Intervista a Marcello Iori, autore di Terre Deus Dominus

Eccomi di nuovo qui … Con un appuntamento speciale …

Un’intervista a Marcello Iori, l’autore di Terre Deus Dominus … Vi ricordate? Vi ho parlato del suo romanzo fantasy in questo post (se ve lo siete persi, vi invito a rimediare, ora, subito).

Buona lettura a tutti!


terre-deus-dominusGrazie innanzitutto per la disponibilità. Allora, so che è una domanda spinosa ma la prima cosa che mi viene da chiederti è: come è nata l’idea di Terre Deus Dominus?

Ciao Rachel, grazie a te per il tempo che mi stai dedicando. Allora, bella domanda. L’idea nasce originariamente 12 anni fa, nel fermento della mia vena creativa; e l’idea era quella di raccontare l’avventura di un ragazzo di colore (africano) in un mondo popolato da uomini e esseri provenienti da altri mondi. Il primo capitolo, infatti, è stato scritto 12 anni fa. Quando nel 2015 ho ripreso il progetto, ho stravolto completamente la storia, volevo dargli un tocco di originalità e misticismo, così ho deciso di immaginare come sarebbe stato il mondo con il ritorno degli Dèi. Le epiche degli Dèi sono state narrate dagli antichi, se pensiamo ai Veda, nella cultura Indiana, come la Bhagavata Purana o il Mahabharata, oppure i racconti dei sumeri e, in generale, di tutte le popolazioni del mondo. Chiaramente, avendo letto e studiato un po’ i testi sacri delle varie religioni/sette, ho approfondito non solo la parte puramente letterale ma anche il risvolto spirituale, infatti abbiamo come protagonista uno yogi molto saggio. Per concludere, l’idea è quella di considerare Terre Deus Dominus l’ideale prosecuzione dei testi sacri antichi, una nuova epopea biblica o vedica.

unnamed-1

L’ambientazione del romanzo: come si è sviluppata nella tua mente? Hai trovato delle difficoltà?

Il romanzo è ambientato sulla Terra, proprio come la conosciamo noi. Anche se è un
fantasy, doveva sapere di vero. Chiaramente la storia si sviluppa 4 mila anni avanti nel futuro, e i nomi delle città o gli idiomi sono cambiati. L’aspetto interessante del mio romanzo, è che c’è questa contrapposizione tra il Mondo di prima e quello che ci sarà dopo. La storia umana lo insegna, dai romani a noi sono cambiati i nomi di molte città e persino la lingua, come ad esempio i significati di moltissimi verbi. Oggi pensiamo e agiamo in modo diverso rispetto alle epoche passate (certo, non in modo così distinto, ma c’è pur sempre una grossa differenza). La religione è cambiata rispetto alle sue origini, ha acquisito diverse sfumature anche solo se pensiamo agli inizi del ‘900. È nella natura delle cose di questo universo il cambiamento, è normale.

Il protagonista del libro: raccontaci qualcosa in più di lui.

È un orfano. Il padre ha tentato di ucciderlo quando aveva 12 anni, ma non posso anticipare le motivazioni. La prima parte del romanzo TDD – Uno Yogi, l’Apprendista e il suo Falco, narra solo i primi 4 giorni della storia (che all’incirca ha durata un anno), quindi leggendolo viene dato un assaggio di quello che sarà l’andamento degli eventi. È nato con un dono speciale, e il Marchio tatuato dietro la nuca ne è la prova. È molto forte, abile, ha imparato le arti antiche che lo Yogi Ananda gli ha insegnato: quindi, le arti marziali e la medicina naturale. Vive perennemente un conflitto interiore, per la perdita della sua famiglia e a causa del fato che incombe su di lui. Per 9 anni, lui e lo Yogi, saranno impegnati a scappare, a vivere su una nave in una zona chiamata le Marianne, una vasta porzione di oceano dove le navi spariscono, dove le condizioni atmosferiche sono estreme. È costretto a crescere e a non vivere la sua giovinezza. Non riesce ad accettare di essere un prescelto e vorrebbe stare lontano da tutto e tutti, perché dove ha messo piede, le persone sono morte o hanno sofferto molto.

unnamed.jpg

Ora … Mi piacerebbe approfondire un po’ la figura di Kaeda Sakiamuni che, girovagando in FB, ha attirato la mia attenzione. Come ti sei immaginato questo personaggio? Ti sei ispirato a qualcosa o qualcuno in particolare?

Mi sono ispirato ad alcuni personaggi femminili dei manga, ma in particolare alla trilogia La Leggenda di Otori, dove la protagonista si chiama Kaeda. Da ragazzino le pagine di Otori mi han fatto sognare. Così ho sempre immaginato Kaeda con tratti orientali, non Giapponesi, ma cinesi. Una bella ragazza dagli occhi a mandorla e la pelle bianca, alta e snella, con l’agilità di un felino. Se dovessi fare il cast di TDD, Kaeda sarebbe l’attrice Zhang Ziyi (La Tigre e il Dragone, etc.)

Questo è ovviamente il primo romanzo di una saga: puoi anticipare qualcosa sui prossimi volumi?

Il Secondo Volume avrà come titolo: La Conoscenza Perduta. Narra la presa di Solomon King e l’arrivo di Alexander a Fujian, la città fantasma. Sarà molto intenso e con forti sfumature sentimentali. Conosceremo meglio il Nuovo Mondo, in vari suoi aspetti, soprattutto verranno svelati i misteri custoditi nel Vecchio Mondo, quindi: da dove veniamo, chi siamo etc. L’arco temporale ricoperto è di circa 4 mesi. Il primo volume è appena un assaggio di tutto ciò che accadrà nel secondo. Arriverà un Terzo, che avrà come titolo: l’Amore Oltre i Confini del Mondo, che concluderà la storia corrente, ma Terre Deus Dominus continuerà.

unnamed (2).jpg

Un’ultima curiosità personale: quando hai iniziato Terre Deus Dominus sapevi già il finale dell’intera serie? Oppure è un lavoro in progressione?

La verità sta in entrambe le domande. 12 anni fa avevo un’idea e sapevo come sarebbe finito il romanzo. Quando ho ripreso il progetto nel 2015, anche questa volta sapevo benissimo come sarebbe finito, ma era un’idea generale, scrivendolo, poi, ho arricchito e rifinito la visione che avevo. La prima Trilogia di TDD è tutta nella mia mente, è come se fosse già scritta, solo che le parole sono ancora energia, ma presto assumeranno la forma di lettere e comporranno le pagine di un libro. Quando penso a TDD, penso che tutti dovrebbero leggerlo, perché non è un semplice Fantasy, ma il compendio di anni di studio sulla storia dell’uomo e i suoi misteri. Potete seguire il mondo di TDD all’indirizzo: www.facebook.com/marcelloioriwriter.

Grazie ancora per la disponibilità e per il tempo che hai dedicato a questa intervista!

Grazie di cuore a te, Rachel.


Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

6 pensieri su “Intervista a Marcello Iori, autore di Terre Deus Dominus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...