Review Party – La figlia scomparsa di Jenny Quintana

La figlia scomparsa

Buongiorno!

Oggi la settimana inizia all’insegna del pathos e del thriller con un Review Party targato Garzanti. In questo post vi parlo infatti di La figlia scomparsa di Jenny Quintana: scorrete l’articolo per scoprire tutti i dettagli, le infos, la trama e la mia personale opinione sul romanzo.

Buona lettura!


9788811672654_0_0_0_75

Titolo: La figlia scomparsa
Autore: Jenny Quintana
Data d’uscita: 14 Giugno 2018
Prezzo: € 9,99 (Ebook) – € 14,96 (Cartaceo)
Editore: Garzanti Libri
Collana: Narratori Moderni

Trama: Sono passati trent’anni. Ormai Anna Flores si è costruita una vita lontano da casa. Da quel polveroso paesino della campagna inglese dove ha giurato non avrebbe più messo piede. Eppure, l’improvvisa morte della madre la costringe a tornare. A rivedere quei luoghi che la riportano, suo malgrado, al 1982 quando, in una fredda giornata d’autunno, di quelle in cui il sole fa male da quanto è chiaro, sua sorella Gabriella è scomparsa senza lasciare traccia. Proprio lei che le ha sempre raccontato tutto e non se ne sarebbe mai andata senza prima salutarla. Da allora, la polizia ha seguito centinaia di piste senza scoprire cosa sia veramente successo. E anche Anna ha cercato ovunque, si è posta innumerevoli domande, ha formulato le ipotesi più disparate. Tutte finite nel nulla. Nel silenzio più totale dietro cui si trincerano gli abitanti del paese. Ma ora Anna ne ha abbastanza di quei silenzi complici. Non appena si mette a riordinare gli scatoloni della madre, inciampa in un ritratto di Gabriella che sembra essere appartenuto all’allora vicino di casa, un uomo burbero e solitario. Il primo indizio dopo una vita passata a brancolare nel buio. Il primo a convincere Anna che deve riprendere la sua ricerca, la stessa archiviata anni prima dalla polizia tra i casi irrisolti, forse cominciando proprio dalla proprietà di quel vicino che ha sempre avuto l’aria di nascondere qualcosa. Ha bisogno di farlo. Di trovare la risposta a quelle domande che ha invano ricacciato in fondo al cuore e che ora stanno riaffiorando a poco a poco. Di dissipare il mistero che avvolge la scomparsa della sorella, sepolto da troppo tempo sotto la pesante coltre dei segreti del paese. Ha paura, non può negarlo, ma lo deve a se stessa per poter andare avanti. E soprattutto lo deve a sua madre, che non ha potuto conoscere la verità, e a Gabriella, l’unica persona di cui si sia mai fidata.

Recensione: Parto subito con un leggero appunto. Il titolo originale dell’opera, The missing girl, è assolutamente azzeccato e, per quanto la trasposizione italiana lo ricalchi, avrei forse, per coerenza con la trama, preferito La sorella scomparsa rispetto a La figlia scomparsa. Detto questo però … Che è davvero un’inezia … Che gran bel romanzo ha tirato fuori Jenny Quintana!

Ribadisco qui un concetto: come forse ormai avrete intuito, il thriller e il giallo non sono le mie prime scelte in fatto di letture, non appartengono quindi al genere che prediligo. Nonostante questo, sono qui a incitarvi e a invogliarvi a leggere questo libro.
Sì, perché La figlia scomparsa, edito da Garzanti, è davvero un gran bel libro, sorretto da una storia che può piacere sia ai più navigati amanti dei romanzi ricchi di suspense sia a coloro che, come me, muovono i primi passi.

La trama si erge su due binari … Uno, quello contemporaneo, che corre parallelo ad un altro, che si srotola, invece, nel passato della protagonista, quando insomma la vita di Anna è stata sconvolta dalla scomparsa della sorella Gabriella.

La forza di questo romanzo è la capacità assoluta dell’autrice di spezzare una delle due linee (quella del passato, soprattutto) sempre nel momento giusto, lasciando nel lettore la voglia di scoprire e di sapere.

I capitoli ambientati nel presente hanno, infatti, un ritmo più distensivo, descrittivo sin nei minimi particolari, un po’ lento in alcuni punti.
Tuttavia, ogni volta che la Quintana riprende gli eventi che vedono la protagonista ragazzina e la sorella, una presenza prima e un’assenza in un secondo momento, sono assolutamente impeccabili.

Ho adorato l’affacciarsi sul piano narrativo di una serie di personaggi secondari che appaiono ricchi di sfumature, segreti, parole non dette, occhiate lanciate. Ho apprezzato il fatto che, come un novello Pollicino, l’autrice abbia lasciato qua e là briciole di pane da raccogliere e tenere a mente, senza mai perdere un singolo indizio, portando tutto ad un evoluzione finale, imprevista ma ben diretta.

Geniale è stata poi la scelta di raccontare il tutto attraverso gli occhi di Anna, ragazzina e poi donna, tenuta all’oscuro di fatti riguardanti lei e la sua famiglia che, tuttavia, piano piano, al momento giusto, tornano a bussare alla porta che tempo fa si era chiusa e che è giunto finalmente il momento di aprire.

In conclusione, non voglio dirvi di più. Non voglio anticiparvi nulla. Vi esorto però, sul serio, a dare una chance a questa storia, a La figlia scomparsa di Jenny Quintana: se siete amanti dei bei romanzi, di quelli scritti bene, di quelli che partono lenti ma che poi, ad un tratto, non potrete più abbandonare perché … “Dovete sapere!” … Leggete davvero questa recente uscita targata Garzanti.

Rachel

© Rachel Sandman

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...