L’Amore ti ha Trovato di Simona Friio – Recensione

14348742_1116631025086225_1998088767_n

TITOLO: L’Amore ti ha trovato

AUTORE: Simona Friio

USCITA: 19 Luglio 2016

PREZZO: € 3.49 (eBook)

EDITORE: Triskell Edizioni

TRAMA: Ester e Jonathan si incontrano una mattina per caso. Il colpo di fulmine, tra quel che resta dei cocci di un vaso Ming, è inevitabile. Dopo i primi imbarazzi e la convinzione di non essere fatti l’uno per l’altra, decidono di costruire una vita insieme. Ma a un anno dal matrimonio, le aspirazioni professionali di lei e i problemi familiari di lui iniziano a far vacillare il loro sogno d’amore. Tra loro sembra essere tutto finito, ma non hanno fatto i conti con il vero Amore…

RECENSIONE: AMORE … Nome comune di cosa, maschile, singolare, primitivo, astratto … Questa è probabilmente la definizione che troveremmo in un quaderno a righe di un bambino delle elementari, quello con gli esercizi di grammatica e con i contorni delle lettere un po’ sbavati, sintomo di una grafia ancora un po’ raffazzonata e incerta. Sicuramente, il bambino in questione otterrebbe un voto alto per il suo compito ma devo dire che, dopo la lettura di L’Amore ti ha Trovato di Simona Friio, qualcosa non mi quadra più.

Davvero, ho pensato, l’Amore è astratto? D’accordo, non possiamo effettivamente toccarlo ma lo si può sentire nelle parole, lo si può vedere negli sguardi e nei gesti, lo si può percepire quando ci abbandona. In questo romanzo addirittura Amore diventa la voce narrante, dotata quindi di opinioni, di pensiero, di spirito critico.

È stata, per me, una sorpresa inaspettata che ha reso questa storia unica per la delicatezza con cui è stata raccontata e per il punto di vista del tutto inusuale che è stato scelto.

L’amore tra Ester e Jonathan prende vita e muta sotto lo sguardo e attraverso gli occhi dello stesso sentimento che si va via via formando tra i due.

I loro dialoghi, le scene, gli ambienti, tutto è descritto da una voce fuori dal coro che sembra uno spettatore inosservato ma che invece è lo stesso protagonista: perché senza Amore nulla di quello che la Friio ha descritto sarebbe mai potuto accadere.

Il romanzo è duro nella sua fragilità: è come una piuma bianca che svolazza al minimo soffio di vento ma che, nonostante il clima avverso, riesce a resistere e ad approdare in un luogo sicuro, in un piccolo nido tra i rami di un albero, al riparo dalla pioggia. La ruvidezza la si trova nei personaggi, in quella coppia che si innamora e poi si perde, in un vortice che rischia di far cadere in un buco nero prima lei e poi lui, fino a trascinarci dentro anche il lettore.

Devo ammetterlo: questa lettura mi ha sconvolto, coinvolto e avvolto. Non c’è possibilità di scampo: Simona Friio racconta una storia presa dalla quotidianità più vera e la mostra, con una sensibilità unica, pagina dopo pagina, senza limitarsi o nascondere nulla.

Jonathan è probabilmente quello che, nella coppia, crea un’empatia immediata con le persone che stanno al di là del libro: è puro, è concreto, è schietto, ama.

Devo dire che, personalmente, ho fatto più fatica ad immedesimarmi o, quantomeno, a digerire il personaggio di Ester, a capire le sue scelte. La incontriamo ragazzina, un po’ viziata, abituata ad avere tutto ciò che vuole e desidera, e la ritroviamo più adulta, con aspirazioni legate alla sua carriera più che alla sua famiglia, ma forse non ancora del tutto consapevole. La sua schiettezza molto spesso sfocia in alterigia, creando un divario tale tra lei e il marito che (non me ne voglia Amore che cerca di tenere le parti di entrambi fino all’ultimo) mi fa parteggiare per Jonathan senza esitare un attimo.

In conclusione, questo libro parla di vita e, tralasciando simpatie e sentimenti vari, è davvero un quadro reale di uno spaccato tanto quotidiano quanto unico. La storia tra Ester e Jonathan potrebbe essere quella di molti altri, le loro paure, i loro sentimenti, le ripicche, i rimorsi: tutto appartiene a loro come ad altri. La capacità della Friio sta proprio qui: nel creare un dipinto con acquarelli già usati rendendolo idoneo per illustrare un libro fresco di stampa.

Un soffio di vita.

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

4 pensieri su “L’Amore ti ha Trovato di Simona Friio – Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...