Come fuoco sulla pelle di Debora C. Tepes – Recensione in Anteprima

Buonasera!

Come vi avevo anticipato … Eccomi di nuovo qui!

Finalmente è arrivato il momento di parlarvi più approfonditamente di Come fuoco sulla pelle di Debora C. Tepes, disponibile da oggi.

Qui di seguito troverete quindi tutte le infos, la trama e ovviamente la mia recensione in anteprima.


thumbnail_6tag_020417-163159

Titolo: Come fuoco sulla pelle 
Serie: 
Dangerous Souls Series #3

Autrice: Debora C. Tepes

Genere: New Adult/ Contemporary Romance

Data di pubblicazione: 10 Aprile 2017

Editore: Self Publishing

Prezzo: € 2,99 (Ebook)

Booktrailer:


Trama: 

Tiago. Sono il fuoco che incendia i corpi e travolge i cuori. Sono il sesso proibito. Gusto avidamente la vita, la divoro. Il ricordo dei suoi occhi neri come la notte mi perseguita, è impresso nella mia mente. Lei è stata il mio mondo e oggi è la mia promessa infranta. Lei mi odia e il suo rifiuto mi sta uccidendo. Voglio che sia mia. Voglio farmi perdonare.

Selena. Sono una promessa dimenticata, una ragazza distrutta, abbandonata al suo destino. Sono ferita, contaminata, deteriorata. Quel ricordo, conficcato tra cuore e mente, mi fa sopravvivere. Lui mi tiene per mano e mi protegge: è il mio salvatore. Lui mi abbandona e mi spezza. Ora lo detesto, lo respingo, non voglio perdonarlo. Eppure il mio corpo arde solo per lui. Eppure il mio cuore batte solo per lui.


Recensione: 

Come fuoco sulla pelle è il nuovo, attesissimo romanzo di Debora C. Tepes, una giovane scrittrice italiana rigorosamente self.

Ho avuto il piacere e l’onore di leggere questo ultimo capitolo della Dangerous Souls Series in anteprima e, devo ammettere, la storia di Tiago e Selena è complessa, passionale, dolce, combattuta ma davvero, davvero ben resa.

Ma andiamo con ordine.

La prima parte del libro ha una struttura che definirei altalenante e non perché dotata di una base traballante o poco solida ma perché la narrazione salta, di capitolo in capitolo, da un protagonista all’altro, descrivendo, quindi, prima stralci della vita di Tiago a Los Angeles, poi episodi della vita di Selena in Messico e via così, in un passo a due incessante che dà il meglio di sé quando i due ballerini entrano finalmente in scena contemporaneamente.

Perché sì, la vera alchimia e magia si apprezza appieno solo quando Tiago e Selena si incontrano, si conoscono, iniziano a viversi. Mi era successa una cosa simile anche nei precedenti romanzi della Tepes: i suoi personaggi sono sempre forti e ben definiti ma assumono il definitivo spessore quando appaiono insieme, Elijah con Indiana, Tiago con Selena.

Devo dire poi che la trama di Come fuoco sulla pelle è più cupa e, a tratti, più profonda rispetto ai libri che l’hanno preceduta. Le tematiche stesse che vengono toccate sono pericolose e serie, ma la Tepes ne esce a testa alta: crea un libro piacevole ma riflessivo, con i dovuti drammi e le dovute frivolezze, mantenendo sempre il giusto equilibrio e dando all’insieme quel tocco in più dato da una maturità letteraria che sta crescendo, romanzo dopo romanzo.

santa monica.jpg

Ho inoltre amato le descrizioni di Los Angeles e Santa Monica, così vive, così piene di colori e calore da essere quasi tangibili, concrete, vere.

Passiamo ora ai protagonisti. Tiago è il classico bel ragazzo di origini messicane che vive a Los Angeles e che ha tutto: soldi, amici, donne, gioia. Con lo scorrere delle pagine, tuttavia, si apprezza un lato di lui più profondo e celato a tutti, tranne ad una ragazza dagli occhi enormi e scuri.

Lei è stata il mio mondo e oggi è la mia promessa infranta.

Selena, al contrario, è una giovane donna che non ha avuto nulla, solo dolore, panico, squallore, lividi veri e metaforici. Tutto il suo passato è visibile, nonostante una maschera di cartapesta che indossa e che a tratti inonda di lacrime vere e sofferte.

Sono … una ragazza distrutta, abbandonata al suo destino.

L’anello di congiunzione tra i due è un ricordo di infanzia, un castello di sabbia creato a quattro mani, una promessa che sembra infranta ma che nessuno dei due ha dimenticato. La sola nota di speranza per Selena, il più grande rimpianto per Tiago.

La narrazione scorre veloce, con picchi di sensualità accennati e poi scavati a fondo, con scene perfette, delicate e calienti al tempo stesso. L’accompagnamento musicale, con la playlist finale, crea la perfetta colonna sonora per una storia che è un mix tra i sapori californiani freschi e delicati, e i sensi latini, tipici di una terra calda come il fuoco che ha dato origine a due personaggi di carta complessi e con mille sfaccettature.

La sola nota un po’ stonata è data dalla forma che, forse, necessitava di un’ulteriore rilettura per eliminare refusi che, qua e là, spuntano in una prosa che, altrimenti, risulterebbe solida e ragionata.

In conclusione, Come fuoco sulla pelle può essere letto come standalone, anche se non avete letto i precedenti libri della serie infatti potete immergervi in questa storia senza problemi. Un plauso va infine al lavoro di squadra Tepes – Cipriano e a quel piccolo cammeo di due personaggi che, chi ha letto Lacrime in collisione, non può non riconoscere immediatamente.

#GoodLuckDebora!

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...