BlogTour – Il club P.S. I love you di Cecilia Ahern

Ahern banner.jpg

Ai lettori di tutto il mondo che hanno amato P.S. I LOVE YOU, con immensa gratitudine.

Cecilia Ahern torna in libreria con il seguito dell’acclamatissimo P.S. I love you.

Titolo: Il Club P.S. I love you
Authore: Cecilia Ahern
Data d’uscita: 19 Novembre 2019
Prezzo: 9,99 (Ebook su Amazon)
Editore: DeA Planeta

Trama: Sono passati sette anni dalla morte di suo marito Gerry, e Holly Kennedy ha finalmente ritrovato un po’ di serenità. Ora che ha un nuovo lavoro e una persona speciale è entrata nella sua vita, è ben decisa a lasciarsi il passato alle spalle e a guardare avanti, sempre e soltanto avanti. Ma quando scopre che la storia sua e di Gerry ha ispirato la nascita di uno strano fan club, il ricordo dei momenti più disperati minaccia di tornare a inghiottirla. Solo accettando di aiutare i membri del club P.S. I Love You a dire addio a coloro che amano, Holly potrà capire che cosa desidera veramente. E scoprire il vero significato delle parole ricordo, passato, amore. E, soprattutto, futuro. Quindici anni dopo P.S. I Love You, la storia che ha fatto innamorare milioni di lettori si arricchisce di un nuovo, travolgente capitolo. Perché i romanzi più belli non finiscono mai: continuano a vivere nel cuore di chi li ha amati. Per sempre.

Ahern cover

Il fan club e i suoi componenti

Non è semplice affrontare questa tappa senza anticiparvi o rovinarvi in qualche modo le emozioni generate dalla lettura. Ecco quindi che vi racconterò alcune cose in breve, senza approfondire troppo, senza spoilerarvi nulla, cercando tuttavia di dare modo a voi lettori di comprendere quanto Il club P.S. I love you sia un libro da affrontare con le dovute precauzioni ma da leggere assolutamente.

Oggi vi racconto un po’ il fan club che, quasi subito, si mostrerà a voi lettori e si insidierà nel vostro cuore già precedentemente colpito e toccato da P.S. I love you e dalla storia di Holly e Gerry.
Il fan club di questo romanzo, nello specifico, nasce proprio a seguito delle lettere scritte da Gerry a sua moglie e con un unico scopo … L’emulazione. Un gruppo di persone, legate da un obiettivo comune, si ritrova talvolta a casa di uno dei componenti, talvolta a casa di un altro, per tentare di realizzare ciò che il marito di Holly è riuscito a fare ovvero scrivere un messaggio che aiuti i parenti nel momento del loro trapasso.
Si tratta, insomma, di un gruppo di ammiratori che vorrebbero trovare le parole giuste per descrivere i loro sentimenti e le loro emozioni ai parenti che lasceranno indietro.

Perché loro li lasceranno, perché tutti i membri del fan club sono legati da una diagnosi più o meno funerea, perché tutti, in un modo o nell’altro, devono iniziare a pensare e vogliono essere pronti a dire addio.

Ma chi sono questi personaggi che, nonostante tutto, nonostante tutti, si presenteranno al lettore in modo ironico, gioviale, esilarante quasi?

Angela Carberry è colei da cui tutto nasce e tutto si muove. Lei è la persona che ha messo in moto la macchina del fan club ed è un nome che, più o meno spesso, ritornerà tra le pagine e i capitoli del romanzo.

Joy, amica e compagna di classe di Angela. Il braccio destro della mente ideatrice del gruppo. Joy è una donna abituata a lottare, che prende tutto seriamente, che ha un labrador color del miele, che ama suo marito Joe, che è malata di sclerosi multipla.

Bert, il vecchietto del gruppo, colui che un po’ si impigrisce, un po’ si attiva e vorrebbe fare anche ciò che non può più fare. Bert ha settant’anni. Bert è un gran piacione ma ama immensamente sua moglie. Bert ha i polmoni messi male, ma proprio male.

Paul, un giovane affascinante, attraente, bello nell’aspetto e nei modi. Paul non dovrebbe far parte di un gruppo del genere, non sembra malato eppure anche lui lo è … Ha una malattia in remissione, una malattia che ha un nome bruttissimo. Ha un tumore al cervello.

Ginika è giovane, è maledettamente giovane, un’adolescente quasi. Ha un nome prezioso e un carattere arrabbiato. Ginika è incazzata col mondo che non le garantisce la prospettiva di una vita lunga e serena accanto alla sua famiglia. Ginika è giovane ma ha un tumore al collo dell’utero.

Un disastro, direte a questo punto. Una tragedia annunciata. Ebbene, invece questo gruppo, nonostante ciò che ho scritto qui sopra, brulica di persone vive, autentiche, ricche di sentimenti, di alti e bassi, di vitalità. Perché gli esseri umani sono persone che non sono etichettabili con le loro malattie, ma con ciò che sono, con ciò che hanno vissuto, con chi amano e che continuano ad amare immensamente.

Rachel

© Rachel Sandman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...