Beautiful Boss di Christina Lauren – RECENSIONE

14542730_654148941419652_856959190_n

TITOLO: Beautiful Boss

AUTORE: Christina Lauren

SERIE: Serie Beautiful Bastard #4.5

USCITA: 22 Settembre 2016 (Ebook) – 1 Dicembre 2016 (Cartaceo)

PREZZO: € 4,99 (eBook)

EDITORE: Leggereditore


TRAMA: Will Sumner non poteva non innamorarsi di Hanna Bergstrom, del suo bizzarro senso dell’umorismo, della sua determinazione. Per non parlare della sua passione per il sesso e della sua voglia di sperimentare insieme a lui forme sempre nuove di piacere. Tra le lenzuola la loro intesa è perfetta, ma fuori dalla camera da letto le cose sono un po’ più… complicate. Quando Hanna riceve un’offerta di lavoro impossibile da rifiutare, questo brusco ritorno alla vita sembra privare improvvisamente i loro corpi della magia che fino a quel momento li aveva resi indispensabili l’uno all’altro. Spetta a Hanna decidere quale strada intraprendere: seguire l’istinto e sacrificare il proprio futuro per un presente di gioie effimere ma irripetibili, oppure rinunciare all’uomo che le ha cambiato la vita per seguire un copione già scritto?


RECENSIONE: Quando si arriva al penultimo appuntamento con una delle serie più acclamate e longeve degli ultimi tempi, i sentimenti sono come sempre contrastanti.

È innanzitutto necessario, a parer mio, un breve riassunto delle puntate precedenti (ormai davvero numerose!), tutte edite Leggereditore:

  1. Beautiful Bastard → Chloe e Bennett #1

  2. Beautiful Bitch → Chloe e Bennett #1.5

  3. Beautiful Stranger → Sara e Max #2

  4. Beautiful Bombshell → Chloe e Bennett; Sara e Max #2.5

  5. Beautiful Player → Hanna e Will #3

  6. Beautiful Beginning → Chloe e Bennett #3.4

  7. Beautiful Beloved → Sara e Max #3.5

  8. Beautiful Secret → Ruby e Niall #4

  9. Beautiful Boss → Hanna e Will #4.5

Tutto chiaro ora? Bene … Proseguiamo.

Hanna e Will tornano protagonisti in questa che è l’ultima novella della serie (a cui seguirà solamente un altro romanzo, che tratterà la storia di una nuova coppia, dal titolo Beautiful) scritta magistralmente da Christina Lauren (che, per chi ancora non lo sapesse, è il nome di carta, lo pseudonimo, di due fantastiche donne che hanno creato, insieme, questo mondo fatto di uomini di successo, avvocati, scienziati e chi più ne ha più ne metta).

Premetto una cosa: Hanna e Will non sono la mia coppia preferita tra tutte, devo confessarlo, quindi la loro novella era da me attesa ma non come altre che l’anno preceduta.

Devo inoltre aggiungere che i sentimenti contrastanti a cui accennavo in precedenza sono supportati dal formato stesso: la novella in sé è sempre un terno al lotto. Ogni lettore che si è appassionato alle storie narrate attende con trepidazione quei capitoli in più che lo faranno immergere, ancora una volta, nelle trame e negli ambienti di personaggi ormai noti e conosciuti. Il formato breve, tuttavia, lascia sempre un po’ di amaro in bocca, e anche questa volta, per quanto mi riguarda, non ha fatto eccezione.

Chi, come me, conosceva già questi personaggi, è preparato, in qualche modo, al loro atteggiamento, alle loro battute, al loro rapporto bizzarro e ordinario insieme.

Quello che non mi ha convinto del tutto è stata la scelta di far ruotare tutta la prima metà del libro sul matrimonio dei due, per poi lasciare l’intera seconda parte immersa in un turbine di incertezza e litigi che avvolgono, come un serpente che stritola piano piano, i primi mesi di vita matrimoniale.

Ecco, forse questo sbilanciamento, poi in parte recuperato con il finale che, inutile dirlo, è a lieto fine, mi ha lasciata un po’ titubante, come non mi capitava dai tempi della novella Beautiful Bombshell. Senza spoilerare troppo il contenuto, ci tengo a sottolineare, in particolare, che la ricerca quasi smaniosa di trovare cavilli e punti di discordia che creino un po’ di sano attrito tra i protagonisti è sì una scelta consentita ma oggi, forse, troppo abusata.

Detto questo, Hanna e Will tornano così come li avevamo lasciati nel loro libro (Beautiful Player): con tatuaggi, prugne, schiettezza, sensualità e quello squilibrio tra loro che li rende assolutamente unici nel panorama e nel mondo di Christina Lauren.

In conclusione, direi che questo libro va assolutamente letto da chi ha amato perdutamente i due pazzi attorno cui tutto ruota, perché è il coronamento della loro storia, il finale perfetto (o quasi, a mio parere). Non aspettatevi però una trama fitta e spumeggiante al pari dei romanzi che l’hanno preceduto ma siate pronti a trovare, qua e là, il protagonista dell’ultimo romanzo della serie che inizia, piano piano, a farsi avanti: Jensen, il fratello di Hanna.

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

2 pensieri su “Beautiful Boss di Christina Lauren – RECENSIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...