Il Problema è che ti Amo di Jennifer L. Armentrout – Recensione

14302399_1109948259087835_1867124332_n

TITOLO: Il Problema è che Ti Amo (The Problem with Forever)

AUTORE: Jennifer L. Armentrout

USCITA: 7 Luglio 2016

PREZZO: € 9.99 (eBook) – € 16.90 (Cartaceo)

EDITORE: Casa Editrice NORD

TRAMA: Non smettere mai di credere nell’amore
Da quattro anni, il silenzio è lo scudo che la protegge dal resto del mondo. Circondata dall’affetto dei nuovi genitori adottivi, Mallory Dodge ha cercato di superare i traumi del passato, di convincersi di non avere più bisogno di essere invisibile, ma le cicatrici dell’anima bruciano ancora e non le permettono di dimenticare. Ecco perché dover frequentare l’ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarà costretta a uscire dal guscio, la terrorizza. Tuttavia è proprio a scuola che accade l’inaspettato: tra i suoi nuovi compagni c’è Rider Stark, l’unico raggio di sole nella sua infanzia da incubo, il ragazzo che in più di un’occasione l’ha protetta dalla violenza del padre affidatario. Rider però è cambiato: ha un atteggiamento arrogante, una pessima reputazione e pare che sia invischiato in una rete di cattive compagnie. Anche se, dietro quella maschera da sbruffone, Mallory riconosce ancora il suo eroe d’un tempo… un eroe per di più molto affascinante.
Eppure gli anni trascorsi lontano da Mallory hanno segnato profondamente Rider, che ben presto si troverà davvero nei guai. E Mallory sarà la sola a poter fare la differenza. Ma riuscirà a far sentire la propria voce e a battersi per il ragazzo che ama, o la paura la farà tacere per sempre?
«Non ho bisogno che tu mi difenda. Ho bisogno di…»
Lasciai la frase in sospeso, perché lui si era portato la mia mano al petto e sentivo battere forte il suo cuore.
«Di cosa, Mallory?»
«Ho bisogno di affrontare la situazione per conto mio. Non puoi proteggermi sempre.»
«Ma io voglio proteggerti.»

RECENSIONE: Ci sono libri che ti travolgono, un po’ come un tornado di fumo verde che ti porta dritto dritto a Oz, storie così forti che il loro impatto fa quasi male. Poi però ci sono romanzi come Il Problema è che ti Amo, in cui le vite dei protagonisti si aprono davanti ai tuoi occhi lentamente, come una corolla di petali di fiori che pian piano si schiude per mostrare la sua delicatezza magnifica.

La penna di Jennifer Armentrout ancora una volta non sbaglia un colpo e firma un libro delizioso, in cui abbandona per un attimo le atmosfere più adulte della nota serie di romanzi Ti Aspettavo, e abbraccia le storie di due ragazzi alle prese col liceo, a cui però la vita non ha mai fatto sconti.

Personalmente ho trovato questo romanzo un piccolo capolavoro, in cui tutto si incastra alla perfezione, un po’ come un puzzle perfetto dai contorni smussati e sbiaditi non dall’uso ma dalla durezza della vita. Perché questo libro, nonostante le apparenze, è un libro tosto: i due protagonisti non hanno certo avuto un’infanzia idilliaca, anzi. I temi dell’affido, dell’adozione, degli abusi e delle inevitabili conseguenze sono trattati dall’autrice in modo ineccepibile e senza nessuna retorica.

A farla da padrone in questo libro sono ovviamente i due protagonisti, ma non solo.

Mallory è una sopravvissuta, un gattino spaurito che miagola in silenzio, in un angolo, cercando di confondersi con la carta da parati che fa da sfondo ad un muro di silenzi. La sua metamorfosi da crisalide in farfalla è davvero ben gestita: un percorso concreto, fatto di cadute, di difficoltà, di piccole gioie, di silenzi che ancora rimbombano, di parole che piano piano esplodono come fuochi d’artificio la notte del 4 Luglio in un paesino degli Stati Uniti d’America. Ho adorato ogni sfaccettatura del suo personaggio: non sarà, probabilmente, l’eroina più empatica del panorama young adult né tanto meno la più decisa, ma senza dubbio è una delle più vere e a fuoco. È una giovane pel di carota che sceglie come vuole vivere, senza restare in balia delle onde o della sorte che il destino ha scelto per lei.

Dall’altra parte abbiamo Lui, l’altra faccia della medaglia, l’eroe che, come o anche più della sua compagna di viaggio, ha subìto, patito, reagito. Non dirò il suo nome in questa recensione perché ho adorato la scelta della Armentrout di lasciare a Mallory il compito di presentare al lettore questo Lui. Può essere una scelta banale, visto che la trama esplica in modo abbastanza chiaro la sua identità, ma ormai ho deciso: non spetta a me svelarvi troppo di Lui, spetta al romanzo.

Posso dirvi però che entrambi sono positivi seppur opposti, entrambi hanno luci e ombre tra loro complementari, entrambi divampano e reggono il romanzo con una solidità friabile che si va via via consolidando, pagina dopo pagina, diventando robusta come una parete decorata con graffiti realizzati con bombolette dai colori sgargianti.

Attorno a loro ruotano inoltre personaggi di tutto rispetto: sagome danzanti che prendono possesso del palcoscenico senza rimanere mere comparse. Hector, Ainsley, Rose, Carl … Jayden. Hanno tutti una storia, una personalità, un passato e un futuro su cui riflettere, su cui fermarsi un attimo, su cui discutere o su cui stare in silenzio.

Per concludere: Il Problema è che ti Amo non è un davvero romanzo leggero, nonostante la categoria di appartenenza. È un libro intriso di temi forti, duri, secchi; di vite non ancora vissute; di scelte e di sbagli; di dolore e di rinascita. Ma la grandezza dell’autrice sta nel sapere trattare tutto questo buio in un modo delicato e puro, quasi come fosse un arcobaleno dai toni pastello che riposa all’ombra delle nubi di un temporale, in attesa del ritorno del sereno.

La Armentrout è una garanzia, dopo questo libro ne sono ancora più convinta: datele anche la lista della spesa, e questa donna riuscirà a creare un capolavoro strappalacrime che schizzerà ai primi posti delle classifiche. Leggete qualsiasi cosa che porti la sua firma, e non ve ne pentirete!

Rachel

© Rachel Sandman

Annunci

9 pensieri su “Il Problema è che ti Amo di Jennifer L. Armentrout – Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...