Review Party – SPACE – Lo spazio che ci unisce di Penny Reid

Titolo: SPACE – Lo spazio che ci unisce
Autore: Penny Reid
Serie: #LeLeggiDellaFisica #2
Data d’Uscita: 29 Aprile 2021
Prezzo: 13,90 (Cartaceo)
Editore: Always Publishing

Trama: Mona DaVinci è una donna geniale, riconosciuta come una delle più grandi menti della sua generazione. In cerca di riposo e relax, si rifugia nello chalet di famiglia ad Aspen, il suo posto preferito per rilassarsi quando riesce a prendersi una pausa dalla sua vita frenetica.
Tutti i suoi piani dettagliati però vanno in fumo quando arriva ad Aspen e trova la baita di famiglia occupata dal fratello, Leo, e i suoi amici, tra i quali c’è anche il ragazzo da cui quasi tre anni prima Mona è scappata via, e a lungo lo ha rimpianto.
Abram, oggi, è il frontman di una band di successo: ha scalato le classifiche con le sue canzoni ed è in procinto di partire per una tournée.
Mona ha sofferto molto per il modo in cui lo ha ingannato. Ancora innamorata di lui, prende la decisione di offrirgli la sincerità che gli aveva negato, anche se in ritardo.
Ma Abram non è disposto ad ascoltarla.
Tradimento, rabbia e desiderio di vendetta ancora gli infuriano dentro. Ferito dal raggiro e dalle bugie di Mona, è convinto che per lei quella settimana trascorsa insieme non sia stata altro che un gioco, che non le sia mai importato niente di lui. La voglia di punirla lotta contro il desiderio di amarla, contro la chimica che li aveva già uniti e la mancanza di onestà che li aveva distrutti. Mona e Abram avranno una sola settimana per rimettere ordine nei loro cuori. Ci riusciranno?

Recensione: Penny Reid torna (per fortuna) a poca distanza rispetto al primo capitolo di questa trilogia e con SPACE – Lo spazio che ci unisce incastona, di diritto, questa serie tra le più originali e accattivanti del panorama romance contemporaneo. Grazie ad Always Publishing arriva in Italia un filone, quello dello smart romance, che, se ben scritto e strutturato (come in questo caso) diventerà sicuramente uno dei miei preferiti in assoluto.
Con il termine Smart Romance intendo un filone della letteratura sentimentale in cui vengono trattate tematiche smart, accademiche o scientifiche, in maniera da rendere la materia quasi protagonista della storia. In questo caso, grazie soprattutto all’indole di Mona e al suo lavoro, la fisica entra prepotentemente all’interno del filone narrativo, in una maniera accattivante, comprensibile ai più, settoriale in alcune battute ma mai troppo estrosa.
Ho l’abitudine di non leggere le trame dei capitoli successivi di una serie, questo onde evitare anticipazioni indesiderate o elementi mal interpretati. Ecco quindi che, iniziare questo romanzo è stato, per me, un grandissimo shock.
Infatti, SPACE non riprende da dove avevamo lasciato i nostri protagonisti nel primo romanzo ma, anzi, ritroviamo Mona e Abram a distanza di anni, in una location diversa, con una maturità e con un bagaglio emotivo differente. Questo mi ha, almeno in parte, lasciata stranita. Avrei voluto vedere, continuare passo passo, essere spettatore nascosto del loro progressivo conoscersi, scoprirsi, odiarsi, amarsi.
Tuttavia, per la credibilità della storia, procedendo nella lettura, ho compreso che, come sempre, Penny Reid sa il fatto suo e non sbaglia un colpo, tanto meno questo salto temporale che risulta realistico e sensato per come poi si svolge la storia.
La protagonista resta comunque lei, Mona, una delle mie preferite in assoluto tra le mie ultime letture. Una ragazza ormai diventata donna con le sue fisse, le sue abitudini, il suo carattere, la sua parlantina, la sua peculiarità.
Riconoscerei Mona nei gesti, nei discorsi, nelle battute. Questo solo grazie alla capacità assoluta di Penny Reid di caratterizzare la sua protagonista di carta, senza mai però farne una macchietta, renderla ridicola. Buffa sì, spesso, ma ridicola no, questo mai.
Accanto a lei, tuttavia, in questo secondo volume della serie Le leggi della fisica, troviamo Abram, decisamente più presente e attivo nello svolgimento della trama. Un uomo che vive e ha vissuto alti e bassi ma che ancora, a distanza di tempo, non riesce in nessun modo a dimenticare quella musa che ha incontrato anni prima.
Penny Reid ci permette, qui, di conoscerlo meglio, di comprendere il suo dramma, la sua delusione e la sua conseguente voglia di vendetta che però si mescola, spesso, ad un qualcosa di agrodolce che fa ben sperare.
Inoltre, l’assoluta capacità di tenere il lettore attaccato alle pagine, in questo secondo volume più ancora rispetto al primo: siamo qui di fronte ad una trama in un certo senso più dinamica e rapida.
In conclusione, ringrazio la Always Publishing per aver pianificato le uscite di questa serie a poca distanza una dall’altra. Questo perché Penny Reid tende, sempre, a creare un ultimo capitolo ad effetto, straziante, sconvolgente, che lascia il lettore a bocca aperta, con l’assoluto desiderio di sapere come procederanno le avventure di questi due testoni innamorati. Quindi, recuperate questi romanzi, se ancora non lo avete fatto e… Mettetevi comodi: non dovremo attendere troppo per il capitolo conclusivo!

Rachel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...