Review Party – Nella Balena di Alessandro Barbaglia

Banner Balena

Titolo: Nella Balena
Autore: Alessandro Barbaglia
Data d’uscita: 19 Maggio 2020
Prezzo: 8,99 (Ebook su Amazon)
Editore: Mondadori

Trama: Questa è la storia di Herman, figlio della Donna Sirena e dell’Uomo Pesce; è la storia di un bimbo che si fa uomo imparando a lottare dall’Uomo Elefante e allenando all’equilibrio la grande Bird Millman, la poetessa dell’aria: la più straordinaria funambola di tutti i tempi, la prima donna a danzare su una corda sospesa nel vuoto tra due grattacieli. Herman è figlio del circo, il circo classico, quello fatto da “uomini che camminano con la loro bruttezza, fieri di generare meraviglia”.
Ma è anche la storia di Cerro, che invece abita a Novara in una casa troppo grande e troppo vuota perché è rimasto presto senza madre. E anche un po’ senza padre, che insieme alla moglie ha smarrito nei ricordi la sua capacità di amare. Da bambino Cerro contava il tempo in mirtilli: era capace di mangiarne uno al secondo, e portava al guinzaglio CuccioloAlfredo, un cane che sapeva essere dolce solo con lui. Teneva a bada così la solitudine, nutrendosi di piccole gioie. Ma da adulto? Un mirtillo lo farà ancora felice?
Herman e Cerro non s’incontreranno mai, ma avranno per sempre in comune qualcosa di immenso, la più grande attrazione del circo: una balena, Goliath, l’altra protagonista di questa storia. I genitori di Cerro si sono conosciuti proprio davanti a lei, il giorno in cui il circo era di passaggio sulle sponde del lago Maggiore ed Herman guidava il camion su cui viaggiava Goliath. L’amore tra loro è nato nel segno della balena. Ma che cos’è Goliath: un mostro o una meraviglia? E in fondo che cos’è l’amore stesso: un sogno sublime o un incubo spaventoso?
Perché l’irrequieta Marilisa attrae così tanto Cerro? E cosa sono la dedizione e la fede con cui Herman si prende cura per quasi trent’anni della balena? Esiste un amore più giusto di un altro? O forse l’amore è sempre e comunque un esercizio di sottomissione ed elevazione insieme, un’ossessione che ti spacca e ti completa?
Un romanzo potente, poetico e impastato di archetipi, lieve ma capace di scavare in profondità.
Dalla voce unica di Alessandro Barbaglia, una grande storia di abissi ed equilibri sospesi tra le nuvole, di solitudine e incontri prodigiosi, di semi assopiti nella terra che germogliano, miracolosi.

nella balena

Recensione: Ci sono libri che arrivano tra le tue mani un po’ per caso, un po’ per immediata e non ben definita empatia. Libri che non sai perché ma in qualche modo ti chiamano, un po’ come quel magnetico suono lontano fatto di echi invisibili che si percepisce con orecchio e pancia, un po’ come quegli sbuffi d’aria che i cetacei lanciano al vento per far sapere che ci sono, che sono presenti, che sono vivi.

Nella Balena di Alessandro Barbaglia, edito da Mondadori, è uno di quei romanzi: è una storia vibrante raccontata con un linguaggio a tratti aulico, a tratti semplice, a tratti pastoso, a tratti etereo. È una storia raccontata su due binari ben distinti che si sfiorano appena, in un unico episodio simbolico, e poi si srotolano, procedendo ognuno per conto proprio, rettilinei là, dove si può.

Herman, Cerro, Goliath sono tutti elementi dello stesso insieme che, posti sullo stesso piano, si sviluppano, crescono, evolvono e implodono come se fossero fatti di fuochi d’artificio. L’intera narrazione, così come la moltitudine di personaggi che popola le pagine del romanzo, è pregna di meraviglia, di senso dello stupore, di immaginifico, di mostruoso inteso come stupefacente.

Nella Balena è un romanzo dal contenuto altamente simbolico, a mio parere proprio per questo non per tutti. È un libro che scorre adagio, con calma ma non con lentezza, permettendo al lettore di assaporare le sfumature che l’autore, magistralmente, ha saputo porre dinnanzi ai suoi occhi, come se fossero portate diverse di un unico pasto servito in un’arena ormai vuota, dove l’eco del rumore e dei suoni di un tempo si riverbera tra le pareti fatte da un semplice tendone da circo.

Il mondo circense, lo spettacolo, la magia sono dettagli imbrigliati ai personaggi della storia di Barbaglia, indispensabili per lo spessore evocativo che le immagini riportate tra le pagine del romanzo creano e presentano. I capitoli ambientati in un passato non troppo lontano, dove si raccontano vite di uomini pesce, di donne sirene, di persone strane osservate con curiosità e derisione ma viste come spettacoli viventi, sono di una bellezza unica, delicata ed elegante come un’acrobata che si diletta a passeggiare su di un filo lassù, immerso nel vento.

Nella Balena è un libro privo di un vero e proprio fulcro. Non esiste un personaggio che spicca sugli altri. Ci sono, è vero, Cerro e Herman, che in qualche modo assumono più rilievo rispetto ad altri, ma non per questo adombrano coloro che ruotano loro attorno, anzi. Penso, in particolar modo, ad un episodio che mi è rimasto nel cuore. Ad un ragazzo che, ogni giorno, si sveglia e va a raccogliere l’alba, racchiudendola in un barattolo su cui verrà posta un’etichetta e un tappo ben sigillato. Un giovane che raccoglie uno spettacolo naturale … Cosa può esserci di più poetico di questo, me lo dite?

Insomma, se ancora non lo avete capito … Nella Balena è un libro che io, personalmente, non solo ho amato, ma ho sentito sulla pelle, come se la sua storia mi scivolasse sopra in maniera vischiosa, tanto che, inevitabilmente, a fine lettura, ne porto ancora i segni addosso. Alessandro Barbaglia diventa una delle penne più originali che io abbia mai letto e, allo stesso tempo, è una voce che stimola, che ti fa muovere. Nella Balena è un romanzo ricco di spunti che vi faranno saltare da una pagina web all’altra, alla ricerca di quella notizia, di quel dettaglio strabiliante che, nonostante le apparenze, si dimostrerà essere realmente accaduto. Leggete questo libro, entrate nella trama come se stesse per fare un giro all’interno di Goliath e inspirate tutto ciò che riuscite.

Rachel

© Rachel Sandman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...