebre e Ossa vengono qui a galla e assumono spessore.
Chi non conosce Alina e i suoi compari potrebbe trovarlo addirittura asettico, a tratti inutile mentre, in realtà, è meraviglioso!

Ma veniamo ora a lui… Ilya Morozova. Egli è il padre di Baghra e il nonno di Ulla ma soprattutto del famosissimo Darkling (ribattezzato dalla ben nota Tegamini come Il bomberone delle ombre. Come darle torto…). Ilya è il Santo in Catene, colui che è stato uno dei primi Grisha, tra i più potenti di sempre.
Se siete lettori del favoloso Grishaverse ormai saprete che il potere dei personaggi di questa serie fantastica non è una vera e propria mangia. Al contrario, essa viene definita spesso come Piccola Scienza, in quanto i Grisha mirano a manipolare la materia stessa al fine di usarla per i propri scopi. Usare questa capacità rende forti e garantisce al Grisha una vita lunga e ricca. Al contrario, se il dono non viene utilizzato o assecondato, il Grisha rischia di deperire e morire.
Ilya Morozova è colui che, annotando in Diari che poi verranno scovati da Alina (protagonista di Tenebre e Ossa, Assedio e Tempesta e Rovina e Ascesa), cerca in ogni modo di arricchire questo potere usando amplificatori (n.b. gli amplificatori sono animali, esseri umani oppure resti fisici che possono amplificare il potere del Grisha).

Diciamolo pure… I Diari non sono semplici da leggere: vanno decifrati e Alina tenta, in ogni modo, di farlo, affrontando quella che potremmo definire decisamente una scrittura frenetica e, a tratti, farneticante di un uomo alla disperata ricerca del potere. Alina lo fa per capire quali sono gli amplificatori, per saperne di più. In altre parole, affronta un vero e proprio lavoro filologico per cercare di scoprire qualcosa in più sul mondo e sulla magia che si ritrova a dover fronteggiare.

Ma chi era Ilya Morozova? Originariamente era un falegname. Aveva due figlie, una delle quali come detto si chiamava Baghra. Quest’ultima, per gelosia e solitudine (riuscendo lei a chiamare l’oscurità era stata spesso messa da parte dalla madre che le preferiva la sorella più giovane), praticò il taglio sulla sorella. Ecco dunque che il loro padre, nel disperato tentativo di riportare in vita la giovane, riesce nell’impresa ma rende la bambina stessa un amplificatore vivente. Tuttavia, una volta venuti a conoscenza del suo operato, gli abitanti del villaggio, terrorizzati dal gesto che tacciarono di stregoneria, presero sia lui sia la giovane riportata alla vita, li incatenarono e li gettarono in mare.

Certamente … Non una delle storie più liete mai raccontate.
Per ulteriori approfondimenti… Vi rimando all’inizio di questa tappa, dove trovate l’intero calendario legato a questo BlogTour.

Rachel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...