Bad Love di Jay Crownover – Recensione in Anteprima

Buonasera!

Ed ecco che, a grande richiesta, pubblico oggi la recensione di un romanzo che uscirà soltanto domani, 16 Febbraio 2017, e che ho avuto il piacere di leggere in anteprima grazie a Newton Compton Editori. Sto parlando, ovviamente, di Bad Love, il primo romanzo di una nuova serie targata Jay Crownover.

Qui di seguito trovate tutte le infos, la trama e la mia opinione.

Ah … Un’ultima cosa … Da oggi, se e quando mi sarà possibile, su suggerimento delle mie fedelissime di FB, vedrete delle recensioni più colorate, con fotografie e brevi estratti. Spero che i nuovi elementi possano attirarvi ancora di più e farvi immergere maggiormente nelle atmosfere descritte.

Buona lettura!

16790790_726353617532517_1242044402_n

TITOLO: Bad Love (Better when he’s bad)

AUTORE: Jay Crownover

SERIE: Welcome to the Point Serie #1

USCITA: 16 Febbraio 2017

PREZZO: € 4,99 (eBook) – € 9,90 (Cartaceo)

Link d’acquisto: Bad Love (Welcome Series Vol. 1)

EDITORE: Newton Compton Editori


TRAMA:

Sexy, dark, pericoloso, Bax non cammina solo sul binario sbagliato… lui è il binario sbagliato. Criminale, delinquente e attaccabrighe, ha preso un sacco di pessime decisioni, e una di queste lo ha portato in prigione per cinque anni. Ora Bax è fuori e in cerca di risposte, e non gli importa cosa dovrà fare o chi dovrà ferire per trovarle. Ma non ha fatto i conti con Dovie, una ragazza innocente e pura… Dovie Pryce sa bene cosa comporti vivere una vita difficile. Ha sempre cercato di essere buona, di aiutare gli altri, e non si è mai lasciata trascinare giù dalla tristezza. Eppure le cose per lei non hanno fatto che peggiorare. A quanto pare, l’unica persona che può aiutarla è l’ex-detenuto più spaventoso, sexy e complicato che sia mai uscito da The Point. Bax le fa paura, risveglia in lei sentimenti che non avrebbe mai pensato di provare. Ma a Dovie non serve molto per capirlo: certe volte le persone migliori per noi sono proprio quelle che dovremmo evitare…

Autore: Jay Crownover vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la Tattoo Series (Oltre le regole, Oltre noi l’infinitoOltre l’amoreOltre i segreti, Oltre il destino e Oltre le leggi dell’attrazione). Bad Love è il primo romanzo di una nuova serie.


RECENSIONE:

Bad Love, il nuovo romanzo di Jay Crownover, edito da Newton Compton Editori è paragonabile ad un giro sulle montagne russe: una narrazione fantastica con alcuni MA che restano sospesi, a mio parere.

Non so davvero come altro descriverlo e avrei così tante cose da dire sulla storia che non so se riuscirò a realizzare una recensione degna di questo nome e, soprattutto, ricca di senso. Ma ci provo. 

Allora, partiamo da una delle note positive: il primo capitolo della serie Welcome to the Point è una lettura accattivante, degna della firma dell’autrice (che, tra l’altro, è una delle mie preferite nel panorama contemporaneo) e che si legge velocemente e con gusto.

La prima volta che ti ho visto, ho pensato che quegli occhi fossero vuoti, che dentro non ci fosse assolutamente nulla … 

c4bc0e571a31809528f0d521b2a236c9Il primo MA della questione riguarda Bax, il protagonista di Bad Love. Sia chiaro, questo appunto non sarebbe nemmeno esistito se non fosse per quanto Jay Crownover stessa scrive e dichiara a inizio libro. Nell’introduzione al romanzo, infatti, l’intenzione dell’autrice è chiara ed è quella di creare la storia attorno ad una figura cattiva, densa di oscurità e con cui è difficile entrare in sintonia e per il quale è complesso tifare o parteggiare. Beh, se questo era il suo intento devo ammettere che, per quanto mi riguarda, ha fallito. Shane Baxter, sin da subito, emerge dalla sua corazza piena di crepe e fratture e lascia intravedere un qualcosa, piccoli dettagli che, sinceramente, non lo rendono mai del tutto cattivo, se non in casi giustificati e spiegati.

Era un fiore nato sulla parete di roccia dura e impervia di un precipizio.

df20cc2a268e4db780045617e7b0b08bIl secondo MA è relativo a Dovie, la rossa piena di lentiggini e dalla pelle di porcellana che si trova, volente o nolente, ad affiancare Bax in questa storia dai tratti cupi e dark. Ho amato il suo personaggio all’inizio e alla fine, quando davvero la sua tempra ruvida, la sua scorza segnata da anni di vita difficile e il suo carattere per nulla remissivo vengono fuori grazie a occhiate, battute, frasi al vetriolo. L’ho apprezzata meno durante la storia, quando invece cede, a mio parere, troppo il passo alla figura di Bax che la sovrasta e la domina, in tutti i sensi. L’avrei preferita più costante, invece ha una serie di alti e bassi che … Non so, mi hanno lasciata un po’ perplessa e incerta sulla sua figura.

Detto ciò, la loro storia è come un serpente che, nonostante sia sinonimo di peccato, avvolge e coinvolge senza possibilità di fuga e il lettore si ritrova inevitabilmente a non staccare mai gli occhi dal kindle per sapere come va a finire.

Un terzo MA è tuttavia legato alla scelta della Crownover di dare spazio, sin troppo, a figure secondarie e a spiegazioni che, spesso, scendono nel noioso e che mi hanno fatto fremere perché, insomma, arrivati a un certo punto, non te ne frega niente di come funziona la malavita di The Point, vuoi solo sapere che fine faranno Bax e Dovie.

… il rumore di pneumatici che bruciano sull’asfalto, la carne che sbatte contro la carne … 

Sottolineo però come l’atmosfera e l’ambientazione siano forse uno dei maggiori punti di forza della storia. Leggendo, chiunque viene immerso in una vita densa di nero, di fumo, di criminalità e lo si percepisce, si riesce quasi a sentire l’odore dell’olio delle auto, il rumore degli spari, lo stridio di freni di vetture lanciate in corsa. Insomma … The Point, il quartiere in cui è ambientato il romanzo, diventa davvero un personaggio tridimensionale e, per certi versi, indipendente.

In conclusione, il libro mi è piaciuto nonostante tutti questi MA. E lo so, la cosa può parere schizofrenica, ma davvero il romanzo merita e non vedo l’ora, nonostante tutto, di leggere i prossimi capitoli.

Un’ultima cosa: adoro, adoro, adoro la capacità di Jay Crownover di creare meraviglie e poesia grazie alla sapiente descrizione e all’uso dei tatuaggi. Trova sempre, sempre, un modo originale e un elemento nuovo che dona sensualità, eroismo e forza al tutto ed è sempre, sempre, sempre assolutamente perfetto per la storia. Inoltre, il finale! Non l’epilogo del romanzo ma la playlist di Jay Crownover … Wow! Semplicemente wow!

Leggetelo!

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

13 pensieri su “Bad Love di Jay Crownover – Recensione in Anteprima

  1. Roberta Ro ha detto:

    Che bella recensione resa ancira più interessante dalle immagini.Come ho detto aspetto questo libro da tempo.Quando lessi la trama in inglese avrei voluto subit leggerli.Spero che riesca a coinvolgerli nella storia.IL fatto che tu abbia detto che lui risulti meno cattivo di quelle che erano le intenzioni dell’autrice non mi puace perché quando ho letto la trama in inglese mi aveva colpito il fatto che il suo personaggio fosse diverso da altri che si trovano in altri libri.

    Liked by 1 persona

    • Rachel Sandman ha detto:

      Non so … Poi, sono sensazioni personali ma io, davvero, non sono riuscita a vederlo COSì CATTIVO 😛 Forse ho una visione distorta del bad boy 😛 😛 #SonoRimastaPerplessa 😛 Grazie per l’appunto sulle immagini ❤ Ho faticato un sacco a trovare qualcuno che 'interpretasse' Bax 😛

      Mi piace

  2. Maria Elena ha detto:

    Wow, grazie per questa recensione.
    Come ti ho già detto qualche giorno fa, ho paura dei tuoi “MA” e sapere quali sono un pò mi preoccupano, ma il finale positivo mi invoglia a leggerlo e fra poche ore sarà mio ❤❤ perché la Crownover è sempre una garanzia.
    Preparati per lo sclero 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...