La Terapia di Sebastian Fitzek – RECENSIONE

14528215_653836321450914_1664081286_n

TITOLO: La Terapia (Die Therapie)

AUTORE: Sebastian Fitzek

USCITA: Luglio 2007

PREZZO: € 14,50 (Cartaceo)

EDITORE: Rizzoli


TRAMA: Viktor Larenz è un ricco e brillante psichiatra di Berlino, reso celebre dalle sue frequenti apparizioni televisive. La sua vita però va improvvisamente in frantumi quando la figlia dodicenne Josy, affetta da una malattia sconosciuta, scompare senza lasciare traccia durante una visita nello studio del dottore che l’ha in cura. Viktor la cerca ovunque senza mai rassegnarsi, sacrificando la carriera e il matrimonio. Quattro anni dopo, mentre si trova bloccato su un’isola a causa di una tempesta, l’uomo riceve la visita di un’enigmatica e inquietante scrittrice di libri per l’infanzia, Anna Spiegel. La donna vuole assolutamente entrare in terapia con lui perché in qualche modo è perseguitata dai suoi personaggi, che hanno la capacità di diventare reali. Uno di essi, in particolare, somiglia in modo impressionante a Josy: si tratta di Charlotte, la protagonista del suo ultimo romanzo, che ha gli stessi sintomi della piccola e deve sfuggire a un’identica minaccia. Ma chi è davvero Anna Spiegel? Le sue allucinazioni sono il semplice frutto di una mente schizofrenica o nascondono indizi che potranno aiutare Viktor a risolvere il mistero della scomparsa della sua bambina? “La terapia”, opera che ha rivelato Fitzek, è lo psychothriller che ha dato origine a un nuovo genere letterario, conquistando milioni di lettori.


RECENSIONE: Come ormai tutti saprete, non sono una gran lettrice di thriller e il mio ultimo incontro col genere, con un libro tanto acclamato, forse anche troppo, come La Ragazza del Treno di Paula Hawkins (la mia recensione QUI), mi aveva lasciato un po’ con l’amaro in bocca.

Su consiglio di un amico quindi (tra parentesi, grazie Daniele per avermi fatto scoprire questo libro!), mi sono gettata in questo romanzo che è un vero e proprio thriller psicologico e che mi ha fatto finalmente comprendere la grandezza e il potenziale del genere.

La Terapia di Sebastian Fitzek è un libro che ti prende e ti travolge, in un turbinio di enigmi, di irrisolti, di angosce.

Un consiglio: non leggetelo di sera! Per carità! Né, tanto meno, prima di andare a dormire: che sia il sonno profondo della notte o il classico riposino pomeridiano sul divano. Leggete altro, perché non si sa mai! Io vi ho avvisati.

Ovviamente, non stiamo parlando di un libro leggero o un romanzo rosa, quindi tutto ciò che l’autore scrive è ricco di inganni e di aspetti lasciati in penombra.

Ho adorato e allo stesso tempo odiato i tagli che concludono i vari capitoli: ogni volta, il lettore viene infatti lasciato lì, in sospeso, con un quesito non espresso, una presenza abbandonata nel buio, un’indagine spezzata sul nascere.

I salti temporali, inoltre, aiutano ancora di più a creare quell’atmosfera di caos e di irrequietezza che permea in tutta la durata della storia e che detta il ritmo della narrazione.

Ho amato immensamente questo libro perché è finalmente un thriller come si deve: ingarbugliato il giusto, con suspense e scene troncate di netto che sembrano nascondere un tesoro che nessuno è in grado di scovare, con personaggi caratterizzati nonostante il loro incessante apparire e scomparire.

Mi è piaciuto anche il fatto che non ho capito nulla, assolutamente nulla, fino alla fine! E, devo confessare, anche allora ho avuto bisogno di qualche secondo per recuperare tutti i fili che si erano sciolti davanti a me e fare il punto della situazione.

Per concludere, le ultime cinquanta pagine tolgono letteralmente il fiato, e non scherzo. Tutto diventa il contrario di tutto e ogni volta che il lettore sembra giungere alla conclusione, ecco che si fanno passi indietro e il castello che si era appena costruito cade irrimediabilmente, sostituito da un altro ancora più complesso e strutturato. Sino all’ultima pagina, insomma, non si arriva allo scioglimento completo della vicenda, e allora lo shock è assolutamente improvviso e inevitabile.

Pertanto, se volete un thriller che vi faccia scervellare per tutta la durata della storia e che vi prenda, in un abisso di punti interrogativi e psicosi, leggete questo libro. Se volete immergervi in una narrazione che vi sorprenda e vi tenga col fiato sospeso, in attesa del colpo di scena che, vi assicuro, è sempre dietro l’angolo, La Terapia di Sebastian Fitzek è il romanzo che fa per voi.

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...