Ti ho trovato tra le pagine di un libro di Xavier Bosch – RECENSIONE

13689373_617377008430179_372356160_n

TITOLO: Ti ho trovato tra le pagine di un libro (Algù com tu)

AUTORE: Xavier Bosch

USCITA: 21 Giugno 2016

PREZZO: € 9.99 (eBook) – € 17.90 (Cartaceo)

EDITORE: Sperling & Kupfer


TRAMA: «Ci sono decenni in cui non accade nulla, e settimane in cui accadono decenni.
Questa è la nostra.»

Quattro giorni per vivere una vita intera.

A Paulina e Jean-Pierre non è stato concesso un solo istante in più.
Ma in quei quattro giorni hanno abbattuto tutte le barriere delle loro esistenze, per aprirsi a un amore e una felicità mai conosciuti prima. E ineguagliati in seguito.

Paulina Homs è una ragazza dalla vita tranquilla quando arriva a Parigi nel 1981 per il matrimonio della cugina. Jean-Pierre è già un uomo maturo, un gallerista della Rive Gauche colto e affascinante, amante della letteratura e delle librerie. A conquistarlo è la sete di avventura che avverte sotto l’aria innocente di Paulina. A incantare lei sono i mondi nuovi che Jean-Pierre sa aprirle con le sue parole e i suoi gesti.

Insieme, imparano a vivere ogni istante come se fosse l’ultimo quarto d’ora prima della fine del mondo. Prima del ritorno di Paulina alla sua vita di sempre, a Barcellona, da suo marito e dalla sua bambina.
La loro passione breve e bruciante resterà un segreto sconosciuto ai più.

Di certo una sorpresa per Gina, la figlia di Paulina, quando trent’anni dopo, ormai adulta, viene a conoscenza di alcune lettere nascoste: senza mittente, scritte in francese e indirizzate a sua madre.

Lettere che forse hanno qualcosa a che vedere con un biglietto da visita della stessa Paulina che un perfetto estraneo aveva trovato anni prima dentro un romanzo, in una libreria inglese, con un messaggio scritto a mano sul retro: «Appelle-moi», Chiamami.
Ora, seguendo quegli indizi, Gina cercherà di capire chi fosse davvero sua madre, di cui conserva un ricordo sfocato, avendola persa troppo presto. E in quella ricerca proverà a ritrovare se stessa.

La attende un viaggio nelle più belle librerie del mondo, dove sono disseminati i pegni misteriosi e struggenti di quell’amore, e un viaggio a ritroso nel tempo, alla scoperta di quei quattro giorni unici, indimenticabili. Eterni.


RECENSIONE: Ti ho incontrato tra le pagine di un libro è un viaggio attraverso la vita vera, quella più autentica, quella che non lascia scampo. È un romanzo difficile, a tratti lento, con due storie che si svolgono in modo parallelo, anche se a distanza di anni: due figure femminili ritte in piedi, ai lati di un binario; Paulina e Gina, madre e figlia, tanto uguali quanto diverse, che percorrono strade indipendenti, senza incontrarsi quasi mai, se non alla fine. Ma è davvero la fine?

… a volte, nella vita, devi allontanarti dai sentieri battuti per renderti conto che ci sono altre strade che vale la pena di esplorare …

Xavier Bosch ci accompagna per mano nelle vite di queste protagoniste, delle loro famiglie, con la delicatezza di un battito di farfalla.

Gina, da un lato, sembra essere la figura principale, quella dirompente, esuberante, assolutamente emancipata: è una ragazza che brama la vita, la passione, l’avventura, a cui è affidata l’apertura del romanzo, a tratti astruso, qua e là davvero un po’ difficile da digerire a causa della poca empatia che, sin da subito, il lettore tende a provare nei confronti di questa moderna Lady Godiva fin troppo spigolosa ed aspra.

Dall’altra Paulina che, se a un primo sguardo, appare una figurina sfuocata sullo sfondo, immersa in una coltre fatta solo di ricordi e rimpianti, ad un tratto avanza, fiera nel suo vestito elegante ed è a quel punto che il libro prende vita, grazie a questa donna che, in quattro giorni, prova, sperimenta, vive, si libra e ama.

La sua storia con Jean-Pierre, artista che fuma la pipa, cittadino del mondo, collezionista di libri, ha l’intensità del sole di luglio: la loro è una complicità immediata, forte e devastante.

… Osserva, rovista, respira …

Paulina e Jean-Pierre sono, insieme, un gioiello, un diamante che brilla di luce propria, incastonato in una serie capitoli, ciascuno con un titolo più bello dell’altro (Un quarto d’ora prima della fine del mondo è qualcosa di sublime!), che vede sbocciare il loro sentimento nel modo più puro, intimo e totalizzante possibile.

Se, da un lato, le pagine di questo libro sono piene di personaggi che, singolarmente, sono, moralmente parlando, uno peggio dell’altro (ci sono amanti, perdigiorno, mariti annoiati, uomini incuranti della loro età, ragazze che si credono già donne …), dall’altro l’autore è riuscito, con maestria assoluta, a renderli, insieme, una sinfonia perfetta, una poesia di una delicatezza tale che ben pochi libri hanno e che ben pochi riescono a lasciar fluttuare tra le pagine.

… Una libreria è … è la patria della libertà, il rifugio delle parole, il vero museo del pensiero …

Ogni frase, ogni paragrafo, ogni riga sembra degna di essere sottolineata, incastonata, ricordata: Bosch scolpisce versi in prosa che, uno dopo l’altro, inoltrano il lettore tra le varie città del mondo, immergendolo nelle librerie più antiche e affollate, guidandolo tra le pareti di una galleria d’arte, abituandolo al profumo della pipa e al gusto del fois gras francese.

Questo libro, in conclusione, è una vera perla, uno di quelli che, ancora oggi, nella letteratura contemporanea, ti fanno credere nel potere assoluto dell’amore inteso come legame vero e non come l’ormai vetusto “vissero per sempre felici e contenti” delle fiabe; uno di quelli che narrano storie difficili da trovare, quasi quanto un biglietto da visita nascosto tra le pagine di un volume dimenticato in una libreria ai confini del mondo. È un romanzo che parla di verità, di vita: la mette sul tavolo, senza abbellimenti scenici, senza colpi di scena, unendo piano piano i puntini, creando una magia unica, che solo una storia realmente verosimile è in grado di creare e portare a termine, con stile. 

È un libro che va sfogliato, annusato, letto ed infine vissuto.

Rachel

© Rachel Sandman
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...