OUTLANDER – QUATTRO CHIACCHIERE SULLA SEASON 3 … #3×12

Outlander Banner

The Bakra è il titolo originale della dodicesima puntata di questa terza stagione di Outlander (vi ricordo, inoltre, che da alcuni venerdì ormai, sul canale Fox Life di Sky, è possibile seguire la programmazione in lingua italiana di questa serie).

Questa rubrica, Quattro chiacchiere sulla Season 3, va, in parallelo, con la programmazione e l’uscita degli episodi americani. Pertanto, se non avete ancora visto il suddetto episodio (di cui parlerò in questo post), vi invito caldamente a interrompere la lettura e a tornare in seguito, onde evitare anticipazioni non desiderate e spoiler vari.

Se invece siete temerari oppure, come me, avete già avuto modo di vedere l’episodio … Buona lettura!

Partiamo dal presupposto che qui, ridendo e scherzando, manca soltanto la puntata del finale di stagione e io non sono assolutamente pronta a salutare questi personaggi con la loro storia per quello che sarà, ad occhio e croce, un lunghissimo periodo di tempo (la Droughtlander sta ufficialmente per ricominciare). Detto questo, la dodicesima puntata è stata, nel suo complesso bella, avvincente, ben dosata nel suo andamento avventuroso, fatto di mistero e intrigo, ma completamente asettica sul piano sentimentale.

Analizziamo però meglio il tutto.
La scena di apertura, con il fantastico ritorno di Geillis Duncan vestita solo di sangue di capra, mi è parsa al contempo geniale ma non proprio di buon gusto. Il dettaglio, nei libri, non c’è (o, almeno, non che io ricordi) e mi ha dato l’idea che si sia premuto, eccessivamente, sull’acceleratore in un voler per forza rendere la Giamaica terra di selvaggi e di credenze mistiche, ricca di mistero e riti ancestrali. Sicuramente dunque una scena d’impatto ma che, personalmente, non ho ben compreso.
Eccezionale invece, senza dubbio, l’interpretazione di Lotte Verbeek che invade le scene in cui è presente e mette in ombra tutti, protagonisti compresi, con una recitazione che va oltre la dizione, oltre il dialogo, oltre i movimenti del corpo: immensamente fantastica.

Proseguiamo poi con la tratta degli schiavi che prende prepotentemente piede e spazio davanti ai nostri occhi, in una manifestazione egregia di come la storia sia fatta di momenti ed episodi che definire bui è un eufemismo: scelta che è stata, a mio parere, eccezionale. Fantastico il fatto di scegliere, ancora una volta, Claire Fraser come portatrice di notizie storiche che fanno riflettere Jamie, secoli nel passato, e noi, spettatori, nella società presente.
Ho sentito il legame tra questi schiavi e il caro Joe che esiste, forse, solo nella mia mente ma che io ho percepito in ogni sguardo, in ogni grido, e che ha creato una sorta di ponte immaginario tra passato e presente (o futuro).

I piccoli accenni ai coniugi Fraser (quelli nuovi, sia chiaro), con Fergus e Marsali che si cercano, si toccano, si sorridono, sono stati brevi ma meravigliosamente carini.

Risultati immagini per outlander 3x12

Peccato che, invece, per i coniugi Fraser Senior non si sia seguita la stessa linea e lo stesso tatto.
Cioè, ragazzi, sembra quasi che il vero amore di Jamie Alexander Malcolm MacKenzie Fraser, dopo questa puntata, sia Lord John!! Ma dove siamo? Ormai lo spettacolo segue un copione che, a livello di sentimenti, quelli veri che avevo amato e percepito nei libri, si è definitivamente perso. Brianna non viene quasi mai citata (ad eccezione della scena della luna di qualche puntata fa) mentre Willie assume colore, sfumature e spazio. Assurdo.

Risultati immagini per geillis duncan gif

La pietra ‘regalata’ a John da Jamie diventa la protagonista della storia e della puntata mentre la collana REGALATA a Claire è una semplice battuta gettata lì, in un dialogo tra viaggiatrici nel tempo.
Ma … Ma … Ma … Ci sono rimasta male!

In conclusione, la linea narrativa dello schiavo, la sua liberazione, le premonizioni del futuro di Margaret, il filo che lega quest’ultima e Mister Willoughby, il Giovane Ian, la scena finale (il #maiunagioia continua) …

… Tutto diventa un tassello che si incastra inesorabilmente in un meccanismo che comprenderemo, a pieno, nel finale di stagione dal quale, ormai, ci separano soltanto 7 GIORNI!

Voi siete pronti?
Io no! Detto ciò, ci risentiamo la prossima settimana!

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

2 pensieri su “OUTLANDER – QUATTRO CHIACCHIERE SULLA SEASON 3 … #3×12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...