Non ricordo ma ti amo di Paola Garbarino – Recensione

Buongiorno!

Oggi, è con piacere che vi parlo di un libro che è nel mio kindle da parecchio (grazie alla generosità dell’autrice) e che, finalmente, sono riuscita a leggere. Oggi vi racconto Non ricordo ma ti amo di Paola Garbarino, un libro self made in Italy.
Qui di seguito trovate tutte le infos, il link d’acquisto, la trama e la mia opinione.

Buona lettura!


Non ricordo ma ti amo.jpg

Titolo: Non ricordo ma ti amo

Autore: Paola Garbarino

Prezzo:  € 2,99 (Ebook) – € 12,99 (Cartaceo)

Editore: Self Publishing

Trama: Cosa potrebbe succedere se un artista playboy si scontrasse con una giovane wonderwoman travestita da insegnante delle scuole medie?
William è così abituato alle ragazze che gli cadono ai piedi, che non può credere di essere stato brutalmente liquidato con battute al vetriolo da Luna, la coinquilina della sua ultima conquista di cui non ricorda neanche il nome. Resta talmente affascinato da lei da farla diventare la sua prossima scommessa. Comincia a raccogliere notizie e a cercare d’incontrarla con ogni pretesto, mentre Luna è determinata a non lasciar entrare nella propria vita un tipo come lui… ma William ha dei segreti che solo lei riesce a intravedere oltre quella maschera di superficialità e strafottenza e, inevitabilmente, ne rimane attratta. Forse anche per lui la scommessa non andrà come aveva previsto.
Ed è così che i sentimenti emergono oltre la scorza, l’attrazione può sfociare nell’amore.
Ma il destino sembra non essere ancora pronto per loro. William riapre gli occhi in un letto d’ospedale: non ricorda più nulla degli ultimi tre anni, nemmeno la ragazza con cui sta da più di un anno. Un brutto incidente in moto ha spezzato a metà il filo della sua vita, la sua vita con Luna.
Vale la pena cercare di ricordare e rivangare il passato o è meglio ricominciare da zero e costruirsi un nuovo futuro? Se siamo ciò che viviamo, ciò che abbiamo vissuto, chi diventiamo senza i nostri ricordi?

Una storia travolgente e divertente, commovente e romantica. Un amore che corre in bilico tra il passato e il presente, un dialogo aperto tra i due protagonisti William e Luna, che lentamente dovranno imparare di nuovo a conoscersi e ad amarsi.

Mi stringe fortissimo, affondando la faccia nel mio collo.
Restiamo così per un lungo momento, estemporaneo, mentre il temporale ricomincia, forte, i tuoni squassano il nostro silenzio ma fanno meno rumore del mio cuore.
Riprendo possesso del suo volto, lo ricopro di baci e lui resta lì a goderseli, con gli occhi socchiusi, bellissimo.
“Hai sempre detto che non ti piacevo.” sussurra, ancora con gli occhi serrati.
“E tu hai sempre detto che ero una bugiarda.”


Recensione: Non ricordo ma ti amo è un libro MERAVIGLIOSO. Penso, sul serio, che in questo romanzo Paola Garbarino si sia superata, creando una storia formata da una serie di tasselli emotivi comunemente conosciuti, incastrati a formare un puzzle dalle linee originali e uniche.

Ma, andiamo con ordine e partiamo dal principio.
Ho amato, sin da subito, le citazioni più o meno brevi che introducono ogni capitolo. Sono delle piccole tracce che, inizialmente, appaiono sfuocate ma che, leggendo le pagine a cui sono collegate, acquistano spessore e vita (al termine del libro, mi è venuto davvero voglia di conoscere questa graphic novel di Neil Gaiman dal titolo – ditemi voi se non è destino questo! – Sandman!).Kit Harington

In secondo luogo, la coppia protagonista è assolutamente reale e genuinamente tormentata. William, con il suo essere ombroso e playboy, pare essere uscito da un classico new adult pieno di cliché ma, leggete bene qui, il lato artistico e sensibile, che viene fuori nel suo lavoro, attraverso i suoi disegni, e il suo animo più autentico sono un tocco di eleganza che la Garbarino ha gestito con maestria mai stucchevole o eccessiva.Rose Leslie
Il personaggio di Luna, al contrario, parte con una descrizione dai tratti fragili e si irrobustisce piano piano, grazie sia allo sviluppo narrativo sia ad una maturazione che rende la protagonista di Non ricordo ma ti amo una delle ragazze di carta migliori dell’ultimo periodo.

In terzo piano, la scelta di narrare la storia con uno sfasamento temporale, con salti, ritorni e accelerazioni che mi hanno, da un lato, ricordato il mio amatissimo Emerald Gloom di Elle Caruso, ha reso la storia non solo originale ma tesa al punto giusto, in un costante bisogno di conoscere e sapere dettagli che si troncano, per poi tornare, più avanti, mai abbastanza presto ma sempre, a posteriori, al momento giusto.

Infine, la forma. Molti lettori e anche qualche blogger fuggono al solo sentir parlare di self perché li reputano prodotti non curati, o quanto meno non ai livelli dei romanzi editati da case editrici più o meno note. Io sono del parere, come sapete, che un romanzo è fatto dall’idea e dallo scrittore che pone le parole su carta e che poi, da solo o con aiuti (questo non è rilevante), riesce a limarlo sino alla (quasi) perfezione. Ecco, Paola Garbarino riesce in questa operazione difficilissima e lo fa con grazia ed eleganza, nonostante tratti tematiche forti come lutti, tradimenti e apparenti ossessioni. Non risparmia nulla, affonda il coltello in tutte le piaghe e ferite aperte dei suoi personaggi (e del lettore!) per farli riemergere poi, più forti di prima, un po’ come una fenice che risorge dalle proprie ceneri.

In conclusione, vi posso dire che leggere Paola Garbarino non è una passeggiata: non troverete mai la classica storiella che vi farà passare due orette in tranquillità, scordatevelo! Non ricordo ma ti amo è un sali scendi di vorticosi sentimenti che attorcigliano le viscere, fanno star male, vorrebbero portarti a urlare ma poi si fondono, a formare un finale degno di un film, in cui tutto viene spiegato, in cui tutto (anche ciò che meno avresti pensato di comprendere) acquista senso, in cui vorresti stringere la mano all’autrice per averti regalato una storia come quella di William e Luna.

N.B. Qui di seguito vi lascio un breve estratto, una riflessione che il protagonista, William, elabora nel corso del romanzo: Non ricordo ma ti amo non è solo un romance, è molto di più, e il pensiero sulla società in cui viviamo che vi propongo qui di seguito ne è la dimostrazione.
Buona lettura!

Siamo una generazione del cazzo, abituata alle cose veloci, da fast-food, convinta di essere forte, di saper volare, combattere mostri e trovare tesori, perché ci lobotomizzano coi videogame; illusi di poter comunicare in mille modi mentre invece ce ne restiamo al sicuro dietro lo schermo di un cellulare o di un pc; abbiamo perso il senso della realtà, dell’attesa, del mettersi in gioco, di rischiare il proprio cuore e metterci la faccia in prima persona. Odio i social network, tutti si fanno i cazzi di tutti ma in fondo non gliene frega niente di nessuno, si vive solo per facciata, si posta una foto solo perché sia piacizzabile, senza viverla, senza ricordare un benemerito nulla del posto o della persona. I Social sono delle arene peggiori di quelle dove i gladiatori si massacravano e sono vuote, false. Presto saremo recensibili con stellette da una a cinque e i nuovi reietti saranno gli impopolari, perderanno il diritto di voto, gli verrà negato l’accesso a determinate aree e non potranno ambire a certe cariche professionali. E io sarò uno di loro … 

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

9 pensieri su “Non ricordo ma ti amo di Paola Garbarino – Recensione

  1. radele ha detto:

    Già la sinossi mi piace da matti, la perdita della memoria è una di quelle cose che mi spinge a comprare a occhi chiusi un libro. Vedere come l’autore mette sulla carta quelle devono essere delle sensazioni terribili mi incuriosisce tantissimo. La tua recensione è il colpo di grazia. Un’altro libro che si aggiunge alla mia lista infinita … ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...