Shadow Magic di Joshua Khan – RECENSIONE

14800810_1149283125154348_202482114_n

TITOLO: Shadow Magic

AUTORE: Joshua Khan

SERIE: Shadow Magic Serie #1

USCITA: 18 Ottobre 2016

PREZZO: € 6,99 (eBook) – € 14,90 (Cartaceo)

EDITORE: De Agostini


TRAMA: Da quando i suoi genitori sono morti in circostanze misteriose, Lily Shadow è l’unica erede al trono di Geenna. Ma per una ragazzina di tredici anni, che non ha alcuna conoscenza della magia nera, governare il Regno delle Ombre è impossibile. I suoi antenati erano infatti in grado di comunicare con gli spiriti, risvegliare i morti, radunare truppe di zombie dalle tombe. Ma lei come potrà difendere il Paese, senza arti magiche e senza un esercito? L’unico modo per salvare Geenna è sposare Gabriel Solar, il rampollo della famiglia nemica, e assicurare così la pace. Gabriel però è un vero idiota e Lily non ha alcuna intenzione di arrendersi al proprio destino. Soprattutto quando scopre di avere un aiuto insperato in Thorn, un ragazzo dall’oscuro passato ma con un cuore coraggioso e la rara capacità di cavalcare pipistrelli giganti…

Epico, avventuroso e immaginifico: il primo capitolo di una straordinaria serie fantasy che vi farà divertire, trattenere il fiato e tremare fino all’ultima, appassionante pagina.


RECENSIONE: Shadow Magic di Joshua Khan è un salto nel buio … Che consiglio assolutamente a tutti di fare!

È un libro per un pubblico giovane, un viaggio in un nuovo mondo che tiene attaccato il lettore dalla prima all’ultima pagina, in un saliscendi di emozioni che passa dalla sete di avventura al lieve ribrezzo, dalla curiosità estrema all’emozione che ti solca il viso con una lacrima birbantella che sfugge al tuo controllo.

È un romanzo originale nel suo non esserlo del tutto.

Khan è un maestro nel prendere elementi, già noti e presenti nella letteratura e nel cinema, e fonderli insieme, in una materia del tutto nuova e assolutamente accattivante.

Ma procediamo con ordine …

Inizialmente il lettore resta ammaliato dai paesaggi e dall’ambientazione, in un misto non ben definito di Il Trono di Spade, Il Signore degli Anelli e Hotel Transilvania. La trama si svolge principalmente nel regno di Castel Cupo, in cui svetta un edificio fatto di pietre fredde, di gargoyle alla maniera di Notre Dame e ornato di pipistrelli (più o meno grandi): questi ultimi sono molti, moltissimi anzi, tanto che Dracula sarebbe solo ‘uno dei tanti’.

Ho personalmente adorato il riferimento alla Danse Macabre, citazione più o meno diretta di una musica risalente a fine ottocento e che ha ispirato, a suo tempo, niente meno che Edgar Allan Poe nella stesura di La Maschera della Morte Rossa: geniale.

Tutti questi dettagli che, in qualche modo, richiamano fatti o aspetti già noti o comunque che sanno di conosciuto, rendono la lettura di Shadow Magic un qualcosa di familiare senza però mai cadere nella banalità o nel ‘già sentito’.

Il protagonista di questo libro, Thorn, è un giovane arguto, sveglio, pieno di inventiva, temerario, bravissimo con gli animali (il suo animaletto da compagnia, Ade … Vi dico solo che, nella sua particolarità, è mostruoso e adorabile insieme!) e con un passato alle spalle ricco di ombre e di punti interrogativi che trovano risposta soltanto piano piano, attraverso le confidenze e le ammissioni dello stesso eroe. Thorn mi ha ricordato un po’ un personaggio medievale (avete presente Heath Ledger nel film Il Destino di un Cavaliere?): è un ragazzo tutto d’un pezzo, che si batte per quello in cui crede, senza curarsi del ceto sociale cui appartiene e del posto che, secondo le regole imposte, gli spetterebbe.

Protagonista al pari di Thorn è Lilith Shadow, per gli amici Lily. È una tredicenne che si ritrova la vita sconvolta da un giorno all’altro, una giovane ragazza che si vede ricoperta di responsabilità che non è sicura di reggere. Ho davvero amato questa eroina: Khan è anche qui molto bravo nel non renderla subito una superwoman in gonnella che gestisce tutto alla perfezione, senza battere ciglio. In lei vediamo tutte le emozioni più reali e vere: la sua evoluzione avviene pagina dopo pagina e la porta, gradualmente, ad un livello di consapevolezza che sboccerà nei capitoli finali. Un percorso egregiamente gestito: l’ho trovato davvero fantastico.

In conclusione, un mio personale plauso va all’illustratore di Shadow Magic, Ben Hibon. Se il nome non vi dice nulla, vi aiuto: avete presente La Storia dei tre Fratelli di Harry Potter e i Doni della Morte? Beh … Ecco, stiamo parlando di colui che ha diretto e reso graficamente la breve novella che appare nel film I Doni della Morte – Parte I e che, qui, crea piccoli quadri che non solo sono d’impatto per il lettore ma che riescono a rendere magnificamente l’atmosfera gotica e moderna insieme, in una fusione assolutamente gradevole e azzeccatissima.

Quindi, leggete questo romanzo! Se conoscete un ragazzino che prende raramente un libro in mano, provate a consigliargli Shadow Magic: ha tutte le caratteristiche e la trama giusta per attirare l’attenzione anche del lettore più pigro che, sono sicura, ne rimarrà piacevolmente sorpreso e rapito.

Ringrazio infine la De Agostini per avermi regalato questa lettura: un vero salto in un mondo magico che mi ha fatto amare i suoi personaggi, mi ha fatto soffrire con loro e mi ha fatto restare a bocca aperta, più volte, davanti ai risvolti inaspettati della storia.

Ed ora … Per i Sei, Joshua Khan: sbrigati a pubblicare il secondo volume! Ormai sono ufficialmente una fan di questa saga e sono curiosissima di conoscere gli sviluppi!

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

3 pensieri su “Shadow Magic di Joshua Khan – RECENSIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...