Blog Tour – Cercando Virginia di Elisabetta Bricca

95373721_2468538313247401_6884960337880154112_o

Titolo: Cercando Virginia
Autore: Elisabetta Virginia
Data d’uscita: 21 Maggio 2020
Prezzo: 9,99 (Ebook su Amazon)
Editore: Garzanti

coverTrama: Cortona, 1976. La luce è flebile, ma a Emma, rannicchiata nel fienile, basta per immergersi nelle pagine dei libri che è costretta a leggere di nascosto. Lontano dagli occhi del padre che la vorrebbe impegnata nelle faccende domestiche. Finora è riuscita a proteggere il suo segreto. Ma quando si rende conto di non poter più continuare, preferisce andarsene e accettare un posto da cameriera offertole da una ricca aristocratica di origini inglesi che si fa chiamare “signora Dalloway”. Per Emma quel lavoro rappresenta l’occasione unica di conquistare l’indipendenza. Ciò che non si aspetta è di trovare nella signora Dalloway un mentore, oltre che un’amica fidata. Fin dai primi giorni di servizio, la donna si accorge della curiosità che accende l’animo di Emma. È per questo che decide di proporle delle ore di lettura condivisa alla scoperta di una delle prime scrittrici femministe della storia: Virginia Woolf. Così, sfogliando Una stanza tutta per séLe tre ghineeDiario di una scrittrice, Emma si nutre delle parole illuminate di Virginia e inizia a coltivare il sogno di una vita in cui è lei a scegliere il proprio destino. Ma per realizzarlo deve prima combattere contro chi tenta in ogni modo di ostacolarla e tenerla lontano dai libri. Solo così potrà davvero trovare la sua personale Virginia e, in lei, la voce per esprimere ciò che sente dentro.
Elisabetta Bricca ci consegna uno straordinario romanzo di formazione che è un inno al potere salvifico della letteratura. E insieme un elogio al coraggio di tutte le donne che sono disposte a sacrificare anche gli affetti e la stabilità di un’esistenza convenzionale per combattere l’ingiustizia e vedere riconosciuti e rispettati i propri diritti.


Le parole illuminate di Virginia Woolf

Virginia Woolf nacque a Londra il 25 Gennaio 1882. Donna all’avanguardia, figura di rilievo nell’ambiente culturale del suo tempo, è, in particolare, nel saggio Una stanza woolftutta per sé che riversa i suoi pensieri più intimi e puri e le sue riflessioni legate alla condizione femminile, alla parità dei diritti, all’attivismo socialmente inteso.

Una stanza tutta per sé, nel dettaglio, ripercorre in maniera quasi autobiografica la storia letteraria dell’autrice e di altre scrittrici prima di lei. Viene pubblicato per la prima volta nell’ottobre del 1929.
Basato sugli interventi fatti dalla scrittrice in due college femminili dell’università di Cambridge nel 1928, in esso, viene rivendicata la possibilità, per il mondo delle donne del suo tempo, di essere ammesso alla realtà culturale che, sino ad allora, era ad esclusivo appannaggio maschile.

In quest’opera viene messo nero su bianco il pensiero di Virginia Woolf, quello più complesso, inserendo concetti, presentandoli in modo tale da permettere al lettore una lettura nuova ogni volta che questo si ritrova a ripensare, a rileggerli, a riflettere su di essi.
Partendo dal luogo più istituzionale della cultura, ovvero l’università, l’autrice smonta il castello di carta composto dalla cultura d’élite, ridicolizzandone i difetti. Anche in questo si nota il grande acume della scrittrice.

dipintoIl fatto stesso che la Woolf decida di fornire un’opinione è rivoluzionario, poiché l’opinione presuppone una discussione, un dubbio, una riflessione. Una stanza tutta per sé ma anche altri suoi scritti sono intrinsechi di un cameratismo tutto femminile che la pone sullo stesso piano delle altre donne, come se attraverso la parola scritta creasse una conversazione confidenziale.
L’idea che pervade la riflessione è questa … In sostanza, la donna diventa invisibile agli occhi della storia in quanto è stata privata di cultura e di vita sociale. Finalmente, oggi, è giunto il momento di alzare lo sguardo e farsi sentire. Perché, per la nota scrittrice, tutto ciò non dipende soltanto dal mondo ma dalle stesse donne che, per troppo tempo, hanno accettato questa situazione.

Insomma, in un mondo dove tutto va veloce ma le donne restano di lato, in attesa, quasi spettatrici del loro stesso spettacolo, Virginia Woolf invita tutte a fare un passo avanti e a diventare parte attiva del meccanismo che le coinvolge e avvolge.

“… a woman must have money and a room of her own, if she is to write fiction“.

In conclusione, illuminata Virginia Woolf e illuminato il suo pensiero, mente moderna rispetto al tempo in cui è costretta a vivere, forza pulsante all’interno di un gruppo eterogeneo composto da donne di varie estrazioni sociali, tutte unite allo scopo di scuotere le loro situazioni, diviene esempio da seguire, voce da ascoltare, penna da leggere, allora come oggi.

Rachel

© Rachel Sandman

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...