BlogTour – Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi – Recensione

Banner

Buongiorno!

Oggi eccoci qui, puntuali come non mai, per concludere in bellezza questo fantastico BlogTour che ci ha accompagnato, in questi giorni, alla scoperta di uno dei libri più originali e struggenti dell’ultimo periodo: Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi (edito dalla Sperling & Kupfer).

Qui di seguito vi lascio il link relativo alla mia tappa di approfondimento su Teschio (se ve la siete persi … Recuperatela!), il calendario con le varie tappe (da leggere e rileggere, più volte anche) e infine la mia recensione della storia dei Lumille (ma quanto mi piace il nome di questa coppia? Voi non potete capire!).
Buona lettura!

Calendario

Titolo: Tutto il buio dei miei giorni
Autore: Silvia Ciompi
Link d’acquisto: € 9,99 (Ebook) – € 12,66 (Cartaceo)
Editore: Sperling & Kupfer

Trama: Camille ha vent’anni, ama lo stadio nelle domeniche di primavera, con le maniche corte e le bandiere mosse dal vento, e ama la sua curva, in ogni stagione. Lì salta sugli spalti, tiene il tempo con le mani: è la cosa che ama di più al mondo. È l’unico posto dove si sente davvero viva. Ma un giorno, proprio fuori dallo stadio, la sua vita si spezza. Un’auto con a bordo un gruppo di ultras la investe.Tra di loro c’è anche lui: in curva tutti lo chiamano Teschio. Sembra il cliché del cattivo ragazzo, ricoperto di tatuaggi e risposte date solo a metà. Eppure Teschio e Camille sono come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Due anime che non hanno fatto in tempo a parlarsi prima, a guardarsi meglio. Si sono passati accanto migliaia di volte, ma non sono mai stati davvero nello stesso posto. Lo sono ora. Ora che il dolore si è mangiato tutto ciò che Camille era.


Recensione: Ho scelto di partecipare a questo Blog Tour spinta da una copertina fuori da ogni canone, ricca di colore e tenerezza insieme. Ho deciso di partecipare a questo BT nonostante il libro fosse un fenomeno a me sconosciuto di WattPad, piattaforma che molto spesso, forse troppo, mi ha lasciato l’amaro in bocca e mi ha regalato storie che avrei anche fatto volentieri a meno di conoscere.

Ma Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi mi ha stravolto, investendomi come un treno in corsa che scivola via, sul primo binario di una stazione fantasma, abbandonata tra la nebbia.

Ad avermi convinto, immediatamente, non è stata tanto la storia, la trama del romanzo ma lo stile, il tono con cui l’autrice racconta, descrive e parla al lettore. Una scrittura, la sua, che è profonda come le ferite inferte ai protagonisti del suo libro; una scrittura che è fatta di frasi che contengono poesia e dolore che cola, virgola dopo virgola, come l’inchiostro fresco su un foglio di carta lisa; una scrittura che suona come poesia, quella fatta di versi struggenti che gridano, graffiano, strappano e solo alla fine, all’ultimo verso, leniscono.

Silvia Ciompi entra di diritto, sin da ora, tra i migliori esordi che io abbia mai letto.

Ma veniamo ora alla storia. Una storia che non vi posso raccontare se non in superficie perché magari già saprete, perché magari già conoscete, ma io NON voglio assolutamente essere causa di anticipazioni non richieste.
Voglio raccontarvi però LORO.

Camille, innanzitutto. Lei, un piccolo guerriero che stringe i denti nonostante tutto, nonostante la vita, nonostante il destino. Una piccola grande donna che lotta, che aspetta, che vive. Ho amato il carattere che piano piano viene fuori e che la incastra perfettamente in quello che è un quadro reale: nessun abbellimento scenico, nessuna presa di posizione ‘solo perché così si dovrebbe fare’. Lei è istinto.

E poi … Lui. Teschio e il suo personaggio sono già stati smembrati nella mia tappa ma ancora una volta ci tengo a sottolineare come questo sia uno degli uomini di carta più controversi e ben resi dell’ultimo periodo. La Ciompi ha scritto e creato un ragazzo meravigliosamente spezzato e ne ha lasciato trapelare i pensieri che, ad eccezione di alcune sbavature un po’ troppo prolisse ed eccessive (per mio gusto personale, si intende), si sono rivelati duri come il suo aspetto ma, al contempo, puri come i suoi occhi.

Siamo come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Dovevamo parlarci prima, dovevamo guardarci meglio. Ci siamo passati accanto migliaia di volte, ma non siamo mai stati davvero nello stesso posto.

Ma a fare di questo romanzo un pezzo unico che ognuno di voi, lettori, dovrebbe avere in libreria, è la straordinaria capacità di descrivere ciò che sta attorno a questa coppia. L’ambientazione, innanzitutto.

Alberi alti e scheletrici circondano la strada come anime dannate che traghettano altre anime verso mondi paralleli, dove la luce è tenue e grigia e si può guardare il cielo senza che gli occhi si polverizzino.

E poi … Lo stadio. La società. Gli ultrà. Una vera comunità troppo spesso bistrattata, maltrattata e sottovalutata che prende vita e corpo nel romanzo della Ciompi.

Sono libertà. Sono ideali. Sono appartenenza. Sono ribelli che non vogliono piegarsi alle regole di una società che ingabbia valori e passioni, che lucra su tutto. Questo sono gli ultras: qualcosa che da fuori non si può nemmeno spiegare a parole e non si può capire. Sono eterna ribellione.

In conclusione, se cercate una lettura leggera, evitate Tutto il buio dei miei giorni. Se invece volete respirare tutte le emozioni che un animo umano può provare … Tuffatevi in questo libro.

Ah … Giusto … Quasi dimenticavo … Tra i personaggi secondari c’è un certo Bolo, che mi incuriosiva alquanto. Ti ho stalkerata ovunque, mia cara Silvia Ciompi, e ho scoperto l’arcano quindi … Ecco … In sostanza … Mi sono fiondata su Wattpad e per la prima volta in vita mia sto per apprestarmi a leggere qualcosa su questa piattaforma!
Hai creato un mostro. Sappilo.

Vi terrò aggiornati!

Rachel

© Rachel Sandman

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...